Motocicletta del deserto, parte II

891Report
Motocicletta del deserto, parte II

Per tutto il pomeriggio la tua mente continua a pensare a quello che è successo.
Hai avuto la fantasia di essere presa con la forza per un po' e quando è realmente successo....
'Dio'! 'Smettila', urli nella tua mente.
Sei così grata che David, tuo marito, sia fuori città. Se avesse aperto la porta come avresti spiegato le rose e il biglietto?
Eppure ti sta assillando così! Potresti essere ucciso o peggio. Quegli occhi duri. Il corpo duro. Il mistero!
Guardo dalla cima della collina più alta. Vestito con una tuta Moto-X nero corvino, con casco nero e guanti neri.
L'elmo è dipinto con la stessa faccia demoniaca di quello rosso.
La moto è una grossa Honda CR 500 rossa.
Chissà se mi mostrerai. Mi chiedo se invece verrà la polizia.
Sono fiducioso con i canyon e le scogliere in questa zona, posso persino perdere un elicottero se provano a prendermi. Diavolo, c'erano probabilmente altri 20 o 30 cavalieri del deserto nella zona e nella migliore delle ipotesi potresti dare loro solo una descrizione scarsa. Il DNA mi avrebbe beccato, ma contavo sul fatto che tu non lo riferissi.
La tua eccitazione mi aveva sia sorpreso che soddisfatto. Tanta passione e sensualità anche in una donna così bella.
Avevo pagato il carro attrezzi per la tua nuova gomma, il servizio e un centinaio in più per farmi avere il tuo indirizzo dalla targa della tua auto.

Se lo mostri saranno soldi ben spesi.

Non ho mai fatto niente di simile a quello che ti ho fatto, ma eri lì e anche dalla cima di questa collina potevo dire che eri così bella.
Ho portato a casa la Kawasaki verde e riportato indietro la Honda. Il mio camper è parcheggiato e ho la cena quasi fissa e il vino agghiacciante.
Se lo mostri, cercherò di stabilire una vera relazione con te.

Se tutto ciò che vuoi sono le cose "grezze", allora ti darò più di quanto tu possa sopportare. Dipenderà da te.
15 minuti su 5. Scruto l'autostrada principale con il mio binocolo.
Il deserto è caldo ma si raffredderà rapidamente una volta che il sole sarà tramontato. C'è un po' di vento quindi non ho così caldo sotto il casco. Finché mi tolgo gli occhiali non suderò così tanto.
Vedo un lampo in lontananza. Alzando gli occhiali vedo arrivare un veicolo.
Riporto in vita la moto. Pronto a strappare via se sono i poliziotti.
Torno a guardare il veicolo. È una macchina. Sta arrivando lentamente. Fermarsi ad ogni piccola svolta sterrata. Penso che devi essere tu. Alla ricerca del punto in cui hai cercato di voltarti e hai fatto saltare la gomma.
Ripongo il binocolo, mi dirigo verso di te.
Il terreno è facile da percorrere, quindi ho raggiunto quasi un centinaio e mi sono fermato davanti a te in mezzo all'autostrada quasi prima che tu te ne accorga.
'Santa merda'! Mi rendo conto che potresti investirmi. O sparami. "La vendetta può essere un inferno"! (non ho potuto resistere a un po' di umorismo qui. Non mi investiresti davvero, vero?)
Alzi lo sguardo verso la strada e, come un fantasma, c'è una moto da cross davanti a te, a circa 200 metri di distanza.
Il pilota è vestito tutto di nero e la moto è di un rosso acceso.
Il tuo stomaco fa una capriola. Sei già spaventato e l'apparizione improvvisa ti spaventa ancora di più.
'Cosa sto facendo qui'? 'Sono fuori di testa'!
Ti fermi per strada.
Corro verso di te e mi fermo accanto alla tua finestra.
Lo abbassi un po'.
Come prima, non dico niente.
'Dio, il nero lo rende ancora più simile a un demone e dall'aspetto malvagio', pensi.
Indico la strada da cui sei venuto e guido un po' da quella parte.
Ti invito a venire con me.
Questa volta stai molto attento a girare la tua macchina e quando sei diretto nella stessa direzione in cui mi trovo io, io percorro lentamente l'autostrada facendoti cenno di seguirmi.
Un breve tratto e giro a destra su una strada laterale migliore.
Segui e viaggiamo per circa 5 miglia nel deserto. Supera un paio di alte colline e passa alcuni canyon e scogliere impressionanti.
Giriamo un angolo e vedi un camper di 40 piedi parcheggiato vicino ad alcuni brutti alberi rachitici.
Fermo la bici, la appoggio al rimorchio della moto e ti indico di parcheggiare lì vicino.
Ti siedi in macchina a picchiarti per essere così pazzo da seguire il tuo stupratore nel profondo deserto.
Mi avvicino alla tua porta. Tendo la mia mano a te.
Ancora spaventato a morte apri la porta ed esci. Hai un aspetto incredibile.
Mini giallo chiaro, top bianco senza maniche. Sandali marroni.
Inizi a tormentarmi per quello che ti ho fatto, ma smetti quando mi tolgo gli occhiali neri, i guanti neri e slaccio il sottogola del casco.
Mi avvicino a te e ti offro entrambe le mie mani.
Stordito un po' mi dai le mani.
Mi avvicino a te e sposto le tue mani ai lati dell'elmetto.
Lo sollevi lentamente per vedere un uomo sorridente dai capelli rossi o biondi, con scintillanti occhi blu/verdi, ben rasato e di circa 25 o 30 anni.

