Papà torna a casa dal lavoro (il punto di vista di papà)

877Report
Papà torna a casa dal lavoro (il punto di vista di papà)

Mi sono seduto per scrivere la seconda parte di questa storia e volevo iniziare con un riepilogo di quello che è successo l'ultima volta dal punto di vista di papà, ma ha preso il sopravvento e beh, questo è quello che è venuto fuori... Spero ti piaccia, continuo a ho intenzione di scrivere presto altri capitoli, quindi rimanete sintonizzati.




Quindi ero appena uscito dal lavoro e avevo programmato di tornare a casa dopo l'ennesima lunga giornata trascorsa a fare due lavori. Probabilmente non avevo bisogno di mantenere il secondo lavoro dopo tutto questo tempo, ma mi è stato d'aiuto quando arrivavano fatture impreviste e quando volevamo comprare qualcosa o fare una breve vacanza. Dopo il mio turno serale, alcuni dei miei colleghi sono usciti per un po' dopo il lavoro a bere qualche drink e mi hanno chiesto di unirmi a loro. Non era niente di straordinario, ma di solito rifiutavo e proseguivo per la mia strada. Stasera sapevo che mia moglie era fuori a divertirsi con i suoi amici e ho pensato che mi avesse detto che nostra figlia avrebbe comunque passato la notte a casa di amici, quindi ho deciso di accettare l'offerta e ne ho aperto uno con loro nel parcheggio. Mentre un paio di ragazzi cominciavano a bere lì le birre, entravano e uscivano dalle macchine e uscivano in una certa misura dagli abiti da lavoro, come ho fatto anch'io. Alcuni si stavano vestendo per uscire dopo il lavoro e altri, come me, si stavano semplicemente mettendo un po' più a loro agio per il viaggio verso casa. Uno dei ragazzi tornò nel cerchio con uno spinello tra le labbra. Non era un evento insolito, suppongo, ma di solito non restavo lì dopo il lavoro, quindi la cosa mi colse un po' di sorpresa. Ciò che mi ha scioccato ancora di più è stato quando hanno iniziato a passarlo in giro e a offrirmelo. Avevo fumato molta erba nel periodo migliore, ma erano passati anni dall'ultima volta che ci avevo pensato davvero. Mia moglie è sempre stata molto contraria alla droga, quindi praticamente me ne sono tenuto alla larga solo per rendere le cose più agevoli a casa. 'Che diavolo' ho pensato e ho fatto un bel tiro profondo dallo spinello e l'ho passato mentre iniziavo a tossire e soffocare. Tutti i ragazzi iniziarono a ridere e a prendermi in giro dicendomi che ero un veterano e non potevo sopportare un po' d'erba. Ragazzi, anche questo era bello, ero bravo e su di giri con quel tiro e la birra stava iniziando a rilassarmi un po' a quel punto. Essendo un po' più grande sapevo quando farla finita e ho deciso di tornare a casa dopo aver finito la mia birra.

Quando sono tornato a casa non pensavo che ci fosse nessuno perché la casa era buia. Sapevo che mia moglie era ancora fuori e non vedevo la luce proveniente dalla stanza di mia figlia. Avendo un po' di agitazione e non volendo proprio fermarmi per farmi una doccia, ho deciso di prendere un'altra birra e andare in ufficio e ammazzare un po' di tempo al computer. Sono arrivato in ufficio e ho notato che era accesa una piccola lampada da lettura, ma sembrava essere ancora l'unica luce accesa in casa e ho concluso che probabilmente l'avevo lasciata accesa la sera prima mentre ero al computer e avevo dimenticato di chiuderla spegnersi prima di andare a letto. Mi sono seduto alla scrivania e ho iniziato ad accedere al computer e ho bevuto qualche sorso di birra mentre svolgevo alcune attività di routine. Ho controllato la mia posta elettronica e sono andato un po' su Facebook per vedere cosa stavano facendo ultimamente tutti i miei amici sui social network.

Dopo essere rimasto seduto per un po' al computer ho iniziato ad arraparmi davvero. In genere sono un tipo piuttosto sessuale, io e mia moglie abbiamo una vita sessuale abbastanza sana e mi masturbo ancora di tanto in tanto, ma immagino che l'erba mi rendesse ancora più dell'umore giusto perché mi sentivo davvero un po' volgare e ne volevo un po' pubblicazione. Ho preso un altro sorso di birra e sono andato a cercare un buon sito porno. Ne avevo un paio che mi piacevano e ne trovai uno che sembrava azzeccato. Ho guardato alcuni video sulla home page del sito e senza pensarci ho iniziato a strofinarmi la crescente erezione attraverso i pantaloni, poi ne ho trovato uno particolarmente cattivo che sembrava colpire il mio metaforico punto G. Una bella storia su un padre che torna a casa dal lavoro e trova sua figlia che si masturba e decide di unirsi a lui. Avevo spesso letto e apprezzato queste storie a causa dei loro tabù e della loro natura osé e forse un po' perché avevo una bella ragazzina adolescente che correva in giro casa con poco più che biancheria intima e maglietta o reggiseno.

