Buona fortuna Charlie Capitolo 1

1.2KReport
Buona fortuna Charlie Capitolo 1

Questa è una fanfiction di Good Luck Charlie. Tieni presente che non possiedo Good Luck Charlie. Questa è puramente finzione pensata per il godimento sessuale.

Questa storia si svolge circa 10 anni nel futuro dopo la fine di Good Luck Charlie. Per questo Teddy ora ha 29 anni, Charlie ne ha 14, Gabe ne ha 20, PJ ne ha 31 e Bob e Amy ne hanno entrambi 56.

CAPITOLO 1

Charlie Duncan sussultò mentre si passava un dito sul clitoride. Si strofinò le mani su tutto il corpo giovane e liscio mentre giaceva nuda nel suo letto. Era stata una giornata ricca di eventi per il giovane Charlie. Nel primo ciclo aveva avuto rapporti sessuali, e poi mentre camminava vicino allo spogliatoio dei ragazzi aveva visto qualcosa che non avrebbe dovuto vedere.

Nella sua scuola, lo spogliatoio delle ragazze era in fondo al corridoio, oltre i ragazzi. Per sbaglio aveva guardato dentro e aveva visto Jack, la sua cotta, fare la doccia dopo la lezione di ginnastica. Era già stata eccitata dal sesso in precedenza, ma questo l'ha messa sopra le righe.

Charlie era molto simile a sua sorella Teddy in quanto aveva buoni voti, ma a differenza di Teddy ogni tanto faceva una passeggiata nel lato selvaggio.

Lo ha fatto ora quando ha alzato il telefono per mandare un messaggio a Jack.

"Ehi tu" ha scritto.

"Sup" ribatté all'istante.

"Vuoi incontrarmi al parco di Lakewood? Fuori dal sentiero tra gli alberi?" lei ha digitato.

"Ciao" ha risposto.

"Essere lì tra 5"

Charlie si arrampicò lentamente fuori dalla finestra del suo secondo piano e sul tetto fuori. Camminò in punta di piedi lungo il bordo, saltò sul cassonetto e poi a terra. Afferrò la sua bicicletta dal cortile laterale e iniziò a guidare verso il parco.

Non sapeva se la sua bici fosse diversa, o se fosse solo molto eccitata, ma il modo in cui il sedile della bicicletta sfregava contro la sua vagina la eccitava ancora di più. Quando arrivò al parco, le sue mutandine erano inzuppate.

Si avvicinò al sentiero e lasciò cadere la bicicletta, partendo a piedi. Andò dietro una grande roccia nascosta tra gli alberi e trovò Jack che già l'aspettava.

"Ehi Charlie" disse.

"Ehi Jack."

Lo guardò e decise subito che era il ragazzo più bello su cui avesse mai posato gli occhi.

Senza dire un'altra parola Charlie si avvicinò e iniziò a baciarlo, e subito iniziò a ricambiare il bacio. Presto i giovani adolescenti si stavano baciando con una passione estrema. Charlie sapeva che Jack era troppo sensibile per fare qualsiasi mossa, quindi decise di spingere il ritmo. Fece scivolare lentamente la mano dentro la sua maglietta e sentì i suoi addominali solidi come una roccia prima di far scivolare le dita nei suoi pantaloni per stuzzicare la punta del suo cazzo.

Il ragazzo gemette di piacere e lentamente graffiò il seno di Charlie attraverso la sua felpa. Ben presto si stavano togliendo i vestiti a vicenda finché non erano rimasti solo indumenti intimi. Charlie interruppe il bacio e si portò il dito alle labbra facendolo tacere mentre cadeva in ginocchio.

Con un rapido movimento trascinò i boxer del ragazzo fino alle caviglie lasciandolo esposto all'aria frizzante di Denver. Charlie avrebbe potuto essere vergine, ma sicuramente sapeva cosa stava facendo. Lei lo ha stuzzicato prima leccandogli le palle prima di prendere la punta del suo cazzo in bocca. Con ogni movimento della sua testa ha preso sempre più del suo cazzo fino a quando quasi tutto era nella bocca del giovane Charlie.

Continuò a succhiarlo per qualche minuto in più finché non riuscì più a sopportare l'eccitazione. Si sdraiò supina nell'erba e si tolse rapidamente le mutandine prima di voltarsi per lasciare che Jack si togliesse il reggiseno. Per la prima volta nella sua vita Charlie Duncan era nuda ed esposta di fronte a un ragazzo.

"Hai un preservativo vero?" lei chiese.

Jack si fermò di colpo.

"Ehm no"

"Merda" imprecò Charlie.

"Mi dispiace Ch-" balbettò.

"Shhh" è stata la sua risposta.

"Possiamo ancora scopare, stai solo attento per favore" ha continuato.

