Il viaggio in spiaggia_(3)

439Report
Il viaggio in spiaggia_(3)

Il viaggio in spiaggia


Non ho mai pensato a me stesso come uno spettatore. Non direi che sono brutta, ma non ho mai pensato che le ragazze parlassero di me e non fossi molto ricercata. Ero più un amico. Uscivo sempre con le ragazze, ma non pensavo che nessuna di loro fosse interessata a me. Ho 15 anni, circa 5'11", 150 libbre e niente di veramente speciale. Occhi castani, capelli castani, quasi del tutto nella media. Ero abbastanza in forma, grazie al fatto che giocavo a calcio, e avevo molto successo a scuola.
Ero andato fino alla terza media senza una ragazza seria. Non ero nemmeno arrivato in prima base. Avevo tenuto d'occhio una ragazza fin dalla quinta elementare, Elly Hickey. Era perfetta per me; lunghi capelli biondi sporchi, con bellissimi occhi azzurri e un sorriso che illuminava il mondo. Era alta circa 5'4", forse 105 libbre, ed era una star del calcio. Praticamente tutto quello che faceva e la scuola erano tutto ciò che faceva, ed era come me, molto in forma e molto intelligente, ma non usciva mai con qualcuno. Non capivo perché, perché avrebbe potuto avere chiunque volesse, ma non l'ho mai chiesto. Abbiamo tenuto la maggior parte delle nostre lezioni insieme, perché eravamo praticamente i più intelligenti della nostra classe. Nessuno di noi sapeva che sarebbe stato il nostro cervello a unirci.
Al mio nono anno, la scuola ha organizzato un concorso per cercare di migliorare i voti. I primi 20 bambini della classe delle matricole avrebbero potuto fare un viaggio di 4 settimane in una casa sulla spiaggia in Florida. Entro la fine dell'anno, Elly ed io eravamo diventati buoni amici, studiavamo insieme e facevamo i compiti, ed eravamo il numero 1 e 2 della classe. Nonostante avessimo trascorso molto tempo insieme durante l'anno, niente di romantico era sbocciato come avevo sperato. Sembrava che fossi bloccato nella zona degli amici ed ero destinato a rimanere. Ciò significava che avevo sentimenti contrastanti riguardo al viaggio in Florida, perché pensavo che potesse essere imbarazzante, ma ero determinato a trarne il meglio.
Giorno 1
Siamo partiti per la casa sulla spiaggia su un autobus charter il 1 giugno alle 6:00 del pomeriggio. Io ed Elly ci siamo seduti insieme per le 10 ore di viaggio, parlando di cose casuali fino a mezzanotte, quando si è addormentata sulla mia spalla. Sapevo che in realtà non significava nulla, ma mi ha dato una corsa pazzesca. Mi sono seduto a sorridere fino alle 4 del mattino, quando siamo arrivati ​​alla casa sulla spiaggia. Non volevo che il momento finisse e la svegliasse, ma dovevo farlo se volevo scendere dall'autobus, quindi l'ho lentamente scrollata di dosso la mia spalla. Era davvero intontita, quindi mi sono offerta di portarle dentro le valigie. L'insegnante assegnata al viaggio mi ha detto dov'era la sua stanza e io ho girovagato per casa in cerca di essa.
La casa aveva quattro piani. C'erano una cucina e un mucchio di soggiorni al primo piano. Il resto dei piani erano tutte camere da letto, 7 per piano, con un bagno per piano. Eravamo alloggiati in base al grado della nostra classe, quindi Elly ed io eravamo all'ultimo piano, in fondo al corridoio l'uno di fronte all'altro. L'accompagnatore era al piano di sotto. Dopo aver trascinato le valigie di Elly su per le scale, sono tornato a riprenderle e lei era ancora sull'autobus, profondamente addormentata. Non volevo svegliarla di nuovo, quindi l'ho sollevata dal suo posto e l'ho portata su nella sua stanza. Sembrava così bella e pacifica tra le mie braccia, e in quel momento ho capito che ero innamorato di lei. La posai sul letto, poi scesi una terza volta a prendere le mie cose. Ho preso tutto, l'ho portato su nella mia stanza, mi sono spogliato, mi sono sdraiato sul letto e sono caduto.
