Il genio di mio fratello - Capitolo 11

53Report
Il genio di mio fratello - Capitolo 11

"Cosa facciamo!? Cosa facciamo!?" chiese Charlie, in preda al panico.
"Padrona, calmati", disse Afericus, cercando di confortarla. "Tutto andrà bene."
"Certo che no, distruggeranno l'universo!" gridò Charlie.
«Oh, chiudi quella cazzo di bocca» le disse Sarosa.
"Beh, scusa, non mi piace l'idea di non esistere!"
"Qualsiasi realtà in cui non devo ascoltare le tue lamentele è una buona realtà."
"Ragazze ragazze, fatela finita!" gridò Daniel, mettendosi in mezzo a loro.
"Onestamente, sono io o gli umani diventano meno intelligenti col passare del tempo?" chiese Alessio. "Senti, non c'è davvero bisogno di farsi prendere dal panico."
"MA L'UNIVERSO STA PER FINIRE!"

"No. No, non lo è", ha detto Alexis, prima di indicare uno degli altri geni. "VOI! Come ti chiami?"
“Uhm... Asrah...” disse, nascondendosi dietro il suo Maestro, mentre era leggermente intimidita da quest'altro genio.
"Beh, Asrah, saresti così gentile da ricordare a questi umani le regole dei geni."
"L'esistenza dei geni potrebbe non essere rivelata al grande pubblico", ha detto Asrah. “I geni non possono usare i loro poteri sui loro Padroni senza il loro permesso. I desideri non possono essere in conflitto con i desideri o lo stato fisico o mentale di un altro Maestro. Ai maestri è proibito impedire il lavoro dei geni.
«Sì», disse Alexis. “Ecco perché siamo al sicuro. Perché il viaggio nel tempo è fortemente limitato dalle regole. Quando viaggi nel tempo non puoi fare nulla che possa cambiare la storia in cui un Maestro non riceve il suo genio. E impedire la creazione dell'universo rientra in questo, credo.

"Anche così, Alex Brookman potrebbe ancora fare danni considerevoli in passato", ha detto Lumiosa.
"Allora fermiamoli!" disse Daniele.
"Grande. E come pensi che lo facciamo? chiese Alessio. “Non sappiamo dove o quando sono. Sarebbe impossibile trovarli».
"E allora, ci arrendiamo e basta?" chiese Charlie.
"Non lo so", disse Alexis, sedendosi di nuovo sul divano. "Non ho proprio idea di cosa fare."

-------------------------------

1195. Fuori dalla porta della stanza sul retro in una taverna a Gerusalemme, un uomo cadde morto. Se un medico lo avesse esaminato, non sarebbero stati in grado di stabilire una causa della morte. Le persone più superstiziose lo attribuirebbero alla stregoneria oa una sorta di maledizione. Tuttavia, si sarebbero tutti sbagliati, poiché la vera causa era il genio Alexis che esaudiva il desiderio del suo nuovo Maestro. Non avrebbe voluto, ma avendo appena sperimentato le punizioni che il suo Maestro era disposto a darle, non aveva intenzione di dire di no.
"Meraviglioso, questa è l'ultima questione in sospeso chiarita", disse il suo nuovo Maestro. "Non è meraviglioso, genio?"
“Sì Maestro,” disse Alexis.
"Oh, rallegrati, genio, pensavo che alla tua specie dovesse piacere servire gli umani?"
"Sì Maestro, esaudire i tuoi desideri mi riempie di gioia oltre ogni comprensione", disse Alexis, cercando di resistere a colpirlo.
“Ti punirei per quel sarcasmo, ma sono ancora così felice di averti acquisito che mi sento generoso. Ora andiamo.

