L'educazione sorprendente della moglie_(1)

475Report
L'educazione sorprendente della moglie_(1)

La sorprendente educazione della moglie

Di livinginpr

Le mie storie non riflettono necessariamente le mie inclinazioni, desideri, desideri o fantasie personali. Per favore leggi e goditi questo scritto immaginario.

Ero felice sotto tutti gli aspetti del mio matrimonio con Bill. Siamo sposati da 20 anni meravigliosi ormai e nostra figlia Jessica ha compiuto 18 anni due mesi fa. Jessie ora frequenta il college. Bill si è affermato nel suo impiego e nel livello dirigenziale superiore poiché siamo diventati finanziariamente stabili.

La nostra relazione sessuale è piena sia di romanticismo che di esplorazione lussuriosa. Bill ha la sua fantasia che gli piacerebbe vedermi scopare da un altro uomo, ma io continuo a rifiutare le sue proposte dicendogli che sono molto felice con lui da sola. Continuo a dirgli che il suo cazzo è l'unico di cui ho bisogno e che durante gli anni del college avevo sperimentato abbastanza e quando è arrivato, l'ho scelto come l'uomo che volevo a letto.

La nostra cerchia di amici comprendeva alcuni uomini molto belli e virili e segretamente mi chiedevo come sarebbero stati a letto. Avevano dei cazzi grossi che secondo Bill avrei dovuto avere? Ero contenta delle ore di sesso che io e Bill facevamo, tre o quattro volte a settimana, e non avevo intenzione di fare sesso con nessuno dei mariti delle mie amiche.

I suggerimenti di Bill diventarono più persistenti mentre pompava il suo cazzo dentro di me. Nominava i nostri amici e cercava di farmi immaginare quanto fossero grandi i loro cazzi e come mi avrebbero allungato e riempito la mia figa. Una volta chiamò Jackson, il nostro unico amico nero. Spinsi via Bill e andai nella stanza degli ospiti per il resto della notte. Bill sapeva cosa provavo per i neri. Mi avevano insegnato che una donna bianca che toccava anche un uomo di colore era una troia e veniva considerata "spazzatura del parcheggio per roulotte". Anche se Jackson e sua moglie Rose erano i nostri unici amici neri, ho mantenuto le distanze e non ho mai abbracciato nessuno dei due, come facevo con gli altri nostri amici quando ci salutavamo.

Bill non ha mai più menzionato Jackson, ma mi tormentava con John, Andrew, Mike e Howard. Descriverebbe quanto sarebbe eccitato nel vedere qualcuno di loro con i loro cazzi sepolti in profondità nella mia figa. È diventato un argomento regolare ogni volta che eravamo nei momenti sessuali e di solito quando stavo raggiungendo il picco dell'orgasmo. Mi consideravo soddisfatto di Bill e del suo cazzo, ma cominciavo a immaginare come sarebbe stato fare una cosa a tre con Bill e uno dei nostri amici. Rovinerebbe il nostro matrimonio? Ci ameremo ancora? Cosa direbbe nostra figlia se scoprisse che mi sono lasciata toccare sessualmente da un altro uomo? Mentre Bill era al lavoro, ho iniziato a fantasticare su una cosa a tre e a ripensare ai tempi del college, quando ero sessualmente attiva con i ragazzi, ma mai più di uno alla volta. Mi eccitavo al pensiero di avere due uomini che mi davano piacere allo stesso tempo.

Era primavera e cominciammo a trascorrere più tempo fuori. Bill era un esperto chef di barbecue e ci intrattenevamo quasi ogni fine settimana. Ero felice di trascorrere più tempo con le mie amiche e loro parlavano sempre dei nuovi stili di abbigliamento. Come il pubblico più giovane indossava gonne più corte e pantaloni più attillati. Non ci è voluto molto prima che seguissimo le mode e accontentassimo i nostri mariti con i nostri look più sexy. Naturalmente eravamo davvero in competizione l'uno contro l'altro e gli uomini ci osservavano costantemente. Ho notato come gli uomini mi guardavano nei miei pantaloncini attillati, o pantaloni da yoga, e ho anche notato i rigonfiamenti che sostenevano nei pantaloni. Nonostante fosse un tabù, molte volte ho visto Jackson guardarmi con un occhio lussurioso che ha fatto muovere qualcosa in me e ho cercato sempre di nascondere il mio corpo ai suoi occhi.

Durante i nostri incontri, ora stavo fantasticando con quale di questi uomini deliziosi Bill avrebbe voluto vedermi fare sesso. La moglie di John, Barbara, era una buona amica e sembrava che le piacesse indossare abiti molto sexy. Ora Andrew, bello, con sua moglie Mary, sembravano entrambi sempre riunirsi con Jackson che sembrava toccarla spesso. Mike e Janice erano molto sexy insieme e non avevano paura di toccarsi apertamente sessualmente. La moglie di Howard, Alice, mi sembrava un'esibizionista e vestiva con abiti molto succinti. Eravamo molto amiche, ma mi dava fastidio vedere una di queste donne toccare Jackson in modi molto seducenti. Ci sono state volte in cui ho intravisto i miei amici che prendevano in giro Jackson, e non nascondevano le loro indiscrezioni ai loro mariti o a chiunque altro. Dargli fuoco alla gamba o strofinargli le tette contro il braccio. C'erano volte in cui vedevo una delle donne scomparire in casa con Jackson alle spalle, per poi riapparire dieci o quindici minuti dopo con sorrisi di gioia. Mi chiedevo se avessero toccato Jackson in qualche modo. Non riuscivo a capire come potessero essere così sfrenate le donne bianche che agiscono in un maniero del genere.

Mi sono reso conto che stavo avendo orgasmi più lunghi e squisiti con Bill mentre continuava a descrivere quanto sarebbe stato eccitato se avesse potuto guardare il cazzo di uno dei nostri amici pomparsi in profondità nella mia figa, come avrebbe voluto vedere il loro sperma colare da me. Ogni volta che facevamo l'amore, chiedevo a ciascuno di loro come si sarebbe sentito il suo cazzo mentre si gonfiava ed eruttava il suo sperma in profondità nel mio grembo. Non ho mai fatto sapere a Bill che la sua fantasia dimorava nella mia mente, ma con i super orgasmi che stavo avendo, penso che sapesse che avrei ceduto al suo desiderio se avesse continuato a spingere l'argomento.

I nostri incontri del fine settimana sono stati super hot poiché ognuna di noi ragazze faceva del suo meglio per indossare gli abiti più sexy. Lo sapevamo già, i mariti avrebbero flirtato sempre di più, fino al punto di toccarsi. Di solito, solo sulle spalle o sui fianchi, ma alcuni ragazzi mi prendevano mentre mi accarezzavano il culo e alcune volte mi massaggiavano quando nessuno guardava. Non vedevo alcun motivo per fermarli, dopo tutto mio marito voleva che mi toccassero, per poi scoparmi. Il mio corpo tremava e i miei succhi vaginali fuoriuscivano mentre mi toccavano.

Adesso sognavo ad occhi aperti mentre Bill era al lavoro. Continuavo a pensare a loro che mi toccavano, mi palpavano la figa, il mio seno e mi tiravano i capezzoli. Molte volte uscivo dalla trance e scoprivo che le mie dita erano sepolte in profondità nella mia figa mentre i miei succhi scorrevano. Cominciavo ad aspettare con ansia i racconti di Bill sui nostri amici che mi scopavano dato che ormai le nostre sessioni d'amore erano quasi ogni sera.

Cominciai a chiedermi come avrebbero reagito Barbara, Mary, Janice o Alice se avessero scoperto che i loro mariti avevano una relazione con me. Con quale dei loro mariti Bill vorrebbe che condividessi il nostro letto, quale mi farebbe piacere come suggerirebbe Bill? Il pensiero dei continui suggerimenti di Bill si insinuava nella mia mente facendomi flirtare sempre di più. Ho anche iniziato a vestirmi in modo più suggestivo quando ho saputo che i nostri amici sarebbero venuti a trovarci. Mi chiedevo quale dei due sarebbe stato il primo a far scorrere la mano sulla mia gamba, sotto la gonna o lungo i pantaloncini, e ad accarezzarmi la figa.

