Mutandine [Capitolo 1]

1.5KReport
Mutandine [Capitolo 1]

Questa storia è stata originariamente scritta da scotsmitch2001 per me e ho preso la sua idea di base e l'ho modificata e ampliata in questa storia qui.

--------------------------------------------------- --------------------------------------------------- ----------------

le mutandine

Capitolo 1: Delimma di Nick
(Nick si avventura nella stanza di Jaclyn)

Nick si sdraiò sul letto e sospirò. Quando Monica ha detto che avrebbe avuto solo 10 minuti per rinfrescarsi, sapeva che sarebbe stato più lungo. Gli aveva chiesto di venire a prenderla in modo che potessero uscire a pranzo.

Certo, non era ancora pronta, doveva "rinfrescarsi".

Si guardò intorno nella stanza, deliziato da quanto fosse femminile. Da ragazzo non riusciva a capire bene la necessità di tutti i colori pastello luminosi, le decorazioni arricciate e i soprammobili femminili.

Si alzò e fece il giro del letto, lasciando che le sue mani toccassero ed esplorassero i vestiti sparsi qua e là.

Uscì nel corridoio e guardò in basso verso il bagno, ascoltando i rumori della doccia; si rese conto che avrebbe aspettato ancora per un po', di nuovo. Sospirò e decise di andare in cucina a bere qualcosa, facendosi strada lungo il corridoio.

Mentre passava davanti al bagno, bussò alla porta e chiese a Monica: "Allora, quanto tempo starai ancora?"

"Non ancora per molto", ha risposto, "Ho quasi finito".

Sorrise e annuì tra sé, dirigendosi verso il corridoio, superando una porta semiaperta e dando un'occhiata all'interno per un momento, "La stanza di Jaclyn", pensò tra sé e sé.

Spinse ulteriormente la porta e fece un passo all'interno, lasciando che la sua curiosità prendesse il sopravvento su di lui. Non conosceva molto bene la sorella di Monica, ma pensava che stesse decisamente diventando una splendida giovane donna. "Se solo fosse un po' più grande", pensò tra sé, entrando completamente nella stanza della ragazza più giovane e guardandosi intorno.

Ovviamente la stanza di una ragazza; piumino bianco, animali imbalsamati sparsi sul letto, profumo di profumo, spray per il corpo e lozione che aleggia nell'aria.

Notò uno specchio molto grande sulla parete di fondo e vi si avvicinò, rendendosi conto che in realtà erano le sue ante scorrevoli dell'armadio. Si guardò allo specchio e piegò un po' le braccia, ridendo tra sé.

Si voltò e scrutò la stanza. Non sapendo da dove venisse il pensiero, iniziò a immaginarla in mutande. Mentre era in piedi con lo specchio ora dietro di lui, pensò che forse era quello che faceva Jaclyn la sera prima di mettersi a letto. Forse sta davanti al suo specchio ammirando la sua figura abbronzata e in forma mentre fa scorrere le mani sulla sua pelle morbida.

Nick si avvicinò alla cassettiera accanto al letto e tirò fuori il primo cassetto, sbirciando curiosamente all'interno. Notò che si trattava del suo cassetto delle mutandine, che erano ordinatamente piegati e ordinati per tipo. Fece scivolare la mano all'interno del cassetto, spostandola intorno alle varie paia di biancheria nel cassetto, tastando tra le dita tutti i diversi tessuti. Quando le sue mani raggiunsero un paio morbido e scivoloso, strofinò il tessuto tra il pollice e l'indice, assaporando la sensazione setosa delle sue mutandine.

Prese quel paio dal cassetto e d'impulso si portò il tessuto morbido al viso e se lo premette contro il naso, inalando il dolce profumo delle mutandine pulite di una giovane donna. Sentì un movimento nei pantaloni e un'immediata pressione sul davanti dei jeans; causato dalle sue azioni con le mutandine della ragazza.

Lasciò cadere le mutandine del bikini di raso rosa che aveva tirato fuori dal suo cassetto sul letto di Jaclyn e si diresse rapidamente alla porta della camera da letto. Tirò fuori la testa e ascoltò attentamente; Monica era ancora impegnata nella doccia.

Furtivamente tornò di corsa al letto; sbottonandosi poi aprendo la zip dei jeans, facendoli scivolare fino alle ginocchia insieme ai pantaloncini sottostanti. Sentendo il suo cazzo uscire allo scoperto, gemette dolcemente e si sedette sul letto della sorellina di Monica.