Ho iniziato il video, ho bevuto un altro lungo sorso di birra che ha finito e mi sono appoggiato allo schienale per godermi lo spettacolo mentre accarezzavo il mio cazzo ormai duro come la roccia. Dovevo essere sballato perché non solo immaginavo di essere stato io a fare tutte quelle cose nel video a mia figlia, avrei giurato di averla sentita gemere mentre lo immaginavo anch'io. Il "papà" maschio nel video aveva la sua "figlia" piegata sullo schienale di un divano e stava martellando in profondità nella sua passera bagnata e mi chiedevo come fosse adesso la dolce piccola figa di mia figlia adolescente. Ho immaginato che fosse liscio e senza peli mentre precipitavo su di lei da dietro e potrei giurare di averla sentita gemere e grugnire mentre immaginavo di scoparle brutalmente la sua piccola figa stretta e cruda.

Ero così arrapato e volevo venire così tanto che mi facevano male le palle. Proprio in quel momento nel video il papà ha tirato fuori e ha fatto girare la figlia e ha scaricato il suo enorme batuffolo sul suo viso e sulle sue tette in attesa dicendo "basta, prendi lo sperma di tuo papà, ugghh..." Non potevo più trattenermi, né lo facevo Lo voglio, quindi invece di correre in bagno o prendere un fazzoletto, lascio semplicemente scorrere lo sperma. Ho raggiunto l'orgasmo e ho sparato il mio sperma sotto la scrivania, ma quando sono arrivato la mia gamba ha sussultato e ha colpito qualcosa che non mi aspettavo o non riconoscevo. All'improvviso ho abbassato lo sguardo e ho visto la mia piccola e sexy figlia adolescente completamente nuda sotto la scrivania con una spazzola infilata nella fica e il mio sperma che le schizzava su tutta la faccia. Mi sono bloccato. Non avevo idea di cosa fare. Ero bloccato da qualche parte tra 'PORTO MERDA, COSA HO APPENA FATTO!?!' e 'Oh dolce Gesù, succhiami il cazzo, piccola!!!' e prima ancora che potessi pensare ad entrambi i pensieri, lei ha ingorgato la sua bocca attorno al mio cazzo e ha succhiato le ultime gocce di sperma mentre apparentemente gemeva per il suo stesso orgasmo.

Storie simili

Salvataggio di Daisy

John era un imprenditore sui trent'anni; costruzione generale, sposato giovane e divorziato entro un paio d'anni. Ora era uno scapolo felice e se la cavava bene da solo abbattendo ben 6 cifre, vivendo in una delle sue case specifiche e facendo ciò che aveva sempre desiderato. Non usciva molto perché tutto ciò che significava per lui era un'altra seccatura come prima e aveva abbastanza seccature da durargli una vita. Si era guadagnato una certa reputazione in giro per la città per essere un costruttore dannatamente bravo ed era ben meritato. Aveva sempre avuto questo talento per sapere cosa sembra buono e...

1.3K I più visti

Likes 0

The Forgotten Heroes Capitolo 3

Tu ed Eve andate nella foresta in fuga dai Cavalieri del Quinto Drago. Per uccidere il silenzio chiedi a Eve qualcosa su di lei. Allora come sei finito nell'Isola del Nord? Eve la afferrò per le braccia e sul suo viso si spostò un'espressione di profondo pensiero. Ero giovane a soli 23 anni, ancora un bambino da elfi, ma la mia tribù è stata assassinata e quasi spazzata via da una banda di coloni umani. Sono stato risparmiato a causa della mia bellezza naturale e venduto come schiavo anni dopo sono finito nel mezzo dove un ricco uomo della tribù dell'Orintash...

1.6K I più visti

Likes 0

Quando non si proietta ombra

Quando un uomo che non proietta ombra è di questo mondo ed etereo. Attento all'amore fatale che porta perché è la tua anima che viene a rubare Nessuno camminerà davanti a lui né calcherà le sue orme. Perché dimora tra i vivi, ……… così come tra i morti. -Michael Fletcher Il Prologo. Torbridge, Devon. 1973 . Quando Elaine Hamilton trova un neonato abbandonato sulla soglia della chiesa tre giorni dopo il funerale di suo padre, il reverendo David Hamilton, lo vede come un segno di Dio. Avvolto solo in una coperta sottile e nudo come vuole la natura, il bambino era...