Trascorrevo più tempo nei centri commerciali e compravo i vestiti sessualmente più oltraggiosi per incitare Bill e, infine, i mariti dei miei amici. Sono stato "palpeggiato" sempre di più durante i nostri ritrovi del fine settimana. Ero diventato più avanti spingendo il sedere indietro verso la mano, sentendomi il sedere e strofinando la mano su e giù per la coscia di un uomo quando ero seduto e parlavo. Mi stavo eccitando mentre immaginavo come apparivano ciascuno nudo con un'erezione molto dura mentre era pronto a montarmi. Ho persino smesso di indossare le mutandine con le mie gonne corte. Mentre facevo shopping, mi eccitava il fatto che gli uomini potessero vedere la mia figa mentre mi sedevo con le gambe leggermente aperte. Il mio desiderio di sesso stava diventando sempre più profondo e mi piacevano gli uomini che mi guardavano come un oggetto sessuale da riempire di sperma. La fantasia di Bill mi tormentava la mente, più descriveva di vedere il cazzo di un altro uomo sepolto nella mia figa, più immaginavo la sensazione del cazzo di un altro uomo.

Venerdì sera, Bill chiamò e disse che avrebbe portato Jackson a cena perché lo avrebbe aiutato ad avviare la sua seconda attività. Jackson non era uno dei miei desideri sessuali, un uomo di colore era un tabù. Sono rimasto disgustato anche quando ho visto una donna bianca camminare mano nella mano con un uomo di colore. I miei genitori pensavano che l’amicizia con un uomo o una donna di colore fosse proibita. Mio padre e mia madre erano schietti sapendo che Bill ed io eravamo amici di Jackson e Rose. Più conoscevamo Jackson e Rose, più mi sentivo a mio agio quando venivano a trovarci, ma mantenevo comunque le distanze.

Indossavo la mia tuta per non attirare alcun sentimento sessuale da parte di Jackson. La cena fu un successo e Jackson e Bill si ritirarono nello studio dove avrebbero discusso di come impostare i libri per l'idea imprenditoriale di Jackson. Mi sono ritirato in camera da letto e ho fatto una lunga doccia calda mentre iniziavo a fantasticare su una cosa a tre con Bill e John, o forse Andrew, Mike o Howard. La mia mano e le mie dita volavano freneticamente nella mia figa mentre pensavo di godermi due cazzi. L'idea di avere la mia figa riempita di sperma per ore, anche di averli in bocca per poter assaporare il loro squisito succo maschile prima di ingoiarlo e mandarmelo allo stomaco.

Ero ancora stimolato mentre mi asciugavo, indossavo una corta camicia rossa di seta e mi mettevo a letto. Mi sono svegliato sentendo una voce e ho capito che Bill non era ancora andato a letto. Mi sono alzato e in cima alle scale mi sono reso conto che era la televisione che stavo ascoltando e ho pensato che Bill si fosse addormentato guardando la TV. A piedi nudi, scesi le scale e andai in soggiorno. Le luci erano spente e l'unica luce era quella della TV. Ho visto Bill mentre diceva: "Sì, daglielo, daglielo forte". Ero in piedi accanto all'estremità del divano e ho realizzato che Bill stava guardando un film porno. Stava guardando una donna che veniva scopata da due uomini. Era la fantasia che descriveva quando eravamo in preda alla passione. Ho guardato per un breve periodo e ho iniziato a girarmi e a tornare a letto quando ho sentito la donna urlare: "Fottimi forte". Mi sono girato e ho visto che aveva un cazzo in bocca, un altro nella figa e un altro nel culo. Wow, ora aveva tre cazzi che la adoravano. Non avevo mai pensato a tre uomini, ma ora la mia mente cominciò a stimolare il mio corpo mentre cominciavo a formicolare ovunque, specialmente nella mia figa.

Sembravo essere ipnotizzato dal suo desiderio esteriore per i loro cazzi. Lei era totalmente contenta di essere penetrata. Non potevo muovermi mentre guardavo e poi l'hanno riempita e ho visto la sborra fuoriuscire dalla sua figa e dal suo culo mentre i cazzi venivano tirati fuori. Poi dal nulla sono apparsi altri due cazzi che sono stati inseriti nella sua figa e in bocca. Le mie gambe tremavano mentre il mio corpo formicolava di desiderio sessuale. Sollevai la gamba destra e la appoggiai sul bracciolo del divano mentre la gamba sinistra era ancora sul pavimento. Ero sessualmente eccitato guardando la donna e i suoi orgasmi.

La mia mano mi stava massaggiando la figa quando poi ho sentito: "Perché non ti siedi?" Poi ho visto con l'illuminazione della TV, Jackson seduto sul divano e che si muoveva per farmi spazio. Quando sono entrato, la stanza era così buia che non ho visto Jackson lì con Bill. Mentre si muoveva, senza pensare, sono scivolata nello spazio che aveva creato e la mia maglietta corta è scivolata su e, a mia insaputa, la mia figa nuda è stata esposta. Ho guardato Bill e lui stava sorridendo mentre si alzava e andava a prendere un'altra birra. Potevo sentire il calore proveniente dalla coscia di Jackson mentre eravamo premuti insieme. Ho anche visto un rigonfiamento lungo la gamba dei suoi pantaloni attillati che sembrava il tubo di un aspirapolvere. Bill rientrò nel soggiorno e si sedette guardandomi con un sorriso.

Poi ho sentito: "Oh mio Dio, è un cazzo così grosso". Ho alzato lo sguardo e stava giocando un nuovo capitolo ed era una donna bianca in ginocchio con l'enorme cazzo di un uomo di colore tra le mani. Mentre la telecamera tornava indietro, indossava solo un reggiseno e delle mutandine e c'erano sette uomini neri nudi che si tiravano i loro grossi cazzi neri. Ho visto la sua bocca avvicinarsi al suo cazzo duro e poi era nella sua bocca e le sue guance si sono incavate mentre lo succhiava con desiderio. Le sue mani cominciarono ad accarezzargli le palle. Poi ho sentito: "Sì, succhiagli il suo grosso cazzo nero", ed era la voce di mio marito. Improvvisamente mi sono dimenticato del mio fanatismo mentre fissavo il rigonfiamento che correva dall'inguine di Jackson lungo la gamba sinistra. Senza pensare, la mia mano si posò sulla sua coscia mentre il mio mignolo si appoggiava al suo rigonfiamento.

Poi ho guardato la donna in televisione mentre succhiava un cazzo nero, sdraiata sul petto di un uomo di colore con il cazzo sepolto nella sua figa e un altro cazzo nero che le scopava nel culo da dietro. Poi ho visto i suoi seni tirati e massaggiati da mani nere. La mia figa ora si stava restringendo e pulsando mentre i miei succhi scorrevano pesantemente. Il mio respiro era profondo e la mia mano sinistra cominciò ad assalire la mia figa e il clitoride. Istintivamente la mia mano destra iniziò automaticamente a correre su e giù per tutta la lunghezza del cazzo di Jackson e presto, lui aveva la cintura slacciata e i pantaloni aperti per consentirmi di accedere al suo cazzo. Ho sentito: "Provaci, tesoro, lo vuoi". Ho alzato lo sguardo ed era Bill che mi diceva di liberare il cazzo di Jackson.

Rotolai giù dal divano e mi inginocchiai tra le gambe di Jackson mentre il suo cazzo era esposto ai miei occhi. Ho fatto un respiro profondo mentre mi meravigliavo delle dimensioni, non avevo mai visto un cazzo così grande. Alla luce della tv, ho visto il luccichio del suo liquido pre-eiaculazione che fuoriusciva dall'apertura della pipì. Le mie mani si avvolsero attorno alla sua circonferenza mentre la mia testa si avvicinava alla testa bulbosa del suo cazzo. La mia lingua allora cominciò a leccare il pre-sperma da lui e presto fu nella mia bocca quasi slogandomi la mascella. Ero così eccitato, sapevo che volevo sentire il suo cazzo dentro di me e sapevo anche che mi avrebbe allargato con il suo grosso cazzo. Bill non solo lo voleva, ma disse: "Voglio vedere il suo cazzo che ti allarga la figa". Ora lo volevo anch'io mentre infilavo tre dita in profondità nella mia figa calda e fradicia.

Bill ora era in ginocchio accanto a me e diceva: “Sì, tesoro, prendi il suo cazzo, il suo grosso cazzo nero. Sai che vuoi quel cazzo nella tua figa, che ti scopa e pompa il suo sperma nero in profondità nel tuo grembo. Quando ho sentito Bill, il mio corpo ha cominciato a tremare e la mia figa e il mio culo pulsavano in attesa di essere allungati oltre le dimensioni del cazzo di Bill. Mentre la mia bocca amava questo grosso cazzo nero, Bill mi stava togliendo la camicia mentre le mani di Jackson mi pizzicavano e tiravano i capezzoli. Il mio corpo tremava mentre succhiavo forte un cazzo così grosso. Volevo assaggiare il suo sperma, farmi riempire la bocca e lo stomaco mentre gli mungevo le palle.

