I Simpson #1

251Report
I Simpson #1

“Perché piccolo”...

"Smettila Homer, per l'amor del cielo abbiamo concordato che smetterai di strangolare tuo figlio. Lo ucciderai, per Dio"!
Marge era di cattivo umore. Homer era rimasto sdraiato sul divano come al solito senza fare nulla; Bart lo aveva fatto arrabbiare di proposito mentre Lisa e Maggie giocavano insieme al piano di sopra.
"Perché voi due non potete essere più come le ragazze, loro sono silenziose e si tengono alla larga. E Homer, perché non sei al lavoro"?
"Ma Marge"...
NO MA ORA TOGLI IL DISENO E VAI A LAVORARE!
E PIÙ TARDI ANDRO' DA MOE PER ASSICURARVI CHE NON SEI SCIVOLATO"!
Bart e Homer erano stupiti. Nessuno dei due aveva mai sentito la madre/moglie imprecare prima e di certo non l'aveva vista scattare come era adesso!
"Homer, è meglio che tu vada, è davvero irritabile" dichiarò Bart, correndo fuori dalla porta per evitare insulti da parte della madre per quel commento.
Homer colse il suggerimento e scomparve anche lui.

Sospiro

"Perché la nostra non può essere semplicemente una famiglia normale e rilassata, invece di dover controllare tutti 24 ore su 24, 7 giorni su 7?" pensò Marge tra sé.


Erano passate alcune ore e Homer aveva chiamato per dire che stava facendo gli straordinari (era un sabato e Moe era aperto fino alle prime ore del mattino), Bart era tornato a casa e stava guardando Fichetto e Grattachecca in TV con Lisa mentre Maggie era appena stato messo a letto.

Marge era disposta e ha deciso di servirsi una Vodka e Coca-Cola, il 2,3,4...
Mentre i numeri continuavano ad aumentare, Lisa e Bart si resero conto di non aver mai visto la madre in quello stato prima, e non molto tempo dopo Marge svenne completamente!

"Penso che sia fuori per il conteggio", ha dichiarato Bart.
"Per una volta sono d'accordo con te" disse Lisa, "Pensi che dovremmo provare a portarla su a letto, voglio dire Homer non tornerà prima di 4 o 5 ore"!
Bart guardò sua madre sdraiata sul divano, una posizione in cui era abituato a vedere suo padre ma mai...

Poi un pensiero subdolo gli attraversò la mente, ma per evitare che Lisa se ne accorgesse, giocò in modo disinvolto.

"No, penso che sarà troppo pesante per entrambi, diciamo che mi annoio".
"Mi annoio anch'io" disse Lisa, "Cosa vuoi fare?"

Un sorriso subdolo si allargò sul volto di Brat.

"Obbligo o verità" chiese a sua sorella.
"Verità"
Anche se sconvolto per questo, Bart si rese presto conto che Lisa non era una persona che mente, quindi poteva chiederle qualsiasi cosa!
"Ok, hai mai pomiciato con un'altra ragazza"?

Lisa arrossì

"Bene", iniziò, "una volta l'ho fatto".
"Con chi"?
Bart era incuriosito, ma totalmente impreparato per ciò che sarebbe accaduto dopo.
"Mamma".
Bart rimase scioccato, Lisa se ne accorse e continuò "Ma mi stava solo insegnando a baciare per dopo, non era niente... sai... voglio dire"...

Bart rimase stupito e poi vide un'opportunità.
"Hai mai baciato un ragazzo?", chiese.
Lisa arrossì.
"OH MIO DIO, NON HAI AVUTO"...
Ancora una volta Lisa arrossì.
"Beh, non c'è nessun ragazzo che mi bacerebbe e..."
Si fermò.
"E cosa?" la incitò Bart.
"Beh, so di aver fatto pratica con la mamma, ma senza che un ragazzo mi baci prima non sono sicura se si fermeranno a ridere se sbaglio".

Bart ha davvero visto una finestra di opportunità.
"Bene sorella, so che non siamo mai andate d'accordo, voglio dire, sei mia sorella, è la legge che non andiamo d'accordo, ma se mai avessi bisogno di aiuto con... 'cose'... allora puoi sempre venire da me." Me".

Lisa era scioccata; vedeva un lato di suo fratello di cui non aveva mai saputo l'esistenza.

"BENE..."
Si fermò, imbarazzata.
Senescente, voleva farlo, ma essere solo il timido Bart avanzò lentamente.
"Sei sicuro di questo?" chiese Lisa nervosamente.
"Positivo".
"Voglio dire che siamo fratello e sorella".
"Beh, l'hai fatto con mamma, e lo farò solo se tu lo vorrai, voglio dire, che male farà un bacetto?".
Lisa sospirò, "ok" sussurrò.
"Scusi".
"OK". Lo disse più forte questa volta.

