Parte 25: Calore corporeo

1.3KReport
Parte 25: Calore corporeo

Episodio II
Delle avventure di John e Holly

Parte 25: Calore corporeo

Sabato mattina ci siamo svegliati e abbiamo scoperto che il caldo era morto. Nessun caldo a novembre significa che fa molto freddo nel nostro appartamento. Stephanie e Sandy non volevano restare, così andarono a casa di un'amica.

"Non possono essere qui fino a lunedì" disse Holly, alzandosi dal telefono e sedendosi accanto a me sul divano. Entrambi indossavamo la tuta. "Potremmo approfittare del freddo" dissi. "Come" mi ha chiesto Holly. "Calore corporeo" ho detto.

Pochi minuti dopo eravamo entrambi nudi, con un'enorme coperta avvolta intorno a entrambi, i nostri corpi avvolti insieme. I capezzoli di Holly, ancora duri per il freddo, mi colpivano la schiena, mentre si sdraiava di fronte alla mia schiena, il suo corpo contro il mio, le sue braccia intorno a me. Ci siamo sdraiati sul divano, avvolti nelle coperte, e l'un l'altro. "mmm" Holly gemette piano, godendosi il calore che condividevamo. "Potrei stare qui così per sempre" disse Holly. “So cosa intendi” risposi. Restammo sdraiati lì per un po', ad addormentarci.

Poche ore dopo, mi sono svegliato, sentendo ancora Holly che mi premeva. Mi voltai, attento a non disturbarla. Ora eravamo faccia a faccia, i nostri corpi premuti insieme. Agrifoglio si è svegliato. "Mmm ehi piccola" disse. I suoi occhi si aprono e guardano indietro nei miei. La fissai negli occhi, la donna che amavo. Holly aveva un sorriso sul viso. Le nostre braccia si sono avvolte l'una intorno all'altra, ci siamo sdraiate insieme, condividendo il nostro calore. "Voglio passare il resto della mia vita con te" dissi ad Holly. Il suo sorriso sembrava diventare più grande e ho pensato che fosse così grande. “Chi ha bisogno di lavoro, o di calore, può restare sdraiato qui per sempre” dissi. "Sarebbe divertente, ma ci perderemmo molto sesso", ha detto Holly. “Vero” convenni. "Potremmo rimediare, però, facendo l'amore", ha detto Holly.

Holly ha preso i nostri corpi e si è arrotolata sopra di me. I nostri corpi premuti insieme in ogni punto. Coperte intorno a noi. La sua faccia appena sopra la mia. Holly abbassò lentamente le sue labbra sulle mie. Baciarsi lentamente, le nostre bocche che fanno l'amore tra loro. Holly chiuse gli occhi, come faceva sempre quando mi baciava. Le nostre mani ora trovano la loro strada sul corpo dell'altro. Massaggiare e suonare lentamente. Il mio cazzo stava crescendo e spingendo contro il suo corpo. "Fai l'amore con me" disse Holly dolcemente. Holly scivolò un po' giù. Ha mandato una mano sul mio cazzo. Ha tenuto il mio cazzo fino alle labbra della figa, leggermente bagnata. La sua attenzione si è spostata di nuovo sui miei occhi, mentre il mio cazzo è penetrato lentamente proprio dentro di lei. Holly abbassò i fianchi, forzando lentamente il mio cazzo fino in fondo. I nostri corpi condividono il loro calore, ora i nostri corpi si mescolano insieme. I nostri organi dell'amore si fondono l'uno nell'altro. Il mio cazzo pulsava dentro di lei, Holly iniziò un lento movimento avanti e indietro, il suo corpo sopra il mio. La sua figa ha massaggiato lentamente il mio cazzo.

Holly si alzò, le sue labbra contro le mie. Le nostre bocche si mescolavano insieme, facendo l'amore, come facevano le nostre parti intime. Holly manteneva ancora una lenta spinta costante dei suoi fianchi.
La sua fessura d'amore produce succhi che gocciolano sul mio cazzo. Holly ha approfondito il tratto del suo corpo, il mio cazzo entrava e usciva sempre più da lei. Holly mi mise le mani sul petto, alzandosi. Il suo corpo si sollevò sopra il mio, spinse i suoi fianchi contro i miei. Ha aumentato il ritmo, la sua figa spingeva intorno al mio cazzo sempre più forte, i succhi scorrevano. Le mie mani vagarono sul suo bel culo rotondo; mano su ciascuna guancia, mentre si spingeva contro di me. Con i nostri corpi ancora sotto le coperte, Holly mi guardò, respirando pesantemente, sorridendo leggermente a bocca aperta. Gemeva lentamente. Ho mandato una mano giù dal suo culo, alla sua figa. Stava ancora facendo l'amore con me, la mia mano ora giocava con la sua figa sopra il mio cazzo. Holly, forse senza saperlo, ha aumentato il ritmo, avvicinandoci sempre di più all'orgasmo.

