House Slut 41: Cerimonie di chiusura

458Report
House Slut 41: Cerimonie di chiusura

Quando Tegan si svegliò la mattina dopo si ritrovò a letto da sola. La scorsa notte Candy aveva dormito tra lei e Jackson, con James che apparentemente non faceva parte dei piani del pigiama party. Avevano dormito tutti nudi dopo essersi ripuliti e mentre Tegan si era per lo più tenuta per sé – esausta com'era – Candy si era rannicchiata contro di lei e Jackson si era accoccolata con lei, le sue mani palpavano i suoi grandi seni morbidi per tutta la notte.

Avventurandosi rigidamente dalla camera da letto Tegan camminò nuda nella zona giorno per trovare Jackson in piedi sul balcone che si godeva una tazza di caffè, Candy in ginocchio davanti a lui, che glielo succhiava. I pannelli del balcone erano di vetro leggermente fumé, quindi i passanti sulla strada sottostante non avrebbero avuto dubbi su cosa stesse accadendo esattamente, anche se i dettagli fossero stati oscurati.

Scuotendosi di dosso la sorpresa iniziale, Tegan si unì a Jackson e si fermò a guardare il tranquillo quartiere, indifferente al fatto di essere esposta alla strada dalla vita in su. Non che ci fosse qualcuno in giro comunque.

"Mattina." Si è offerta.

"Mattina." Jackson ha risposto, salutandola con la sua tazza. Non appena si è unita, Candy si è allontanata da Jackson e si è spostata di fronte a Tegan, allargando le gambe e premendo la bocca sulla fessura di Tegan, salutandola con la sua bocca calda invece di usare parole.

"Oh, ciao." Tegan disse timidamente, accarezzando dolcemente la testa di Candy.

"Lascia che te ne prenda una tazza." disse Jackson, picchiettando la sua tazza e girandosi per entrare. Tegan si è lasciata sognare ad occhi aperti mentre stava all'aria aperta a farsi mangiare la figa. I suoi muscoli si erano ripresi bene dalla sua lunga sessione di bondage, ma i suoi buchi erano doloranti dopo essere stati forzatamente infilzati con dildo e pugni. La bocca calda di Candy era meravigliosamente calmante.

Quando Jackson tornò con il suo caffè e una tazza fresca per sé, ne bevve un sorso e si appoggiò alla ringhiera, le ginocchia che le tremavano un po' mentre Candy le succhiava la clitoride.

“Soooo…” Tegan prolungò la sillaba, un po' distratto. "... qual è il piano per oggi?"

“Beh, James è stato felice di prestarci Candy in cambio di unirsi a noi ieri sera. Abbiamo solo poche ore prima che tu te ne vada, giusto?" Il suo tono sembrava suggerire una domanda secondo cui Tegan avrebbe potuto farle cambiare idea. Non l'aveva fatto.

"Giusto. Torno a casa verso le sei.» Ha affermato. Non sapeva se Jackson avesse pensato che il loro fine settimana di dissolutezza l'avrebbe in qualche modo attirata di nuovo nella sua vita in modo permanente, ora che aveva una mentalità molto più aperta riguardo al sesso rispetto a quando si erano lasciati. Anche se non si è pentita di nulla di quanto accaduto quel fine settimana, non sarebbe diventata la sua puttana personale. Era la sua puttana.

Sotto, Candy ha smesso di somministrare a Tegan ed è tornata a Jackson.

"Quindi mi hai preso come tuo schiavo domestico per il fine settimana e ne hai ottenuto uno bonus." Tegan ha scherzato.

"Credo di sì." Jackson accarezzava i capelli di Candy mentre lavorava. "Quindi il piano, in generale, era che possiamo fare quello che vogliamo con lei fintanto che James ottiene una copia del video."

"Immagino che tu abbia qualche idea." suggerì Tegan.

"Certo, ma in realtà stavo pensando che mi piacerebbe avere il tuo contributo."

