Kumiko - Parte 2: Svegliarsi_(0)

27Report
Kumiko - Parte 2: Svegliarsi_(0)

Ancora una volta, questa è la parte 2 del repost!

____________________________________________

Introduzione: Parte 2 della serie Kumiko. La parte 3 è già in fase di scrittura!

Più corto dell'ultimo ma la parte 3 sta arrivando.

Come sempre, vota e lascia commenti.

-------------------------------------------------- -------------------------------------------------- ---------------

Si svegliò con un brivido, notando l'oscurità nella stanza. I suoi occhi si adattarono rapidamente alla luce e vide un fuoco che stava per spegnersi. Non ricordava che ci fosse un caminetto nella sua camera da letto e poi notò il leggero peso tra le sue braccia.

Era Kumiko, nuda come lui, profondamente addormentata con uno sguardo sereno sul viso.

Sbatté le palpebre una, due e una terza volta solo per assicurarsi di non essere bloccato in un sogno ed era felice di vedere che era completamente sveglio. La sua mente andò ad aspettare che fosse successo prima che andassero a dormire e subito si vergognò. Aveva violentato Kumiko sulle scale per cercare di vendicarsi di lei. Ma, dalla situazione attuale, poteva dire che lei non aveva la stessa opinione su quello che era successo ed era più che felice di accettare il suo punto di vista.

La sensazione della sua pelle morbida contro il suo petto mentre le sue braccia le tenevano la vita era un paradiso. I suoi capelli erano lisci come la seta sul suo mento e sul suo collo e la curva del suo culo elastico era proprio sul suo inguine e dava una scossa al suo cazzo già rigido. Le sue braccia erano distese davanti a lei e le strinsero i grandi seni sul petto. Jake si è semplicemente sdraiato lì e l'ha osservata per alcuni istanti e ha ammirato la sua immensa bellezza.

Il freddo, tuttavia, iniziò a insinuarsi su di lui e si alzò rapidamente per mettere altra legna nel fuoco. Cercò di guardare fuori dalla finestra ma non riuscì a vedere altro che la neve bianca. Dopo aver gettato alcuni ceppi nel fuoco, Jake salì le scale ed entrò nella prima stanza che vide al secondo piano. Ruotando l'interruttore della luce, è diventato evidente che la corrente era ancora interrotta. Si avvicinò a una finestra e vide che la neve continuava a cadere pesante e non vedeva alcun segno che si fermasse.

Scendendo le scale, vide la figura di Kumiko dove l'aveva lasciata e si chiese cosa fosse cambiato in lei. Prima, era sempre stata una stronza fredda per lui. Dopo aver fatto sesso, però, lei lo baciò con un tale fervore che rimase scioccato e sorpreso. Non aveva mai nemmeno capito perché lo odiava in primo luogo e l'improvviso cambiamento lo stava solo confondendo di più.

Tornò dietro di lei e si sistemò vicino a lei assorbendo il calore del fuoco. Kumiko si mosse leggermente mentre premeva il suo cazzo contro il suo culo morbido e imbottito. Le mise un braccio sotto il seno sullo stomaco e l'altro sulle spalle e la strinse forte, non volendo lasciarla andare. Si mosse di nuovo e questa volta la sua mano scivolò lungo il fianco fino alla schiena e afferrò il suo cazzo. L'altra mano gli andò al mento mentre lei voltava la testa e lo baciava sulle labbra.

"Buon giorno." Lei disse.

"Sì, buongiorno." Jake rispose alzandosi a sedere. "Penso che dobbiamo parlare dell'ultima notte." Disse dopo un piccolo pensiero.

Anche Kumiko si alzò a sedere e si voltò verso di lui. "Oh", disse Kumiko, "Non preoccuparti per questo".

"Eh?"

Kumiko guardò Jake negli occhi e si fermò per un secondo. “Non mi importa cosa è successo. E infatti, ti desidero da qualche anno".

Jake sapeva che lo sguardo sbalordito sul suo viso avrebbe potuto sembrare esilarante se non fosse stato nella sua situazione attuale, ma non riusciva a credere alle sue orecchie. "Cosa intendi? Allora perché sei sempre stato così cattivo con me?

