Imparare lo stile di vita Pt 12 - E così inizia

560Report
Imparare lo stile di vita Pt 12 - E così inizia

Cari lettori, se state leggendo questo, dovete essere catturati. SÌ IO!!! Grazie mille e continua a guardare, pubblico sempre di più. Ho sempre delle idee. Ad ogni modo sto cercando di capire come ottenere un sommario per ppl in modo che possano leggere nell'ordine che desiderano, ma il sito non consente ancora qualcosa del genere. Te ne invierò uno su richiesta PM se richiesto. Dammi il tempo di risponderti, comunque, dato che sono lento... LOL... Cercherò anche un sito web per questa idea e ti farò sapere...

Continua a leggere e votare e scrivimi se ti piace. Adoro parlare con i miei fan, alcuni sono diventati buoni amici... HEY WRISTY, spero che i polsi siano stati sexy... Detto questo, potrei anche salutarti qui e questo mi ricorda che accetto suggerimenti come bene per le idee. Permettimi di trasformare la tua fantasia nella realtà di Silk... LOL...

Ok alla storia. Grazie per aver letto...

Fede Michaels
************************************************** ***********************************************
PS. Dopo aver incollato qui la mia storia, ho scoperto di non avere abbastanza tranquillità per adattarla alle loro regole... Regole stupide... Chi sono loro per dire a un autore qual è la giusta quantità per avere ragione? Comunque... volevo aggiungere, questa è una fantasia che ho avuto dopo una relazione con il ragazzo che mi ha fatto conoscere il BDSM. Sebbene la nostra relazione non sia mai andata molto lontano, ho imparato abbastanza per essere catturato e ho deciso di esprimerlo in queste storie, quindi mentre la base è reale e alcune parti lo sono, la maggior parte è una mia fantasia, a cui si aggiungono idee che ho su cose che ho vedere nella vita. Saresti sorpreso di ciò che fa scattare una storia a volte. Ho anche utilizzato le idee dei lettori. Quindi, mentre la base di Michael è reale come in una persona, il mio Michael è più che reale a causa della licenza creativa. È come il 30% di vero Michael, il 50% di licenza creativa e il 20%, la norma per questo tipo di storia. Maggiori informazioni sul resto dei personaggi in seguito...
************************************************** **************************************************

La domenica sera ha portato al lunedì mattina e presto è arrivato il momento della scuola. Michael si svegliò presto e lasciò Silk a dormire mentre lui si alzava e si preparava il caffè. Mentre lo beveva, la guardò dormire per un po' con un sorriso soddisfatto sul volto. Le cose stavano andando così bene. Era contento che Silk si adattasse così bene al suo stile di vita. Per lui questo era un segno sicuro che aveva ragione nel pensare che lei fosse perfetta per lui. Decise allora però che avrebbe comunque preso le cose con calma. Non puoi affrettare una cosa buona, pensò tra sé.

Finalmente era ora di svegliare Silk. La svegliò e le disse che era ora di fare la doccia e prepararsi per la scuola. Lei gemette ma si alzò. Gli piaceva che fosse leggermente scontrosa al mattino. Qualcosa lo fece sorridere.

Anche Silk notò il suo sorriso e con tono scontroso chiese: "Perché sei così sorridente stamattina?"

Michael rise di lei e disse: “Cosa c'è da non sorridere? Ti ho nel mio letto con il mio collare intorno al collo. Mi sembra una giornata perfetta".

Silk borbottò un commento che non colse e questo lo fece ridere di nuovo. Lei gli lanciò un'occhiata ma lui vide anche un leggero sorriso giocare sulle sue labbra mentre si voltava. Sempre ridendo la condusse sotto la doccia. Lì non hanno scherzato, hanno finito a tempo di record. Una volta fatto, entrambi andarono per la propria strada per prepararsi per la scuola. Alla fine entrambi furono pronti così andarono a scuola.

Una volta lì Silk si voltò per andare in classe ma Michael la prese per un braccio mentre lei si voltava. Si voltò a guardarlo e fu presa tra le sue braccia per un bacio che le fece venire voglia di tornare subito a casa ea letto.