Jackson poi chiese: "Joyce, vuoi che la tua figa bianca venga allargata dal mio grosso cazzo nero? Dì a tuo marito quello che vuoi." Ho lasciato che il suo cazzo mi scivolasse dalla bocca e poi ho detto: “Dio sì, Bill, voglio il suo grosso cazzo nero nella mia figa bianca. Voglio che mi scopi profondamente. Poi l'ho ripreso in bocca e l'ho succhiato voracemente per riempirmi la bocca del suo sperma. Ho sentito il suo cazzo espandersi mentre Bill diceva: "Prendilo, tesoro, fanculo, prendi la sua sborra". Jackson poi è esploso e il suo sperma mi ha riempito la bocca e ho ingoiato il suo succo dalla gola fino allo stomaco. Ho continuato a leccarlo e succhiarlo finché il suo cazzo non si è leggermente ammorbidito. Mi è piaciuto il sapore del suo sperma, lo sperma di un uomo di colore.

Bill mi ha tirato in piedi e mi ha fatto girare, ha afferrato il cazzo di Jackson e lo ha puntato verso la mia figa mentre mi spingeva in grembo a Jackson. Ho sentito la testa bulbosa iniziare a separare le mie labbra mentre Bill mi spingeva gradualmente verso il basso. Bill si è inginocchiato mentre guardava il cazzo di Jackson scomparire nella mia figa, centimetro dopo centimetro mentre mi mordevo il labbro sentendo le membrane del mio canale vaginale allungarsi per accogliere quella che sembrava la dimensione di una mazza da baseball. Il suo cazzo non era completamente eretto dopo avermi riempito la bocca, ma mi stava ancora allungando. Il mio corpo tremava e le mie gambe tremavano mentre sentivo il suo cazzo viaggiare verso il suo obiettivo, la mia cervice, l'apertura del mio grembo.

In qualche modo, sono riuscito ad affondare e a prendere il suo cazzo fino in fondo dentro di me. Gli occhi di Bill erano spalancati increduli mentre diceva: "Dio, tesoro, è completamente nella tua figa". Stavo riposando e godendomi la sensazione mentre il dolore diminuiva, poi Jackson mi ha messo le mani sulla vita, il suo cazzo di nuovo completamente eretto, mentre mi sollevava e poi mi lasciava cadere di nuovo. Ho urlato: “SÌ, SCOPAMI CON QUEL GRANDE CAZZO. FOTTUTI ME, FOTTUTI MEEEEEEE." Mentre Jackson mi scopava a fondo, Bill era in piedi accanto alla mia testa e io succhiavo il suo cazzo in profondità nella mia bocca. La sensazione che provavo adesso era che volevo che Jackson mi scopasse tutta la notte, volevo il suo cazzo dentro di me e volevo che il suo sperma mi inondasse il grembo. I miei orgasmi continuavano mentre sentivo quel grosso cazzo continuare a sbattermi contro la cervice.



Il cazzo di Bill cominciò a pulsare e gonfiarsi nella mia bocca e poi il suo sperma cominciò a viaggiare verso il mio stomaco. Ho continuato a leccargli e succhiarlo finché non è stato pulito e morbido. Jackson poi mi sollevò dal cazzo e si alzò per togliersi i pantaloni. Mi è stato quindi detto di inginocchiarmi sul divano mentre il cazzo di Jackson veniva reinserito nella mia figa. Questa volta non c'era resistenza quando ho sentito la testa bulbosa colpire la mia cervice, Jackson poi ha detto: "Vuoi il mio cazzo nero nella tua figa bianca sposata, vero? Vuoi che porti anche i miei amici neri a scoparti?" Ho urlato: "SÌ, SCOPAMI FORTEMENTE, VOGLIO IL TUO CAZZO, SCOPATI MEEEEE. SÌ, PUOI PORTARE TUTTI I CAZZI NERI CHE PUOI, VOGLIO BILL VEDERMI SCOPARE UN CAZZO NERO. FUCK MEEEEEEE, SÌ, FUCK MEEEEEEE. In così poco tempo, ero dipendente dal cazzo nero, non c'erano più pregiudizi contro gli uomini neri e la figa bianca che scopavano.

Ho sentito il cazzo di Jackson gonfiarsi e iniziare a pulsare. Ha chiesto: "Sto per venire, dove vuoi il mio sperma?" Ho urlato: "RIEMPIMI, VOGLIO IL TUO SPERMA NELLA MIA FIGA, VOGLIO IL TUO BAMBINO NERO SBORRA DENTRO DI ME. FOTTAMI FORTEMENTE, FUCK MEEEEE. Jackson poi spinse forte e tenne il suo cazzo in profondità mentre sentivo il suo cazzo pulsare mentre pompava il suo sperma dentro di me. La mia figa si è stretta attorno al suo cazzo mentre lo mungevo, volevo tutta la sborra che aveva nelle palle. Quando Jackson finalmente si tirò fuori, il suo sperma colò da me mentre Bill si inginocchiava davanti alle mie gambe spalancate scattando foto con il suo cellulare.

Mi sono girato sulla schiena, con le gambe divaricate mentre Jackson e Bill parlavano. Ho sentito Jackson dire a Bill che sarei stato disponibile per lui e i suoi amici neri ogni volta che avesse voluto. Prima che Bill potesse dire qualcosa, Jackson disse: "Lei è la mia puttana bianca adesso, non hai voce in capitolo, ricorda il nostro accordo. Scopa chiunque dico, in qualsiasi momento, in qualsiasi giorno. Ho guardato Bill e ho detto: "Sì, Bill, volevi vedermi scopare con altri uomini, voglio il suo cazzo nero e i cazzi dei suoi amici neri". Ho guardato Jackson e ho urlato: "VOGLIO CHE TU E I TUOI AMICI NERI MI RIEMPITE LA FIGA, VOGLIO I TUOI CAZZI NERI". Bill poi chiese: "Significa che non mi ami, che vuoi il divorzio?" “No”, dissi, “ti amo ancora e voglio restare sposato con te. Voglio solo essere scopato da un cazzo nero. Bill disse: “Speravo che quella fosse la tua risposta”. Jackson poi disse: "Bill, come avevamo pianificato, rimani in azione, puoi filmare tua moglie mentre viene sbattuta in gruppo dai miei amici neri. La nostra nuova attività è iniziata. Possiamo vendere i DVD della tua bellissima moglie troia che si gode un cazzo nero. Proprio come avevamo previsto per la nuova attività.” Senza pensarci ho detto: "Sì, sarò la tua puttana bianca, scoperò tutti i tuoi amici neri".

Altre tre volte Jackson mi ha scopato prima di tornare a casa. Bill e io abbiamo fatto sesso anale, ma con Jackson il suo cazzo mi ha davvero aperto il culo. Stavo perdendo sperma e sembrava che Bill si eccitasse nel vedere tutto lo sperma che mi scorreva lungo le gambe. Mentre Jackson se ne andava, Bill disse: "Penso che sarà sorpresa quando le diremo chi sono le altre tue puttane bianche". Bill mi ha detto di camminare con le gambe aperte per permettere allo sperma di fluire mentre andavamo in camera da letto. Bill mi teneva le gambe divaricate nel letto mentre la sua mano stringeva la mia figa mentre ci addormentavamo. Adesso ero una troia e "Trailer Park Trash".

Era ormai martedì e non avevo avuto alcun contatto con Jackson, quattro giorni da quando mi aveva fatto conoscere il gallo nero, ora lo desideravo. Bill mi ha chiamato dal lavoro e mi ha chiesto se avevo visite, e tutto quello che ho potuto dire è stato: "Non ancora oggi e sono arrapato". Subito dopo cena, venerdì sera, Rose chiamò e disse: “Tra circa un'ora, Jackson e cinque dei suoi amici verranno a trovarti. Assicurati di fare una doccia e di farti un clistere. Inonderanno tutti i tuoi buchi per circa tre ore. Porterò una videocamera e mi assicurerò che Bill abbia la sua macchina fotografica carica e pronta. Ho riattaccato e ho detto a Bill: "Stasera devo prepararmi per loro". Bill mi guardò mentre mi facevo la doccia, mi facevo un clistere e una doccia. Non sapevo cosa indossare, quindi ho deciso per la corta camicia rossa quando sono stato iniziato al meraviglioso mondo del gallo nero. Per tutto il tempo in cui mi preparavo, Bill si massaggiava l'inguine in anticipazione. Voleva che avessi un cazzo nero tanto quanto io volevo un cazzo nero.

Venerdì sera è stato meraviglioso, non so quanti orgasmi ho avuto, ma Rose aveva ragione, ero inondata di sperma. Anche con i cinque amici di Jackson, non ero nervoso all'idea di essere scopato da sconosciuti. La mia unica preoccupazione era che i cazzi fossero grossi e neri. Quando la mia gang bang finì, Bill mi fece sdraiare sul letto con le gambe aperte e fece delle foto del mio buco del culo e della mia figa grossolanamente ingrossati mentre lo sperma di altri sei uomini colava da me. Rose seguì con la videocamera mentre zoomava da vicino.