Kumiko tirò indietro la coperta e si avvicinò a Jake. Guardando in basso prese un respiro profondo e Jake non riuscì a tenere gli occhi lontani dalle sue grandi tette, la rosa insieme a lei. "Perché, mio ​​padre."

"Non capisco."

Lei lo guardò negli occhi e poi tornò indietro affermando: "Tre anni fa, durante l'estate, stavo facendo qualcosa e sono stata beccata".

"Facendo cosa?" Jake ha interrogato.

“Ero... ehm...” La sua voce si spense e mantenne lo sguardo basso.

"Kumiko, per favore dimmelo."

"Ma è imbarazzante..."

"Prometto che non lo dirò" rispose Jake.

Seguì un altro lungo silenzio fino a quando Kumiko iniziò finalmente a parlare dopo aver guardato negli occhi di Jake.

“Stavo giocando con me stesso... e sono stato beccato. Mio padre era così arrabbiato con me. Mi ha detto che ero molto sporca e che era meglio che non mi beccasse mai più a farlo o l'avrebbe detto alla mamma.

"Ma cosa c'entra questo con me?"

Kumiko tornò a guardare in basso, ma questa volta il suo sguardo andò solo fino al suo petto.

"Stavo usando un dildo e..." Si fermò brevemente in modo da poter pronunciare le parole giuste. “Lo stavo facendo mentre pensavo a te. Ho rotto il mio imene con quel dildo e ho voluto che fossi tu a farlo. Mi sono persino lamentato del tuo nome ed è stato allora che mio padre mi ha sentito.

Ancora con l'espressione confusa sul suo viso, Jake iniziò a ricostruire quello che era successo insieme.

“Quando mi sono messo nei guai, ti ho incolpato per avermi fatto sentire così. Non riuscivo a controllarmi e giocavo sempre con la mia figa. Poi ci siamo uniti in quella lezione di chimica e all'inizio ero felice, ma poi ti volevo così tanto e non potevo averti che mi sono arrabbiato di nuovo con te. Mi dispiace tanto per come sono stato con te. Con l'ultima parola iniziò a piangere un po' e si avvicinò a Jake.

Poteva sentire le sue calde lacrime contro il suo petto e si limitava a tenerla stretta.

“E, anche quando mi hai davvero aiutato due mesi fa, sono stato una tale stronza con te! Non so perché, ma quando mi sono messo di nuovo nei guai e tu eri al centro mi sono arrabbiato tanto e non è stata nemmeno colpa tua. Mi dispiace tanto." Le sue lacrime rallentarono e smise silenziosamente di singhiozzare.

"Va bene. Ti perdono." ha detto Jake.

Kumiko alzò lo sguardo con i suoi occhi azzurri e disse a Jake con una voce morbida e sexy: "Voglio farmi perdonare".

Detto questo si alzò in ginocchio e tenne i seni fino al viso di Jakes. Gli tenne la testa e iniziò lentamente ad abbracciarlo al seno. Jake sentì il paradiso e si chiese per quanto tempo sarebbe rimasto.

Prendendo a coppa una delle sue tette, ha detto: "Voglio che mi succhi le tette. Oh Dio! Per favore, succhiali!" Ha messo uno dei suoi capezzoli sulle sue labbra e lui è andato immediatamente al lavoro. Ha iniziato con piccoli baci intorno ai capezzoli e presto ha iniziato a leccare la sua areola. La sua lingua le mosse leggermente il capezzolo e lei rabbrividì. Jake prese il capezzolo in bocca e succhiò bruscamente e poi passò all'altro. Tornò ad abbracciargli la testa mentre lui la succhiava e iniziò a gemere rumorosamente nella casa vuota. Non aveva mai provato niente del genere prima, anche quando si succhiava i capezzoli. Amava la sensazione e aveva programmato di ottenerla il più spesso possibile.