Entrambi respiriamo affannosamente, i nostri corpi si sudano sotto le coperte, facciamo l'amore sul nostro divano. La figa di Holly si è contratta intorno al mio cazzo. Pulsando dentro di lei, emise gemiti orgasmici. Con il corpo tremante, si abbassò di nuovo su di me. La sommità della sua testa contro il mio mento, la sua testa girata di lato, con un orecchio sul mio petto. Le sue braccia mi avvolsero, le mie attorno a lei. Il mio cazzo ancora palpitante riposa dentro di lei ancora. L'ho strofinata sulla schiena con le mani, sdraiata. "Ti amo" disse Holly dolcemente, ancora sdraiata su di me. Ci siamo sdraiati, i corpi stretti l'uno contro l'altro, per addormentarci di nuovo.

Mi sono svegliato con Holly in bilico su di me, i nostri corpi ancora in contatto dappertutto. "Ehi piccola,... vuoi andare di nuovo" sussurrò Holly, sorridendomi. Le ho ricambiato il sorriso. Abbiamo spostato i nostri corpi. Ora eravamo sdraiati sul fianco sinistro, l'agrifoglio di fronte a me, di fronte a me. Holly sollevò la gamba destra in alto nell'aria, la sua figa ora esposta allo scoperto. Il mio petto contro la sua schiena, ho guidato il mio cazzo alla sua fessura d'amore in attesa. Penetrandola da dietro, l'ho avvolta con le braccia intorno, tenendole il seno tra le mani. Ho spinto i miei fianchi su e in avanti, il mio cazzo accarezzava lentamente all'interno di Holly. "Uh uh uh" ho respirato. Holly ha la mano destra dietro di lei, mi tiene al fianco. "Fai l'amore con me" disse Holly con voce affannosa. Ho preso il suo spunto, passando a un ritmo più alto, spingendo dentro di lei. La sua fessura stretta e bagnata si diverte con il mio cazzo.

Ero vicino a venire. Ho mandato la mia mano destra sulla sua figa, giocando con lei appena sopra il punto in cui il mio cazzo stava facendo il suo lavoro. Gemevo più forte e più velocemente mentre mi avvicinavo. I nostri corpi sudati si sbattono insieme, gemiti che sfuggono al mucchio di calore che eravamo noi. Sono venuto, facendo esplodere lo sperma nel profondo di Holly, mentre lottavo per continuare a spingerla dentro di lei. Il mio petto si sollevò nella sua schiena mentre il mio orgasmo si placava. Il mio cazzo si sta allontanando lentamente da dentro di lei, mentre si rimpiccioliva. La sua figa lentamente gocciolava denso sperma bianco dalla sua fessura. Si sdraiò tra le mie braccia, la carne intrisa di sudore che si sfregava insieme. Siamo stati insieme per apparentemente secoli. "Holly... ti amo così tanto" dissi, ora nella calma dopo il respiro pesante, i gemiti e i gemiti. "Ti amo" ha risposto. Completa, siamo rimasti non volevamo che il momento finisse.

Certo, il momento è finito. "Dobbiamo fare una doccia" disse Holly. Non sembrava più così freddo lì dentro, sotto le coperte, i nostri corpi sudati avevano fatto sparire il freddo. “Siamo un po' sudati” dissi. "Un po?" chiese Holly incredula. Ci alzammo e attraversammo la nostra camera da letto fino al bagno. Siamo entrati nell'acqua calda della doccia. Stavamo faccia a faccia sotto l'acqua corrente. Holly aveva le braccia avvolte intorno alle mie spalle. Le mie mani sui suoi fianchi, mentre abbracciavamo l'acqua calda. Ho spostato la mia mano destra sulla sua figa. Spingendo lentamente un dito, ho trovato la sua figa gocciolante, una combinazione di succhi e sperma, che gocciolava lentamente da lei. L'ho scopata lentamente con una e poi due dita mentre ci tenevamo.