Giorno 2
Ho dormito fino alle 12 del giorno dopo, quando Elly è entrata per svegliarmi. Stavo ancora dormendo e, come al solito, stavo sfoggiando il mio legno mattutino. Non so se se ne sia accorta, ma probabilmente era abbastanza ovvio. Sono circa 7,5 pollici, ma ero sdraiato su un fianco. Mi ha svegliato, mi ha detto di scendere a fare colazione, poi si è precipitata fuori dalla stanza.
Mi sono vestito per la spiaggia, indossando solo il mio costume da bagno, e sono sceso al piano di sotto al profumo di salsiccia, pancetta e uova. L'insegnante aveva preparato una festa per tutti noi, ma disse di non aspettarselo per il resto del viaggio, che saremmo stati da soli. Ho mangiato circa 3 piatti e, quando tutti hanno finito, ci siamo diretti verso la spiaggia.
Elly indossava una sottoveste bianca sopra il suo costume da bagno, ma si è tolta non appena siamo arrivati ​​sulla spiaggia, rivelando il suo corpo atletico meravigliosamente abbronzato. È una bella coppa a C, ma il suo sedere è l'attrazione principale del suo corpo. Perfettamente fermo dal suo allenamento di calcio, è rimasto dritto e non si è piegato affatto. Tutti i ragazzi la stavano fissando mentre correva nell'oceano, e penso di aver notato alcuni ragazzi che si stavano adattando mentre scendevano dietro di lei. Ogni ragazzo e la maggior parte delle ragazze andavano a nuotare nell'oceano; solo poche ragazze posano gli asciugamani per abbronzarsi.
Abbiamo giocato nell'oceano per circa un'ora, prima che tutti uscissero per giocare a calcio sulla spiaggia. Elly ed io eravamo capitani, ma le squadre non avevano molta importanza poiché eravamo gli unici con esperienza calcistica. Abbiamo organizzato le nostre squadre e ci siamo preparati per giocare, ma non era proprio una cosa seria. Praticamente ero io contro Elly, ma era un po' difficile concentrarsi perché il suo corpo era così distratto. Stava correndo abbastanza forte e le sue tette e il suo sedere rimbalzavano dappertutto. Potrei dire che la maggior parte dei ragazzi stava prestando attenzione a lei invece che alla palla, e ho anche visto che alcune ragazze avevano sguardi gelosi. Elly non si adattava bene a questa folla (anche se nemmeno io) e sapevo che non sarebbe stato d'aiuto. Circa trenta minuti dopo abbiamo dichiarato la vittoria del prossimo goal e tutti ci sono entrati. È stato avanti e indietro per una decina di minuti, poi ho preso la palla e sono corso in campo. Io ed Elly abbiamo avuto uno contro uno prima di arrivare in porta, ma non volevo farle del male, quindi ho rinunciato alla palla. Penso che se ne sia accorta, ma l'ha presa comunque e ha continuato a segnare. La mia squadra era un po' arrabbiata per il fatto che ci fossi costato la partita, ma a nessuno importava troppo perché era una partita di ritiro. Dopodiché, tutti sono tornati nell'oceano per lavarsi via.
Dopo aver trascorso tutto il giorno in spiaggia e nell'oceano, tutti sono entrati per lavarsi e prepararsi per la cena. Per fortuna, la casa aveva un grande scaldabagno, perché ventuno persone dovevano fare la doccia. Elly ed io eravamo tornati di corsa a casa, ma mi sentivo cortese e prima lasciavo che si facesse la doccia. Sono andato avanti e ho preparato i miei vestiti per la cena, poi sono andato a prendere un asciugamano da uno degli armadi. Con mia sorpresa, Elly era nel corridoio, appena uscita dalla doccia, ed era nuda come il giorno in cui è nata. Non avevo mai visto niente di così bello in tutta la mia vita. Si è appena illuminata. La sua pelle brillava come l'oro e i suoi bei seni pieni erano sormontati dai capezzoli più rosa che avessi mai visto. Sembrava una dea. Naturalmente, non aspettava nessuno nel corridoio, ed entrambi ci precipitammo nelle nostre stanze. Ero incredibilmente imbarazzato e mi precipitai sotto la doccia prima di doverla affrontare.