"A che proposito?"

“Forse un po' di dominio? Voglio dire, certo, la scoperò di nuovo finché ce l'ho. Ma ho pensato che forse ti sarebbe piaciuto prendere l'iniziativa.»

"Hmm." Tegan bevve un lungo sorso di caffè. "Quindi mi darai il controllo per un po'?"

"Sì."

«E farai quello che ti dico?» Tegan lo incalzò, approfittando del fatto che Candy succhiandogli il cazzo lo stava probabilmente rendendo più simpatico del solito.

"Sicuro." Jackson ha detto.

"Allora cominciamo."



-----

Poco tempo dopo, dopo aver fatto progetti con Candy in camera da letto, Tegan aveva convinto Jackson a lasciare che lei gli legasse i polsi dietro la schiena con delle manette e gli mettesse un anello attorno alla base del suo cazzo e dietro le sue palle. Non aveva con sé il suo vestito da pseudo-dominatrice, quindi ha deciso di rimanere nuda, ma aveva trovato un frustino e aveva indossato la cintura di Candy su cui aveva montato il dildo che aveva portato da casa piuttosto che il ridicolo Edgar sovradimensionato.

Ha fatto sdraiare Jackson sul letto incapace di toccarsi e ha messo su una musica lenta e dolce, ballando con Candy. Per lo più ignorava Jackson a parte occasionali sguardi fugaci per assicurarsi che avessero la sua attenzione, le due donne che si strofinavano l'una contro l'altra, passandosi le mani sulle curve l'una dell'altra. Tegan mimò di prendere Candy da dietro con lo strap on che le scivolava tra le cosce, poi la prese bruscamente per i capelli costringendola a mettersi in ginocchio, facendo scivolare il cazzo finto tra le sue enormi tette e dentro la sua bocca.

Da tutte le apparenze, Jackson sembrava godersi lo spettacolo. Dopo qualche minuto, Tegan condusse Candy a letto.

"Adora un vero cazzo, troia." Tegan ordinò autoritaria mentre faceva schioccare il raccolto contro il culo di Candy. "Ma non lasciarlo venire ancora."

Candy strisciò sul letto e afferrò Jackson intorno alla base, strofinandogli il viso contro, accarezzandogli il membro eretto e baciandolo dalla base alla punta e poi di nuovo giù, prendendo le sue palle in bocca una per una per succhiarle accarezzandogli il cazzo mentre premeva contro la sua guancia.

Dato che Candy aveva già usato abbastanza bene la bocca per tutta la mattina, Jackson era chiaramente quasi pronto a scoppiare e, contrariamente alle sue istruzioni, Tegan la incitò, colpendola leggermente con il frustino e schernendola come un istruttore erotico.

“Fammi vedere che lo pensi davvero, stronzo. Lavora le palle. È il tuo primo giorno in giro a fotterti puttana senza valore? Ha sferrato uno schiaffo particolarmente pesante sul culo paffuto di Candy e ha urlato di sorpresa e ha strattonato il cazzo di Jackson, che apparentemente era appena sufficiente per spingerlo oltre il limite, e lui ha emesso un gemito sorpreso mentre ha spruzzato una piccola quantità di sperma sulla guancia di Candy .

Tegan la colpì di nuovo, poi la prese per i capelli, tirandola in piedi e ispezionando il pasticcio.

"Guarda cosa hai fatto, troia." Tegan le tolse la sostanza appiccicosa dalla guancia e le mostrò la ciocca penzolante prima di asciugarla sulle labbra dell'altra donna. "Ora dovrai fargli indurire di nuovo il cazzo, altrimenti per me è inutile."

"Mi dispiace signora." Candy mormorò tra le sue labbra appiccicose, comportandosi in modo opportunamente rimproverato.