C'è uno sguardo inquietantemente crudele nei suoi occhi. Il suo sguardo è duro e arrabbiato.
Prima che tu possa dire una parola, ti attiro a me e ti bacio forte.
Lasci cadere l'elmo e senti le tue ginocchia indebolirsi, sciogliersi tra le mie braccia, premendo il tuo corpo contro di me.
Ti bacio più forte, le mie mani sulla tua schiena, sentendo le tue spalle e giù fino alla parte bassa della tua schiena.
'Sei così bella, mi dispiace quasi per quello che ti ho fatto'. 'Se non l'avessi fatto, non saresti qui, quindi sono contento', penso.
ti bacio ancora. Stringendoti così vicino posso sentire il tuo cuore battere forte contro il mio petto.
Mi giro e quasi ti trascino verso la portiera del camper.
È sbloccato e ti tiro dentro.
Ti spingo in ginocchio e ti faccio aprire la zip dei pantaloni MOTO-X. Il mio cazzo duro e pieno di sangue con la punta rossa che spunta fuori.
Con le mie mani tra i tuoi capelli te li succhi. Leccalo e mordicchia la manopola. Pre-sborrata in bocca. Pulsa con ogni attenzione che dai.
'Succhialo cagna'! 'Succhialo come fa la tua fica'!
Alzando lo sguardo per vedere il tuo effetto sul mio viso. Sorrido con lussuria, muovendo i fianchi per scopare la tua bella bocca.
"Fai schifo come una troia, una bella troia con il cazzo"! 'Ti fotterò a morte'!
Ti tiro su e ti spoglio. Velocemente, facendoti un po' male quando praticamente ti strappo il reggiseno.
Ti dico: 'Spogliami'. È un ordine, non una richiesta.
Ti risenti, ma senti che ti farò del male se non obbedisci.
Vuoi che rallenti ma ti trascino in camera da letto, ti spingo sul letto, ti allargo e sbatto il mio cazzo dentro di te. Fa male ma sei così eccitato e ancora spaventato. Inizi immediatamente a muoverti con me e raggiungi l'orgasmo dallo stress se non altro in fretta.
Mi tengo sopra di te con le mani e le braccia e ti guardo appassire sotto di me, gli occhi chiusi, ansimando e gemendo mentre ti fotto duramente durante il tuo orgasmo.
'Fuck me, fuck me puttana, fai funzionare quel buco'. 'Succhiami lo sperma dal cazzo, succhiami puttana.'
Mi abbasso sul tuo corpo, sempre spingendoti dentro ma più lentamente e dico: "Sei bravo". "Avevi intenzione di restare per un po'". 'Ti scoperò quanto voglio e ti rimanderò a casa dolorante e pieno di sperma'.
Sento la pressione crescere così mi sposto e ti spingo giù per succhiarmelo di nuovo. Adoro l'orale ma mi ci vuole molto tempo per venire solo dalla bocca di una donna.
Ti guardo mentre mi attizzi e mi lecchi di nuovo. Ti strofino le mascelle per evitare che siano stanche.
"Succhialo bene, fai sentire la bocca del tuo buco del cazzo come la tua fica". 'Fallo gonfiare e pulsare puttana'.

