Cassie e sua madre_(1)

434Report
Cassie e sua madre_(1)

Jo-27 anni
Tracie-30 anni
Cassie-9 anni

Tutto è iniziato il giorno in cui ho incontrato Tracie. Tracie ha lavorato presso la banca locale dove ho fatto tutte le mie operazioni bancarie. Bene, Tracie e io abbiamo iniziato a parlare e in poco tempo abbiamo iniziato a frequentarci. Dopo alcuni mesi Tracie e sua figlia, Cassie, si sono trasferite da me. Tutto stava andando alla perfezione, la vita non poteva andare meglio, avevo una sorpresa.

Era l'estate del 98 e Tracey dovette portare suo padre in ospedale. Cassie è rimasta con me, il che non era insolito che ci fossero state molte volte in cui eravamo stati soli insieme. Ero già sveglio e stavo guardando la tv con indosso un paio di pantaloncini blue jeans e una maglietta. Cassie è entrata in soggiorno indossando solo la sua camicia da notte che le scendeva fino alle ginocchia e un paio di mutandine con sopra dei gattini.
Bene, si è raggomitolata sul divano con me e ha iniziato a tormentarmi perché guardavo i cartoni animati. Continuavo a darle del filo da torcere raccontandole solo un secondo e passando ai cartoni animati e cambiando canale avanti e indietro. Bene, ha cercato di afferrare il telecomando ed è iniziato un tiro alla fune. Non durò a lungo perché di solito faceva a modo suo.

Quando ha afferrato il telecomando era sdraiata sul mio petto e ha continuato a sdraiarsi lì. Bene, all'improvviso ho iniziato a massaggiarla sulla schiena e ha iniziato a dimenarsi un po'. Bene, ho continuato a strofinarla sulla schiena e le mie mani continuavano ad abbassarsi sempre di più. Prima di rendermi conto di quello che stavo facendo, le stavo massaggiando il culo
.
All'improvviso sono tornato alla realtà e ho smesso di chiedermi se stesse per finire nei guai. Ero così felice di avere i pantaloncini blue jeans o lei avrebbe sicuramente sentito il mio cazzo premerle contro. Mentre ero seduto lì a chiedermi cosa diavolo fosse appena successo, lei mi guardò come se diavolo c'è che non va in te. Mi prese le mani e se le rimise sul culo.

Ora stavo davvero sudando, cercando di capire come uscire da questa situazione difficile, ma allo stesso tempo mi divertivo da morire. Ci siamo seduti così per circa cinque minuti, poi lei mi ha guardato e ha detto ok il mio turno. La mia testa girava così velocemente che non avevo idea di cosa diavolo stesse parlando
.
Si è alzata e mi ha tirato su, si è sdraiata sul divano e mi ha tirato sopra di sé. Le sue mani sono andate istantaneamente dritte al mio culo. Abbiamo sdraiato così per circa un minuto quando ha iniziato a sospirare come se fosse sconvolta. Le ho chiesto cosa c'era che non andava. Mi ha detto che non era giusto.

Ho detto piccola cosa non è giusto. Ha detto che hai i pantaloncini, io no. Bene, aveva ragione, ma non aveva un problema duro che si drizzava e perdeva pre-sborra come un rubinetto in funzione. Quindi le ho detto che non potevo togliermi i pantaloncini perché mi sarei cacciato in un sacco di guai se qualcuno lo avesse scoperto. Mi ha assicurato che non l'avrebbe detto a nessuno. Beh, aveva questi occhi da cucciolo e le labbra imbronciate, come diavolo potevo dire di no.