Alexis seguì il suo Padrone nell'area della taverna principale, dove tutti i clienti rimasero senza fiato.
"Quella puttana è nuda!" Qualcuno gridò. “Mettiti dei vestiti ragazza! Dio sta guardando!”
"Penso che la cosa più vicina a Dio in questa stanza sia io", disse l'inglese. “E mi piace come è vestito il mio genio. In effetti, vorrei che anche tu fossi tutto nudo. Alexis agitò la mano e in un istante il suo Maestro fu l'unico ad indossare dei vestiti.
"Stregoneria!" Qualcuno ha gridato e la gente ha iniziato a correre.
«Be', non va bene. Genio, sigilla tutte le porte. Nessuno sfuggirà.
Alexis schioccò le dita e, per quanto si sforzassero, nessuno poteva uscire dalla stanza.
"Chi sei!?" chiese qualcuno, cercando di non sembrare impaurito.
“Io sono Carlo. Questo è tutto quello che hai bisogno di sapere. E da questo momento, io sono il tuo Dio”.
"Bestemmiatore!"
“Genio, desidero che tutti gli uomini qui dentro si trasformino in belle donne sessualmente promiscue. E desidero che tutti qui mi adorino come il loro unico e unico Dio”.
"Il tuo desiderio è il mio comando, Maestro."

Alexis schioccò le dita e tutti gli uomini gemettero e caddero a terra, i loro corpi inondati da sensazioni magiche. Sentirono scomparire tutti i loro peli corporei, prima che i loro cazzi e le loro palle si ritraessero nei loro inguini, trasformandosi in vagine umide e succulente. I loro mozziconi si espansero fino alla giusta forma e dimensione. I loro corpi muscolosi si sono riorganizzati per dare loro pance toniche e tette enormi, che hanno sentito crescere sul petto. I loro peli facciali scomparvero tutti e i loro fianchi si allargarono. Alla fine i loro capelli divennero più lunghi e più folti.
"Oh mio Dio ..." disse Charles mentre guardava le bombe assolute che si trovavano davanti a lui. Erano assolutamente perfetti.
“CHE CAZZO CI HAI FATTO!?” Gridò una delle nuove donne, prima che la seconda parte del desiderio di Charles avesse effetto. Le donne si prostrarono tutte davanti a lui. "OH SIGNORE! RINGRAZIAMO DI ESSERE PERMESSO DI ESSERE ALLA VOSTRA PRESENZA! COME POSSIAMO SERVIRLA!?" Charles si limitò a sorridere.
«Bene, allora» disse. “Il tuo Dio esige piacere. Fammi piacere.
“Subito, SIGNORE!”

Charles fu colto di sorpresa dalle due dozzine di donne arrapate che si avventarono su di lui, facendolo cadere a terra. Cominciarono a strappargli i vestiti, nel disperato tentativo di far piacere al loro dio. Charles non riusciva a vedere sotto il collo, la sua vista era oscurata dalla carne femminile di varie tonalità della pelle. Sentì una bocca consumargli il cazzo, e si lasciò sfuggire un gemito. Non gemette a lungo però, mentre un'altra donna iniziava a pomiciare con lui, mentre il resto delle donne baciava e leccava ogni centimetro della sua pelle.
"Oh Dio... Ohhhhh..." gemette. Il suo corpo di mezza età aveva avuto la sua giusta dose di incontri sessuali, ma mai con due dozzine di bellezze simili a divinità contemporaneamente. Il suo cazzo ammise la sconfitta e sprizzò un enorme carico in qualunque bocca fosse che lo stava succhiando. Prima ancora che avesse finito di sborrare, sentì la bocca essere tirata via e sostituita dalla figa gocciolante.
"Maestro, richiederai qualcos'altro?" disse Alexis, volendo tornare alla sua lampada.
"Stai zitto genio, siediti e guarda il tuo Maestro divertirsi", ordinò Charles.
“Come desideri…” brontolò Alexis.
"Buono... Ahhhhhh..."

Charles venne di nuovo, gridando di piacere. Un'altra figa ha sostituito quella attuale e ha ripreso a fotterlo. Charles gemette, il suo cazzo cominciava a sentire la tensione di tanta stimolazione continua. Tuttavia, ha perseverato, pomiciando con qualunque ragazza avesse attualmente il controllo della sua bocca. Dopo qualche minuto sentì il suo cazzo cedere ancora una volta e raggiungere l'orgasmo. Questa volta però il suo carico era molto più piccolo e il suo cazzo gli faceva un po' male dopo.
“Uhh…” gemette. "Genio... voglio essere sempre duro... ed essere sempre pronto per qualcosa di più... ogni orgasmo è migliore dell'ultimo..."
"Il tuo desiderio è il mio comando, Maestro", disse Alexis. Schioccò le dita e Charles gemette mentre un'ondata di piacere scorreva attraverso i suoi genitali, il suo cazzo diventava incredibilmente duro. Era rinvigorito, come se non venisse da anni. Ha risposto a questo avendo il miglior orgasmo della sua vita, sparando cumuli di sperma nella figa di questa ragazza.