Dopo un po' ti tiro in giro così posso vedere la tua figa e metterti il ​​pollice dentro. Il mio dito puntato anche nella tua apertura anale.
'Vado a scopare anche questo buco'. 'Sarai crudo per giorni'. 'Continua a leccare quella fica del cazzo, succhialo forte anche tu'!
Ti fermi ma io ti spingo giù. Abbino i tuoi movimenti con il pollice e l'indice. Scopando la tua bocca con il mio cazzo e la tua figa e il tuo culo splendidamente rifiniti con la mia mano.
Sento che stai diventando sempre più bagnato. Stai rispondendo alle mie dita in modo così gentile.
ti faccio salire.
ti costringo a guidarmi dentro
'Attaccalo, spero che faccia male'. 'Lo farò male'.
'Cavalcami troia'! 'Succhiami la sborra da puttana'!
Ti stringo forte i fianchi e ti guido su e giù sulla mia asta. A volte ti separo di più le guance per sentirmi spingere nel profondo di te.
Quando inizi a usarmi, ti mordo i capezzoli, un po' troppo forte ma attento a non ferirti.
Costruire e salire. Ti afferro entrambi i seni e li stringo. Pompandoti forte per abbinare le tue spinte, iniziamo a venire. Stiamo quasi urlando entrambi, sparo forte almeno 3 volte e devo solo resistere mentre continui.
Diminuzione ora. Speso. Crolli sul mio petto. Voglio accarezzarti e accarezzarti, ma mi impegno a non essere gentile con te.
'Sei un bravo stronzo'. 'Ti fotterò tutta la notte'. 'Sarai la mia fottuta puttana'.
Ti tengo stretta finché non mi ammorbidisco e non esco.
Ci separiamo e io mi sdraio e ti ammiro.
È così incredibile che questa bellissima donna, una donna che possa avere qualsiasi uomo desideri. Una donna sposata viene nel deserto per farsi scopare da un completo sconosciuto.
Mi alzo, vado in bagno e prendo un asciugamano. Lo riporto indietro e ti ordino di asciugare me e poi te stesso.
Ti passo la mia maglietta MOTO-X e tiro fuori da un cassetto un paio di pantaloncini da jogging di seta.
Ti tiro giù dal letto e andiamo in cucina.
Ti siedo sul divano, vado al frigo e prendo la bottiglia di vino a raffreddare lì.
La maglietta è troppo grande ma sei così sexy in nero.
Verso due bicchieri, te ne do uno e prendo il mio per rimettere sul fuoco la pasta.
Ti dico di venire a prepararci un'insalata. Non è una richiesta ma un ordine. Vorresti divampare e sgridarmi ma il mio sguardo ti fa ubbidire. Mi sembra di avere terribili sbalzi d'umore. Caldo e lussurioso un minuto a freddo e cattivo il prossimo.
'In cosa mi sono cacciato è tutto quello che riesci a pensare'?
Quando ti avvicini a me ti bacio forte di nuovo. Rimango duro ma mi piacerebbe abbracciarti. So che sei venuto per qualcos'altro e sono determinato a dartelo.

Storie simili

The Forgotten Heroes Capitolo 3

Tu ed Eve andate nella foresta in fuga dai Cavalieri del Quinto Drago. Per uccidere il silenzio chiedi a Eve qualcosa su di lei. Allora come sei finito nell'Isola del Nord? Eve la afferrò per le braccia e sul suo viso si spostò un'espressione di profondo pensiero. Ero giovane a soli 23 anni, ancora un bambino da elfi, ma la mia tribù è stata assassinata e quasi spazzata via da una banda di coloni umani. Sono stato risparmiato a causa della mia bellezza naturale e venduto come schiavo anni dopo sono finito nel mezzo dove un ricco uomo della tribù dell'Orintash...

1.6K I più visti

Likes 0

Revolutionary Magic # 102: venduto a cinque

Dall'anno -12 all'anno 4 Il mio nome è Nessa. Oggi ho finito di scrivere in anticipo. Voglio scrivere di più così parlerò -a voi che venite dopo- di me. Non ricordo dove sono nato o come si chiamava la mia famiglia e sono l'unica Nessa in circolazione, quindi non ho mai avuto bisogno di un soprannome. La mia famiglia era composta da servi. Il fratello maggiore era più vecchio di me. Penso che fosse sposato. La sorella era più grande di me ma molto più giovane del fratello maggiore. Il fratello era più giovane di me e la mamma era incinta...

979 I più visti

Likes 0

SOVRANITÀ 19

Merlin aveva un piano, un piano che gli aveva dato il suo Barlume. Guardando Hopix sapeva che era pericoloso, il temperamento di Hopix era quasi leggendario. Merlin sorrise quando ricordò la prima volta che Glimmer aveva perso la pazienza con lui, dannazione, ma quella non era stata una bella giornata questo era sicuro. Sospirando, prima Alan ha dovuto sconfiggere gli ultimi tre. Merlino sapeva che gli ultimi due semplici maghi non sarebbero stati un problema, ma questo campione era un'altra questione tutti insieme. Doveva esserci qualcosa che poteva fare per aiutare Alan. Schioccando le dita Merlino si concentrò e creò una...