A Michael non importava la mancanza di conversazione sapendo che il lunedì aveva questo effetto sulla maggior parte delle persone, ma quando Silk ha iniziato ad andarsene senza nemmeno un addio Michael non poteva lasciarla andare così l'ha afferrata per un braccio e l'ha attirata a sé per un bacio . Doveva essere solo un piccolo bacio, ma quando le sue labbra incontrarono le sue, lui non poté fare a meno di approfondirlo in qualcosa di più.

Il bacio parlava del divertimento dei fine settimana passati e del divertimento che deve ancora venire. Gridò a entrambi, riportandoli a letto. Michael fu per un breve periodo fin troppo felice di arrendersi, ma ricordò dov'erano e perché. Con un sospiro terminò il bacio e disse: "A dopo, piccola".

Silk si staccò ricordando anche lei dov'era. Lei ha risposto, Ciao Michael, e si è voltata per andare a lezione. Mentre camminava, pensò tra sé e sé che era totalmente catturata dall'incantesimo di Michael. Poteva chiederle qualsiasi cosa a questo punto e lei era certa che gli avrebbe ceduto. Sorrise a questo pensiero e andò in giro per la sua giornata.

Alle sei, quando il turno di Silk finì, andò nell'ufficio di Michael. Dopo aver bussato, le disse di entrare. Silk entrò e lo trovò mentre compilava documenti alla sua scrivania. Si sentiva giocosa, quindi mise il piede sul bordo della sua scrivania, dandogli una visuale chiara sotto la sua gonna. Quando lui non ha risposto, ha puntato i piedi, si è alzata e ha fatto il giro della scrivania. Lì si sedette sul bordo, finalmente la guardò.

Michael l'aveva notata sulla sedia con il piede alzato. Aveva visto le sue mutandine ma la stava ignorando finché non ebbe finito. Quando lei si avvicinò e si sedette accanto a lui, lui la guardò. Poteva dire che voleva qualcosa e aveva una buona idea di cosa fosse. La sua natura civettuola l'ha tradita.

"Dal momento che insisti nel non lasciarmi finire questo, immagino che tu voglia essere punito", le disse.

Silk fece il broncio a questo: "No Master".

A Michael piaceva il broncio. A volte si lasciava prendere da lui, a volte no. Si voltò e finì le scartoffie. Non gli era rimasto molto. Dopo qualche altro minuto, aveva finito. Mettendo insieme i fogli, li mise in una cartelletta e li mise nella cassetta della posta sulla scrivania. Poi guardò l'orologio. Erano le sei e venti.

Tornato a guardarla, Michael si alzò e la tirò di fronte a sé sulla scrivania. Chinandosi la baciò. Silk gli avvolse le braccia intorno al collo mentre lo faceva. Michael le appoggiò la schiena in parte. La sua mano trovò la sua coscia così fece scorrere la mano sotto la sua gonna. Prima le sentì la gamba, poi girò la mano per toccarle la figa. Silk emise un gemito.

Mentre Michael la baciava, Silk gli fece scorrere le mani lungo la schiena. Quando le abbassò la testa sul collo, lei gli affondò le unghie nelle spalle. È stato così intenso. Quando la sua mano le corse lungo la coscia e trovò il suo centro umido, lei non riuscì a trattenere un piagnucolio.

Michael ha presto rotto il bacio. "Dal momento che sei così birichina piccola, mettiti in ginocchio", le disse mentre si apriva i pantaloni e si sedeva.

Silk saltò giù dalla scrivania pensando di sapere cosa stava succedendo. Silk era fin troppo felice di fargli un pompino.

Michael voleva un pompino, ma non come pensava. Aveva un appuntamento alle sei e mezza. Il giornale ha voluto intervistarlo. Decise che Silk lo avrebbe succhiato sotto la scrivania mentre faceva l'intervista.

"Vai sotto la mia scrivania", le disse. Lei obbedì ma gli lanciò uno sguardo perplesso. "Questo ragazzo del giornale viene a intervistarmi e tu mi succhierai mentre lo fa."