"Sdraiarsi." Ha spinto Candy sul letto accanto a Jackson, poi gli ha puntato contro il frustino. «Tu, alzati e mettiti a cavalcioni su di lei. Metteremo a frutto le sue grandi puttane per un vero uso del cazzo.

Jackson obbedì con un piccolo aiuto da parte di Tegan, mettendosi a cavalcioni della vita della ragazza e trascinandosi fino a quando il suo cazzo semi-moscio si sedette nella sua scollatura. Tegan ha spruzzato un paio di gocce di lubrificante, poi ha usato la mano per ungere lo spazio tra i seni di Candy e guidare il cazzo di Jackson tra di loro mentre Candy li teneva dai lati per creare un canale stretto.

Nel frattempo Tegan si inginocchiò vicino alla testa di Candy e le offrì il cazzo finto che indossava, schiaffeggiandoglielo delicatamente sul viso.

"Fammi bagnare, puttana, riscalderò il tuo buco in modo che un uomo possa usarlo." Ha detto, assecondando l'ego di Jackson.

Candy ha gentilmente preso in bocca la punta del cazzo finto di Tegan, usando la lingua per spargerci sopra la saliva mentre Tegan glielo spingeva in fondo alla gola, mentre Jackson muoveva lentamente i fianchi, strofinando il suo cazzo tra i suoi globi di carne. Non era davvero venuto, il suo schizzo era più che altro un errore prematuro, quindi non ci volle molto per tornare alla piena durezza. Tegan si chinò e lo baciò, strofinando scherzosamente la punta del frustino contro i suoi capezzoli mentre Candy le succhiava il "cazzo".

Dopo un minuto si mosse tra le gambe di Candy e iniziò a esplorarla con le dita, assicurandosi che fosse abbastanza bagnata. Confermando che lo era, Tegan guidò il suo cazzo verso la fessura di Candy e si spinse dentro il suo ingresso, facendo gemere Candy mentre alcuni centimetri del dildo scivolavano dentro di lei. Non l'aveva mai fatto prima, ma non sembrava esserci molto da fare. Spinse più del suo dildo dentro Candy usando il suo peso corporeo finché non le ebbe dato circa quindici centimetri, poi iniziò a muoversi avanti e indietro, guardando affascinata mentre la sua finta estensione si muoveva dentro e fuori dalla fessura rasata dell'altra donna.

"Posso scoparmela adesso, Mistress Tegan?" domandò Jackson, e Tegan sferzò il raccolto contro le sue scapole.

"Otterrai quello che ottieni." Tegan rispose seccamente. "Sono io quello che fa il cazzo in questo momento."

"Sì, padrona." disse Jackson, continuando a roteare i fianchi e a lavorare tra le tette carnose di Candy.

Dopo un paio di minuti Tegan si è tirata fuori da Candy e ha spruzzato un po' di lubrificante sul suo dildo, spalmandolo dappertutto con la mano.

"Penso che dopo ieri sera mi meriti una vendetta, non credi, Jax?"

"Sì, padrona."

"Quindi è giusto che io possa fare un po' di inculate, giusto?"

"Assolutamente, padrona."

"Sono così felice che tu sia d'accordo." Disse Tegan con un sorrisetto crudele mentre si avvicinava alle spalle di Jackson, afferrando l'anello tra le sue manette e facendo scivolare la sua mano lubrificata tra le sue chiappe, spalmandogli un po' sul buco. Candy lo afferrò per le spalle per costringerlo a chinarsi e tenerlo in posizione.

"Che cazzo?" Jackson disse allarmato mentre Tegan gli tirava le manette per fare leva e guidava il suo cazzo nel suo buco del culo.

"Rilassati, ti divertirai una volta provato." Disse Tegan, più o meno parafrasando qualcosa che le aveva detto la prima volta che l'aveva convinta a lasciarglielo fare. Si chiese se si sarebbe ricordato. In ogni caso, sembrò smettere di opporre resistenza e lei lo prese come semaforo verde, spingendo il cazzo contro il suo ano vergine, il lattice sodo che rimaneva sul bersaglio mentre gli infilava la testa dentro.