Sabato mattina ero di ottimo umore, anche se sentivo un leggero dolore alla figa e al culo allungati. Ho baciato e abbracciato Bill quando è venuto in cucina per un caffè. Bill mi ha detto quanto ero bella mentre prendevo il cazzo in tutti i miei buchi. Ha detto che ero così bella mentre tutti quei cazzi mi scopavano, ancora e ancora. Ha detto che era così eccitante che ha dovuto masturbarsi mentre Rose teneva la videocamera. Lui e Rose si sarebbero incontrati più tardi per montare tutti i video che avevano girato. Bill mi ha chiesto come mi sentivo e gli ho detto che mi sentivo euforico e che lo sperma usciva ancora da me.

Bill ha ammesso: "Volevo che ti scopassi Jackson, l'unico amico di cui dovevo smettere di parlare durante le nostre convulsioni sessuali. Eri così irremovibile da non includere Jackson mentre ti parlavo. Avevo pianificato con Jackson la sua prossima impresa commerciale, per includere video porno, oltre alla prostituzione di donne bianche per uomini neri. Ho detto: "Credo di esserci cascato, non ho visto il nero, ma ho visto solo sesso mentre guardavo quel DVD. Jackson era semplicemente utile quando ero così eccitato da volermi scopare. Grazie per aver sottolineato che gli uomini neri hanno dei cazzi meravigliosi.

Bill è andato a incontrare Rose per montare il video che avevano fatto di me durante la mia prima gang bang. Passò un'ora e suonò il campanello della porta. Indossavo solo mutandine e reggiseno quando sono andato alla porta. Era Jackson e sorrise quando mi vide pronto per essere scopato. Mi prese in braccio e mi portò al letto matrimoniale. L'ho aiutato a togliersi i vestiti mentre mi spingeva in ginocchio. Gli ho succhiato sfrenatamente il cazzo e ho lavorato per infilargli quel grosso cazzo il più in profondità possibile nella mia gola. Ho sentito che Jackson era pronto a venire e ho iniziato a succhiare più forte. Mi ha spinto via e ha detto che voleva che il suo sperma venisse depositato nel mio grembo. Salii rapidamente sul letto carponi e ginocchia mentre lui si arrampicava e mi montava. Amavo la sensazione della frizione del suo cazzo che allargava nuovamente le mie pareti vaginali. Ero al settimo cielo mentre gemevo ad alta voce mentre le mie esplosioni orgasmiche scuotevano il mio corpo. Jackson era pronto e ho sentito il suo cazzo allargarsi e iniziare a eruttare il suo sperma caldo. Ho iniziato a urlare: “SÌ, SCOPAMI QUEL GRANDE CAZZO NERO. VIENI DENTRO DI ME, SÌ, SÌ, SENTO IL TUO SPERMA CHE MI RIEMPIE." Poi ho sentito: "Oh, mio ​​Dio". Mi sono voltato e ho guardato la porta, ma non c'era nessuno. C'era qualcun altro nella stanza? Quando Jackson finì di inseminarmi, caddi a pancia in giù e lui rotolò di lato mentre il suo cazzo si allontanava da me.

Passarono alcuni minuti e mi alzai. Ho stretto la mia figa a coppa per raccogliere il flusso di sperma mentre andavo a prendere un panno. Dopo aver interrotto temporaneamente il flusso di sperma, sono entrato nel corridoio e non ho visto nessuno. Poi ho notato che la porta della camera da letto di Jessi era aperta. L'abbiamo tenuta chiusa quando era al college. Ho guardato dentro e ho visto Jessi sdraiata a faccia in giù sul letto che piangeva. Mi sono avvicinato a lei e le ho massaggiato la schiena. Lei sussultò, si tirò indietro e urlò: "COME POTRESTI, STAI TRADENDO PAPÀ". Ho provato a prenderle la mano ma lei si è allontanata di nuovo. Mentre singhiozzava, disse: “Non posso crederti, tu tra tutte le persone e con un uomo di colore. Ti ho sentito urlare che ti venisse dentro. Cosa dirà papà quando scoprirà che lo tradisci?" Ho cominciato a dire: "Jessi, ascolta..." ma lei mi ha interrotto urlando: "VAI VIA, LASCIAMI IN SOLA". Stavo ancora tenendo l'asciugamano sulla mia figa mentre mi giravo e uscivo lentamente dalla sua stanza.

Tornai nella mia camera da letto mentre Jackson si stava vestendo. Jackson ha detto: "Mi dispiace che tua figlia ci abbia visto. Potrai parlarle quando si sarà calmata." Ho abbassato lo sguardo e ho detto: "Non lo so, come farò a dirle che sono una puttana per il cazzo nero?" Jackson ha detto: "Forse hai bisogno che Bill le parli, per spiegarle la nostra relazione". Ero ancora nudo e tenevo l'asciugamano sulla mia figa mentre accompagnavo Jackson alla porta d'ingresso e lo salutavo con un bacio.

Avvolsi il mio corpo nudo in una vestaglia e andai in cucina. Ho aperto una bottiglia di vino e mi sono seduto versandomi un grande bicchiere. Non so da quanto tempo ero in cucina, ma sapevo che l'intera bottiglia era vuota quando ho sentito sbattere la porta d'ingresso. Ho guardato fuori dalla finestra e ho visto Jessi uscire a marcia indietro dal vialetto. Sono tornato in cucina, ho appoggiato la testa sul tavolo e ho cominciato a piangere quando Bill e Rose sono entrati. Bill mi ha chiesto cosa c'era che non andava e gli ho detto che Jessi aveva visto Jackson pompare il suo sperma in profondità nella mia figa e stavo urlando per farmi venire dentro. Ho chiesto: “Oh, Bill, cosa posso dirle? Come le spiego che sono una puttana per il cazzo nero? Mi parlerà mai più? La perderemo?" Abbassai di nuovo la testa e piansi più forte.

Bill e Rose iniziarono a parlare e Rose sentì che lei e Bill avrebbero dovuto parlare con Jessi della nostra situazione. Rose disse: “Penso che dopo averle parlato, potrebbe capire. Potrebbe non perdonare Jackson e i suoi amici che scopano con Joyce, ma almeno non ci sarebbero segreti o furti in giro per nascondere il desiderio di Joyce per il cazzo nero. Bill poi disse: “Penso di sapere dov'è. Quando vuole stare da sola, va in un piccolo bar. Andiamo a vedere se è lì." Rose e Bill si alzarono e andarono a cercare Jessi.

Dopo un breve tragitto, Bill individuò l'auto di Jessi e svoltò nel parcheggio vicino a un piccolo bar. Rose disse: "Bill, sai cosa dirai a tua figlia?"

“No”, disse Bill, “Ma ha bisogno di sapere che sua madre non è una donna cattiva. Devo farle sapere che la amiamo entrambi e che nulla nella nostra relazione è cambiato. Devo farle sapere che non stiamo pianificando un divorzio, un divorzio provoca devastazione nella vita dei bambini”. Rose ha poi detto: "Ma Jessi non è una bambina, è una donna adulta, forse 18 anni, ma è ancora una donna che fa le proprie scelte". Bill poi disse: “Lo so, ma il divorzio è duro per una famiglia, anche se i figli sono adulti”.

Bill stava scendendo dall'auto e disse: “Rose, per favore resta qui qualche minuto mentre parlo con Jessi. Ti farò segno di entrare quando sentirò che Jessi dovrebbe incontrarti. Bill poi andò al bar e mentre si avvicinava al tavolo, mise la mano su quella di Jessi mentre si sedeva. Jessi stava piangendo e Bill disse: “Tua madre ha detto che sei uscita di casa piangendo. Sono venuto a vedere se stavi bene. Puoi parlare con me e farmi sapere cosa ti preoccupa. Jessi guardò suo padre e cominciò: "Oh, papà, la mamma è... non posso dirlo, non voglio ferirti con quello che ho visto". Bill le strinse la mano e disse: "Lo so e tu pensi che Joyce mi stia tradendo". Jessi disse: “Oh, mio ​​Dio, lo sai? Sapevi che è con un uomo di colore che ha una relazione?"

Bill porse a Jessi un tovagliolo pulito per asciugarsi le lacrime e poi disse: "Non ha una relazione. L'ho accusata di godersi un uomo di colore. Jackson sta avviando una nuova società e io lo stavo aiutando a sistemare i conti quando ho convinto tua madre a cambiare idea sugli uomini neri. “Ma papà”, disse Jessi, “quando li ho visti, lei stava gridando che le venisse dentro. Mi ha sempre detto che è sbagliato che una donna bianca voglia che un uomo di colore le metta il suo sperma dentro. Non riesco proprio a immaginare che la mamma lo voglia. Fin da quando ero piccola, ha fatto commenti odiosi quando vedeva una donna bianca con un uomo di colore, non riesco a vederla cambiare idea.

