Io e la mia bellissima sorella

496Report
Io e la mia bellissima sorella

Avevo 20 anni e avevo appena terminato il mio contratto di tre anni con l'esercito. Ero un po’ nervoso mentre entravo nel vialetto del mio amico Dillion. Non ero tornato a casa in licenza neanche una volta, avevo trascorso la maggior parte dei miei tre anni in Iraq e avevo scambiato solo e-mail con lui, ma lui mi stava organizzando una festa di bentornato a casa dopo una partita di football.
C'erano già almeno un centinaio di persone e non ci ho messo molto a trovare il mio amico. Dillion e noi ci tenevamo lontani dalla folla principale di persone che cercavano di farsi prendere e provare una nuova sensazione l'uno per l'altro. È stato lui a parlare per la maggior parte mentre mi guardavo intorno. C'era un falò, cinque fusti e molti ragazzi delle scuole superiori.
“Com’è andata laggiù?” Dillion infine pose l’inevitabile domanda.
"Fava schifo", ho risposto, poi ho bevuto un lungo sorso della mia Corona in modo che non facesse più domande ed è stato allora che ho visto mia sorella diciassettenne per la prima volta da quando ero a casa. Kalley aveva capelli biondi lunghi fino alle spalle, occhi azzurri verdastri, grandi tette e il culo più bello che avessi mai visto. Indossava una camicia bianca con bottoni e una gonna di jeans blu che le copriva a malapena il sedere.
Mi guardai intorno per vedere se c'era qualcuno nelle vicinanze. "Maledizione, Kalley è dannatamente sexy!" esclamai. Sapevo che avrei potuto dirlo a Dillion perché prima di partire lo avevo aiutato a scoparsi sua sorella maggiore Danielle e dalle sue e-mail sapevo che entrambi sarebbero andati al college in uno stato diverso e tutti lì li conoscevano come fidanzato e fidanzata.
"Sì, lo è." Dillion rise e questo fu tutto ciò che fu detto al riguardo.
Non riuscivo a staccare gli occhi da Kalley. Era fottutamente meravigliosa! Portava in giro una pinta di rum e una birra. Ha flirtato e ballato con ogni ragazzo e ha pomiciato con diversi. Poi ho capito che la mia sorellina era solo una piccola troia da festa. Il pensiero che Kalley venisse scopata mi ha reso il cazzo duro e ho iniziato a cercare una piccola bomba da abusare.
Con il passare della notte mi sono riunito ai vecchi amici e alla mia sorellina e verso mezzanotte mi sono ricordato che Dillion organizzava sempre una sorta di lotteria alle sue feste per i suoi amici più cari. Tutti mettevano il loro nome in un barattolo e qualche volta dopo mezzanotte Dillion tirava fuori il nome di un ragazzo e una ragazza e li conduceva discretamente alla guest house dove le luci sarebbero state spente e avrebbero passato la notte a scoparsi a vicenda senza sapere chi sono stati fottuti fino al mattino.
Questo gioco ci ha fatto divertire moltissimo e non ne abbiamo mai parlato se non tra di noi o preso in giro qualcuno per aver dovuto fare amicizia con qualcuno che non avrebbe volontariamente. Le regole erano molto semplici. Dillion sarebbe venuto a trovare ogni persona e le avrebbe condotte alla guest house. Non avrebbe trasmesso in onda chi scopava con chi, ma la mattina, se avessero voluto, avrebbero potuto uscire insieme. I ragazzi non potevano parlare ma le ragazze sì e la mattina, quando c'era abbastanza luce per vedere, dovevi scopare ancora una volta quando sapevi con chi stavi scopando o non ti era permesso partecipare alle feste di nessuno.
Ho visto Dillion camminare verso di me e sapevo che mi stava facendo un favore lasciandomi scopare una bomba che aveva scelto con cura. Battei il pugno sul suo e guardai la guest house. Dillion lo aveva fatto per me in passato, permettendomi di scopare un paio di ragazze popolari nella nostra scuola che erano avari nel rinunciare alla figa.
"Ho un bel culo tutto nudo e aspetto di essere scopato solo per te fratello", ha detto Dillion con un sorriso. "Benvenuto a casa."
Tutti i pensieri sul culetto stretto di mia sorella svanirono quando realizzai che avrei scopato per la prima volta dopo più di un anno. La guest house era piccola con una camera da letto e un bagno. Ci sono stato centinaia di volte, quindi sapevo come muovermi nell'oscurità. Ho chiuso a chiave la porta dietro di me e sono rimasto lì per qualche istante per permettere ai miei occhi di abituarsi. Avevo dimenticato quanto fosse buio lì con le tende tirate.