Certo, questo non era esattamente il modo più gentile per introdurre Jackson al gioco del culo, anche Tegan aveva avuto difficoltà con il cazzo di Trevor nel suo culo e il suo dildo era all'incirca delle dimensioni di Trevor, ma d'altra parte si era fatta svuotare da Edgar meno di 24 anni. ore fa e ho pensato che Jackson potesse farcela. Sentì la punta liberare l'anello stretto dei muscoli e pochi centimetri scivolarono facilmente dentro di lui. A suo merito, Jackson emise a malapena un grugnito.

"Bravo ragazzo." lo prese in giro Tegan, lasciando andare le sue manette. "Prendila da uomo."

Tegan gli afferrò i fianchi e si tirò più vicino, lasciando che lentamente più del suo dildo si muovesse dentro di lui.

"Meglio tornare su di me adesso, puttana, se vuoi continuare a fotterle le tette."

"È diventato più duro." Candy notò, aggiornando Tegan sullo stato di Jackson mentre lasciava andare le sue spalle e stringeva di nuovo i seni.

“Mmm davvero? Ti piace quando ti fotto la fica del ragazzo? lo stuzzicò Tegan, spingendosi di un altro centimetro dentro di lui.

“Ngh.” Jackson grugnì, prendendo gli ordini di Tegan iniziò di nuovo a infilarsi lentamente tra le tette di Candy, Tegan la tenne ferma, lasciando che Jackson si muovesse dentro e fuori il suo grosso cazzo al suo ritmo. Si appoggiò allo schienale, prendendo a coppa la figa di Candy con la mano e iniziò a giocare con il clitoride dell'altra donna, suscitando un lieve gemito da parte sua per mantenere Jackson incoraggiato.

Non ci volle molto perché sviluppassero un ritmo costante, anche se lento. Man mano che Jackson si abituava alla penetrazione anale, i suoi grugniti soffocati di disagio si trasformarono in gemiti di piacere e Tegan sentì che stava per succhiare.

"Verrai ora, ragazzino?" Lo ha preso in giro. "Di' all'amante Tegan quando accadrà."

"Sto per venire." Jackson capitolò.

"Chiedimi il permesso."

"Per favore." Jackson gemette.

"Ho detto implorare, puttana." Tegan gli afferrò i fianchi e spinse gli ultimi centimetri inutilizzati del suo dildo nel culo di Jackson, suscitando in lui un grido strozzato di sorpresa e lui iniziò a tremare, il suo cazzo che esplodeva tra i seni di Candy mentre più esplosioni di sperma acquoso uscivano da lui.

"Oh mio Dio, c'è così tanto!" Candy squittì di divertita gioia. "Sta andando via come una manichetta antincendio!"

Jackson era impotente inchiodato tra le due donne, il suo cazzo che si contraeva e pulsava, perdendo i suoi fluidi nella sua scollatura.

“Hai seriamente appena fatto saltare il tuo carico? Non ti ho mai dato il permesso. Tegan lo rimproverò.

Jackson non ha risposto a questo, probabilmente provando una serie di emozioni contrastanti. Sotto di lui, Candy scivolò fuori da lui e da Tegan, sollevandosi sulle braccia in una posizione semi eretta, facendo oscillare in modo allettante i suoi morbidi meloni avanti e indietro, mostrando il pasticcio appiccicoso che si era diffuso su tutto il suo petto. Tegan ha spinto la parte posteriore della testa di Jackson, costringendolo a scendere verso la scollatura dell'altra donna.

"Puliscilo, puttana." Lei ha comandato. "Hai fatto un casino, ora prendine la responsabilità."

Jackson esitò ma finse di non capire cosa doveva fare. Cautamente abbassò la testa sul petto di Candy e iniziò a leccare il suo sottile sperma dalla sua scollatura.