Così mi sono tolto i pantaloncini con lei che sorrideva da un orecchio all'altro. Mi sono sdraiato su di lei e lei ha subito iniziato a massaggiarmi il culo. Mentre ero sdraiato con lei a strofinarmi il culo, la guardavo in faccia e aveva il sorriso più grande sul viso come se fosse la ragazza più felice del mondo. I nostri occhi si incontrarono e dal nulla le tirai fuori la lingua. Beh, lei ha reagito tirandomi la lingua fuori. Le ho detto che se lo avesse fatto di nuovo l'avrei morso. Bene, come farebbe qualsiasi bambino di 9 anni, l'ha fatto di nuovo. Ho provato a morderlo ma lei ha chiuso la bocca prima che potessi afferrarlo. Ma le mie labbra sfiorarono le sue labbra e penso che entrambi abbiamo avuto un brivido lungo i nostri corpi. Beh, ha riso e ha detto di rallentare e l'ha fatto di nuovo.

Questo è andato avanti per alcuni secondi con me che non sono mai riuscito a prendere la sua lingua. Quindi le ho tirato fuori la lingua invitandola a provare a prendere la mia. Dopo alcuni tentativi le ho lasciato prendere la mia lingua in bocca. La sorprese e fece un salto indietro non sapendo cosa fare. Poi sorrise e mi mostrò la lingua e mi lasciò prendere la sua lingua con le mie labbra. Ho iniziato a succhiare lentamente la sua lingua che sapeva del vino più dolce che avessi mai assaggiato.

Poi ha voluto succhiare la mia lingua che ho permesso volentieri. Ci siamo seduti così per alcuni minuti ed è stato dannatamente scomodo per me perché stavo cavalcando su di lei con tutto il mio peso sulle ginocchia cercando di tenere il mio peso lontano da lei per non parlare del tentativo di impedire al mio cazzo di toccarla e lei chiedeva di più domande.
Le ho detto che era il mio turno, quindi siamo passati con me sul fondo. Durante il cambio mi sono tolto la maglietta perché avevo caldo. Quando è strisciata di nuovo sopra di me e ho iniziato a strofinare il suo bel culetto mi è venuta un'idea. Le ho detto che non era giusto e lei mi ha chiesto cosa non era giusto. Aveva una maglietta e io no. Mi ha guardato e ha detto che mi metterò nei guai, le ho promesso che non l'avrei detto. Sì, lo dirò e darò 20 alla vita.

Le ho assicurato che sarebbe andato tutto bene. Ebbene in un colpo solo si tolse il vestito e si sdraiò prima che potessi anche solo guardare i suoi preziosi piccoli dossi. Sono tornato immediatamente a strofinarle il culo ea fare il nostro piccolo gioco di succhiare la lingua. La prossima volta che era sulla schiena, che non è stata lunga perché volevo guardare quei piccoli rigonfiamenti sul suo petto, ho iniziato a baciarle il collo e ho iniziato a baciare i suoi piccoli rigonfiamenti. Mi ha detto che mi faceva il solletico, ma quando le ho chiesto se voleva che smettessi, ha detto di no. Non passò molto tempo prima che cambiassimo di nuovo e lei iniziò a copiare le mie mosse e iniziò a baciarmi il petto.

Poi l'ho presa in braccio e l'ho fatta sedere dritta dove era seduta sul mio cazzo. Ho iniziato a strofinare i suoi piccoli dossi e lei ha iniziato a strofinare il suo culetto sul mio cazzo. Mentre lo faceva, la testa del mio uccello è saltata fuori dalla cintura. Ha guardato in basso e ha detto con la vocina più carina che sta fuoriuscendo. Sapevo di cosa stava parlando, ma ho fatto lo stupido e le ho chiesto cosa. Lei lo ha indicato e le ho detto che voleva uscire e suonare, ma se non lo voleva fuori avrebbe dovuto ospitarlo.