Ho cercato di evitarla per tutta la cena, ma dopo cena è stato deciso che tutti avrebbero giocato a Pictionary e ovviamente siamo stati scelti per essere partner. Stavamo entrambi cercando di non stabilire un contatto visivo, ma una volta che il gioco è finito, le ho chiesto di entrare in uno dei soggiorni con me.
“Elly, volevo solo scusarmi per essere uscita e averti vista nel corridoio. Avrei dovuto capire che saresti stato lì quando ho sentito l'acqua scorrere. Giuro che non stavo cercando di vederti, stavo solo prendendo un asciugamano dall'armadio. Ho pregato che mi credesse.
Si è seduta lì per quelle che mi sono sembrate ore, e poi ha detto:
“Thomas, non sono arrabbiato con te. In primo luogo, non avrei dovuto essere nudo nel corridoio. Ti conosco meglio che pensare che avresti cercato di guardarmi nudo. Sei il mio migliore amico e il motivo per cui sono corso così in fretta nella mia stanza è che non volevo che mi vedessi così.
"È quello che pensavo. Non vorrei nemmeno che un ragazzo a caso mi guardasse.
Arrossì e guardò in basso verso terra.
“No, non capisci, non sei un ragazzo a caso. Non volevo che mi vedessi nudo perché avresti pensato che non fossi abbastanza bravo per te.
Era il mio turno di tacere. Elly Hickey, la persona che amavo di più al mondo, l'essere umano più bello che avessi mai visto, aveva paura di essere nuda di fronte a me perché potevo pensare che non fosse abbastanza brava?
«Elly, perché mai dovresti pensarlo? Posso onestamente dire che non ho mai incontrato nessuno così straordinario o bello come te, ma perché ti dovrebbe interessare quello che pensavo?
“Perché... penso di essere innamorato di te. Da quando abbiamo iniziato a studiare insieme, ti ho conosciuto così bene, e ho capito quanto sei figo, e così gentile con me, e anche se avevi tutte quelle ragazze avvolte intorno al tuo mignolo non ti sei mai mosso. Tutte le ragazze della nostra classe stavano cercando di sedurti, e tu eri così dolce e non hai fatto nulla al riguardo, e avevo questa piccola speranza che forse ti stavi trattenendo per... me.
Di nuovo mi sono seduto in completo silenzio, guardando il suo viso mentre mi fissava negli occhi. Alla fine, ho detto,
“Elly, non ho mai amato nessuno tanto quanto amo te. Da quando ti ho visto il primo giorno di quinta, sapevo che eri quello che fa per me. Non ho mai sognato un'altra ragazza. Ma ho bisogno di sapere che la pensi allo stesso modo.
“Io faccio Tommaso. Penso davvero di essere innamorato di te".
Ci siamo guardati negli occhi e poi sono stato sicuro che il nostro amore fosse reale. Mi sono avvicinato a lei e abbiamo iniziato a baciarci. Le sue labbra erano così morbide e aveva un sapore così dolce, e quando abbiamo iniziato ad appassionarci di più mi sono reso conto di quanto fossi fortunato ad averla. Ci siamo baciati per quelle che sembravano ore, ma poi si è staccata.
"Thomas", ha detto, "prima di andare oltre, devi sapere che non ho mai fatto niente del genere prima."
«Nemmeno io, Elly. Lasciamo che porti dove fa”, ho risposto.