"Bravo ragazzo." Tegan fece le fusa mentre lei e Candy si scambiavano uno sguardo ardente sopra la sua testa. Tegan premette una mano contro il culo di Jackson e ritirò lentamente il dildo da lui e smontò Candy per rimuovere l'imbracatura e gettò il dildo nella doccia interna per occuparsene in seguito. Raggiunse gli altri due sul letto proprio mentre Jackson sembrava stesse finendo, passandogli dolcemente le dita tra i capelli.

"Buon lavoro." Lo rassicurò, permettendogli di fermarsi. Il cambiamento in lui ora rispetto al resto del fine settimana è stato sorprendente. Sembrava che una piccola quantità di dominazione e umiliazione avesse portato un enorme cambiamento nel suo comportamento. Lo vedeva quasi come un cucciolo, una combinazione di obbedienza e desiderio di compiacere.

"Come dovremmo premiarlo?" chiese Candy.

"Non lo so, sembra che questo piccoletto sia fuori per il conteggio." Ha preso in giro beffardamente, abbassandosi per cullare delicatamente il cazzo floscio di Jackson nella sua mano. "Cosa ne pensi, schiavo?"

"Quello che vuoi."

"Padrona." gli ricordò Tegan.

"Quello che vuoi, padrona."

“Che bravo ragazzo. Candy, pensi che si sia guadagnato il diritto di leccarti la figa?

"Forse un po', almeno finché il suo cazzo non sarà di nuovo utile."

"Ecco fatto, schiavo, Candy ti permetterà di provare a darle piacere."

“Grazie padrona.” riconobbe Jackson mentre scivolava cautamente giù dal letto tra le gambe di Candy e metteva la faccia tra le sue cosce. Tegan aveva la sensazione che in futuro sarebbe stato un po' più rispettoso dei culi delle ragazze. Candy si rilassò sul letto e sospirò piacevolmente mentre Jackson lavorava tra le sue gambe e Tegan si sdraiava su un fianco, chinandosi per pomiciare con Candy, passandosi le mani sul petto, stringendo i grossi globi carnosi, affascinata dalle loro dimensioni. Candy ricambiò, facendo scorrere la mano lungo il corpo di Tegan e infilando le dita tra le gambe di Tegan, raccogliendo un po' di umidità sulla punta delle dita e massaggiandola sulla clitoride.

Tegan si sollevò e si mise a cavalcioni sul viso di Candy, guardandola mentre si abbassava sulla sua bocca e Candy iniziò immediatamente a lavorare con la sua bocca, usando la sua longue per esplorare Tegan e succhiarle il clitoride, afferrando il culo di Tegan con le sue mani. Per ora si era dimenticata di Jackson e premette forte la sua fessura bagnata contro la bocca dell'altra donna. Aveva un prurito crescente che aveva bisogno di grattarsi e sembrava che fosse passato molto tempo dall'ultima volta che aveva avuto un orale decente. Candy gemette in segno di apprezzamento mentre mangiava Tegan, e abbastanza rapidamente - sembrando passare da 0 a 100 molto improvvisamente - Candy raggiunse l'orgasmo. Schiacciò la bocca gemendo sul clitoride di Tegan e succhiò con forza, muovendo con urgenza la lingua contro la protuberanza formicolante come se cercasse di incanalare la sua energia sessuale direttamente in Tegan e Tegan urlò di piacere mentre entrava nella bocca di Candy, un sacco di emozioni represse. energia che finalmente si libera.

Mentre scendeva dal suo livello orgasmico, smontò senza grazia dal viso di Candy e crollò sul letto ansimando, Candy in una situazione simile, le due donne si scambiarono un tenero bacio con una risatina mentre riprendevano fiato, prima di rivolgere finalmente la loro attenzione a Jackson che era in piedi pudicamente ai piedi del letto, le mani ancora ammanettate dietro la schiena, il membro di nuovo a tutta altezza.