Poi ha lasciato che una delle sue mani percorresse il suo corpo. Non era pieno di muscoli, ma non era nemmeno grasso. Le piaceva poterlo abbracciare e non provare niente di difficile per la maggior parte del tempo. Tuttavia, la sua mano è presto scesa nella parte che voleva essere dura. Afferrò il suo cazzo di sette pollici e mezzo e iniziò un lento colpo con la mano destra. Non è riuscita a toccarlo la prima volta e la sua durezza è stata un'accensione immediata. Strinse leggermente mentre accarezzava su e giù e sentì un lamento uscire dalle sue labbra.

Lo fece alzare vicino al fuoco mentre rimaneva in ginocchio per accarezzargli il cazzo. Per Jake, questo era uno spettacolo da sogno. La ragazza delle sue fantasie lo desidera da molto tempo e ora vuole dargli quello che vuole mentre è in ginocchio ad accarezzargli il cazzo, che non aveva mai sentito più rigido di adesso. Kumiko lo guardò negli occhi e sostenne il suo sguardo mentre lo pompava.

“Il tuo cazzo è così duro. Lo adoro!" Disse con un gemito. Ha iniziato a sentire la propria umidità tra le gambe nel momento in cui ha toccato il suo cazzo e l'umidità stava solo crescendo.

“Farò qualunque cosa tu voglia che io faccia,” disse con la voce più sexy che poteva, “qualsiasi cosa. Sarò anche il tuo schiavo che vuole solo farti piacere. Jake ha quasi sparato al suo carico proprio lì. Era sballato? Ubriaco? Morto? Era più di quanto avesse mai desiderato e voleva semplicemente godersi il viaggio.

"Vuoi che ti succhi il cazzo", ha chiesto, "Maestro? Lo voglio davvero in bocca. Sembra così gustoso! Oh, posso padroneggiare?"

Jake si limitò ad annuire di sì, dal momento che era ancora senza parole.

Premette il suo cazzo contro il suo stomaco e lo leccò dalla base alla testa, facendo correre i brividi lungo la schiena di Jake. Lo fece di nuovo e lui sobbalzò alla sensazione. Kumiko ha poi iniziato a leccare la testa del suo cazzo e ha deciso che amava il sapore del suo cazzo. Non sapeva se le piaceva il sapore del cazzo, ma sapeva che amava il sapore del suo. Cominciò a infilarsi la testa in bocca e la succhiò solo per alcuni secondi.

La pressione sulla sua testa di cazzo era intensa e ora Jake stava combattendo solo per alzarsi in piedi. Kumiko iniziò lentamente a prendere un altro pollice o due del cazzo nella sua bocca e succhiò forte. Non era esattamente sicura di cosa fare poiché questa era la sua prima volta. Ha iniziato lentamente a tirarlo fuori e poi lo ha ripreso dentro. Ha cercato di prendere il cazzo più a fondo e lo ha sentito toccarsi la parte posteriore della gola. Lo tenne lì e vide che aveva ancora circa 3 o 4 pollici da percorrere. Si è arrabbiata con se stessa per non essere stata abbastanza brava. Voleva tutto. Alla fine, pensò, avrò tutto.

Jake era stato nella sua bocca solo per 10 secondi e sentiva già le ruote girare al piano di sotto. Dal momento che non riusciva a mettere l'intero cazzo in bocca, ha iniziato ad accarezzare la base con la mano destra e gli ha tenuto la gamba con la sinistra. Sapeva che si stava già avvicinando dopo pochi minuti, ma non voleva che fosse solo un bene. Voleva che questo gli facesse impazzire solo perché era lui. I suoi sentimenti per lui erano profondi e sapeva che anche lui si prendeva cura di lei. Quindi voleva essere tutto per lui. Ha iniziato a succhiare più forte e ha accarezzato più velocemente quando una grande idea le è saltata in mente.

Era abbastanza duro da sporgere dritto in fuori, quindi si sollevò un po' in ginocchio e si afferrò le tette.

"Vuoi scopare le mie tette con il tuo cazzo duro Master?"

Ancora una volta, Jake poté solo annuire.