"Vieni qui, voglio succhiarti il ​​cazzo", ho sentito la voce leggermente ubriaca di mia sorella Kalley. Ringraziai silenziosamente Dio per avermi dato un così buon amico mentre mi strappavo i vestiti dal corpo e mi dirigevo verso il letto. Riuscivo a malapena a vedere la sagoma scura di mia sorella seduta sul bordo del letto e quasi inciampai nei suoi vestiti mentre arrivavo lì.
Il mio cazzo non era mai stato così duro.
Kalley sussultò quando le passai le mani su entrambi i lati del viso. Lei si è immediatamente alzata e ha iniziato ad accarezzarmi il cazzo, ma volevo prima baciarla e farla alzare in piedi. Tenendole ancora il viso a coppa, baciai forte Kalley e le afferrai rudemente il culo. A Kalley deve essere piaciuto perché gemeva mentre continuavamo a baciarci.
Kalley interruppe il nostro bacio e si sedette sul letto. Ho fatto un piccolo passo avanti e lei ha ingoiato il mio cazzo. Gemetti ripetutamente ad alta voce. Non potevo farci niente, Kalley mi stava facendo il miglior pompino del mio genere. Mentre la sua testa si muoveva in avanti sul mio cazzo, la sua mano si girava davanti alla bocca e dovevo fermarla prima di esplodere forte.
L'ho spinta sulla schiena e Kalley è salita all'indietro sul letto. Il mio uccello stava facendo i sussulti preliminari che precedono l'orgasmo, quindi mi sono avvicinato al lavandino e ho riempito un bicchiere d'acqua. Mi sono preso il tempo necessario per berlo finché non ho avuto il controllo del mio cazzo affamato di figa. Poi ho pensato al modo in cui si muoveva mia sorella quando ballava con i ragazzi attorno al falò. Io mi arrampicavo sul letto e tra le gambe di mia sorella.
"Mi piace duro", mi ha detto Kalley.
Bene, ho pensato. Perché le avrei fatto tutto l'immaginabile prima che il sole sorgesse e lei andasse fuori di testa. Cinque ore dovrebbero essere sufficienti.
Mi sono fatto strada nel buio e ho strofinato il mio cazzo su e giù per la sua fessura finché non ho trovato il suo buco dell'amore. Ho spinto dentro la punta del mio cazzo e ho sentito i suoi piedi dietro le mie cosce. Non potevo aspettare un altro secondo e ho spinto più forte che potevo.
“Dio SÌ!” Kalley ha urlato mentre la scopavo più velocemente e più forte che potevo. Ho agganciato la sua gamba sinistra sopra la mia spalla e poi la sua gamba destra sopra l'altra.
“FOTTUTI ME! SCOPRIMI! SCOPRIMI!” Kalley urlò e fui felice di vedere in che puttanella si era trasformata mia sorella mentre ero in guerra. La mia famiglia e Dillion mi avevano inviato foto di Kalley mentre ero in missione. Le foto inviate da Dillion riguardavano Kalley che indossava pochi o nessun vestito e io avevo detto ai ragazzi del mio plotone che era la mia ragazza e li picchiavo nervosamente ogni giorno.
Ho afferrato la testiera in modo da poterla picchiare più forte e le sue urla sono diventate più forti e dalla sua gola provenivano rumori simili a animali. Nell'oscurità riuscivo a malapena a distinguere i contorni del suo viso. E mi ha artigliato forte la schiena mentre aveva il suo primo orgasmo.
"NON SMETTERE DI SCOPARE MMMEEE SSSHHIITTT, SONO CCCCUMMMIINNNGG!!!" Kalley alzò selvaggiamente i fianchi e la testa da un lato all'altro mentre raggiungeva l'orgasmo. La sua piccola figa stretta ha stretto il mio cazzo così forte che ho fatto esplodere la mia sborra in profondità dentro mia sorella.
Senza fiato mi sono staccato da lei e lei si è chinata e ha iniziato a baciarmi mentre mi dava di nuovo uno strattone forte.
"Ti cavalcherò finché non sborrerai." Kalley me lo ha detto e io ho sorriso mentre si abbassava sul mio cazzo. Questo è stato senza dubbio il miglior sesso che abbia mai fatto, ho pensato mentre mi cavalcava avanti e indietro ferocemente per circa venti minuti.
Kalley non ha detto una parola mentre mi cavalcava come una professionista e ha raggiunto l'orgasmo ancora e ancora prima che finalmente facessi esplodere il mio carico per la seconda volta. Kalley mi è crollato addosso e siamo svenuti entrambi.