"Ooh, sembra che qualcuno sia di nuovo sveglio." osservò Candy.

"Cosa pensi che abbia intenzione di fare con quello?" chiese retoricamente Tegan.

«Forse dovremmo chiederglielo.» suggerì Candy.

"Forse." Tegan guardò Jackson, fingendo di considerare la domanda come se fosse difficile. "Pensi di meritare la nostra attenzione, schiavo?"

«Non lo so, padrona.» Jackson ha detto. Tegan sapeva che stava cercando di evitare di essere presuntuoso, per non incorrere in qualche punizione.

"Non essere timido." Tegan tubò, riorientandosi sul letto per affrontarlo. “Ti sei guadagnato una ricompensa. Dicci solo cosa vuoi. Nulla."

"Voglio solo scoparvi entrambi." Jackson ha detto senza mezzi termini.

"Penso che possiamo accontentarlo." Tegan si alzò e si spostò dietro Jackson per slegarlo, restituendogli l'uso delle mani. Si strofinò i polsi mentre Tegan si arrampicava su Candy, muovendo il culo in modo seducente verso Jackson mentre lei premeva i fianchi su quelli di Candy, allineando le loro fighe una accanto all'altra.

Jackson si affrettò a prendere il controllo, tuffandosi nella fessura di Candy, tastando il sedere di Tegan mentre cominciava a spingere. Tegan e Candy hanno ripreso a pomiciare, Tegan ammirando quanto fosse carina Candy mentre veniva scopata. Dopo un minuto Jackson passò a Tegan. Ansimando i suoi fianchi mentre si tirava dentro di lei ed è stato il turno di Candy di guardare il viso di Tegan mentre i suoi occhi si velavano, baciandole il collo e abbassandosi per afferrarle il sedere, tenendola aperta per il piacere della visione di Jackson.

Jackson passava avanti e indietro, sembrando guadagnare nuova energia ogni volta, prolungando la sua resistenza. Mentre la lunga sessione di scopate andava avanti, entrambe le ragazze sembravano essere proprio sull'orlo dell'orgasmo diverse volte, ma Jackson passava sempre all'altra ragazza prima che potessero arrivarci, probabilmente deliberatamente.

Alla fine Jackson si staccò per l'ultima volta e si lasciò cadere sul letto accanto a loro.

"Finitemi con le vostre bocche". Comandò urgentemente. Tegan scese da Candy e salì dall'altra parte di Jackson mentre Candy si riorientava. Si sono avvicinati al suo membro eretto da entrambi i lati e hanno iniziato a far scorrere le loro bocche su e giù lungo i lati della sua asta, assaporando i succhi combinati che si attaccavano alla sua pelle, quasi come se stessero cercando di baciare solo il pene di Jackson era in mezzo. Hanno lavorato insieme cercando di dargli un po' di spettacolo, prendendosi a turno la punta in bocca e facendo roteare la lingua sopra la testa mentre l'altro lavorava la base. Alla fine Jackson non è stato in grado di trattenersi.

"Sto venendo." Annunciò e Tegan premette le labbra contro la parte carnosa sotto la testa - il meato, pensava si chiamasse - e succhiò facendovi scorrere la lingua contro, mentre Candy faceva scorrere la lingua intorno al glande gonfio e pulsante. Con un grugnito di sollievo, Jackson esplose, il suo sperma schizzò in aria e piovve sui loro volti mentre continuavano a stuzzicarli, facendo fuoriuscire altri due getti di sperma caldo che ricoprirono le loro guance, labbra e mento, molto più spessi e appiccicosi. della debole roba acquosa che aveva sparato prima. La biologia era strana.