Kumiko aprì le sue tette e le avvolse attorno al suo cazzo. Il cazzo era già inzuppato dal suo sputo, quindi è scivolato molto facilmente tra di loro. Ha aggiustato un po' l'angolo del suo corpo e ha preso la testa del suo cazzo in bocca mentre si strofinava i seni su e giù. Jake emise un forte gemito e iniziò a muoversi tra le sue tette. I seni di Kumiko erano così morbidi, eppure così grandi e la stimolazione sul cazzo di Jake era inimmaginabile. Ormai aveva superato il punto di tornare indietro.

Kumiko lo guardò negli occhi e disse: "Maestro, questa volta voglio il tuo sperma su tutta la faccia!" Inclinò leggermente la testa all'indietro e aprì la bocca.

Detto questo, Jake si è spostato tra le sue tette e ha iniziato ad accarezzargli il cazzo.

“Dammelo Maestro. Ho bisogno del tuo sperma!"

Lanciò la prima raffica che atterrò proprio tra i suoi occhi e le percorse la fronte. La calda sensazione di sperma sul suo viso l'ha subito bagnata e ha iniziato a inaugurare il suo stesso orgasmo. Metà del suo colpo successivo è atterrato sul suo labbro superiore mentre l'altra metà è arrivata nella sua bocca. Sapeva prima che sparasse che le sarebbe piaciuto il sapore del suo sperma. Era un'estensione di lui e lei lo amava tutto. Il sapore salato ha aggiunto solo un brivido in più per lui mentre aspettava il suo prossimo colpo.

I successivi due colpi di Jake le coprirono entrambe le guance e la sua quinta esplosione andò completamente nelle sue labbra in attesa. La sensazione era troppo per lei perché aveva un piccolo orgasmo tutto suo. Poi ha preso la testa del suo cazzo in bocca e ha succhiato più forte che poteva. Le ginocchia di Jake si sono indebolite per tutta la stimolazione ed è quasi caduto.

Kumiko ha poi guardato Jake dritto negli occhi e ha detto, con un boccone parziale di sperma: "Grazie maestro". Ha poi ingoiato tutto lo sperma in bocca e si è assicurata che il resto sulla sua faccia avesse la stessa sorte. Aveva bisogno di tutto lo sperma, proprio come il suo cazzo, e aveva intenzione di prenderlo.

“Oh, Maestro, adoro il tuo sperma. Posso averne di più più tardi?"

"Sicuro." disse infine Jake dopo non aver parlato per tutto il tempo.

Jake cadde di nuovo in ginocchio e lei si abbracciò a lui. La tenne stretta e decise che era il ragazzo più fortunato della Terra.

"Penso di avere fame." disse Kumiko da sotto di lui con un sorriso malizioso sul viso.

"Non hai appena mangiato?" disse Jake mentre lei lo schiaffeggiava velocemente sul petto.

Jake si alzò, lasciando la coperta con lei, e si rivestì velocemente così da poter andare in cucina a cercare del cibo. Prese del pane, del burro di arachidi, le patatine che lei non gli aveva fatto avere l'ultima volta e due bottiglie d'acqua dalla dispensa. Afferrò rapidamente due piatti e un coltello e tornò di corsa da Kumiko. Si era messa i vestiti nel tentativo di tenersi al caldo e aveva sorriso mentre lui tornava.

"Ehi." Lei disse.
"Ciao a te." disse Jake in cambio.

Si sedette accanto a lei e preparò un panino da condividere. Aprì il sacchetto di patatine e gliene offrì una prima. Jake ha ringraziato e ha preso un boccone. Prese un po' più di quanto potesse masticare e trasse una risata da lei. Ognuno di loro ha preso una bottiglia d'acqua e ha condiviso il panino. Mise da parte il cibo e si sdraiarono insieme accanto al fuoco per la seconda volta.

"Allora..." disse Jake. "Essere lo schiavo ti eccita?"

Lo guardò con un'espressione scioccata e poi disse rapidamente: "Essere il maestro ti eccita?"

Jake pensò e disse: "Sì".