Bill poi fece segno a Rose di entrare e unirsi a loro. Rose si avvicinò al tavolo mentre Bill si alzava e la presentava a sua figlia. "Jessi, lei è Rose, la moglie di Jackson che hai visto con tua madre." "Lo sai anche tu?" chiese Jessi: "Tuo marito e mia madre fanno sesso, e a casa nostra?" Rose sorrise e disse: “Sì, lo so e li incoraggio anche a fare sesso. Tua madre ha scoperto il piacere che può ottenere da un pene nero e tuo padre mi aiuta a filmare i loro incontri sessuali per la nostra nuova attività.

Jessi rimase seduta in silenzio per un momento cercando di comprendere ciò che Rose le aveva detto. Jessi ha poi chiesto: "Cosa intendi con una nuova attività?" Bill ha detto: “Rose e Jackson stanno organizzando una vendita di DVD porno su Internet. Tua madre sarà una delle nostre star, insieme a molte altre donne bianche che conosciamo. Gli occhi di Jessi si spalancarono e chiese: "Vuoi dire i video in cui viene scopata da uomini di colore? Le persone su Internet vedranno mia madre fare sesso con un uomo di colore?" “Sì”, rispose Rose, “ha già avuto la sua prima gang bang con molti dei nostri clienti neri. È stata subito una cosa naturale e tuo padre mi sta aiutando a montare i video. L’altro nostro compito è fornire puttane bianche sposate ai nostri amici e clienti neri, ora le videoreremo e venderemo i DVD”.

"Oh mio Dio," disse Jessi, "mia madre si lascia scopare dagli uomini di colore." Bill disse: “Sì, non solo lascia che la scopino, ma vuole che la scopino. Lo desidera così tanto che ne vuole di più quando tutti gli uomini sono completamente esausti e non possono più esibirsi. Realizzerà DVD molto venduti, quindi dobbiamo darle un nome d'arte. Jessi poi disse che doveva andare a casa e parlare con sua madre. Ha detto: “Ho bisogno di sapere da lei se è tutto vero. Ho sempre pensato che avesse torto riguardo alle gare, ma devo sapere cosa le ha fatto cambiare idea. Abbracciando suo padre, Jessi si alzò e tornò a casa. Bill mise la mano su quella di Rose e le disse di aspettare. Bill disse: “Ha bisogno di un po' di tempo da sola con sua madre. Prendiamoci una tazza di caffè e parliamo del business dei DVD.

Jessi arrivò a casa e trovò sua madre in vestaglia seduta al tavolo della cucina, il viso rigato di lacrime e trucco. Ora c'erano due bottiglie di vino vuote e gli occhi di sua madre erano vitrei. Jessi, si sedette, prese la mano di sua madre e chiese: “È vero quello che ha detto papà? Vuoi davvero fare sesso con uomini neri e stai fissando i loro DVD?" La voce di Joyce era un po’ confusa mentre diceva: “Sì, non so come spiegarlo, ma l’eccitazione è così travolgente. Sì, adoro i loro grossi cazzi neri e sì, voglio che mi riempiano della loro sborra." Con uno sguardo sbalordito, Jessi disse: “Non potevo credere a quello che hanno detto papà e Rose. What made you change your mind about the races and let a black man have sex with you?” Joyce said, “The excitement just took over, I wasn’t aware of what I was doing at the time. I was sitting next to Jackson watching a porn DVD when I saw a white woman being gang banged by a group of black men. The sexual stimulation, I don’t know, but the next thing I knew, I had my hands around his huge cock and your father was telling me to take him. The stimulation and the mind blowing orgasms I had as he used my body for several hours. Your father was also stimulated as he kept encouraging me.” Jessi then asked, “Did you let him cum inside you?” “Oh, yes,” said Joyce, “It was so nice to feel his cock pulsing inside me. Your dad wanted him to fill me, and even if he didn’t, I wanted it anyway.” Jessi was quiet for a moment and then asked, “Did you let him have anal sex?” Joyce smiled and said, “It was fantastic, yes, he put his cum in there too.”

Jessi got up and as she was heading toward her bed room, she said, “Too much information to digest, I have to be alone to think.” Joyce asked, “Do you still love me, even tho I’m now a slut?. “Yes,” Jessi said, “I do love you, you’re my mother, I’ll never stop loving you. I never had negative feelings toward black people like you, but this is such a change, I need to let this soak in.” Jessi then went to her room and closed the door. Joyce wiped her face and began to stand to get a shower, but her legs were a bit wobbly from the wine. Just then, Bill and Rose came in and Bill helped Joyce navigate to the bathroom.

Bill returned to the kitchen where Rose smiled and said, “You have a beautiful daughter. She has Joyce’s body and looks.” Bill sat and wondered about that statement when Rose said, “You know, you can go black too. I have a pussy and ass for white men.” Bill smiled and said, “Maybe, that’s an offer I will definitely consider. You are a very beautiful black woman and I have enjoyed watching your sexy body at out weekend get-together s. Rose smiled and said, “The offer is open anytime you want my black pussy.” Rose stood, pulled her skirt up and pulled the crotch of her panties to the side and said, “It’s just as pink inside as your wife’s”. Bill laughed as he licked his lips.

Jessi sat on her bed as she heard the bath tub filling with water from her mothers room. She remembered what she saw when her mother was getting fucked by Jackson. He was like a wild man pumping his cock into her. She then searched her mind and recalled seeing the large size of his cock each time he pulled partially out, then thrust back into her mother. As she pictured the action she witnessed, she began to seep vaginal juices and slowly her hand traveled to her clit and pussy. It was like watching porn as the pictures in her mind kept replaying, over and over. Jessi was surprised that her mother had changed her bias against race, a drastic change. Jessi had a strong orgasm and was now comfortable with her mother’s decision. Jessi then nodded off for a nap.

“Jessi,” Joyce called at the bedroom door, “I have dinner ready if you want to eat with us.” Jessi then asked her mother to come in. Joyce sat on the edge of the bed as Jessi said, “Mommy, I’m sorry the way I acted. The shock when I heard you telling him that you wanted him to ejaculate inside your vagina.” Joyce said, “Let’s get this straight. A vagina is a pussy, a penis is a cock and ejaculate is cum. Sex is fucking.” Jessi apologized to her mother for trying to be straight laced. She said, “The more I think about what I saw and heard, it does turn me on that my mother is still interested in sex, and having a black man fuck you and shoot his cum into your pussy is hot. It’s kind of exciting.” Joyce giggled and took Jessi’s hand and led her down the stairs to the kitchen for dinner.

After dinner, Jessi was helping her mother clean up. Joyce then said, “I don’t want to embarrass you, so I will try to have my ‘parties’ when you are not home. Now that you know, I guess you could say I am a white whore for black cock, a cum dump or tramp, whatever term you want.” Jessi replied, “No, you are my mother and if you crave black cock, it’s OK by me.” The two women hugged and as the last dish was put in the dish washer, Jessi said, “I would like to see the DVD you made when it’s edited.” Joyce’s mouth dropped open and she asked, “You want to see your mother being fucked by a group of black men?” “Yes,” Jessi said, “I want to see how much enjoyment you’re getting. I actually want to see it, not on the internet. I’ve seen porn with my boyfriends, but my mother wasn’t in them. By the way, your ‘parties’ won’t bother me when I’m home.” They both laughed and Joyce promised her daughter that she would get the very first DVD.

Jessi then said good night to her parents and headed for bed. She would head back to school Sunday. She wanted a good nights sleep as she had a long Saturday learning of the family’s change and her mother’s career as a ‘movie star’. Jessi didn’t get that good nights sleep she intended. She kept tossing and turning as she kept thinking of her mother and the images etched in her mind and hearing her mother screaming that she wanted to have her pussy filled with the cum from a black man. The drive back to college would be a long one and her first class was early Monday morning.

When Jessi woke and went for breakfast, Her parents explained the business with Jackson and Rose. Joyce was now a whore, she would let the black clients fuck her as they made videos for the DVD business. Jessi didn’t understand her reaction, but her body tingled as her pussy oozed her juices. The thought of her mother letting black men fuck her and her father condoned it, even video taped it, caused her legs to tremble and pussy to throb.

Joyce and Bill bid fair well to Jessi as she was on her way back to college. Joyce noted that Jessi was tired, but Jessi assured her that the drive would be alright and reminded her mother that she wanted the DVD when completed. “I will mail it to you,” Joyce promised, “before your Summer break.” They both giggled as Jessi drove away.