Mentre l'ultimo goccio di sperma fuoriusciva da lui, Candy lo spazzava via con la lingua, poi Tegan e Candy iniziarono l'uno con l'altro, baciandosi profondamente mentre premevano insieme le loro facce glassate di sperma, staccandosi dal bacio per raccogliere il pasticcio l'uno dall'altro volti con le loro labbra, riunendo le loro bocche per condividere tutto avanti e indietro con le loro lingue mentre Jackson guardava. Alla fine, una volta che i loro volti furono (per lo più) puliti, presentarono le loro bocche aperte a Jackson prima di deglutire all'unisono.

Storie simili

L'Harem di Rogue Libro 1, Capitolo 2: Il divertimento birichino di Catgirl

L'Harem del Ladro Libro uno: Le donne sensuali di Rogue Parte seconda: il divertimento birichino di Catgirl Di mypenname3000 Diritto d'autore 2017 Capitolo quattro: Desideri realizzati Sven Falk – Colline di Despeir, Principato di Kivoneth, Terre della Contea di Zeutch Non ero mai stato più sbalordito in vita mia mentre guardavo le labbra della figa di mia sorella spalancate dalle dita birichine di Zanyia. Quel tunnel rosa e scintillante, che si fletteva e si contraeva mentre mia sorella si dimenava sotto la lamia, mi fece cenno. Per tanti anni avevo sognato di scivolare nel suo tunnel, lottando contro il desiderio tabù...

199 I più visti

Likes 0

Six-Mile High Club capitolo 8

Six-Mile High Club capitolo 8 Poiché si stava facendo tardi e dovevano essere a casa di Tomiko per cena, si vestirono e lasciarono la scuola. Guidava in modo molto simile al tassista che aveva portato Miyoko e Michael dall'aeroporto all'hotel. All'improvviso Tomiko si fermò in un parcheggio, spense il motore e scese dall'auto come se fosse in una gara di Stock Car, e dovette fare un pit-stop, con solo la dichiarazione, Aspetta qui. Torno subito. Ha attraversato il parcheggio ed è entrata in un drugstore. Tre minuti dopo lei tornò con un piccolo pacchetto e ripartirono. Cosa c'era di così importante...

221 I più visti

Likes 0

L'umiliazione ipnotica di Subby Hubby

È furioso quando scopre che sua moglie scopa con un perfetto sconosciuto in casa loro, ma poi lei cambia idea al riguardo. Letteralmente. ******** Sono tornato a casa dopo il lavoro e li ho trovati che scopavano sul pavimento del soggiorno. Mia moglie e un ragazzo che non conoscevo. Era in cima. Ricordo i suoi talloni e le dita dei piedi sospesi in aria mentre il suo sedere si fletteva e lui la pompava. Che CAZZO, ho detto. Il ragazzo si guardò alle spalle e mi sorrise. Poi vide la mia espressione e il suo sorriso se ne andò. Mia moglie...

193 I più visti

Likes 0

Uno scherzo del destino

Uno scherzo del destino È divertente come, in un istante, l’intera programmazione possa essere spostata. Date le giuste circostanze, tutto ciò in cui hai sempre creduto, tutto ciò per cui hai combattuto, temuto e a cui hai resistito può essere distorto e trasformato nella cosa che desideri di più. Questo è stato il caso di Taja Crawford, che ha intrapreso un viaggio spaventoso che l’avrebbe lasciata senza fiato, soddisfatta in modi che non sapeva esistessero e desiderando molto di più. Tutto è iniziato in modo abbastanza innocente, quando Taja è arrivata a casa tardi una sera dopo aver fatto la spesa...

289 I più visti

Likes 0

Fine settimana alternati: Parte 2

Jason era seduto sul divano a guardare la TV quando la porta d'ingresso si aprì. Mandy passeggiava con un aspetto più che un po' strano. I suoi vestiti, che erano ovviamente nuovi di zecca e un po' succinti, erano bagnati di rugiada. Naturalmente, non sapeva che fosse rugiada e pensava semplicemente che fosse passata attraverso un irrigatore o qualcosa del genere. Cosa ti è successo? chiese. Il suo tono rivelava che non gli importava davvero. A quanto pare ho lasciato la macchina di papà in movimento, ha risposto. Non aveva idea di quanto tempo prima lui l'avesse abbandonata sul prato davanti...