Spinsi Holly contro il muro della doccia, avvicinandomi a lei, le nostre bocche che si univano, le lingue che giocavano. Ora stavo mettendo tre dita dentro di lei, ancora e ancora. Holly gemeva mentre veniva toccata. L'altra mia mano gioca con le sue tette, gioca con i suoi capezzoli e fa oscillare i suoi seni. Lentamente le baciai i capezzoli, fermandomi a succhiare e giocare con ciascuno di loro. Poi le ho baciato lo stomaco fino alla fessura. In ginocchio, le lambivo su e giù sulle sue labbra. Potevo assaporare i fluidi sessuali. Holly appoggiata al muro, ho fatto l'amore con la sua figa, accontentandola come meglio potevo. Mi ha inondato la bocca con i suoi succhi, gratificandomi mentre raggiungeva l'orgasmo, perforando l'aria con i suoi suoni appassionati di piacere.



Una volta che abbiamo finito di "fare la doccia", Holly ha preparato la cena e io l'ho aiutata. E per aiuto intendo dire che stavo dietro di lei, palpandole le tette e il culo. A tentoni giocoso, fa sicuramente passare il tempo. Alla fine abbiamo tenuto le nostre mani lontane l'una dall'altra abbastanza a lungo da sederci a cena. Seduti uno di fronte all'altro, una candela accesa tra noi, le luci spente.

Ovviamente abbiamo mangiato nudi. Mentre stavamo finendo, mi sono ritrovato a fissarla di nuovo negli occhi, i suoi bellissimi occhi marroni. "Che cosa?" chiese Holly, ridacchiando. Improvvisamente mi sono reso conto che la stavo fissando da tempo. "Non posso farne a meno" dissi. “Voglio sposarti” dissi, con calma. "È questa la grande domanda?" mi chiese Holly, arrossendo. “No, stavo solo dicendo” risposi, scherzosamente. "Beh, voglio avere una cucciolata dei tuoi bambini" disse Holly, continuando a ridacchiare. “Stavo pensando ai nomi per i nostri ragazzi” dissi, serio. "Ascoltiamoli" disse Holly, sorridendo. "John Jr 1, John Jr 2, John Jr 3 e così via, e per le ragazze Johnette Jr 1" ho detto, ridendo della mia stessa battuta. "Sei così zoppo" disse Holly, sorridendomi. "No, ma sul serio, Hohn e Jolly, cosa ne pensate." dissi, sorridendo in grande. Holly alzò gli occhi al cielo.

"Pensavo che potessimo essere seri" disse Holly, sempre sorridendo. "Sì, voglio dei bambini, vuoi lavorarci su adesso?" dissi, giocando ancora un po' con lei. Ha mantenuto il suo grande sorriso. Potrei dire che voleva davvero parlare seriamente di noi. "Voglio sposarti, ma non possiamo sposarci ora, ho solo pensato che l'avremmo fatto dopo la laurea" dissi. "Oh, pensavi... me lo avresti detto o mi avresti semplicemente invitato al matrimonio?" chiese Holly, ora giocando con me. “Ti amo Holly, ti amo, lo farò sempre. Ti voglio sposare. Voglio condividere la mia vita con te. Voglio avere figli con te. E voglio invecchiare con te. E voglio morire con te” dissi, con la faccia seria. Fissandola negli occhi, iniziò a piangere un po'. "Quanti bambini?" Mi ha chiesto, trattenendo le lacrime, un po' senza successo. "Trentasette" ho detto, seria, tornando al giocoso. "Cosa, potresti gestirlo" ho detto in modo pratico. Holly mi rispose: "O forse hai bisogno di trovare una decina di altre donne, potremmo convertirci a Mormon", ha detto Holly, sul serio, ma ovviamente giocando. Alzai una mano, strofinandomi il mento, assumendo quella faccia dura e pensante. "Questo mi dà un'idea" dissi. Quello le ha fatto ridere. Dopo una pausa, "Allora, vuoi andare nell'altra stanza e fare dei bambini", ho detto.