Ha tirato su nervosamente la mia cintura per coprirla di nuovo. Bene, continuava a uscire e una volta quando è andata a coprirlo di nuovo le ho afferrato la mano e l'ho messa sul mio cazzo. All'inizio ha tirato indietro la mano, ma poi ha iniziato a toccarla e a sentirla. Poi mi ha preso la mano e l'ha messa sulla sua piccola figa mentre aveva tirato le mutandine di lato. Siamo rimasti entrambi così per un po'. Come non le ho sparato addosso, non lo farò mai perché stavo per perdere tutto il controllo e forzare il mio cazzo nella sua fica se non venivo presto.

Ho pensato che questa fosse la più grande esperienza del mondo e non c'era modo che potesse migliorare. Ben sbagliato di nuovo. Proprio quando sto per sparare sperma dappertutto lei mi guarda e dice. Lo bacerai come fa la mamma? Che cosa!! Ho urlato. Bene, questo l'ha spaventata e lei è saltata giù ed è corsa nella sua stanza piangendo. Beh, sono così a corto di parole che sto semplicemente lì con la bocca spalancata cercando di capire cosa cazzo è appena successo. Con il mio cazzo ancora palpitante e ora chiedendomi se sarebbe andata fuori di testa e avrebbe detto tutto a sua madre, sono andato a bussare alla sua porta e l'ho chiamata per nome. Mi ha detto di andare via. Entrai comunque e mi sedetti sul letto, lei era sotto la coperta sdraiata lì a piangere.

Le ho chiesto perché stesse piangendo e lei mi ha detto che sua madre sarebbe andata in prigione adesso ed era colpa sua. Le ho chiesto cosa volesse dire e ha detto che sua madre le aveva detto di non dirlo mai a nessuno o sarebbe stata messa in prigione. Le ho detto che non l'avrei detto a nessuno. Prometto. Mi ha chiesto perché hai urlato allora. Le ho detto che mi ha semplicemente sorpreso, tutto qui, ma volevo davvero baciarlo come ha fatto sua madre se me lo avesse permesso.

Mi guardò e disse davvero, con un piccolo sorriso che tornava e le lacrime che ancora le rigavano le guance. Le ho detto che volevo baciarla laggiù più di quanto potesse mai realizzare. Non ho tirato fuori bene le parole dalla mia bocca e lei si è tolta le coperte e si è strappata le mutandine. Poi ha aperto le gambe e la cosa più bella che abbia mai visto è stata guardarmi. Fu tutto ciò che potevo fare per resistere a tuffarmi lì dentro e divorarlo come un leone affamato.

Ho iniziato a leccarlo molto lentamente godendomi il sapore più dolce che avesse mai toccato le mie labbra. Cominciò a gemere e nel giro di pochi minuti tutto il suo corpo iniziò a tremare. È diventata zoppicante, il che andava bene, ma avevo ancora una fottuta erezione enorme e stava iniziando a farmi male. Le ho chiesto se stava bene e ha detto di sì, è stato fantastico. Le ho detto che non mi sentivo molto bene e che dovevo fare qualcosa per sentirmi meglio. Mi ha guardato e ha detto cosa. Le ho detto che sarei tornato subito. Sono andato in bagno e ho preso della vaselina. Sono tornato e le ho chiesto se avrebbe provato qualcosa di nuovo, le ho promesso che non avrebbe fatto male.

Ha detto ok e le ho detto di mettersi in ginocchio. Ho lubrificato il mio cazzo e allargato un po' tra le sue gambe. All'inizio era così che è disgustoso. Le ho detto, per favore, provalo e lei ha detto ok. Non volevo penetrarla ma accidenti volevo sentire un po' di pelle intorno al mio cazzo.

Quindi ho posizionato le sue gambe nel modo giusto e ho messo il mio cazzo contro la sua fica e ho spinto il mio cazzo tra le sue gambe. Non era figa ma con la testa del mio cazzo che scivolava avanti e indietro contro la sua figa sapevo che non ci sarebbe voluto molto. Proprio prima di sparare al mio carico, mi sono tirato fuori da tra le sue gambe e le ho spruzzato sperma su tutta la schiena. Giuro che era come un gallone. Stava solo rotolando lungo la schiena e nella fessura del suo culo. Sono crollato su di lei quasi soffocandola. L'ho guardata e giuro che se non ci fosse stata alcuna luce nella stanza avresti giurato che brillava come un angelo. Ho dato un'occhiata all'orologio e sapevo che sua madre sarebbe tornata presto a casa e che dovevo mettere in atto il piano B.