712 I più visti

Likes 0

Brandi e Jessica finale di Halloween

Brandi è la mia escort, la pago per fare sesso con me. C'è molto di più però, lei è come la mia ragazza. Da quando ho iniziato a usarla si è limitata a un altro cliente, ne vedeva circa cinque. Onestamente potrei sposarla e salvarla da quella vita. Facciamo molto di più che semplicemente fare sesso. La porto ad appuntamenti, al cinema, in vacanza, resta a dormire e molto altro ancora. È una delle donne più belle che abbia mai visto. Non è troppo alta, circa 5'6. I suoi occhi sono così blu che penseresti che brillerebbero al buio. Ha denti...

689 I più visti

Likes 0

Storia secondaria del patto del diavolo: Alison e Desiree si sposano

Il patto del diavolo da miopenname3000 a cura del Maestro Ken Diritto d'autore 2014 Side Story Il patto del diavolo: Alison e Desiree si sposano Nota: questo avviene tra i capitoli 32 e 33. Venerdì 12 luglio 2013 – Alison Hertz – Il matrimonio Il giorno del mio matrimonio con la mia bellezza latina, Desiree, era finalmente arrivato. Dopo oggi, sarei Alison de la Fuente. Dopo aver annullato il suo matrimonio con Brandon, Desiree è tornata al suo nome da nubile. Era un nome molto più carino di Fitzsimmons. Desiree e io abbiamo passato diverse notti a letto a parlare del...

1.1K I più visti

Likes 0

Una serata fuori - Parte 4

Parte 4 Usciamo dal club e risaliamo il vicolo fino alla strada principale. Fermo un taxi nero di passaggio e saliamo sul sedile. Do all'autista il nome di una strada che non conoscete e partiamo. Mi lanci uno sguardo interrogativo, ma io sorrido in cambio, la mia mano si posa sul tuo ginocchio, poi scivola dolcemente su e giù per la tua coscia, ogni colpo si avventura un po' più in alto. Decidi di rilassarti sul sedile e goderti il ​​viaggio. La miscela del vino che hai bevuto e il leggero accarezzamento della tua coscia ti fanno sentire rilassato. Sei riportato...

767 I più visti

Likes 0

Studente schiavo_(0)

Mi chiamo John Smith. Ho 32 anni, capelli castani, alto circa 5 piedi e 8 pollici e ho un cazzo di 15 pollici. Insegno matematica al decimo anno. Amo il mio lavoro per via di tutti gli adolescenti sexy che vedo. Ce n'è una in particolare di nome Katie che si veste sempre come una troia. Camicie attillate senza reggiseni e minigonne. Lei ha 16 anni. Venerdì, dopo un esame di matematica, l'ultima lezione della giornata, si è avvicinata a me dopo che tutti gli studenti erano usciti. Indossava una canotta bianca e una minigonna piuttosto corta. Sig. Smith, ho bisogno...

2K I più visti

Likes 0

SOVRANITÀ 19

Merlin aveva un piano, un piano che gli aveva dato il suo Barlume. Guardando Hopix sapeva che era pericoloso, il temperamento di Hopix era quasi leggendario. Merlin sorrise quando ricordò la prima volta che Glimmer aveva perso la pazienza con lui, dannazione, ma quella non era stata una bella giornata questo era sicuro. Sospirando, prima Alan ha dovuto sconfiggere gli ultimi tre. Merlino sapeva che gli ultimi due semplici maghi non sarebbero stati un problema, ma questo campione era un'altra questione tutti insieme. Doveva esserci qualcosa che poteva fare per aiutare Alan. Schioccando le dita Merlino si concentrò e creò una...

784 I più visti

Likes 0

La data del matrimonio di Jennifer

Non era proprio dell'umore giusto per un matrimonio. Ma Katie era sua amica dai tempi del college, quindi Jennifer sentiva di doversene andare. Inoltre Joe era un bravo ragazzo. Quindi ha frugato nel suo armadio per trovare il vestito giusto. Di recente aveva perso una trentina di chili, quindi era un po' eccitata all'idea di provare uno dei suoi vestiti sexy più vecchi. Ha trovato quello giusto. Era lucido e nero. Non troppo corto ma nemmeno molto lungo. Non molta scollatura ma abbastanza per ottenere una seconda occhiata. Niente calze di nylon, dopotutto era estate. E le sue gambe lisce sembravano...

719 I più visti

Likes 0

Regina Yavara: Capitolo 8

Capitolo otto YAVARA Avevo visto Elena nuda centinaia di volte. Durante la nostra prima adolescenza ero stato terribilmente invidioso della forma della sua donna, e spesso l'ho ammirato. Ricordo come arrossiva quando mi sorprendeva a fissarla, ma non ha mai tentato di nascondersi. Sapevo perché allora, ma non ho mai detto niente. L'omosessualità era disonorata nella società delle Highland, e io temevo per lei. A dire il vero, avevo un po' di paura per me, perché anche all'età di tredici anni, avevo sentito uno strano formicolio quando avevo contemplato la perfezione che era Elena Straltaira. Ora ero cresciuto in un corpo...

767 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.