Questo fece sorridere Kumiko e lei appoggiò la testa sul suo petto. “Mi eccita un po'. Ma quello che mi eccita davvero è accenderti e farti sentire bene.

I due rimasero lì per qualche altro istante prima che Jake parlasse di nuovo.

"Allora, sei la mia ragazza adesso?"

Kumiko lo guardò e disse: "Se mi vuoi".

Detto questo, Jake la sollevò e iniziò a baciarla profondamente. Le sue morbide labbra si attaccarono alle sue mentre lui spingeva la lingua nella sua bocca per ballare il tango. Ha assaggiato un po' di quello che pensava fosse ancora nella sua bocca, ma non gli importava. Questa era lei, e lui la voleva.

Storie simili

La prima scopata di Julia

Questa è la mia prima storia, quindi per favore dimmi cosa ne pensi! Julia era una matricola di quindici anni. Era poco più di 5'2 e aveva una figura ad eliminazione diretta. Era una di quelle ragazze piccole e formose. Aveva tette 32C e una vita minuscola che svaniva in un culo perfettamente rotondo. Aveva un viso spigoloso con labbra carnose e una pelle color avorio cremoso. Lunghi capelli castani le scendevano lungo la schiena. Ma la sua caratteristica più sorprendente erano i suoi occhi. Erano grandi, intelligenti e di un blu brillante, seminascosti sotto un ventaglio di ciglia scure. Ben...

1 I più visti

Likes 0

La giovane Amy combatte i suoi desideri.

Durante il fine settimana, Amy ha pensato che Max l'avesse scopata. Sì, era sicura nella sua mente che fosse quello che era successo venerdì pomeriggio. Max l'aveva scopata. Non era colpa sua. Ma lei continuava a pensarci e a pensarci, ei pensieri continuavano a farle sentire una sensazione di formicolio sessuale nei suoi lombi che le fece scivolare la mano tra le cosce per strofinarsi. Adesso era lunedì pomeriggio e la scuola era finita. Era stato difficile tenere la mano tra le cosce durante le lezioni, ma in qualche modo ci era riuscita. Ora tornando a casa, poteva sentire l'umidità delle...

589 I più visti

Likes 0

Il risveglio sessuale di Jennifer - Ch5 - Prendere il sole

1 suggerimento Jennifer, ti ricordi che ho menzionato un bel posto appartato dove possiamo andare a prendere il sole in pace? 'Sì.' Vorresti andarci domani? 'Oh si.' È un po' fuori dai sentieri battuti, quindi che ne dici di noleggiare un paio di biciclette per arrivarci? Ok, ma non ci renderà un po' accaldati e sudati quando arriviamo? «Oh, sì, decisamente, ma questo è il punto. Ne varrà la pena, vedrai.' 2 Prepararsi Cosa dovrei indossare? si chiese Jennifer, guardando attraverso il suo guardaroba e sistemandosi su un crop top scollato con una minigonna avvolgente. Decise che avrebbe indossato anche il...

386 I più visti

Likes 0

Parte 5_(1)

Accendi la fotocamera: Toni è seduta sul bordo del letto con Joe e io in piedi su ogni lato di lei si sta accarezzando un cazzo in ogni mano, a turno succhiandoli e leccandoli a turno, inizia a prendersela davvero mentre fa la gola profonda gemendo e conati di vomito mentre va avanti ci tira su sul letto per i nostri cazzi e ci mettiamo in posizione. Joe si è sdraiato sulla schiena e Toni a cavallo di lui ha guidato il suo grosso casco nella sua figa bagnata, l'ho guardata un po' per poterla vedere una crema bianca densa scivola...

439 I più visti

Likes 0

Parte 25: Calore corporeo

Episodio II Delle avventure di John e Holly Parte 25: Calore corporeo Sabato mattina ci siamo svegliati e abbiamo scoperto che il caldo era morto. Nessun caldo a novembre significa che fa molto freddo nel nostro appartamento. Stephanie e Sandy non volevano restare, così andarono a casa di un'amica. Non possono essere qui fino a lunedì disse Holly, alzandosi dal telefono e sedendosi accanto a me sul divano. Entrambi indossavamo la tuta. Potremmo approfittare del freddo dissi. Come mi ha chiesto Holly. Calore corporeo ho detto. Pochi minuti dopo eravamo entrambi nudi, con un'enorme coperta avvolta intorno a entrambi, i nostri...