Bill was on his third cup of coffee as he was watching the Sunday morning news when the phone rang. He greeted Rose good morning as Rose asked him if he wanted to work on the editing. Bill let Joyce know that he was going to see Rose. Joyce asked if Jackson was coming over and Bill said, “I don’t know, Rose didn’t say anything.” Bill hugged Joyce tight and gave her a loving kiss and said, “If he does, be sure to get your pussy filled so I can check you out later.” Joyce had a wide grin and said, “Maybe one of your other daily jobs, it to get me ready.” Bill looked at Joyce with a questioning look and Joyce said, “After breakfast, you will prepare me. A douche and enema so I’m ready. Maybe again after dinner too.” Bill smiled and said, “get up to the bathroom NOW whore, I’m going to fuck you first.” Joyce giggled and ran up the stairs.

Bill seemed to enjoy his new chores as he took his time as he fucked the enema and douche tubes into Joyce’s ass and pussy. Joyce gave herself a quick shave to her bare pussy so it would be smooth for any clients. Bill gave Joyce a long loving kiss before leaving. Joyce then put on her very thin white nightgown without panties or bra. She had purchased them earlier and was going to greet Jackson and their clients whenever they came to the house. Joyce put on the DVD she had watched the night she had been ‘blacked’ and settled on the couch with her legs spread wide.

Joyce was so stimulated watching the movie, when she heard the door bell ring, she realized that she had four fingers fucking her pussy hard. Joyce regained her composure and went to the door, forgetting to turn off the video player. She was hoping that Jackson and his clients were on the other side of the door.

Joyce was startled and embarrassed when she opened the door. There stood Mary, Barbara, Janice and Alice, all with big smiles seeing Joyce in a sexy nightgown. They all commented that they liked the look of seeing vaginal juices running down her legs. Joyce, turned red and ran to her bedroom and put on a robe. When she returned to the living room, all the women were laughing and pointing to the TV. Then Alice said, “It’s OK. We do the same thing, especially when Jackson visits.” Joyce seemed stunned and asked, “What do you mean, when Jackson visits?”

Barbara, laughing, said, “We are his white whores too. Mary was inducted before you, about four months ago. This was your time and we all worked hard to get you into our group. When I said we, I mean your husband, our husbands, Jackson and Rose.” Janice then said, “Welcome to the black cock club. We can’t get enough of those big black cocks and we hear you are now craving the same. You just happen to be the first to do a gang bang DVD and we have seen some of it as Bill and Rose are editing. You are hot screaming for more black cock.” Mary said, “Bill had to work hard telling you that he wanted to see you fucked by another man. He said that he only mentioned Jackson once, and that back fired, then had to back off and just talk about our husbands cocks.” Joyce said, “He was very insistent to see other men fuck me. It did get me to visualize your husbands, but I didn’t want to hurt our friendship. I wondered what their cocks would feel like.”

Mary said, “Later, our husbands will be over and you will find out what their cocks feel like. We want you to have a white gang bang before you never want white cock again.” They all laughed and sat to watch the DVD gang bang. Joyce returned her fingers back into her pussy as the other four women undressed and vigorously masturbated. Soon, there was a choirs of uncontrollable orgasms as the women’s bodies trembled and shook.

The women regained their composure when the door bell rang. Joyce ran to the door in her sheer short night gown and greeted her friends husbands one at a time as she kissed them and ground her pussy mound against their cocks. Joyce went to the center of the living room and knelt as the four men began to undress. As each erect cock appeared, Joyce was quick to suck them deep into her mouth. Several times, Joyce tried to get two cocks in her mouth at ehe same time as the naked women sat on the floor watching their husbands begin to run their hands over Joyce’s body. Joyce was starting to moan loudly as her breasts were caressed and nipples pinched. Her first orgasm peaked when she felt her pussy being finger fucked as another finger was deep in her ass.

Soon, she was pulled onto Howard’s cock as it was pointing to the ceiling. As his cock was buried in her pussy, she was pulled to his chest as she felt another cock entering her rectum. Oh, she thought, more cock and I love it. They may not have been big black cocks, but after watching the DVD, she wanted to be fucked hard. All four men fucked her deep and hard. She was filled with cum, over and over, as their wives cheered them on.

Barbara leaned in and whispered in my ear, “You could have had our husbands cocks any time. We have been too busy with Jackson and his customers. We usually get called two or three times a day to meet his clients.” Then Alice said, “We have never had more than three clients at the same time. You are the first to have Jackson and five clients at a time. We are waiting for our gang bangs.”

We were all resting after a two hour fuck fest. I was on the floor with my legs spread wide as cum was oozing from my pussy and ass. I looked up at Mary and asked, “Tell me how this happened. What is the white whore program?” Mary said, “Jackson has two rooms at the ‘Royal Oaks’ motel. He keeps them rented and we each have key cards. When Jackson calls, he lets us know which room we need to go to. The clients pay by the hour, so we fuck them over and over to run up the cost. Jackson gives us a portion of the pay, and the bonus is that we get to have Jackson’s cock deep in our pussies.”

Joyce smiled and said, “Yes, I want that too. I wish it didn’t take this long. I was a real fool to think that black men were taboo.” Then Andrew said, “I know how Bill feels, we all get really hard and turned on when watching our wives being fucked by Jackson. Just knowing what they are doing when at the motel, is a real charge.” Howard said, “We look forward to our wives returning and displaying their cum filled pussies.” Then Mike said, “At our BBQ week ends, we had a hard time when our wives had to keep their clothes on and resist Jackson’s cock. Some times, they couldn’t resist and take Jackson inside for a quick fuck.” “Maybe,” said John, “now we can watch all you women openly on the patio with Jackson’s cock pumping in and out during our get-together parties.”

Joyce giggled and said, “I don’t see Jackson as exclusive, your cocks are welcome in my pussy any time. Now, when we have our regular BBQ weekends, my husband and all your cocks are welcome at any time. We don’t want to wear out poor Jackson. I really enjoyed having your husbands fucking me this afternoon, your husband’s nice cocks are now special to me.

The front door opened and in walked Bill, Rose and Jackson. The only people wearing clothes at the time were the three that entered. Rose said, “We finished the DVD and thought you all would like to watch it with us.” There was a resounding roar as they all gathered in front of the TV. Bill started the DVD and then removed his clothes and sat next to Joyce.

Many comments were made, “Look at that beautiful white pussy stretched by that big black cock,” “God, look at her taking that big cock in her ass,” “She’s leaking so much cum,” and more similar comments. Bill looked at Joyce as his fingers were deep in her pussy and said, “Go over and fuck Jackson, I want to see his cock deep in your pussy.” Joyce rose and went to Jackson and pulled his cock out of his pants and began sucking with wanton lust. Rose ran her hands through Joyce’s hair as she said, “You look so good with black cock in your mouth.”

Barbara knelt next to Joyce and pushed four fingers into Joyce’s pussy and immediately her hand pulled out a flood of cum. Barbara said, “I know that is cum from all our husbands, I wonder how much is from my husband.” She raised her cum filled hand to her lips and sucked it into her mouth and swallowed. Three more times Barbara enjoyed the cum from Joyce’s pussy before Jackson pulled Joyce to his lap and forcefully fucked his cock into her. Jackson held Joyce tight as his cock was a cork holding any remaining cum in her pussy. Jackson then began to lift and drop Joyce on his erect cock displacing the cum already in her. As the cum pooled around Jackson’s balls and legs, the women all gathered and in unison smeared the cum into Jackson’s balls and up and down his legs.

Bill then went to Joyce, pushed her to Jackson’s chest and placed his cock at the cum filled entrance to her rectum. Again cum was displaced, this time from her ass as Bill pumped his cock into his wife. Bill felt his cock rubbing against Jackson’s cock, only separated by a thin membrane causing Joyce to scream with orgasmic bliss. Bill’s cock seemed to grow harder as this was the first time he felt so stimulated, his first double penetration. He was having a hard time delaying his orgasm as his body shook with each thrust.

The other women were sucking cocks, just the closest man having an erect cock. A full blown orgy to last several more hours. Joyce’s friends were now accepting cocks in their pussies and ass’s as they watched and heard Joyce screaming her desire for big black cock. Jackson seemed to be unstoppable as he fucked her in several positions, stretching her holes with his cock.

As they all rested to recoup, Joyce cuddled up to Jackson and said, “Anytime you have clients wanting white pussy, I’m available and with my husbands enjoyable permission.” Bill said, “It took a long time, but it’s nice to know you are now one of ‘us’. I expect an order to arrive in a couple of days, several lights and stands, a better video camera and a new, easier editing program so I can also edit the DVDs. Rose will be busy too with her editing and the sales part of the business.”