Storie simili

Il risveglio sessuale di Jennifer - Ch5 - Prendere il sole

1 suggerimento Jennifer, ti ricordi che ho menzionato un bel posto appartato dove possiamo andare a prendere il sole in pace? 'Sì.' Vorresti andarci domani? 'Oh si.' È un po' fuori dai sentieri battuti, quindi che ne dici di noleggiare un paio di biciclette per arrivarci? Ok, ma non ci renderà un po' accaldati e sudati quando arriviamo? «Oh, sì, decisamente, ma questo è il punto. Ne varrà la pena, vedrai.' 2 Prepararsi Cosa dovrei indossare? si chiese Jennifer, guardando attraverso il suo guardaroba e sistemandosi su un crop top scollato con una minigonna avvolgente. Decise che avrebbe indossato anche il...

387 I più visti

Likes 0

Parte 5_(1)

Accendi la fotocamera: Toni è seduta sul bordo del letto con Joe e io in piedi su ogni lato di lei si sta accarezzando un cazzo in ogni mano, a turno succhiandoli e leccandoli a turno, inizia a prendersela davvero mentre fa la gola profonda gemendo e conati di vomito mentre va avanti ci tira su sul letto per i nostri cazzi e ci mettiamo in posizione. Joe si è sdraiato sulla schiena e Toni a cavallo di lui ha guidato il suo grosso casco nella sua figa bagnata, l'ho guardata un po' per poterla vedere una crema bianca densa scivola...

439 I più visti

Likes 0

Sharon è di proprietà pt 2 , dopo il ballo_(2)

Sharon si stava masturbando Billy mentre parlava con Cindy sul cellulare, era il giorno dopo il ballo di fine anno ed erano le 15. Sharon e Billy avevano passato quasi tutto il tempo a letto. Aveva anche suo padre, George portava loro la colazione a letto mentre lei continuava a dare la testa a Billy. La scorsa notte Billy era tornato a casa super eccitato perché era stato masturbato solo da Cindy nella limousine, nient'altro. Quindi, essendo la brava troia del sesso, Sharon stava aspettando nel letto di Billy indossando il suo reggiseno rosa e slip preferiti. Ha mormorato un rapido...

55 I più visti

Likes 0

La prima scopata di Julia

Questa è la mia prima storia, quindi per favore dimmi cosa ne pensi! Julia era una matricola di quindici anni. Era poco più di 5'2 e aveva una figura ad eliminazione diretta. Era una di quelle ragazze piccole e formose. Aveva tette 32C e una vita minuscola che svaniva in un culo perfettamente rotondo. Aveva un viso spigoloso con labbra carnose e una pelle color avorio cremoso. Lunghi capelli castani le scendevano lungo la schiena. Ma la sua caratteristica più sorprendente erano i suoi occhi. Erano grandi, intelligenti e di un blu brillante, seminascosti sotto un ventaglio di ciglia scure. Ben...

7 I più visti

Likes 0

Pane e burro

Nota dell'autore; Questa storia è una storia d'amore, e il sesso si verifica verso la fine. Ad alcuni potrebbe non piacere per la sua mancanza di luridezza vicaria dall'inizio alla fine. La poesia che John condivide con Rachel; Autumn appartiene a Emily Elizabeth Dickenson, (10 dicembre 1830 - 15 maggio 1886). Era una poetessa americana. L'ho scelta perché è la mia poesia preferita dell'autunno e il mio periodo dell'anno preferito. Pane e burro Beagle9690 Settembre 2019 Ha servito ventisette anni nei Marines, ritirandosi come colonnello a quarantacinque. I Marines hanno temprato John duro e resistente come il ferro forgiato. Era rispettosamente...