Finalmente, dopo decenni di ricerche, tutti i suoi sogni si stavano avverando.

-------------------------------

Il 31 dicembre 1995 apparvero Alex, Frank, Miguin e Barakaat. C'era un po' di neve per terra, e nella casa davanti a loro i quattro videro che la luce del soggiorno era accesa.
"Dov'è questo?" chiese Frank. "Quando è questo?"
«Quando mancano pochi minuti alla mezzanotte della vigilia di Capodanno del 1995. Dov'è fuori 32 Wayford Way, che presto ospiterà una certa Sophie Swift. Il 16 settembre del prossimo anno nascerà e continuerà a causarci problemi significativi. Dentro quella casa ci sono Jerry e Melissa Swift. Stanno facendo l'amore sul divano e intendono provare a venire esattamente a mezzanotte. Quando lo faranno, concepiranno la loro figlia. Dobbiamo impedire loro di farlo.
"Che cosa hai intenzione di fare?" chiese Frank. "Impedire loro di fare l'amore?"
"Perchè si. Uccidendoli.
"Ucciderli!?"
"Ovviamente."
"Ma signore, non è proprio necessario!"
"Hai ucciso persone prima per il bene superiore."
“Ebbene sì, ma Maestri, non innocenti.”
“Un giorno quelle persone avranno dei geni propri, se questo lo giustifica per te. Miguel, vorrei essere in grado di sparare fulmini dalle mie mani, come in Star Wars.
"Sì maestro."

Miguin schioccò le dita e Alex sorrise. I quattro si avvicinarono alla casa e Alex fece saltare la porta d'ingresso dai cardini con il suo fulmine. Entrarono nel soggiorno, dove videro il signore e la signora Swift nudi, in preda al panico.
"Ciao ciao," disse Alex, prima di distruggere la televisione con i suoi fulmini.
"Chi sei?" chiese Jerry, lui e sua moglie rannicchiati per la paura sul divano.
"Beh, per ora sono Alex Brookman, ma presto sarò Dio", ha detto Alex. "Adesso muori".

Alex ha sparato torrenti di fulmini dalle sue mani a Jerry e Melissa. Gridarono di terrore, ma non accadde loro nulla.
"Che cosa!?" gridò Alex. Sparò di nuovo, aumentando l'intensità del lampo. Il divano e l'area circostante sono stati completamente distrutti dall'attacco, ma i due umani sono rimasti completamente illesi.
"Puoi anche arrenderti." Tutti poi si voltarono per vedere Alexis e Lumiosa in piedi con Daniel, Harry, Charlie, Mary, Adam, la futura Melissa e Jerry, così come tutti i loro geni. "È inutile."
"Come ci avete trovato!?" chiese Frank.
"Abbiamo tutti deciso che l'unico modo per trovarti era fare un salto nel tempo per tenere d'occhio tutti i parenti stretti di Matt e Sophie", ha spiegato Alexis. "Ti ho visto arrivare qui, quindi ho chiamato gli altri."

"Beh, non c'è ancora niente che tu possa fare per fermarci", disse Alex compiaciuto.
"Oh, non ne abbiamo bisogno", disse Sarosa. "Perché come hai visto, non funziona."
"PERCHÉ!?" gridò Alex.
"Le regole dei geni sono molto rigide", ha detto Lumiosa. “Non puoi impedire il lavoro dei geni o interferire con i desideri di un altro Maestro. Se uccidessi i genitori di Miss Sophie o quelli di Master Matt, impediresti loro di ottenere i loro geni. Inoltre, impediresti a chiunque di ottenere i propri geni, poiché impediresti all'universo di esistere. Quindi non puoi ucciderli.
"NO! Non può essere!"
"Sei battuto!" gridò Charlie, tirando fuori la lingua.
"Inoltre, il tuo piano non avrebbe mai funzionato", ha detto Alexis. “Perché non puoi diventare un dio, perché Matt e Sophie sono già dei. Non avresti mai potuto sconfiggerli. Inoltre, quando torneranno dai loro viaggi, si occuperanno di te, e sospetto che questa volta saranno meno indulgenti. Meglio iniziare a lavorare sul tuo umiliarsi.