339 I più visti

Likes 0

Sharon è di proprietà pt 2 , dopo il ballo_(2)

Sharon si stava masturbando Billy mentre parlava con Cindy sul cellulare, era il giorno dopo il ballo di fine anno ed erano le 15. Sharon e Billy avevano passato quasi tutto il tempo a letto. Aveva anche suo padre, George portava loro la colazione a letto mentre lei continuava a dare la testa a Billy. La scorsa notte Billy era tornato a casa super eccitato perché era stato masturbato solo da Cindy nella limousine, nient'altro. Quindi, essendo la brava troia del sesso, Sharon stava aspettando nel letto di Billy indossando il suo reggiseno rosa e slip preferiti. Ha mormorato un rapido...

55 I più visti

Likes 0

Pane e burro

Nota dell'autore; Questa storia è una storia d'amore, e il sesso si verifica verso la fine. Ad alcuni potrebbe non piacere per la sua mancanza di luridezza vicaria dall'inizio alla fine. La poesia che John condivide con Rachel; Autumn appartiene a Emily Elizabeth Dickenson, (10 dicembre 1830 - 15 maggio 1886). Era una poetessa americana. L'ho scelta perché è la mia poesia preferita dell'autunno e il mio periodo dell'anno preferito. Pane e burro Beagle9690 Settembre 2019 Ha servito ventisette anni nei Marines, ritirandosi come colonnello a quarantacinque. I Marines hanno temprato John duro e resistente come il ferro forgiato. Era rispettosamente...

595 I più visti

Likes 0

L'autostoppista Capitolo 15 - Casa dolce casa

Erano appena passate le 23 quando siamo entrati nel mio garage, ho preso la borsa con le cose che avevo portato e l'ho fatta entrare. Ho detto ad Alexa di accendere le luci del bar quando siamo entrati e May Ann ha detto: Gesù Tony, questo è bellissimo .” Mettiti a casa mentre metto via tutto. Vagò per le scale, andò nella veranda e accese la luce esterna in modo da poter vedere il grande cortile, il ponte e la piscina. Poi tornò dentro, guardò alcune foto e salì al piano di sopra. L'ho trovata seduta sul bordo del mio letto...

568 I più visti

Likes 0

Capitolo 2 Rivelazioni

Capitolo 2 Rivelazioni Squall attraversò stancamente il Garden, diretto al Training Center per allenarsi. Sperava che lo avrebbe aiutato a svegliarlo, inoltre aveva solo bisogno di uscire dal suo ufficio. Si era quasi addormentato alla sua scrivania, non qualcosa che un comandante dovrebbe fare. Sono solo sogni, alla fine se ne andranno. si rassicurò mentre passava davanti ad alcuni cadetti che lo salutavano mentre passava. Salutò a malincuore a sua volta, desiderando che potessero dimenticare che era il loro Comandante per una volta. Comandante Leonhart, per favore venga subito nel mio ufficio, sentì la voce di Cid echeggiare in tutto l'edificio...

595 I più visti

Likes 0

IL NOSTRO BUON TEMPO

Siamo appena tornati a casa dalla nostra serata fuori. Mio marito James ha aperto la porta ed è andato in cucina a prendere qualcosa da bere mentre do il benvenuto ai nostri nuovi amici a casa nostra. Avevamo incontrato Stacy e Brandon al bar ed eravamo diventati amici in pochissimo tempo. Stacy era una bella donna di circa un metro e ottanta con bei capelli rossi fino a lei, ma era una ragazza molto magra. Brandon era un ragazzo dall'aspetto molto in forma, alto, capelli castani e una bella corporatura per se stesso. James è uscito dalla cucina, aveva tirato fuori...

568 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.