Bart fece un passo avanti; Lisa lo seguì e avanzò sempre più vicino a suo fratello.
Erano così vicini che potevano sentire il respiro pesante l'uno dell'altro, mentre il loro respiro caldo sfiorava le guance dell'altro, finalmente iniziarono a muovere i loro volti insieme.

Le loro labbra si incontrarono.

Entrambi i gruppi di labbra erano caldi, ma sia il fratello che la sorella avevano una scarica di adrenalina e si resero conto che gli piaceva molto.
Bart ha provato a infilare la lingua nella bocca di sua sorella, ma Lisa lo ha fermato.
Ricordando il consiglio che sua madre le aveva dato, aprì leggermente la bocca e iniziò a mordicchiare il labbro inferiore di Brat.
Bart era nel mondo dei sogni, incapace di trattenere i gemiti che gli uscivano dalla bocca.
La cosa andò avanti ancora per mezzo minuto finché Lisa staccò le labbra da Barts e chiese:
"Siete pronti"?
Bart annuì lentamente con la testa, così si avvicinarono e le loro labbra si incontrarono ancora una volta. Questa volta Lisa aprì un po' la bocca, mentre Bart le fece scivolare lentamente la lingua in bocca.
Lisa ha fatto lo stesso.
Per un po' sembravano nervosi, ma poi hanno iniziato a prendere confidenza e le loro lingue hanno iniziato a esplorare la bocca dell'altro.
Bart mise le mani sui fianchi di Lisa mentre lei gli agganciava le sue al collo, avvicinandolo ancora di più.
Il loro abbraccio era quello che nessuno dei due avrebbe mai pensato, ma in quel momento entrambi erano estremamente contenti di averlo fatto.

Dopo ancora qualche minuto in cui sembravano passati anni sentirono un leggero mormorio provenire dal divano.
Lisa e Bart si staccarono bruscamente e guardarono la madre, con gli occhi aperti apparentemente storditi.

Lisa e Bart sapevano entrambi cosa stava pensando l'altro...

Li aveva presi?







Nota degli autori


Per favore ricorda che questo è il mio primo tentativo di scrivere una storia. L'ho tenuto breve di proposito per assicurarmi che, se questa è spazzatura, non ho sprecato molto del tuo tempo.
Continuerò a scrivere storie come questa a condizione che la maggior parte dei feedback sia positiva e che la valutazione media rifletta il fatto che i lettori abbiano apprezzato questo articolo.


Grazie

Storie simili

Six-Mile High Club capitolo 8

Six-Mile High Club capitolo 8 Poiché si stava facendo tardi e dovevano essere a casa di Tomiko per cena, si vestirono e lasciarono la scuola. Guidava in modo molto simile al tassista che aveva portato Miyoko e Michael dall'aeroporto all'hotel. All'improvviso Tomiko si fermò in un parcheggio, spense il motore e scese dall'auto come se fosse in una gara di Stock Car, e dovette fare un pit-stop, con solo la dichiarazione, Aspetta qui. Torno subito. Ha attraversato il parcheggio ed è entrata in un drugstore. Tre minuti dopo lei tornò con un piccolo pacchetto e ripartirono. Cosa c'era di così importante...

222 I più visti

Likes 0

Jimmy, il ragazzo della porta accanto

Gah, il college è ridicolo! Sono così pronto a smettere. Taylor Green aprì la porta della sua stanza del dormitorio e la sbatté drammaticamente. Max, il suo compagno di stanza alzò lo sguardo dal libro che stava leggendo per fissarla. Amico, lo dici sempre ogni settimana. Taylor sbuffò e si passò le dita tra i capelli neri lunghi fino alle spalle. Sì, ma questa volta sono serio. Oggi è venerdì, ma ho 3 compiti da consegnare tutti nello stesso giorno della prossima settimana, un test da portare a casa e altri 3 quiz. Giuro che questo carico di lavoro mi ucciderà!...

295 I più visti

Likes 0

L'Harem di Rogue Libro 1, Capitolo 2: Il divertimento birichino di Catgirl

L'Harem del Ladro Libro uno: Le donne sensuali di Rogue Parte seconda: il divertimento birichino di Catgirl Di mypenname3000 Diritto d'autore 2017 Capitolo quattro: Desideri realizzati Sven Falk – Colline di Despeir, Principato di Kivoneth, Terre della Contea di Zeutch Non ero mai stato più sbalordito in vita mia mentre guardavo le labbra della figa di mia sorella spalancate dalle dita birichine di Zanyia. Quel tunnel rosa e scintillante, che si fletteva e si contraeva mentre mia sorella si dimenava sotto la lamia, mi fece cenno. Per tanti anni avevo sognato di scivolare nel suo tunnel, lottando contro il desiderio tabù...