"NO!" gridò Alex. “Non sarò picchiato due volte dagli stessi marmocchi! Quegli adolescenti impiccioni non capiscono il significato del potere! Dovevo essere Dio di tutta la creazione! Li sconfiggerò in qualche modo! Li schiaccerò e li farò soffrire per ogni millisecondo in cui mi hanno negato il mio vero ruolo! Tutta la creazione tremerà davanti a me! Mi imploreranno pietà e io non ne mostrerò neanche un briciolo.
"È davvero per questo che vuoi lavorare, Frank?" chiese Daniele. “Un folle tiranno che vuole l'intero universo come suo giocattolo? Non è questo ciò contro cui volevi combattere? Tutto quello che hai fatto è dargli potere.
«Oh, non ascoltarli, Johnson. La magia è molto meglio nelle mani di una persona. Le mie mani. Seguimi Johnson e ti lascerò governare su qualsiasi pianeta di tua scelta.
"Non ascoltarlo Frank!" gridò Charlie.
“Perché gli adolescenti devono sempre causarmi tali problemi? Penso che quando sarò Dio renderò un peccato mancare di rispetto ai propri anziani. E tu, ragazza, sarai una delle prime ad assaggiare la mia ira.

Alex si era voltato a guardare la folla, lasciandosi alle spalle lui e Barakaat. Fu allora che Frank prese una decisione. Sussurrò qualcosa all'orecchio di Barakaat, e lui in cambio schioccò le dita.
“Tra non molto, l'intero universo mi adorerà come suo dio! DIVENTERÒ ONNIPOTENTE! SCHIACCIA LE RAZZE MINORI! CONQUISTA L'UNIVERSO! POTENZA INIMMAGINABILE! ILLIMITATO-"

Alex non ha avuto la possibilità di finire il suo sproloquio, poiché in quel momento si è sentita una serie di colpi forti e 6 proiettili si erano fatti strada attraverso la schiena di Alex. Cadde a terra e Frank sparò di nuovo, scaricando altri 10 proiettili su Alex, il suo desiderio di un revolver con munizioni illimitate era stato esaudito. Si preoccupò brevemente che non avesse funzionato, ma poi sentì la lampada di Miguin, che il genio teneva in mano, cadere a terra mentre si trasformava in nuvole di fumo color marrone e veniva risucchiata nella lampada.
«Frank, tu...» disse Mary.
"Era abbastanza arrogante da non preoccuparsi di proteggersi dalle normali armi umane", ha detto Frank.
«L'hai ucciso.»
“Come mi ha detto, ho già ucciso per il bene superiore. E penso che sia stato il bene più grande che abbia mai fatto.
"Quindi hai finalmente avuto un senso?" chiese Sarosa.
"Sì. Quell'uomo era pazzo e una minaccia per l'umanità.
"Quindi suppongo che ora rilascerai tutte le lampade?" chiese Harry.

"Il fatto è che aveva ragione", disse Frank. “Voi siete ancora una minaccia per l'umanità. La magia ti permette di tenere alla tua mercé i popoli della Terra. Credo ancora che dovresti essere distrutto.
"Franco…
“Tuttavia, sono anche consapevole che sarebbe sciocco da parte mia cercare di andare contro due dei onnipotenti, quindi sì, rilascerò tutte le lampade che abbiamo in cattività. Ma i miei superiori potrebbero non essere d'accordo.»
"Sei l'unico che ha un genio lì, vero?" chiese Adamo.
"Sì."
“Allora va bene. Possiamo semplicemente fare in modo che i nostri geni rielaborino le loro menti in modo che dimentichino tutto questo.

"Voi continuate a stupirmi, senza nemmeno pensarci due volte prima di ricollegare i pensieri di qualcuno."
"Oh, e suppongo che tutti i tuoi colleghi si siano offerti volontari per cambiare idea?" chiese Asrah.
“Era diverso. Stavano per intralciare il lavoro.
"È per il bene superiore, qualcosa che sembri sostenere", ha detto Alexis. "Non staranno peggio per questo."
“Va bene, fallo allora. Non che io abbia molta scelta. Immagino che mi pulirai anche il cervello?
"Sei legato a Barakaat, e quindi protetto", ha detto Lumiosa. «Naturalmente, una volta che il signorino Matt e la signorina Sophie torneranno, potrebbero decidere di punirti.»
«Capisco», disse Frank. "Barakaat, portaci a casa".
"Sì maestro."