357 I più visti

Likes 0

Jimmy, il ragazzo della porta accanto

Gah, il college è ridicolo! Sono così pronto a smettere. Taylor Green aprì la porta della sua stanza del dormitorio e la sbatté drammaticamente. Max, il suo compagno di stanza alzò lo sguardo dal libro che stava leggendo per fissarla. Amico, lo dici sempre ogni settimana. Taylor sbuffò e si passò le dita tra i capelli neri lunghi fino alle spalle. Sì, ma questa volta sono serio. Oggi è venerdì, ma ho 3 compiti da consegnare tutti nello stesso giorno della prossima settimana, un test da portare a casa e altri 3 quiz. Giuro che questo carico di lavoro mi ucciderà!...

295 I più visti

Likes 0

Trans a Toronto

Annuncio Craigslist: Coppia sposata in cerca di divertimento - mw4t - 40's (Toronto) Siamo una coppia sposata e cerchiamo un trans bisessuale per divertirci. Ospitiamo. Invia un messaggio se interessato con gli orari in cui sei libero. ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ ~~~~~ A: [email protected] Da: [email protected] Oggetto: Re: Coppia sposata in cerca di divertimento - mw4t - 40's (Toronto) Ciao, mi chiamo Lizzie Elliott. Ho 18 anni, sono una trans m2f in cerca di divertimento. Sono al sicuro e pulito. Gratis tutte le sere tranne la domenica. Può viaggiare in tutta Toronto. ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ ~~~~ A: [email protected] Ciao Liz, puoi venire a casa questo venerdì...

291 I più visti

Likes 0

La mia vacanza a Boston, parte 1

Stavo andando a Boston per incontrare un mio amico. No, non la signora Rosen e ragazzi, vorrei poterla incontrare di nuovo. Era la mia amica Jen che non vedevo da pochi giorni dopo il mio decimo compleanno. Adesso lei ha 25 anni e io 26. Sono passati quasi 15 anni dall'ultima volta che l'ho vista. Ha un figlio, ora una figlia di 5 anni. Mi sono riconnesso con lei su Internet. Ha scambiato foto e parlato al telefono. Mi ha detto che era un po' paffuta e che era alta 5'11 per l'esattezza. Ha dei bellissimi occhi verdi che ho sempre...

286 I più visti

Likes 0

Per un

Per un Forse dovrei spiegare. Si tratta di un resoconto di vita reale, aggiornato e coinvolgente, che coinvolge persone reali che, per molte ragioni, sarebbero vulnerabili sia nella loro vita professionale che personale se troppi dettagli fossero resi pubblici. Sono sicuro che tu, il lettore, perdonerai la mancanza di nomi o dettagli accurati sulla posizione. Chi mi conosce bene probabilmente riconoscerà alcuni aspetti e magari farà due più due. Dovrò occuparmi di questo, se e quando arriverà il momento. La mia reputazione, sebbene importante per me, è un po’ meno importante da considerare rispetto a quanto lo sia la “A” per...

166 I più visti

Likes 0

Sedotto, trasformato e dominato

Ho 27 anni e fino ad ora ho condotto una vita onesta. Sono considerato di bell'aspetto e ho avuto ragazze bellissime per tutta la mia vita. La mia carriera, la salute e la vita sociale sono state molto buone. Si potrebbe dire che sto vivendo una vita perfetta. Sono magro, 30 di vita, 44 di petto - mi alleno molto, ho un pene di 7 di taglio. Ho una vita molto appagante sotto tutti gli aspetti tranne uno. Fin dalla tenera età ho avuto un'immaginazione molto attiva e voglia di essere sedotta da un ragazzo, ma non ho mai avuto un'esperienza...

201 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.