808 I più visti

Likes 0

La famiglia dopo la festa

Ogni anno la mia famiglia si riunisce per una riunione del fine settimana. Lisa e io avevamo un sacco di attrezzatura da campeggio. Abbiamo portato i ragazzi in campeggio diverse volte durante l'estate nei fine settimana mentre crescevano. Piantammo le nostre tende nel campo di mio nonno abbastanza lontano da casa da poterci divertire un po' dopo l'ora. Provenienti da una famiglia numerosa, molti di noi fumano sigarette e altre cose, oltre a bere. Come nostra pratica, Lisa ed io avevamo una grande tenda a cabina dell'era della guerra civile che abbiamo assemblato in poco tempo. Abbiamo vissuto vicino alla sua...

1.3K I più visti

Likes 0

La famiglia Margey - Libro 6

Margey Famiglia Libro 6 Temi: ws, light scat, mast, lez Leggi le altre storie della serie (Libri 1-5) per scoprire il contesto completo, altrimenti alcune di esse non avranno alcun senso. Avvertenza: gli eventi e i personaggi di questa storia sono immaginari. Se provi a duplicarli nella vita reale, finirai per condividere una cella di prigione con un uomo grosso e grasso chiamato Bubba. 1) COLLEEN DEL MALI 2) ETTY VA IN TANGENTE 2) SALLY E MARY VANNO IN TRIGONOMETRIA 4) PASTO DI TRE PORTATE 5) MARGEY OTTIENE UN PO' DI CINESE 6) LA PROPOSTA DI CHRIS 7) IL TRUCCO DELL'Ombelico...

463 I più visti

Likes 0

Salvataggio di Daisy

John era un imprenditore sui trent'anni; costruzione generale, sposato giovane e divorziato entro un paio d'anni. Ora era uno scapolo felice e se la cavava bene da solo abbattendo ben 6 cifre, vivendo in una delle sue case specifiche e facendo ciò che aveva sempre desiderato. Non usciva molto perché tutto ciò che significava per lui era un'altra seccatura come prima e aveva abbastanza seccature da durargli una vita. Si era guadagnato una certa reputazione in giro per la città per essere un costruttore dannatamente bravo ed era ben meritato. Aveva sempre avuto questo talento per sapere cosa sembra buono e...

1.3K I più visti

Likes 0

Aprile (lungo)

April è una giovane donna di successo. I soldi non gli mancano e, a tutti gli effetti, è acceso e intonato. Ma ha un lato oscuro, un abbandono sconsiderato che minaccia di rovinarle la salute e la vita. Prima o poi, April si ritroverà in una situazione che si rivelerà un passo troppo lontano... oppure verrà salvata da se stessa esattamente dalla stessa situazione ma con un risultato molto migliore. Aprile. Capitolo primo. Il suo primo pensiero cosciente è stato che sono sveglio. Non aveva ancora aperto gli occhi, ma era consapevole dei suoni e del fatto che aveva freddo. Il...

672 I più visti

Likes 0

Tocco di bisogno

Un tocco di bisogno La ragazza era sdraiata sul letto di fronte al muro. Guardando le ombre che giocano attraverso il muro. Stava pensando di nuovo a lui. Era lui che la rendeva sempre così calda nel cuore della notte svegliandola con dolci baci sulla gola. Ma era tutto un sogno. Voleva quel tocco. Voleva il tocco dell'uomo che ama. Ogni volta che si svegliava con i morbidi baci alla gola, sentiva il calore che le si arricciava nello stomaco. Non sapeva cosa fare. Sentiva sempre l'umidità tra le sue gambe accumularsi lì desiderando il rilascio che sapeva che lui sarebbe...

1.9K I più visti

Likes 0

Indovino... prima parte

Mi chiamo Passion, non è il mio vero nome, ma andrà bene per questa storia. Circa tre anni fa stavo viaggiando in Nord America, vicino al confine americano-canadese, dove è stato trovato un piccolo motel. Solo uno di questi piccoli posti pittoreschi trovati fuori dall'autostrada; che è in alto tra le montagne boscose, con un negozio, una tavola calda e alcune stanze. Con questo essere in ritardo nella bassa stagione dei viaggi e nevicare come una tempesta! Questa è stata la prima volta che ho visto o addirittura toccato la neve in vita mia! Sono rimasto bloccato lì al motel per...

815 I più visti

Likes 0

La famiglia di Conor in pericolo! Episodio 1

Buona lettura ! Non esitate a farmi sapere la vostra opinione nei commenti. ---------‐---------------- Nella tranquilla vita di quartiere la famiglia Conor è composta da John il padre di 40 anni, Amanda la madre di 34 anni, Samuel il figlio di 17 anni, il padre John è spesso in viaggio per lavoro lasciando la moglie e il figlio soli nei giorni feriali. Samuel si sveglia nel suo letto spegnendo la sveglia che segna le 7:05, l'ora abituale in cui si sveglia per andare a scuola. Si guarda allo specchio nella sua camera da letto, è nudo, è abituato a dormire così...

746 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.