Quando sono arrivato a Kalley era ancora sopra di me ma potevo vedere attraverso il tetto lunare che il cielo stava cominciando a schiarirsi e avevo solo poco tempo per scopare la mia splendida sorella. Ho fatto scorrere le mani sul suo corpicino stretto e lei ha cominciato a muoversi. Le ho morso forte il collo.
"È bello," gemette Kalley e proprio così il mio cazzo era di nuovo duro come la roccia. Ho spinto Kalley da me e l'ho messo nella posizione del cagnolino. C'era un po' di luce quindi non ho avuto problemi a spingere il mio cazzo nella sua figa bagnata.
Kalley emise un urlo senza parole mentre una volta la spingevo più forte che potevo. Lei si ritraeva contro di me e lanciava la testa di qua e di là ogni volta che la picchiavo. Mi sono allungato lentamente in avanti per afferrarle i capelli e una volta, con il pugno pieno, mi sono tirato indietro più forte che potevo.
“OH CAZZO! OH DIO!" Kalley ringhiò. C'era abbastanza luce per vedere che stavo scopando la mia bellissima sorella alla pecorina e sapevo che presto avrebbe voluto vedere di aver scopato, quindi ho rallentato il ritmo per impedirle di raggiungere l'orgasmo e forse sarebbe rimasta intrappolata nel momento e finisci di scoparmi prima che si accorga di aver commesso un incesto.
Il viso di Kalley era sul letto mentre si appoggiava sui gomiti quando parlava. "Sto per girarmi e voglio che tu continui a scoparmi."
Mi sono tirato fuori da lei in modo che potesse rotolare sulla schiena. Per eredità mi sono messo in posizione tra le sue gambe mentre i suoi occhi si adattavano. Avevo ancora una volta il mio cazzo all'ingresso della sua figa quando ho visto i suoi occhi spalancarsi per lo shock e l'orrore.
"Oh mio Dio Joe?!" Kalley sussultò e io armeggiai con il mio cazzo cercando di trovare l'ingresso nel punto in cui non mi avrebbe detto di fermarmi una volta dentro di lei. "Joe, non farlo!"
La spinsi forte e lei inarcò la schiena in risposta.
"Joe, sono tua sorella!" gemette piano mentre appoggiava le mani sulle mie spalle e spingeva dolcemente. Ho sorriso mentre abbassavo la bocca sul punto del suo collo in cui amava essere morsa.
"Oh Dio JOE!" Abbiamo iniziato a prendere un bel ritmo mentre mi spostavo sopra mia sorella. "Dovremmo usare il preservativo." Kalley gemette.
"È troppo tardi, Kalley", dissi guardandola. Continuavo a scopare la mia bellissima sorella e potevo dire che le piaceva. Lei annuì in segno di approvazione e cominciò a scoparmi a sua volta. "Dimmi che vuoi che ti scopi."
"Fottimi Joe!" Kalley ha comandato con un sorriso malvagio e ho iniziato a scoparla più forte che potevo. "QUESTO È TUTTO! TU FOTTUTO PERVERTITO, SCOPRI LA TUA SORELLA PICCOLA! SCOPRI TUA SORELLA PIÙ FORTE!
Ancora una volta sono rimasto stupito dalla troia di mia sorella poiché potevo vedere chiaramente l'espressione sul suo viso mentre aveva un altro orgasmo. Ho sempre quella faccia quando penso a Kalley adesso.
"Vuoi scopare tuo fratello, fottuta troia?"
“OH DIO SÌ! VOGLIO CAVALCARTI FORTEMENTE!
Ci ho fatto girare senza togliere il cazzo dalla sua figa stretta e calda e lei ha iniziato a cavalcarmi con la stessa forza e ferocia di prima.
"Ti piace farti scopare da tua sorella?"
"Cazzo sì, la tua figa è così dannatamente stretta!"
“Vuoi che ti salti sul cazzo?
“Dio SÌ!”
Senza aggiungere altro, ho guardato le tette delle mie bellissime sorelle iniziare a rimbalzare su e giù mentre cambiava movimento e iniziava a sperare su e giù sul mio cazzo!
“OH DIO JOE! VOGLIO SCOPARTI TUTTI I GIORNI! OH DIO, VENGO ANCORA!"
Non ce la facevo più e quando ho sentito i suoi muscoli contrarsi ho scaricato il mio carico dentro di lei. Mi sentivo come se potessi venire per sempre e lei mi ha appoggiato le mani sul petto e si è mossa contro di me mentre pompava il mio cazzo per ripulirlo dallo sperma.
Quando fu sicura che avessi finito, si allontanò da me e afferrò i suoi vestiti.
"Dobbiamo uscire di qui prima che qualcuno ci veda, Joe." Ora diceva il mio nome in modo diverso e sapevo che era perché non eravamo più fratello e sorella. Adesso eravamo amanti.
"Hai bisogno di un passaggio a casa?" chiesi mentre mi vestivo velocemente.
"Sì", rispose Kalley
Nessuno di noi ha detto una parola per tutto il percorso verso casa.