Joyce took the DVD from the player, placed it in a mailer and addressed it to her daughter. Barbara asked, “So Jessi knows you are making porn?” “Yes,” replied Joyce, she was startled at first, especially the way she learned by hearing me screaming for a black man to cum inside my pussy.” Bill said, “She was really upset when she thought her mother was cheating on me, and with a black man. Now, she knows Joyce and I are happy and there would be no nasty divorce like some children go through.”

Alice looked at Joyce and asked, “It shouldn’t be to long before she will be home from school. Do you think she is still over the shock, especially when she might see you making another video?” Joyce said, “I think she is comfortable with my new career, at least she said it wouldn’t bother her if I was having a ‘party’ when she was home.” Rose laughed and said, “She might see several ‘parties’ as your daughter puts it. Jackson and I have been working on a schedule for you. You may be a busy whore with several gang bangs.”

--------------------

Jessi was busy studying for an exam when there was a knock on her dorm room door. She was surprised to see her RA at the door with a package. As she took the package, the RA said, “I was instructed that this was be delivered in person, not in your mail box.” Jessi thanked her and returned to her studies. When she got to a resting point, she decided that she would see what’s so important about the package. When she saw the return address was from her mother, she knew what was in the package.

Jessi knew it was a porn DVD of her mother being gang banged and also that it was going to stimulate her pussy. After she removed the DVD and placed it in the player, she undressed wearing only her panties. She began the ‘play’ and settled back on her bed to watch. It took only a few minutes when one hand was molesting her breasts and the fingers from the other was deep in her pussy soaking her panties. She watched very intently as several very large black cocks fucked her beautiful mother. She saw how stretched her mother’s pussy and ass were gaping whenever a cock pulled out and another entered one of her holes.

Jessi was do engrossed with the DVD, she didn’t notice that her roommate, Emmy, entered the room. Jessi then felt a presence and saw Emmy now watching the DVD with her. She also noted that Emmy had her jeans undone and a hand was furiously finger fucking her own pussy. The two girls looked at each other and Jessi said, “That’s my mother. That’s her being gang banged by black men.” “Oh, my God,” said Emmy, “Your own mother? She’s a porn star?” Jessi said, “Yes, this is her first DVD.” Emmy then said, “Those are some really big cocks and she is certainly enjoying them. Oh, my God, look at that one that was in her ass, you would think it would rip her open.”

It didn’t take long before Emmy was naked and fucking herself with a dido as Jessi was burying four fingers in here own pussy. Both girls had mind shattering orgasms as they watched a very sexually stimulating white woman being ravished by several black men. They were really stimulated when they saw all the cum flowing from Joyce’s ass and pussy, and her stretched open holes. The DVD ended and they fell back on the bed while breathing hard, but continued there assaults on their pussies.

Emmy calmed and then said, “Your mother is so beautiful. It is evident that she likes to be fucked by big black cocks. I almost went to bed with a black man, but he was too pushy. He’s in the Omega Psi Phi black fraturnity. Now I wish I had taken up his proposal.” Jessi said, “I’ve never had sex with a black man either. There are a couple of guys I’ve had with big cocks, but not like that.” Emmy laid quiet for a few minutes and then dressed and left the room. Jessi pushed the play button on the DVD player again and repeated fingering her pussy and stimulating her clit watching her mother once again deep in the throes of sexual passion.

Around 5 am, Jessi woke hearing her roommate trying to be quiet as she was undressing for bed. Jessi asked, “Where did you go? We have breakfast and classes in about two hours. You can’t go to sleep now.” Emmy said, “I’m not going to classes today, I’m exhausted and my pussy is sore.” Jessi asked, “What do you mean your pussy is sore?” Emmy said, “Remember I told you about the black man I turned down? Well after that DVD, I went to his frat house and he and his black friends fucked me for four hours. I know your mother’s feeling.” Jessi’s eyes were wide as she said, “Oh, my God, you let a bunch of strange black guys gang bang you.” “Yes,” said Emmy, “It was marvelous and I’m going to do it again in a few of days,” Jessi finished dressing, grabbed her books and left for breakfast and then classes.

Jessi had a hard time concentrating on her exam. She was distracted with the DVD she saw of her mother and now with her roommate being gang banged by black men. Her pussy was tingling and drooling during the test. Several times she had to drop her hand to her lap and rub her stimulated pussy. Soon, the test was over and she ran to the rest room and masturbated as sexual images flooded her mind.

Later that day, Jessi returned to her dorm. As she was walking down the hall, there was a black man exiting her room. She went inside and saw Emmy, naked on her bed, legs spread and oozing cum from her pussy. Jessi asked, “Was that your black boyfriend from last night?” Emmy smiled and answered, “No, that was one of his frat brothers. He has a really big cock. I think he fucked me three times last night.” Jessi put her books away and went to the commons to watch TV and relax. She didn’t know what was on the TV as her mind was preoccupied with the deluge of sex in the past day. Just the images of her mother enjoying being fucked for hours by black men kept her pussy tingling and moist.

--------------------

Bill had just finished cleaning Joyce out, a clean ass and pussy, as she was preparing for another video session. Rose was setting up the lights and checking the video cameras when Bill appeared to help. Rose said, “I can’t wait any longer.” She then dropped to her knees and unzipped Bill’s pants, pulled down his pants and boxers. She grabbed his cock and vacuumed it deep into her mouth and once erect, it was deep in her throat. Bill never has his cock sucked in such a wanton way, and never by a black woman. It didn’t take long before his eyes rolled back in his head and his legs shook. Soon he felt the juice from his balls traveling through his cock and filling Rose’s throat. Rose smiled at Bill and licked her lips. Bill pulled off his boxers and pants as he was getting ready to film his wife. He assured Rose that she was a fantastic cock sucker. Now Rose undressed and said, “If you and the rest are going to be naked, so am I.”

Jackson arrived with eight of his black customers and for this DVD, Joyce was to help them undress as she would suck their cocks showing just how big they were to the camera. Rose began the video as Bill made sure the lighting was right and that there was a good contrast between ‘black and white’. Rose bent down to get a good close up shot of a cock buried entirely into Joyce’s throat. Bill watched and noticed Rose’s ass open up as she bent down. His cock was once again at full mast thinking of that pussy she had once displayed to him. Soon, his hand was between her legs and rubbing her pussy and ass. Rose looked up at Bill and said, “When we take a break, you had better fuck me hard.” Bill smiled and nodded agreement.

Joyce took cocks in all her holes for an hour and a half when they decided to rest. Alcoholic beverages were imbibed by everyone as Rose grabbed Bill and pushed him back on the couch. Soon, she had his hard cock in her mouth. Joyce saw the situation and she ran to them and said, “I want to see you fuck her.” She then reached up and ran her fingers into Rose’s pussy. Being naked, Joyce sat on the floor cross legged and watched as Rose crawled up and straddled Bills legs and then pounced her pussy down on Bill’s cock. Joyce, drinking a glass of wine, smiled as she watched her husband fuck a black woman.

The break was over and once again Joyce was accepting big black cocks in all her holes. Her ass and pussy were stretched open as loads of cum were deposited into her bowels and womb. Before cocks would cum in her mouth and throat, they would pull out and either pump their cum into her pussy or ass. Bill watched his wife’s debauchery as his cock was in a steady erect state. Bill and Rose both had video cameras, they wanted to catch angles and close up scenes for their editing. Bill also watched Rose, her smooth shaved pussy and puckering ass, she was displaying her own sexuality. Bill knew her oozing pussy was the cum he pumped into her.

--------------------

Jessi was going to go home for the weekend and was planning to let her mother know how stimulating her DVD was. As Jessi was packing, Emmy kept bugging Jessi. Emmy said, “I will be all alone this weekend, let me go with you to visit.” Jessi said, “I haven’t asked my mom if I could bring a guest, in fact she doesn’t know I am coming for the weekend.” Emmy said, “Please, I’ll even pay for the gas and if we stop for something to eat, I’ll pay for that too. I want to meet your mother.” Jessi asked, “What about your friends at the frat house?” Emmy said, “They are going away this weekend too, it’s a long weekend with Monday having no classes.” Jessi relented knowing her mother would have no problem with a guest. They had two guest rooms, and Emmy could even sleep in her large room if necessary.

Jessi pulled into the driveway. She notices several cars parked on the street and had a feeling that her mother and father wre not alone. Instinctively, her pussy began to tingle. Jessi and Emmy each had a small suitcase for the weekend and they hauled their bags to the front door. Jessi walked in frist and the living room was empty as she led the way to her bedroom. Emmy was following close up the stairs. Jessi then heard some moaning from her mother’s bedroom.