Jack annuì lentamente e iniziò a posizionarsi di conseguenza. Ha strofinato il suo cazzo sull'apertura vaginale di Charlie un paio di volte prima di premere finalmente la punta all'interno facendo gemere di piacere Charlie. Ha applicato pressione e lentamente il suo cazzo ha cominciato a scivolare dentro la sua figa stretta. Si fermò quando raggiunse il suo imene.

"Sei sicuro di volerlo fare?" chiese.

"Sì" sussurrò.

Si spinse più in là, sentendo Charlie allungarsi fino a farla finalmente scoppiare.

"Ahi!" lei gridò.

"Mi dispiace! Mi dispiace..." balbettò.

"Shh shh shh. Va tutto bene. Continua così."

Spinse fino in fondo fino a toccare il fondo prima di ritirarsi. Ha fatto questo movimento più e più volte finché entrambi i ragazzi non si sono lamentati di piacere. Charlie non riusciva a credere a quanto fosse incredibile il suo pene nel suo sesso.

"Sì. Per favore. Jack" gemette.

Presto Jack ritirò il suo pene quel tanto che bastava per capovolgere Charlie a quattro zampe prima di ricadere nelle sue pieghe.

"Più duro Jack, più duro!" pregò Charlie.

Sentirla implorare fece uscire tutte le preoccupazioni dalla mente di Jack. Ha liberato l'animale dentro di sé e ha iniziato a picchiare Charlie.

"Ahhhhh Jaaaack non si china mai!" lei pianse.

Pochi secondi dopo Charlie si tese prima di sborrare su tutto il cazzo di Jack. Sentire il suo partner in un tale piacere ha portato Jack oltre il limite e si è tirato fuori appena in tempo, venendo sul culo di Charlie.

"Oh mio dio, è stato fantastico" disse Charlie.

I ragazzi hanno ripulito il meglio che potevano prima di vestirsi e tornare lungo il sentiero. Quando arrivarono alla fine, Jack si avvicinò e diede a Charlie un appassionato bacio della buona notte.

"Ci vediamo domani a scuola, vero?" chiese.

"Sicuramente" disse sorridendo.

Entrambi sono saliti in sella alle loro biciclette e hanno iniziato a tornare alle loro case. Charlie si è intrufolato il più silenziosamente possibile, nello stesso modo in cui era sgattaiolata fuori.

Quando arrivò nella sua stanza, si sdraiò nel suo letto. Presto si addormentò con un sorriso mentre pensava a Jack.

Storie simili

Legami familiari (2)

Ho sollevato il mio cazzo da Stephanie e mi sono seduto. Stephanie si sedette in ginocchio e mi guardò. L'ho osservata nel bagliore dello schermo del suo computer. Ho guardato in basso il suo corpo nudo fino alla piccola piscina che si stava lentamente svuotando dalla sua figa. Una piccola pozzanghera dei nostri succhi d'amore. Beh... dissi. È meglio che vada a letto. Mi hai sfinito. Sì. Ho quell'effetto sulle persone. Lei disse. Ho allungato la mano e l'ho fatta scorrere lungo il suo braccio. Mi avvicinai e le diedi un bacio. Ci vediamo domattina. Ho detto. Prima cosa. lei rispose...

1.5K I più visti

Likes 0

Dominazione del papà nero

Scott Clair odiava la sua bianchezza. Non era in grado di articolarlo esattamente in quel modo; ha affermato di venire a patti con la sua natura sottomessa e il suo travolgente desiderio di servire la razza nera. Se fosse stato un po' più consapevole di sé, un po' più introspettivo, avrebbe potuto descrivere accuratamente il suo odio per se stesso come derivante dal suo intrinseco bisogno di sentirsi superiore. Il bianco era la sua malattia, amplificata da un complesso napoleonico di enormi proporzioni data la sua altezza di 5'1”. Soffriva di narcisismo straordinario. Nella sua mente delirante, l'universo gli doveva delle...

1.4K I più visti

Likes 0

IL DOLORE: volume 1

Ho lasciato il lavoro tardi e sono tornato a casa e non ho potuto fare a meno di pensare all'uomo che ho beccato a fare il masterbatch nella sua stanza d'albergo mentre per sbaglio l'ho incontrato mentre stavo facendo il mio lavoro. sono entrato pensando che la stanza fosse vuota per vederlo completamente nudo e curvo su una rivista porno sul suo letto che sembrava eiaculare su tutte le lenzuola che avrei dovuto cambiare. aveva circa 28 anni e il suo corpo era sudato e rosso mentre pompava sperma dappertutto con una mano strofinandosi le palle e l'altra mungendo la campana...

1.2K I più visti

Likes 0

Come l'ho sognato Parte 2 Capitolo 15

Kishimoto è un uomo e proprietario della serie Naruto. Ora per favore LEGGI . . . . . . Ecco l'inizio della parte 2 Scritto da Dragon of the Underworld Revisionato da Evildart17/Darkcloud75 xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Come l'ho sognato Parte 2 Capitolo 15 Cinque anni dopo È stato un bel pomeriggio che sembrava che si stesse rapidamente trasformando in un acquazzone; tuttavia alle tre figure nella foresta non importava. Una figura si nascondeva in qualche boscaglia cercando di non essere rilevata mentre spiava silenziosamente le altre due figure, cercava di non muoversi o fare rumore. Non c'era modo che si lasciasse prendere. Una...