Pochi minuti dopo, eravamo sul nostro letto, al buio, nudi. Naturalmente sarebbe difficile fare bambini quando uno di noi prende la pillola. Sono salita sul letto per prima, Holly mi è venuta dietro. "Allora, cosa vuoi fare" mi ha chiesto Holly, eccitata. “Potremmo inventare una nuova posizione” dissi speranzoso. "Quelli di solito comportano acrobazie, manteniamo le cose semplici", ha detto Holly. "Voglio solo farti piacere" dissi. "Beh, voglio farti piacere" disse Holly, raggiante nell'oscurità. "Beh, immagino che questo lo risolva" dissi.

Holly si è girata e io l'ho tirata su per il culo. Ci sono voluti solo pochi secondi prima che fossimo in un sessantanove, Holly in cima. Sono andato subito a leccare il suo cumulo di carne. Holly mi stava soffiando forte e veloce. I suoi suoni di risucchio riempiono la stanza. Ho cercato di contrastare, mangiandola sempre più velocemente. Ho giocato con il suo clitoride ferocemente, la sua fessura gocciolante. Entrambi ci avvicinavamo all'orgasmo, ho spinto due dita dentro di lei. L'improvvisa penetrazione la mandò oltre il limite. Holly è stata dura, il suo corpo ha perso il controllo. Aveva il viso spinto verso il basso, il mio cazzo fino in fondo, mentre cercava di urlare. Le vibrazioni e il movimento della sua lingua, combinati con la gola profonda estesa mi hanno spinto oltre il limite. Le ho fatto sborrare in gola.

Presto ci rilassammo, ansimando. Dopo un po' di silenzio, ho deciso di rompere la tensione. "sai cosa deve essere fonte di confusione?" Ho detto. "Cosa?" Holly riuscì attraverso i suoi respiri. “I piccoli nuotatori, che ti scendono in gola. Hanno le loro mappe e si dicono l'un l'altro "questo non sembra affatto giusto, avremmo dovuto girare a sinistra lì dietro"" ho detto. Holly ha letteralmente riso ad alta voce. Ho appena sorriso nell'oscurità. La mia donna era felice, quindi ero felice. Amore, è una sensazione davvero meravigliosa. Credimi, soffia via essere spazzato via.

Storie simili

...

203 I più visti

Likes 0

Pantaloni del pigiama a pois

Ciao! Questa è la mia prima storia, spero vi piaccia e apprezzo sinceramente qualsiasi feedback, commento, domanda, opinione, richiesta, ecc... la mia unica umile richiesta è che lo facciate con rispetto. Posso continuare questa storia se alla gente piace. Grazie per aver letto, divertiti! _____________________________________________________________________________________ Il suo appartamento odorava di ammorbidente, incenso Om Nagchampa e cannabis dolce. Le porte del balcone erano tutte aperte e il calore della sua ansia filtrava costantemente nel freddo tropicale della notte di gennaio. Indossava meno del solito, questa era la prima volta che vedeva le sue gambe lunghe e tornite. I suoi occhi percorsero la...

1K I più visti

Likes 0

Fare da mentore a Brandon Capitolo 12

MENTRE BRANDON Di Bob Capitolo 12: Fantasie finalmente realizzate Mentre scivolavo in un sonno profondo non potevo fare a meno di pensare a ciò di cui io e Bran avevamo parlato. Sapevo di avere più esperienza di Brandon nel campo del sesso, dato che ero la sua prima esperienza sessuale. Potrei anche dire che era piuttosto incuriosito da un'esperienza sessuale multipla. Credevo anche che sarebbe stato molto divertente, ma non volevo spingere troppo perché non volevo perdere l'amore della mia vita. Stavo per addormentarmi quando ho sentito un rumore accanto al letto. Abbiamo davvero dimenticato di chiudere a chiave la porta...

957 I più visti

Likes 0

Giada Parte 1 - Il bordo dell'acqua

Tutto quello a cui riuscivo a pensare era quanto faceva caldo oggi e quanto faceva freddo ieri; i forti venti che avevano spinto la mia borsa Walmart attraverso il parcheggio mentre i miei amici ridacchiavano al mio inseguimento si erano trasformati in raggi intensi che colpivano il mio corpo da sedicenne. Sarò onesto, era un corpo che la maggior parte dei miei amici, anche quelli più grandi, invidiavano ed era in parte a causa del mio corpo che le ragazze più grandi uscivano comunque con me. Il mio viso innocente e i lunghi capelli biondi si abbinavano al mio petto da...