--------------------

Jackson was naked and standing close to the bed as Joyce was being stuffed with big black cock, but this time Joyce was taking two large cocks in her stretched pussy. Once she knew both cocks were well imbedded and starting to stroke in and out, she felt her vaginal nerves explode with the friction and she began to yell with a shattering orgasm. Her juices were flowing as her legs shook and she grabbed Jackson’s cock with a firm grip. Joyce began to scream.

Jessi was leading Emmy to her bedroom when she heard, “YES, FUCK ME HARD, I LOVE BOTH COCKS IN MY PUSSY.” Jessi was close to her mother’s open bedroom door and wasn’t sure she should continue with Emmy following. As she paused, Emmy bumped into her causing her to end up at the open door. Jessi and Emmy froze in the doorway as they observed a room full of naked black men all with large erect cocks. On the bed, Jessi and Emmy saw Joyce, legs spread wide laying back on a black man, his cock in her pussy, and another man above Joyce, also with his cock in her pussy. It seemed unbelievable, her mother had two cocks stretching her pussy wider. They heard Joyce yelling for them to fuck her deep as she was pulling Jackson’s cock toward her. The also saw a white man and a black woman moving about with video cameras. Jessi recognized her father with one of the video cameras. Jessi started to back out, but was blocked by Emmy who was stunned at the sight with her hand down her pants rubbing her pussy.

Emmy was whispering in Jessi’s ear, “I want that, I want those black cocks in me.” Jessi then saw Jackson’s cock again as it was in her mother’s hand. Her pussy began to pulse and flow her juices. She pulled up her skirt and pulled down and off her panties. Once her pussy was bare, she began to pump her fingers into her pussy. Rose saw the girls and waved the

Storie simili

Pane e burro

Nota dell'autore; Questa storia è una storia d'amore, e il sesso si verifica verso la fine. Ad alcuni potrebbe non piacere per la sua mancanza di luridezza vicaria dall'inizio alla fine. La poesia che John condivide con Rachel; Autumn appartiene a Emily Elizabeth Dickenson, (10 dicembre 1830 - 15 maggio 1886). Era una poetessa americana. L'ho scelta perché è la mia poesia preferita dell'autunno e il mio periodo dell'anno preferito. Pane e burro Beagle9690 Settembre 2019 Ha servito ventisette anni nei Marines, ritirandosi come colonnello a quarantacinque. I Marines hanno temprato John duro e resistente come il ferro forgiato. Era rispettosamente...

1.6K I più visti

Likes 0

Garry

Mentre Garry camminava lungo la strada principale guardando in ogni vetrina si imbatté in un avviso nel negozio 7 undici, fermandosi iniziò a leggere l'avviso, wow pensò che il bordo gratuito offerto per aiutare nel corso di cucina della scuola privata era così perfetto come ha iniziato a comporre il numero di cellulare che era indicato nell'avviso. È sembrato passato un'eternità prima che il telefono facesse clic e una voce rispondesse Ciao, sono Mary, posso aiutarti a parlare con una voce femminile. Per un breve secondo Garry era nervoso quando alla fine sbottò Ciao, mi chiamo Garry e ti sto chiamando...

1.9K I più visti

Likes 0

Capitolo 2 Rivelazioni

Capitolo 2 Rivelazioni Squall attraversò stancamente il Garden, diretto al Training Center per allenarsi. Sperava che lo avrebbe aiutato a svegliarlo, inoltre aveva solo bisogno di uscire dal suo ufficio. Si era quasi addormentato alla sua scrivania, non qualcosa che un comandante dovrebbe fare. Sono solo sogni, alla fine se ne andranno. si rassicurò mentre passava davanti ad alcuni cadetti che lo salutavano mentre passava. Salutò a malincuore a sua volta, desiderando che potessero dimenticare che era il loro Comandante per una volta. Comandante Leonhart, per favore venga subito nel mio ufficio, sentì la voce di Cid echeggiare in tutto l'edificio...

1.5K I più visti

Likes 0

Jake, Robby e una sorpresa

Scriverò di più se ti piace. Inviami un'e-mail con commenti/suggerimenti: [email protected] Jake Greenman è seduto nella sua lezione di teoria musicale, annoiato a morte e giocherellando con una chitarra per cercare di compensare l'ansiosa diffusione di giovani ormoni in tutto il suo corpo tonico e caldo. I suoi capelli castani, lisci e magri nella carnagione, gli sfiorano leggermente la fronte e ricadono sul cuoio capelluto, e deve voltarli indietro periodicamente. Il suo modo di suonare la chitarra è un po' sporadico, le sue dita lisce e bianche accarezzano la tastiera e scivolano altezzosamente su e giù per la chitarra sub-par. È...

1.6K I più visti

Likes 0

La moglie di Harvey e i suoi amici

Harvey stava filmando sua moglie, che aveva appena avuto il viso ricoperto di sperma dal cazzo di 11 pollici del suo Master Max. Per ripulirlo, ora Max stava pisciando su tutta la faccia di Ginger. La rossa di 58 anni ha trovato questo rilassante e non fuori dalla norma. Max era un uomo di 20 anni che era la sua costante Maledom, si erano incontrati 1 anno prima in un club di scambisti e ora Max viveva nella Master Suite a casa loro. Ginger avrebbe fatto soldi per il suo padrone andando in webcam, lui si era sistemato nella tana. La...

1.6K I più visti

Likes 0

Tenero amore II

Introduzione: Per comprendere e apprezzare appieno questa storia, leggere la Parte I di Tender Love. Mi dispiace che ci sia voluto così tanto tempo per la parte 2, mio ​​padre è morto e io ero distratto. La giovane donna latina giaceva sopra la mia forma nuda con il mio cazzo duro come una roccia ancora incastrato tra le labbra della sua figa, come se fossi un dildo umano per il suo piacere. Potevo sentire i suoi caldi succhi d'amore che cominciavano a raffreddarsi mentre gocciolava dai lati delle mie cosce. Si è riposata dal potente climax che aveva appena sperimentato strofinando...

1.5K I più visti

Likes 0

Festa del 4 luglio

NOTA: per coloro che non vivono in America ho aggiunto un grafico di conversione della storia alla fine. +++++ Festa del 4 luglio Mia moglie ed io abbiamo deciso di organizzare una festa in famiglia Il 4 luglio nella nostra fattoria. Abbiamo diverse centinaia di acri di terra e possiamo fare qualsiasi cosa vogliamo. Era stato pianificato con diversi mesi di anticipo in modo da avere tutto il tempo per preparare un campo negli ultimi quaranta per tenere la festa. Poiché il quarto era di mercoledì quest'anno, abbiamo invitato tutti quelli che conoscevamo a trascorrere l'intera settimana e anche entrambi i...

1.5K I più visti

Likes 0

La ragazza con il tatuaggio del lupo_(0)

Mi feci rapidamente strada tra la folla di altri studenti mentre mi dirigevo verso il mio armadietto. Questa è stata una delle quattro volte che ho potuto fare nel mio armadietto prima della lezione successiva e non vedevo l'ora di liberarmi del carico di libri che stavo facendo i bagagli nei corridoi. All'improvviso ora è apparsa la folla del mio amico Jeremy, proprio quando ho iniziato a lavorare la serratura a combinazione del mio armadietto. Jeremy ed io eravamo amici dalla quarta elementare. Ci siamo allontanati l'uno dall'altro per un po' alle medie quando Jeremy si è unito alla squadra di...

1.7K I più visti

Likes 0

La ragazza del maestro

Raggiunge il cielo, i polsi abbracciati nella presa di stretti vincoli mentre sta in piedi, i piedi divaricati, ancorata al pavimento da vincoli simili. Intorno al suo collo giace la fascia tesa di un bavaglio che le interrompe la voce e un'altra fascia che tiene una benda sugli occhi dei suoi bellissimi occhi morbidi. È legata a 4 anelli, due avvitati nel pavimento, affondati nelle pesanti assi, mentre l'altra coppia è saldamente avvitata alle pesanti travi del tetto del soffitto. La luce tremolante delle candele la circonda e la dolce aria della notte estiva aleggia sulla sua nudità. Rabbrividisce in attesa...

1.5K I più visti

Likes 0

Il viaggio in spiaggia_(3)

Il viaggio in spiaggia Non ho mai pensato a me stesso come uno spettatore. Non direi che sono brutta, ma non ho mai pensato che le ragazze parlassero di me e non fossi molto ricercata. Ero più un amico. Uscivo sempre con le ragazze, ma non pensavo che nessuna di loro fosse interessata a me. Ho 15 anni, circa 5'11, 150 libbre e niente di veramente speciale. Occhi castani, capelli castani, quasi del tutto nella media. Ero abbastanza in forma, grazie al fatto che giocavo a calcio, e avevo molto successo a scuola. Ero andato fino alla terza media senza una...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.