Lanciò un'occhiata al suo comò, osservando da vicino le foto incorniciate di Jaclyn, fissandola brevemente ammirando ciò che poteva vedere di lei nelle foto. Notò Monica in alcuni di loro e immaginò rapidamente il suo fantastico corpo minuto nudo nella sua mente. Mentre la sua immaginazione si avventurava oltre ciò che sapeva dalla memoria, allungò la mano e afferrò il paio di mutandine di Jaclyn sul letto vicino a lui e le mise sul suo cazzo; che ora stava alla massima attenzione.

"Questo è così sbagliato", pensò tra sé mentre iniziava lentamente a far scivolare il tessuto setoso delle mutandine dell'adolescente sul suo pene palpitante. Mentre il tessuto gli accarezzava il cazzo, prese un respiro profondo e si appoggiò all'indietro per assorbire tutti i sentimenti intensi che lo attraversavano in quel momento.

Stava cercando di controllarsi, ma a quel punto trovava praticamente impossibile farlo. Il suo respiro cominciò ad aumentare di ritmo e la sua mente scorreva con le immagini delle due splendide sorelle in tutta la loro bellezza; se li immaginò in piedi su entrambi i lati del letto completamente nudi e sorridenti.

Non riusciva più a controllare le immagini che inondavano la sua immaginazione. Ricordi di Monica sulle mani e sulle ginocchia che lo aspettano, cambiando quell'immagine mettendo Jaclyn al posto di Monica, immaginando Jaclyn che lo aspetta sulle sue mani e ginocchia completamente nuda.

Nick stava accarezzando delicatamente il tessuto rosa su e giù per il suo cazzo duro mentre le immagini delle due belle donne danzavano nella sua immaginazione. Smise di accarezzare e si limitò a spremere la testa del suo membro in una sensazione pulsante attraverso le mutandine rosa lucide.

Era troppo per lui in quel momento e prese un respiro profondo, sentendo che tutto scorreva dentro di lui e strinse il tassello foderato di cotone delle mutandine sopra la testa del suo cazzo mentre il suo orgasmo prendeva il controllo. Poteva sentire la sua asta pulsare e pompare il suo sperma nelle sue mutandine morbide mentre teneva il tessuto saldamente in posizione sopra la parte superiore del suo cazzo, permettendogli di ricevere tutto il suo carico.

Dopo essersi svuotato nelle sue mutandine, si appoggiò ai suoi cuscini, rilassandosi e cercando di riprendere i sensi, respirando affannosamente.

Quando Nick iniziò a ricomporre se stesso, si rese conto di cosa aveva fatto. Si alzò di scatto e si sedette in piedi sul letto, tirando fuori le mutandine dal suo cazzo ammorbidito e mettendole sul letto per un secondo. Afferrò rapidamente la cintura dei suoi jeans e gli shorts sotto e li tirò su, abbottonandoli e chiudendoli con la cerniera.

All'improvviso avvertì il rumore della doccia che veniva chiusa, fu preso dal panico. Afferrando le mutandine di Jac e ripiegandole, non riusciva a capire cosa farne. Se li gettasse nella cesta, "No, potrebbe notare che sono stati manomessi", se li infila in tasca e li tiene, "no, Monica noterebbe sicuramente la macchia bagnata che si sarebbe sviluppata all'esterno, se li rimettesse a posto, "sì, questa è l'opzione migliore", pensò tra sé e sé.

Si fermò sopra il comò e rapidamente infilò le mutandine sborrate sotto una pila nel cassetto. Sfortunatamente per Nick non si è reso conto di quanto ordinatamente avesse tenuto le sue mutande e le avesse nascoste nel posto sbagliato.

Non appena ebbe chiuso il cassetto del comò, la porta della stanza di Jaclyn si aprì lentamente e Monica si fermò sulla soglia; il suo corpo sexy nascosto solo da un singolo asciugamano.

Trafitto dalla bellezza del suo migliore amico e dal corpo quasi nudo, Nick non è riuscito a rendersi conto delle conseguenze del fatto che lei lo avesse trovato da solo nella stanza della sua sorellina. Sentì i suoi pantaloni agitarsi momentaneamente finché la voce di Monica non lo riportò alla realtà. "Nick, che ci fai qui?" L'ha interrogato.