Detto questo ho ricominciato a baciarla, ma questa volta ho lasciato vagare le mani. Prima ho messo le mani ai lati del suo viso, sentendo la levigatezza della sua pelle, ma poi ho iniziato a scendere. Le accarezzai il collo, le palpai le spalle, poi raggiunsi il suo incredibile petto. Indossava una camicia abbottonata e ho iniziato a sbottonarla. All'inizio ha esitato, ma poi mi ha lasciato continuare finché non è stata in topless tranne che per il reggiseno. Ho iniziato a stringere e accarezzare i suoi seni e le ho allungato la mano per trovare il fermaglio. Quando l'ho slacciato, il suo reggiseno si è staccato per rivelare il set di seni più belli che avessi mai visto. Rotondi e pieni, senza alcun cedimento e con i capezzoli più deliziosi che avessi mai visto. Ho dovuto succhiarli e così ho tirato il suo capezzolo destro in bocca e allattato come un neonato. Ha iniziato a gemere piano, quindi ho detto:
"Forse dovremmo andare in camera mia."
L'ho portata di sopra, baciandola per tutto il tragitto, poi l'ho adagiata sul letto. Ho ricominciato a baciarle i seni, poi ho cominciato a scivolare verso sud. Prima le ho baciato l'ombelico, ma poi ho sbottonato i tagli che indossava. Ho inserito il mio dito nei suoi pantaloni e ho sentito il tesoro che desideravo da 4 anni. Mi ha fermato e ha cominciato a togliersi i pantaloni e le mutandine, e poi anche i miei vestiti.
Ero completamente eretto a questo punto, e ho pensato che sembrava un po' intimidita, ma poi ha fatto qualcosa che mi ha sorpreso. Ha messo la testa tra le mie gambe e ha iniziato a succhiare il mio pene. Non riusciva a far entrare l'intera lunghezza nella sua bocca, ma per me non importava. Ero in paradiso. Mi dispiaceva per lei che non ne ricavava niente, quindi l'ho girata in modo che potessimo 69. Ho avuto la mia prima visione della sua magnifica figa, e inutile dire che era incredibile. Era completamente rasato e aveva un odore incredibile. Ci ho infilato la faccia e ho iniziato a leccare intorno alla sua apertura e sul suo clitoride. Ho sentito il suo succhiare aumentare di intensità e ho sentito che iniziavo ad avvicinarmi al cumming.
"Vado a sborrare Elly!" Ho detto, ma ha continuato a dondolare su e giù. Ho sentito il mio orgasmo salire sul mio cazzo e le ho sparato diversi carichi in bocca, che ha ingoiato come una campionessa. Ho continuato il mio assalto orale alla sua figa, e presto ha iniziato a tremare e venire anche lei, inzuppandomi la faccia. Il suo continuo pompino mi aveva fatto diventare duro di nuovo, quindi mi sono girato per affrontarla, ma lei si è girata a pancia in giù e si è messa a quattro zampe.
“Sono pronto Thomas. Voglio che tu mi prenda.”
Era già fradicia, quindi ho appena allineato la testa alla sua figa e l'ho spinta dentro. La tenuta era incredibile. Era così calda e bagnata, ma non potevo fare progressi a causa della sua tensione. Mi sono lentamente fatto strada e presto ho sentito una barriera che sapevo essere la sua verginità.
"Continuare!" ha detto, quindi ho spinto. Ha dato un piccolo guaito, ma poi è tornata al ritmo che stavamo andando. Ho iniziato ad accarezzarla dentro e fuori, sentendo tutte le profondità dentro di lei. Ho preso il mio ritmo e presto sono stato martellato dentro e fuori di lei. I suoi succhi schizzavano ovunque e sapevo che stavo per venire.
"Elly, sto per venire, prendi la pillola?" Ho detto.
"Sì, vieni dentro di me!"
L'ho accarezzata dentro e fuori il più velocemente possibile, ed entrambi i nostri orgasmi si stavano avvicinando. I suoi muscoli si sono serrati attorno al mio cazzo ed era tutto ciò di cui avevo bisogno per spingermi oltre il limite. Ci siamo incontrati e le ho inondato le viscere con il mio sperma. Rimasi dentro di lei per un po', poi lentamente mi tirai fuori, il mio sperma fuoriusciva dietro di me. Mi sono sdraiato accanto a lei e le ho detto:
“Grazie mille Elly. Sei stato incredibile”.
“Aspetta Thomas. Abbiamo appena iniziato".