595 I più visti

Likes 0

La giovane Amy combatte i suoi desideri.

Durante il fine settimana, Amy ha pensato che Max l'avesse scopata. Sì, era sicura nella sua mente che fosse quello che era successo venerdì pomeriggio. Max l'aveva scopata. Non era colpa sua. Ma lei continuava a pensarci e a pensarci, ei pensieri continuavano a farle sentire una sensazione di formicolio sessuale nei suoi lombi che le fece scivolare la mano tra le cosce per strofinarsi. Adesso era lunedì pomeriggio e la scuola era finita. Era stato difficile tenere la mano tra le cosce durante le lezioni, ma in qualche modo ci era riuscita. Ora tornando a casa, poteva sentire l'umidità delle...

592 I più visti

Likes 0

La ragazza del maestro

Raggiunge il cielo, i polsi abbracciati nella presa di stretti vincoli mentre sta in piedi, i piedi divaricati, ancorata al pavimento da vincoli simili. Intorno al suo collo giace la fascia tesa di un bavaglio che le interrompe la voce e un'altra fascia che tiene una benda sugli occhi dei suoi bellissimi occhi morbidi. È legata a 4 anelli, due avvitati nel pavimento, affondati nelle pesanti assi, mentre l'altra coppia è saldamente avvitata alle pesanti travi del tetto del soffitto. La luce tremolante delle candele la circonda e la dolce aria della notte estiva aleggia sulla sua nudità. Rabbrividisce in attesa...

469 I più visti

Likes 0

L'Incubo_(0)

L'Incubo Un vampiro ad Halloween incontra il suo partner. AVVERTIMENTO! Questo non è per i bambini. Tutti i personaggi hanno più di 18 anni. Nessun animale è stato ferito nella produzione di questa storia. Nota dell'autore: ogni personaggio in o citato in questa storia ha 16 anni o più. A volte nella vita reale le persone mentono sulla loro età. Allo stesso modo, questi personaggi della storia possono mentire sulla loro età, affermando che hanno meno di 16 anni. Ma sto affermando qui e ora, come autore di questa storia, che ogni singolo personaggio ha almeno 16 anni. Qualsiasi riferimento a...

200 I più visti

Likes 0

Capitolo 2 Rivelazioni

Capitolo 2 Rivelazioni Squall attraversò stancamente il Garden, diretto al Training Center per allenarsi. Sperava che lo avrebbe aiutato a svegliarlo, inoltre aveva solo bisogno di uscire dal suo ufficio. Si era quasi addormentato alla sua scrivania, non qualcosa che un comandante dovrebbe fare. Sono solo sogni, alla fine se ne andranno. si rassicurò mentre passava davanti ad alcuni cadetti che lo salutavano mentre passava. Salutò a malincuore a sua volta, desiderando che potessero dimenticare che era il loro Comandante per una volta. Comandante Leonhart, per favore venga subito nel mio ufficio, sentì la voce di Cid echeggiare in tutto l'edificio...

596 I più visti

Likes 0

IL NOSTRO BUON TEMPO

Siamo appena tornati a casa dalla nostra serata fuori. Mio marito James ha aperto la porta ed è andato in cucina a prendere qualcosa da bere mentre do il benvenuto ai nostri nuovi amici a casa nostra. Avevamo incontrato Stacy e Brandon al bar ed eravamo diventati amici in pochissimo tempo. Stacy era una bella donna di circa un metro e ottanta con bei capelli rossi fino a lei, ma era una ragazza molto magra. Brandon era un ragazzo dall'aspetto molto in forma, alto, capelli castani e una bella corporatura per se stesso. James è uscito dalla cucina, aveva tirato fuori...

569 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.