Lottando per trovare una spiegazione adeguata su come e perché sia ​​finito nella stanza di Jaclyn. Inciampò leggermente sulla propria lingua, pensando al cagnolino di Monica, "Ho visto Riley correre qui e volevo salutarla", riuscì a sputare fuori.

"Beh, puoi vederla più tardi, vieni ad aiutarmi a capire cosa indossare", ha detto Monica mentre afferrava Nick per il polso e lo tirava fuori dalla stanza di sua sorella.

Nick non poteva fare a meno di pensare a quello che aveva appena fatto. Ha iniziato a sentirsi in colpa per aver invaso la privacy di Jaclyn in quel modo; facendo qualcosa di così perverso con le sue mutandine nientemeno. Il pensiero riprese a risvegliarlo quando sentì la piccola mano di Monica intorno al suo polso. Si voltò di nuovo davanti a sé e pensò che se l'asciugamano di Monica fosse stato più corto, le sue grosse chiappe sarebbero state scoperte.

Pensò a cosa sarebbe successo se Jaclyn lo avesse scoperto; come reagirebbe Monica se sapesse che ha contaminato gli indumenti intimi della sua sorellina? "Me ne occuperò se succede", pensò tra sé mentre ammirava la vista di Monica che lasciava cadere l'asciugamano.

Storie simili

Pane e burro

Nota dell'autore; Questa storia è una storia d'amore, e il sesso si verifica verso la fine. Ad alcuni potrebbe non piacere per la sua mancanza di luridezza vicaria dall'inizio alla fine. La poesia che John condivide con Rachel; Autumn appartiene a Emily Elizabeth Dickenson, (10 dicembre 1830 - 15 maggio 1886). Era una poetessa americana. L'ho scelta perché è la mia poesia preferita dell'autunno e il mio periodo dell'anno preferito. Pane e burro Beagle9690 Settembre 2019 Ha servito ventisette anni nei Marines, ritirandosi come colonnello a quarantacinque. I Marines hanno temprato John duro e resistente come il ferro forgiato. Era rispettosamente...

1.6K I più visti

Likes 0

Garry

Mentre Garry camminava lungo la strada principale guardando in ogni vetrina si imbatté in un avviso nel negozio 7 undici, fermandosi iniziò a leggere l'avviso, wow pensò che il bordo gratuito offerto per aiutare nel corso di cucina della scuola privata era così perfetto come ha iniziato a comporre il numero di cellulare che era indicato nell'avviso. È sembrato passato un'eternità prima che il telefono facesse clic e una voce rispondesse Ciao, sono Mary, posso aiutarti a parlare con una voce femminile. Per un breve secondo Garry era nervoso quando alla fine sbottò Ciao, mi chiamo Garry e ti sto chiamando...

1.9K I più visti

Likes 0

Capitolo 2 Rivelazioni

Capitolo 2 Rivelazioni Squall attraversò stancamente il Garden, diretto al Training Center per allenarsi. Sperava che lo avrebbe aiutato a svegliarlo, inoltre aveva solo bisogno di uscire dal suo ufficio. Si era quasi addormentato alla sua scrivania, non qualcosa che un comandante dovrebbe fare. Sono solo sogni, alla fine se ne andranno. si rassicurò mentre passava davanti ad alcuni cadetti che lo salutavano mentre passava. Salutò a malincuore a sua volta, desiderando che potessero dimenticare che era il loro Comandante per una volta. Comandante Leonhart, per favore venga subito nel mio ufficio, sentì la voce di Cid echeggiare in tutto l'edificio...

1.5K I più visti

Likes 0

Jake, Robby e una sorpresa

Scriverò di più se ti piace. Inviami un'e-mail con commenti/suggerimenti: [email protected] Jake Greenman è seduto nella sua lezione di teoria musicale, annoiato a morte e giocherellando con una chitarra per cercare di compensare l'ansiosa diffusione di giovani ormoni in tutto il suo corpo tonico e caldo. I suoi capelli castani, lisci e magri nella carnagione, gli sfiorano leggermente la fronte e ricadono sul cuoio capelluto, e deve voltarli indietro periodicamente. Il suo modo di suonare la chitarra è un po' sporadico, le sue dita lisce e bianche accarezzano la tastiera e scivolano altezzosamente su e giù per la chitarra sub-par. È...