Continua…

Storie simili

La prima scopata di Julia

Questa è la mia prima storia, quindi per favore dimmi cosa ne pensi! Julia era una matricola di quindici anni. Era poco più di 5'2 e aveva una figura ad eliminazione diretta. Era una di quelle ragazze piccole e formose. Aveva tette 32C e una vita minuscola che svaniva in un culo perfettamente rotondo. Aveva un viso spigoloso con labbra carnose e una pelle color avorio cremoso. Lunghi capelli castani le scendevano lungo la schiena. Ma la sua caratteristica più sorprendente erano i suoi occhi. Erano grandi, intelligenti e di un blu brillante, seminascosti sotto un ventaglio di ciglia scure. Ben...

1 I più visti

Likes 0

La giovane Amy combatte i suoi desideri.

Durante il fine settimana, Amy ha pensato che Max l'avesse scopata. Sì, era sicura nella sua mente che fosse quello che era successo venerdì pomeriggio. Max l'aveva scopata. Non era colpa sua. Ma lei continuava a pensarci e a pensarci, ei pensieri continuavano a farle sentire una sensazione di formicolio sessuale nei suoi lombi che le fece scivolare la mano tra le cosce per strofinarsi. Adesso era lunedì pomeriggio e la scuola era finita. Era stato difficile tenere la mano tra le cosce durante le lezioni, ma in qualche modo ci era riuscita. Ora tornando a casa, poteva sentire l'umidità delle...

588 I più visti

Likes 0

Il risveglio sessuale di Jennifer - Ch5 - Prendere il sole

1 suggerimento Jennifer, ti ricordi che ho menzionato un bel posto appartato dove possiamo andare a prendere il sole in pace? 'Sì.' Vorresti andarci domani? 'Oh si.' È un po' fuori dai sentieri battuti, quindi che ne dici di noleggiare un paio di biciclette per arrivarci? Ok, ma non ci renderà un po' accaldati e sudati quando arriviamo? «Oh, sì, decisamente, ma questo è il punto. Ne varrà la pena, vedrai.' 2 Prepararsi Cosa dovrei indossare? si chiese Jennifer, guardando attraverso il suo guardaroba e sistemandosi su un crop top scollato con una minigonna avvolgente. Decise che avrebbe indossato anche il...

386 I più visti

Likes 0

Parte 5_(1)

Accendi la fotocamera: Toni è seduta sul bordo del letto con Joe e io in piedi su ogni lato di lei si sta accarezzando un cazzo in ogni mano, a turno succhiandoli e leccandoli a turno, inizia a prendersela davvero mentre fa la gola profonda gemendo e conati di vomito mentre va avanti ci tira su sul letto per i nostri cazzi e ci mettiamo in posizione. Joe si è sdraiato sulla schiena e Toni a cavallo di lui ha guidato il suo grosso casco nella sua figa bagnata, l'ho guardata un po' per poterla vedere una crema bianca densa scivola...

439 I più visti

Likes 0

Parte 25: Calore corporeo

Episodio II Delle avventure di John e Holly Parte 25: Calore corporeo Sabato mattina ci siamo svegliati e abbiamo scoperto che il caldo era morto. Nessun caldo a novembre significa che fa molto freddo nel nostro appartamento. Stephanie e Sandy non volevano restare, così andarono a casa di un'amica. Non possono essere qui fino a lunedì disse Holly, alzandosi dal telefono e sedendosi accanto a me sul divano. Entrambi indossavamo la tuta. Potremmo approfittare del freddo dissi. Come mi ha chiesto Holly. Calore corporeo ho detto. Pochi minuti dopo eravamo entrambi nudi, con un'enorme coperta avvolta intorno a entrambi, i nostri...