Frank scomparve e Melissa si fece avanti.
"Dai Jerry, dobbiamo sistemare le cose", ha detto. "Alfresco, vorrei che tu facessi addormentare quelle versioni di me e Jerry."
"Il tuo desiderio è il mio comando, padrona", disse Afericus, i due si addormentarono davvero.
“Va bene, ora pulisci la casa e chiedi a Jerry di mettermi incinta. Il me più giovane intendo. E portali a letto.
Alfresco ha agitato la mano e hanno visto come tutti i danni causati da Alex Brookman venivano annullati, la casa tornava completamente alla normalità. I giovani Melissa e Jerry sono poi usciti dalla stanza e sono saliti a letto. Anche se non c'era alcun segno esteriore di ciò, lo sperma era stato trasportato da Jerry e nel grembo di Melissa, concependo il bambino che sarebbe diventato Sophie.

-------------------------------

Nel 42esimo secolo, era passato un intero anno da quando la principessa Sofia aveva ricevuto il suo genio e aveva perso sua madre a causa di un conflitto magico. Ora era la regina Sofia II, avendo ricevuto il suo trono dagli dei Mathulevius e Sorreliftia, punendo allo stesso tempo suo fratello per le sue azioni.

La regina era seduta al suo tavolo da pranzo con gli dei, consumando un pasto sontuoso che i suoi chef avevano preparato per loro. Il principe Harson si era rifiutato di mangiare con loro.
"Devo ammetterlo, questo è un cibo piuttosto buono, Sofia", disse Matt riempiendosi la faccia. Anche il genio della regina, Nyssha, stava mangiando piuttosto violentemente. "Sophie, dobbiamo venire qui più spesso."
"Nient'altro che il meglio per gli dei", disse Sofia.
"Allora, cosa hai detto al tuo staff su chi eravamo?" chiese Matteo. "Sicuramente hanno chiesto?"
«Ho semplicemente detto loro che non è un loro problema. Mi rispettano troppo per indagare ulteriormente", ha risposto Sofia.
"Allora, come se la cava tuo fratello?" chiese Sofia.
“Meglio di quanto ci si potrebbe aspettare. Alla fine sembra rispettare la mia autorità come regina.

"Beh, sarebbe stupido a non farlo", disse Nyssha tra un morso e l'altro. «La tua autorità è venuta dagli dei e, comunque, hai me. Conosce il potere che hai dalla tua parte.
"Non mi sognerei mai di usare il potere di Nyssha su Harson", ha detto Sofia. "In realtà, a dire il vero, non ho usato molto il potere di Nyssha."
"Beh, questa è la tua decisione", disse Sophie. “Purché tu dia il buon esempio a tuo fratello. Ricorda, sei tu quello che voleva supervisionarlo in questo modo.
“Sì, e non mi pento di quella decisione. Credo ancora che possa diventare un buon principe.
“E ci crediamo anche noi.”

"Sì... Santità, posso chiedervi una cosa?" chiese Sofia.
“Sì, certo,” disse Matt, finendo il suo piatto.
“Mia madre è felice? Nell'aldilà?

Matt e Sophie si sono appena guardati.
«Sì», mentì Sophie. Di tutte le cose che avevano creato nel loro tempo come divinità, come l'universo, Matt e Sophie non avevano mai creato alcun tipo di aldilà. A loro non piaceva pensare a se stessi come dei, e il concetto di giudicare i morti suonava loro piuttosto scoraggiante.
"Va bene", sorrise Sofia. "Non vedo l'ora che arrivi il giorno in cui potrò unirmi a lei."
"Sì... Matt, non è ora che ce ne andiamo?" disse Sophie, cercando di cambiare argomento.
"Ma sto ancora mangiando!"
“Sì, beh, possiamo andare a prendere i cinesi della dinastia Ming, se vuoi. Dai."