Storie simili

Brandi e Jessica finale di Halloween

Brandi è la mia escort, la pago per fare sesso con me. C'è molto di più però, lei è come la mia ragazza. Da quando ho iniziato a usarla si è limitata a un altro cliente, ne vedeva circa cinque. Onestamente potrei sposarla e salvarla da quella vita. Facciamo molto di più che semplicemente fare sesso. La porto ad appuntamenti, al cinema, in vacanza, resta a dormire e molto altro ancora. È una delle donne più belle che abbia mai visto. Non è troppo alta, circa 5'6. I suoi occhi sono così blu che penseresti che brillerebbero al buio. Ha denti...

610 I più visti

Likes 0

I sogni diventano realtà_(0)

Stavo facendo le valigie per prepararmi a dormire a casa del mio amico. Il suo nome era Lyall. Era un ragazzo della mia classe. Avevamo entrambi 14 anni. La cosa è; Ero innamorato di lui dalla prima media. Ho capito molto presto di essere gay, anche se l'ho nascosto bene. Non ha aiutato molto il fatto che fosse estremamente caldo e molto ansioso di mostrarlo. Spesso si toglieva la maglietta quando giocavamo o indossava pantaloncini che rivelavano le gambe e le cosce. Se anche lui fosse gay o meno, non lo sapevo. Commentava sempre le ragazze sexy e aveva avuto delle...

1.4K I più visti

Likes 0

Il compagno di un demone Parte 1: Il mio inizio

NOTA: NON c'è sesso in QUESTA PARTE della storia. Prometto che nei capitoli a venire ci sarà un sacco di sesso caldo e lussurioso. Questa è solo l'introduzione. Ero semplicemente seduto sul divano, a guardare un documentario su The Dark Ages. Era interessante. Quindi vedi praticamente il mondo intero andare all'inferno. All'improvviso, il mio telefono stava facendo rumore. Era il mio ragazzo. Beh, era una specie di mio ragazzo. Non ci eravamo mai incontrati nella vita reale. Ci siamo conosciuti tramite un sito web di amici di penna. E da allora avevamo sviluppato una vera relazione. Ha vissuto in Gran Bretagna...

1.5K I più visti

Likes 0

Il lottatore parte 1

Il lottatore prima parte Questa storia parla di un ragazzo timido e di un amico di famiglia che lo ha aiutato a superare le sue ferite e la sua timidezza per raggiungere la vetta. È un po' una lunga storia. Mi sono lasciato trasportare questa volta. Anche in questo caso sto usando una buona dose di correttore ortografico sicuro per la mia dislessia, ma consigli e commenti sono molto graditi. Fatemi sapere se siete arrivati ​​alla fine ragazzi per favore. The Silent Assassin era il suo ring name e non era un caso vero nome Adam, era un prodotto dello sviluppo...