202 I più visti

Likes 0

L'umiliazione ipnotica di Subby Hubby

È furioso quando scopre che sua moglie scopa con un perfetto sconosciuto in casa loro, ma poi lei cambia idea al riguardo. Letteralmente. ******** Sono tornato a casa dopo il lavoro e li ho trovati che scopavano sul pavimento del soggiorno. Mia moglie e un ragazzo che non conoscevo. Era in cima. Ricordo i suoi talloni e le dita dei piedi sospesi in aria mentre il suo sedere si fletteva e lui la pompava. Che CAZZO, ho detto. Il ragazzo si guardò alle spalle e mi sorrise. Poi vide la mia espressione e il suo sorriso se ne andò. Mia moglie...

194 I più visti

Likes 0

Sedotto, trasformato e dominato

Ho 27 anni e fino ad ora ho condotto una vita onesta. Sono considerato di bell'aspetto e ho avuto ragazze bellissime per tutta la mia vita. La mia carriera, la salute e la vita sociale sono state molto buone. Si potrebbe dire che sto vivendo una vita perfetta. Sono magro, 30 di vita, 44 di petto - mi alleno molto, ho un pene di 7 di taglio. Ho una vita molto appagante sotto tutti gli aspetti tranne uno. Fin dalla tenera età ho avuto un'immaginazione molto attiva e voglia di essere sedotta da un ragazzo, ma non ho mai avuto un'esperienza...

201 I più visti

Likes 0

Il viaggio in spiaggia_(3)

Il viaggio in spiaggia Non ho mai pensato a me stesso come uno spettatore. Non direi che sono brutta, ma non ho mai pensato che le ragazze parlassero di me e non fossi molto ricercata. Ero più un amico. Uscivo sempre con le ragazze, ma non pensavo che nessuna di loro fosse interessata a me. Ho 15 anni, circa 5'11, 150 libbre e niente di veramente speciale. Occhi castani, capelli castani, quasi del tutto nella media. Ero abbastanza in forma, grazie al fatto che giocavo a calcio, e avevo molto successo a scuola. Ero andato fino alla terza media senza una...

1.3K I più visti

Likes 0

Fare da mentore a Brandon Capitolo 12

MENTRE BRANDON Di Bob Capitolo 12: Fantasie finalmente realizzate Mentre scivolavo in un sonno profondo non potevo fare a meno di pensare a ciò di cui io e Bran avevamo parlato. Sapevo di avere più esperienza di Brandon nel campo del sesso, dato che ero la sua prima esperienza sessuale. Potrei anche dire che era piuttosto incuriosito da un'esperienza sessuale multipla. Credevo anche che sarebbe stato molto divertente, ma non volevo spingere troppo perché non volevo perdere l'amore della mia vita. Stavo per addormentarmi quando ho sentito un rumore accanto al letto. Abbiamo davvero dimenticato di chiudere a chiave la porta...

793 I più visti

Likes 0

Esperienza a tre in un college imbarazzante

C'è questa ragazza nel mio corso di chimica organica che si chiama Courtney. Le sue gambe sono muscolose, i suoi seni sono circa un 36D se i miei occhi dicono la verità, ed è alta circa 5 piedi e 6. I suoi capelli sono biondi e i suoi occhi sono verdi. Le piace indossare abiti larghi e comodi, ma nei giorni in cui cerca di rendere felice il suo ragazzo, indossa un top attillato. Le ho parlato un po' in classe, del suo fidanzato. Si chiama Charlie ed è abbastanza carino per un ragazzo. La prima volta che ho parlato con...

640 I più visti

Likes 0

Quando non si proietta ombra

Quando un uomo che non proietta ombra è di questo mondo ed etereo. Attento all'amore fatale che porta perché è la tua anima che viene a rubare Nessuno camminerà davanti a lui né calcherà le sue orme. Perché dimora tra i vivi, ……… così come tra i morti. -Michael Fletcher Il Prologo. Torbridge, Devon. 1973 . Quando Elaine Hamilton trova un neonato abbandonato sulla soglia della chiesa tre giorni dopo il funerale di suo padre, il reverendo David Hamilton, lo vede come un segno di Dio. Avvolto solo in una coperta sottile e nudo come vuole la natura, il bambino era...

439 I più visti

Likes 0

Uno scherzo del destino

Uno scherzo del destino È divertente come, in un istante, l’intera programmazione possa essere spostata. Date le giuste circostanze, tutto ciò in cui hai sempre creduto, tutto ciò per cui hai combattuto, temuto e a cui hai resistito può essere distorto e trasformato nella cosa che desideri di più. Questo è stato il caso di Taja Crawford, che ha intrapreso un viaggio spaventoso che l’avrebbe lasciata senza fiato, soddisfatta in modi che non sapeva esistessero e desiderando molto di più. Tutto è iniziato in modo abbastanza innocente, quando Taja è arrivata a casa tardi una sera dopo aver fatto la spesa...

290 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.