Sophie ha trascinato fuori Matt e loro due sono scomparsi completamente da Janosia.
"Per che cos'era quello?" chiese Matteo.
"Non volevo continuare a parlare dell'aldilà."
"Non so perché non le diciamo semplicemente la verità."
“Matt, quel pianeta ha avuto una religione consolidata per secoli. L'ultima cosa che vogliamo fare è interromperlo.
“Va bene bene, ma torneremo lì qualche volta. Hanno dell'ottimo cibo!
“Oh, torneremo indietro. Ma per ora ho nostalgia di casa. Controlliamo Lumiosa e Alexis?"

-------------------------------

Messaggio dell'autore: mi dispiace che sia così breve, ma la grande quantità di trama in questo capitolo ha finito per occupare molto meno spazio di quanto mi aspettassi. Inoltre sono quasi le 2 del mattino e ho detto che avrei postato questo stasera.

Sarò via fino a lunedì 15, ma poi inizierò con il capitolo 12, che pubblicherò entro la fine della settimana. Quello sarà il capitolo finale. E non un momento troppo presto. (Questo non è uno di questi. Vedi sotto per chiarimenti su cosa intendo qui.)

Ci sono due riferimenti a Doctor Who in questo capitolo. I tuoi suggerimenti sono che una è una citazione dell'era McCoy ragionevolmente nota, e una è così maledettamente oscura che persino i fan più accaniti probabilmente non se ne accorgerebbero. Buona fortuna lì.

Comunque, ora vado a dormire. Come ho detto, il capitolo 12 sarà l'ultimo, quindi aspettati un messaggio esteso dell'autore che parli della storia nel suo insieme.

Storie simili

L'autostoppista Capitolo 15 - Casa dolce casa

Erano appena passate le 23 quando siamo entrati nel mio garage, ho preso la borsa con le cose che avevo portato e l'ho fatta entrare. Ho detto ad Alexa di accendere le luci del bar quando siamo entrati e May Ann ha detto: Gesù Tony, questo è bellissimo .” Mettiti a casa mentre metto via tutto. Vagò per le scale, andò nella veranda e accese la luce esterna in modo da poter vedere il grande cortile, il ponte e la piscina. Poi tornò dentro, guardò alcune foto e salì al piano di sopra. L'ho trovata seduta sul bordo del mio letto...

799 I più visti

Likes 0

Capitolo 2 Rivelazioni

Capitolo 2 Rivelazioni Squall attraversò stancamente il Garden, diretto al Training Center per allenarsi. Sperava che lo avrebbe aiutato a svegliarlo, inoltre aveva solo bisogno di uscire dal suo ufficio. Si era quasi addormentato alla sua scrivania, non qualcosa che un comandante dovrebbe fare. Sono solo sogni, alla fine se ne andranno. si rassicurò mentre passava davanti ad alcuni cadetti che lo salutavano mentre passava. Salutò a malincuore a sua volta, desiderando che potessero dimenticare che era il loro Comandante per una volta. Comandante Leonhart, per favore venga subito nel mio ufficio, sentì la voce di Cid echeggiare in tutto l'edificio...

820 I più visti

Likes 0

IL NOSTRO BUON TEMPO

Siamo appena tornati a casa dalla nostra serata fuori. Mio marito James ha aperto la porta ed è andato in cucina a prendere qualcosa da bere mentre do il benvenuto ai nostri nuovi amici a casa nostra. Avevamo incontrato Stacy e Brandon al bar ed eravamo diventati amici in pochissimo tempo. Stacy era una bella donna di circa un metro e ottanta con bei capelli rossi fino a lei, ma era una ragazza molto magra. Brandon era un ragazzo dall'aspetto molto in forma, alto, capelli castani e una bella corporatura per se stesso. James è uscito dalla cucina, aveva tirato fuori...

806 I più visti

Likes 0

Il mio primo seminario

Il mio primo seminario! Ho lavorato per un'azienda che, come parte della loro formazione manageriale, spesso inviava manager e vicedirettori a seminari di 4 o 5 giorni, di solito da qualche parte vicino al nostro ufficio distrettuale. Il mio primo seminario si chiamava Leadership situazionale e dovevo stare con un altro manager maschio di un altro ufficio. Dan ed io ci conoscevamo da circa un anno, quindi abbiamo deciso di stare insieme. Non sapevamo chi altro avrebbe partecipato alla conferenza, ma entrambi non vedevamo l'ora di divertirci, poiché molti altri manager ci avevano raccontato delle loro imprese in altri seminari. Siamo...