1.2K I più visti

Likes 0

Il sostituto di mamma

Solo nei miei sogni potevo concepire ciò che sta accadendo. Devo stare sognando, questo non può essere reale, vero? Mi sveglio dal sogno di fare sesso con mia moglie. Un sogno che ora realizzo, perché mia moglie era morta due anni fa. Il sogno è di mia moglie più giovane di vent'anni, ma io ho l'età che ho adesso. Sono ancora intontito dal sonno, ma il sogno sembra continuare nella mia mente, poiché provo un intenso piacere all'inguine. Faccio scorrere la mano sotto le coperte volendo accarezzare il mio cazzo. Aspetta, il mio cazzo è duro e qualcosa si sta muovendo...

927 I più visti

Likes 1

Seduzione estiva parte 1

Seduzione estiva parte 1 Era l'estate del 1986 e avevo appena terminato il mio livello O presso il college internazionale inglese di Marbella, in Spagna. La mia famiglia si era trasferita lì 2 anni prima. La maggior parte delle persone a scuola erano amiche e si conoscevano indipendentemente dall'età o dalla classe in cui appartenevano, quindi ovviamente ero amichevole con le amiche delle mie sorelle più giovani, la maggior parte delle quali avevano 14 anni e desideravo l'attenzione dei ragazzi più grandi. Le vacanze scolastiche erano appena iniziate e l'amica di mia sorella, Alesha, stava organizzando una festa in piscina a...

625 I più visti

Likes 0

Jake, Robby e una sorpresa

Scriverò di più se ti piace. Inviami un'e-mail con commenti/suggerimenti: [email protected] Jake Greenman è seduto nella sua lezione di teoria musicale, annoiato a morte e giocherellando con una chitarra per cercare di compensare l'ansiosa diffusione di giovani ormoni in tutto il suo corpo tonico e caldo. I suoi capelli castani, lisci e magri nella carnagione, gli sfiorano leggermente la fronte e ricadono sul cuoio capelluto, e deve voltarli indietro periodicamente. Il suo modo di suonare la chitarra è un po' sporadico, le sue dita lisce e bianche accarezzano la tastiera e scivolano altezzosamente su e giù per la chitarra sub-par. È...

1.7K I più visti

Likes 0

Signor Malcom

Lo so disse Samantha al telefono mentre entrava in casa della signora Parker. Samantha è una badante di ventiquattro anni per un uomo di sessanta anni di nome Daniel, che vive con la sua unica figlia all'interno della sua casa con due camere da letto. Ora Daniel può ancora camminare e parlare, ma ha iniziato a perdere la memoria da quando sua moglie è morta tre anni all'età di cinquantasette anni a causa di un tumore al cervello. Il signor Malcolm non era più stato lo stesso da quando era morta. Quindi, Malcolm, la figlia paga a Samantha dieci dollari l'ora...

1.5K I più visti

Likes 0

Desideri Proibiti - Parte 3

Susan Ramsey percorse il corridoio accanto a una fila di aule della scuola dove frequentava la seconda media. Indossava una gonna corta e un top attillato che a malapena rispettava il codice di abbigliamento della scuola. Bionda e con gli occhi azzurri, era ben sviluppata per una dodicenne, con un seno vivace e in erba e un culo carino che stava appena imparando a usare a suo vantaggio con i ragazzi. Non sapeva molto di sesso, ma sapeva una cosa per certo: praticamente ogni uomo che incontrava, giovane o vecchio, aveva un desiderio irrefrenabile di entrare nelle sue mutandine. Tecnicamente ancora...

1.4K I più visti

Likes 0

Kumiko - Parte 2: Svegliarsi_(0)

Ancora una volta, questa è la parte 2 del repost! ____________________________________________ Introduzione: Parte 2 della serie Kumiko. La parte 3 è già in fase di scrittura! Più corto dell'ultimo ma la parte 3 sta arrivando. Come sempre, vota e lascia commenti. -------------------------------------------------- -------------------------------------------------- --------------- Si svegliò con un brivido, notando l'oscurità nella stanza. I suoi occhi si adattarono rapidamente alla luce e vide un fuoco che stava per spegnersi. Non ricordava che ci fosse un caminetto nella sua camera da letto e poi notò il leggero peso tra le sue braccia. Era Kumiko, nuda come lui, profondamente addormentata con uno sguardo...

1.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.