540 I più visti

Likes 0

Lussuria nello spazio S1E4: Derivium ritrovato

Maurine era emozionata. Aveva scoperto che non solo la nave aveva già scansionato il Derivium di cui avevano bisogno per alimentare i motori, ma c'era anche un'unità di estrazione modulare dispiegabile (MDE) nella stiva. Tutto quello che doveva fare era cercare nei registri i dati di scansione e sarebbe stata a posto. Si sentiva un po' in colpa per il fatto che il compito dei ragazzi e di Judy fosse così difficile. ********************** Wow, Don. È così difficile. Judy pompò le mani lungo la sua asta prima di infilargli la testa in bocca e farla roteare attorno con la lingua. Cazzo...

505 I più visti

Likes 0

Uno scherzo del destino

Uno scherzo del destino È divertente come, in un istante, l’intera programmazione possa essere spostata. Date le giuste circostanze, tutto ciò in cui hai sempre creduto, tutto ciò per cui hai combattuto, temuto e a cui hai resistito può essere distorto e trasformato nella cosa che desideri di più. Questo è stato il caso di Taja Crawford, che ha intrapreso un viaggio spaventoso che l’avrebbe lasciata senza fiato, soddisfatta in modi che non sapeva esistessero e desiderando molto di più. Tutto è iniziato in modo abbastanza innocente, quando Taja è arrivata a casa tardi una sera dopo aver fatto la spesa...

457 I più visti

Likes 0

Il giocattolo del sesso dell'ermafrodita - Capitolo 1

Era mezzanotte e non avevo ancora trovato la preda per la notte. Ringhiai mentre le mie lunghe unghie rosso sangue affondavano nel volante del minivan nero su cui sedevo al momento, mentre la frustrazione ribolliva dentro di me implorando solo di essere rilasciata su qualche innocente spettatore. Proprio mentre stavo per abbandonare la mia caccia, un lampo di biondo mi ha ostruito la vista, facendomi girare la testa di lato per vedere una bellezza bionda con una struttura un po' minuta e tette generose che camminava da sola, guardando il suo telefono con lei auricolari. Potevo quasi ridere e scuotere la...

489 I più visti

Likes 0

ISTRUZIONE UNIVERSITARIA

Ho appena trovato questo sito l'altro giorno e finora lo adoro. Vorrei raccontarti della mia prima volta con un uomo sul sesso tra uomini, ma prima voglio parlarti di me e di come sono arrivata al punto di fare sesso con un uomo. Sono un uomo di 53 anni divorziato da 30 anni. Vivo in una città che ha un'università statale e possiedo un'azienda di autotrasporti. ma è successo tutto quando avevo 30 anni. Ero a Los Angeles per scaricare il mio camion e mentre lo scaricavano stavo pranzando dal carro del pranzo, dopo aver mangiato stavo frugando nella spazzatura e...

207 I più visti

Likes 0

Stasera stasera

Qualcuno nuovo. Trent'anni ma sembrava avere la mia stessa età e aveva qualcosa di timido e da scolaretto che mi attraeva verso questo sconosciuto sexy dai gusti costosi. Aveva un sacco di entrate disponibili e sembrava felice di spenderle per me attraverso fiori, cene, bevande e il taxi per casa sua. Mi sentivo come se avesse un mondo di esperienza al suo attivo... e anche sotto i suoi boxer, eppure sembrava riservato mentre teneva aperta la porta di casa sua. Mi sono diretto verso la cucina a vista e lui mi ha offerto da bere, e ho accettato volentieri acqua e...

197 I più visti

Likes 0

Un fine settimana da ricordare Parte 3 (Conclusione)

Parte 3: La casa di Brooke. Ho visto Brooke che si rimetteva i vestiti. Si è rimessa il reggiseno, dovendo stringere leggermente le tette insieme per farle entrare. Poi si è girata e si è chinata per raccogliere la maglietta, e ho avuto una visione completa del suo culo. Riuscivo persino a vedere il suo ano e pensavo a quanto sarebbe stato bello infilarci dentro il mio cazzo. Poi ha tirato la sua maglietta attillata sopra la testa, ma non me ne sono accorto, continuando a guardarle il culo. Poi si chinò di nuovo. Questa volta non ho potuto resistere, e...

1.6K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.