339 I più visti

Likes 0

Sharon è di proprietà pt 2 , dopo il ballo_(2)

Sharon si stava masturbando Billy mentre parlava con Cindy sul cellulare, era il giorno dopo il ballo di fine anno ed erano le 15. Sharon e Billy avevano passato quasi tutto il tempo a letto. Aveva anche suo padre, George portava loro la colazione a letto mentre lei continuava a dare la testa a Billy. La scorsa notte Billy era tornato a casa super eccitato perché era stato masturbato solo da Cindy nella limousine, nient'altro. Quindi, essendo la brava troia del sesso, Sharon stava aspettando nel letto di Billy indossando il suo reggiseno rosa e slip preferiti. Ha mormorato un rapido...

55 I più visti

Likes 0

Pane e burro

Nota dell'autore; Questa storia è una storia d'amore, e il sesso si verifica verso la fine. Ad alcuni potrebbe non piacere per la sua mancanza di luridezza vicaria dall'inizio alla fine. La poesia che John condivide con Rachel; Autumn appartiene a Emily Elizabeth Dickenson, (10 dicembre 1830 - 15 maggio 1886). Era una poetessa americana. L'ho scelta perché è la mia poesia preferita dell'autunno e il mio periodo dell'anno preferito. Pane e burro Beagle9690 Settembre 2019 Ha servito ventisette anni nei Marines, ritirandosi come colonnello a quarantacinque. I Marines hanno temprato John duro e resistente come il ferro forgiato. Era rispettosamente...

595 I più visti

Likes 0

Adottato 2

Adottato parte 2 Patty si rifiutò di scopare di nuovo il figlio adottivo quel giorno, tutte le volte che lui l'ha infastidita per un'altra possibilità di far scivolare il suo cazzo apparentemente sempre duro dentro di lei figa. Rifiutarlo non è stato facile. Ha passato la maggior parte della serata a scopare con le dita, chiusa nella sua stanza e sfregandosi febbrilmente la sua figa bagnata, tutto a pensieri di gioia che aveva provato con l'enorme cazzo del figlio adottivo. La mattina dopo, Walter si presentò al tavolo della colazione completamente nudo, con un'enorme palpitante erezione che stava già perdendo sperma...

621 I più visti

Likes 0

L'autostoppista Capitolo 15 - Casa dolce casa

Erano appena passate le 23 quando siamo entrati nel mio garage, ho preso la borsa con le cose che avevo portato e l'ho fatta entrare. Ho detto ad Alexa di accendere le luci del bar quando siamo entrati e May Ann ha detto: Gesù Tony, questo è bellissimo .” Mettiti a casa mentre metto via tutto. Vagò per le scale, andò nella veranda e accese la luce esterna in modo da poter vedere il grande cortile, il ponte e la piscina. Poi tornò dentro, guardò alcune foto e salì al piano di sopra. L'ho trovata seduta sul bordo del mio letto...

568 I più visti

Likes 0

Capitolo 2 Rivelazioni

Capitolo 2 Rivelazioni Squall attraversò stancamente il Garden, diretto al Training Center per allenarsi. Sperava che lo avrebbe aiutato a svegliarlo, inoltre aveva solo bisogno di uscire dal suo ufficio. Si era quasi addormentato alla sua scrivania, non qualcosa che un comandante dovrebbe fare. Sono solo sogni, alla fine se ne andranno. si rassicurò mentre passava davanti ad alcuni cadetti che lo salutavano mentre passava. Salutò a malincuore a sua volta, desiderando che potessero dimenticare che era il loro Comandante per una volta. Comandante Leonhart, per favore venga subito nel mio ufficio, sentì la voce di Cid echeggiare in tutto l'edificio...

595 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.