1.6K I più visti

Likes 0

Tenero amore II

Introduzione: Per comprendere e apprezzare appieno questa storia, leggere la Parte I di Tender Love. Mi dispiace che ci sia voluto così tanto tempo per la parte 2, mio ​​padre è morto e io ero distratto. La giovane donna latina giaceva sopra la mia forma nuda con il mio cazzo duro come una roccia ancora incastrato tra le labbra della sua figa, come se fossi un dildo umano per il suo piacere. Potevo sentire i suoi caldi succhi d'amore che cominciavano a raffreddarsi mentre gocciolava dai lati delle mie cosce. Si è riposata dal potente climax che aveva appena sperimentato strofinando...

1.5K I più visti

Likes 0

Festa del 4 luglio

NOTA: per coloro che non vivono in America ho aggiunto un grafico di conversione della storia alla fine. +++++ Festa del 4 luglio Mia moglie ed io abbiamo deciso di organizzare una festa in famiglia Il 4 luglio nella nostra fattoria. Abbiamo diverse centinaia di acri di terra e possiamo fare qualsiasi cosa vogliamo. Era stato pianificato con diversi mesi di anticipo in modo da avere tutto il tempo per preparare un campo negli ultimi quaranta per tenere la festa. Poiché il quarto era di mercoledì quest'anno, abbiamo invitato tutti quelli che conoscevamo a trascorrere l'intera settimana e anche entrambi i...

1.5K I più visti

Likes 0

La ragazza con il tatuaggio del lupo_(0)

Mi feci rapidamente strada tra la folla di altri studenti mentre mi dirigevo verso il mio armadietto. Questa è stata una delle quattro volte che ho potuto fare nel mio armadietto prima della lezione successiva e non vedevo l'ora di liberarmi del carico di libri che stavo facendo i bagagli nei corridoi. All'improvviso ora è apparsa la folla del mio amico Jeremy, proprio quando ho iniziato a lavorare la serratura a combinazione del mio armadietto. Jeremy ed io eravamo amici dalla quarta elementare. Ci siamo allontanati l'uno dall'altro per un po' alle medie quando Jeremy si è unito alla squadra di...

1.7K I più visti

Likes 0

La ragazza del maestro

Raggiunge il cielo, i polsi abbracciati nella presa di stretti vincoli mentre sta in piedi, i piedi divaricati, ancorata al pavimento da vincoli simili. Intorno al suo collo giace la fascia tesa di un bavaglio che le interrompe la voce e un'altra fascia che tiene una benda sugli occhi dei suoi bellissimi occhi morbidi. È legata a 4 anelli, due avvitati nel pavimento, affondati nelle pesanti assi, mentre l'altra coppia è saldamente avvitata alle pesanti travi del tetto del soffitto. La luce tremolante delle candele la circonda e la dolce aria della notte estiva aleggia sulla sua nudità. Rabbrividisce in attesa...

1.5K I più visti

Likes 0

Ha sempre e solo avuto il cazzo del suo ex marito. (Parte 1)

La vacanza in Grecia è stata un affare dell'ultimo minuto che non poteva davvero permettersi di perdere. L'agenzia di viaggi aveva davvero colpito l'oro con questo. Sentiva di aver bisogno di andarsene, dopo la sua partenza dal lavoro in un negozio di abiti da sposa. Aveva impiegato tutte le ore che poteva nel suo tempo lì, eppure si sentiva come se non fosse apprezzata, quindi quando venne il giorno in cui la signora Flynn la chiamò nel piccolo ufficio angusto per lasciarla andare, non arrivò come una sorpresa. Tess era lì solo da pochi giorni, ma il tempo trascorso in piscina...

1.4K I più visti

Likes 1

I sogni diventano realtà_(0)

Stavo facendo le valigie per prepararmi a dormire a casa del mio amico. Il suo nome era Lyall. Era un ragazzo della mia classe. Avevamo entrambi 14 anni. La cosa è; Ero innamorato di lui dalla prima media. Ho capito molto presto di essere gay, anche se l'ho nascosto bene. Non ha aiutato molto il fatto che fosse estremamente caldo e molto ansioso di mostrarlo. Spesso si toglieva la maglietta quando giocavamo o indossava pantaloncini che rivelavano le gambe e le cosce. Se anche lui fosse gay o meno, non lo sapevo. Commentava sempre le ragazze sexy e aveva avuto delle...

1.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.