782 I più visti

Likes 0

La moglie di Harvey e i suoi amici

Harvey stava filmando sua moglie, che aveva appena avuto il viso ricoperto di sperma dal cazzo di 11 pollici del suo Master Max. Per ripulirlo, ora Max stava pisciando su tutta la faccia di Ginger. La rossa di 58 anni ha trovato questo rilassante e non fuori dalla norma. Max era un uomo di 20 anni che era la sua costante Maledom, si erano incontrati 1 anno prima in un club di scambisti e ora Max viveva nella Master Suite a casa loro. Ginger avrebbe fatto soldi per il suo padrone andando in webcam, lui si era sistemato nella tana. La...

771 I più visti

Likes 0

Anya combatte il martello

Parte 4 Anya combatte il martello Intorpidita ed esausta, Anya sentì qualcosa di morbido sfiorarle il naso, alzando la mano e lo allontanò, solo per vederlo tornare pochi secondi dopo. Borbottando incoerentemente, rotolò via e colpì un muro, alzando una mano e sentì il muro. Beh, era difficile, ma c'era una strana consistenza morbida su di esso, come se stesse spingendo in un corpo. Sorridendo ai suoi stupidi pensieri Anya vi appoggiò la mano e si rannicchiò più vicino, solo per sentire una risata estremamente umana provenire dal muro. whaa mormorò Anya mentre costringeva i suoi occhi ad aprirsi su un...

731 I più visti

Likes 0

Tenero amore II

Introduzione: Per comprendere e apprezzare appieno questa storia, leggere la Parte I di Tender Love. Mi dispiace che ci sia voluto così tanto tempo per la parte 2, mio ​​padre è morto e io ero distratto. La giovane donna latina giaceva sopra la mia forma nuda con il mio cazzo duro come una roccia ancora incastrato tra le labbra della sua figa, come se fossi un dildo umano per il suo piacere. Potevo sentire i suoi caldi succhi d'amore che cominciavano a raffreddarsi mentre gocciolava dai lati delle mie cosce. Si è riposata dal potente climax che aveva appena sperimentato strofinando...

743 I più visti

Likes 0

La ragazza del maestro

Raggiunge il cielo, i polsi abbracciati nella presa di stretti vincoli mentre sta in piedi, i piedi divaricati, ancorata al pavimento da vincoli simili. Intorno al suo collo giace la fascia tesa di un bavaglio che le interrompe la voce e un'altra fascia che tiene una benda sugli occhi dei suoi bellissimi occhi morbidi. È legata a 4 anelli, due avvitati nel pavimento, affondati nelle pesanti assi, mentre l'altra coppia è saldamente avvitata alle pesanti travi del tetto del soffitto. La luce tremolante delle candele la circonda e la dolce aria della notte estiva aleggia sulla sua nudità. Rabbrividisce in attesa...

698 I più visti

Likes 0

Il viaggio in spiaggia_(3)

Il viaggio in spiaggia Non ho mai pensato a me stesso come uno spettatore. Non direi che sono brutta, ma non ho mai pensato che le ragazze parlassero di me e non fossi molto ricercata. Ero più un amico. Uscivo sempre con le ragazze, ma non pensavo che nessuna di loro fosse interessata a me. Ho 15 anni, circa 5'11, 150 libbre e niente di veramente speciale. Occhi castani, capelli castani, quasi del tutto nella media. Ero abbastanza in forma, grazie al fatto che giocavo a calcio, e avevo molto successo a scuola. Ero andato fino alla terza media senza una...

676 I più visti

Likes 0

Allenare mia figlia 1

Tutto è iniziato un giorno in cui ero ubriaco e incapace di fare nulla da solo. Prima di iniziare, ti fornirò alcune informazioni di base su di me e mia figlia. Avevo 37 anni in ottima forma e un uomo molto bello. Capelli castani e occhi color nocciola. Mi sono rasato regolarmente in modo che il mio corpo fosse sempre liscio. Mia figlia quando è iniziata questa era una giovane e vivace bambina di otto anni che era molto carina e si stava sviluppando prima di tutte le altre ragazze della sua età. Adora e ama totalmente suo padre con ogni...

747 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.