1.1K I più visti

Likes 0

Sharon è di proprietà pt 2 , dopo il ballo_(2)

Sharon si stava masturbando Billy mentre parlava con Cindy sul cellulare, era il giorno dopo il ballo di fine anno ed erano le 15. Sharon e Billy avevano passato quasi tutto il tempo a letto. Aveva anche suo padre, George portava loro la colazione a letto mentre lei continuava a dare la testa a Billy. La scorsa notte Billy era tornato a casa super eccitato perché era stato masturbato solo da Cindy nella limousine, nient'altro. Quindi, essendo la brava troia del sesso, Sharon stava aspettando nel letto di Billy indossando il suo reggiseno rosa e slip preferiti. Ha mormorato un rapido...

1K I più visti

Likes 0

Lonely Julie Capitolo 12 Ultimo capitolo

Capitolo 12 Lonely Julie Ultimo capitolo Quando i ragazzi di 11 anni Mandy e Timmy si erano diretti verso la spiaggia, Julie e Sally sono andati con i ragazzi di 14 anni Terry e Hank, che era il fratello di Mandy. Le ragazze si sono sfilate le magliette e i pantaloncini e hanno detto ai ragazzi di togliersi i pantaloncini mentre tutti giravano nudi per la cabina. Terry e Hank avevano entrambi un pene duro prima che i pantaloncini si togliessero – stare con due bellissime donne di 29 anni ed essere nudi era semplicemente un sogno per loro – soprattutto...

1.3K I più visti

Likes 0

La prima scopata di Julia

Questa è la mia prima storia, quindi per favore dimmi cosa ne pensi! Julia era una matricola di quindici anni. Era poco più di 5'2 e aveva una figura ad eliminazione diretta. Era una di quelle ragazze piccole e formose. Aveva tette 32C e una vita minuscola che svaniva in un culo perfettamente rotondo. Aveva un viso spigoloso con labbra carnose e una pelle color avorio cremoso. Lunghi capelli castani le scendevano lungo la schiena. Ma la sua caratteristica più sorprendente erano i suoi occhi. Erano grandi, intelligenti e di un blu brillante, seminascosti sotto un ventaglio di ciglia scure. Ben...

1.2K I più visti

Likes 0

Un giorno con il mio amico

Gemetti piano mentre mi sentivo svegliarmi, sbadigliavo e guardavo l'orologio con i miei occhi velati, dormivo come un compagno inafferrabile eppure altrettanto difficile da eliminare. 9:30, eh? pensai, ovviamente pensando che potevo riposare un po' di più. Tuttavia, quando ho visto la data sullo schermo digitale del mio segnatempo, sabato, sono saltato fuori dal letto e sono corso in bagno. Ho avuto la fortuna di aver trovato un lavoro decente e un appartamento con i comfort di una casa, anche se più piccola. Non direi di essere benestante, ma almeno potevo mantenermi a mio agio. Quando ho raggiunto il bagno mi...

997 I più visti

Likes 0

Legalmente vincolante, cap.4

Ho guardato mentre la sua espressione passava dalla vuota incomprensione allo shock, a una comprensione e accettazione lentamente nascenti, e infine a un profondo senso di liberazione e poi: pura felicità. I suoi occhi traboccarono di nuovo, ma per un motivo diverso. Annuì vigorosamente, incapace di parlare, e mi gettò di nuovo le braccia al collo come se stesse accettando una proposta di matrimonio. E 'questo quello che vuoi? dissi piano nel suo orecchio. Sì. Ohhhh... sì! Mi ha baciato la guancia, la mascella, il collo e mi ha stretto ancora di più. Ho aspettato che il suo primo entusiasmo si...

1K I più visti

Likes 0

Nuovi inizi - Parte 2 Cap 1

«Fuoco tutt'intorno! Sto bruciando!' “Lisa? Dove sei? Bela? Per favore! Rispondetemi! 'Non posso restare qui - morirò qui! 'Così caldo!' Tabatha strillò mentre si svegliava, sedendosi dritta sul suo letto malato. Anche gli oltre venti pazienti che condividevano l'angusto reparto sobbalzarono, molti gridando e lamentandosi del proprio dolore e della propria infelicità. In un istante, Tanya fu accanto a lei. “Va tutto bene, piccola – starai bene! Prometto! Mamma? Tabatha sussultò. Cosa è successo? Siete tutti bruciati. Va tutto bene, tesoro, ripeté Tanya con ansia. Andrà tutto bene! “Mamma… Tanya…” Tabatha sbatté le palpebre e sollevò le mani per tenere ferma...

916 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.