Silk si voltò e vide che sotto la scrivania non si vedeva. Questo l'ha resa felice, così si è indietreggiata sotto la scrivania. Michael si avvicinò e lei gli si avvicinò in grembo e finì il lavoro di aprirgli i pantaloni. Gli tirò fuori il cazzo e gli diede un bacio, un bacio alla francese. Michael gemette in risposta.

Silk iniziò a succhiarlo e presto sentì bussare alla porta. Michael la guardò, “Vai piano. Devo fare questa intervista. Silk gli sorrise dolcemente.

Silk sussultò quando sentì il ragazzo presentarsi come Kenny. Sentì Michael spostarsi e sapeva che stava stringendo la mano. Ha poi sentito il ragazzo sedersi. Dopo una piccola chiacchierata, ha iniziato l'intervista.

"Allora Michael, come nuovo direttore del programma studentesco, quali sono i tuoi piani per il prossimo anno scolastico", ha chiesto Kenny.

“Beh, hai già sentito il nostro nuovo DJ Silk. Ha iniziato il programma di richiesta di canzoni ", ha iniziato Michael," Faremo anche di più sui luoghi.

"Parlami di questi punti di localizzazione", ha chiesto Kenny.

Silk scelse quel momento per aumentare la sua suzione che fece inspirare bruscamente Michael. Coprendo ha detto: “Bene, manderemo i nostri DJ a giochi ed eventi al college. Lì faranno uno spettacolo che trasmetteremo in semi live. Lo ritardiamo di cinque minuti in modo da poter cancellare qualsiasi cosa la gente possa dire che ci metterebbe nei guai con la FCC.

Michael si guardò in grembo mentre Kenny lo scriveva. Silk gli rivolse uno sguardo innocente. Le diede un'occhiata. Silk tornò a succhiarlo con un sorriso.

Kenny continuò con le domande per circa altri venti minuti. Silk ha provato alcune volte a raggiungere Michael, ma lui l'ha ignorata. Finalmente finì e Kenny salutò Michael e se ne andò. Michael rimase seduto a guardare Silk che lo succhiava ancora per qualche istante.

"Sei una cattiva schiava", le disse.

Silk lo ignorò e continuò finché lei non le disse di smetterla. Poi indietreggiò e le disse di alzarsi. Silk fece come aveva detto.

Una volta che lei fu in piedi, anche Lui si alzò. Afferrandola per i capelli, la tirò a sé per un bacio. La seta si sciolse in lui. Michael la baciò mentre le sue mani vagavano per il suo culo. Stringendo e avendo bisogno dei suoi assegni brutalmente, la strofinò anche contro il suo cazzo duro. Le mani di Silk trovarono il suo collo e lei lo stava tirando su per portarlo in contatto diretto con il suo centro.

Michael la spinse indietro, "Non così veloce piccola", le disse con un sorriso.

Silk fece di nuovo il broncio ma questa volta Michael la ignorò. Si voltò, si aggiustò i pantaloni e afferrò la giacca, mettendogliela addosso si voltò verso di lei: "Pronta per andare?"

Silk si voltò verso la sedia e afferrò giacca e borsa.

Guardandola chiese: "Hai bisogno della tua borsa stasera?"

Silk si voltò a guardarlo: "No, non proprio".

"Bene, allora lascialo qui nel mio ufficio", le disse allungando la mano per prenderlo. Gliela porse e lui la mise sulla scrivania. Poi fece il giro della scrivania e la condusse fuori dall'ufficio.

Silk ora si chiedeva cosa stesse combinando. Non dovette chiedersi molto quando lui la condusse al parcheggio. Invece del suo camion, l'ha portata a una moto. L'aveva visto nel suo garage.

Michael tirò fuori le chiavi dalla tasca mentre saliva, "Salta su", fu tutto ciò che le disse.

Silk salì dietro Michael. Dopo averlo fatto, lui si frugò nella giacca e le porse degli occhiali. Li ha indossati.

Michael ha anche ripescato un paio di occhiali per sé. Li ha anche indossati e poi ha messo in moto la bici. Quando sentì Silk aggrapparsi alla sua vita, girò la moto e partì. Silk lo strinse forte. Si chiese se fosse spaventata.

Mentre si fermavano sulla strada, le chiese: "Hai paura?"

"Solo un po' finché non mi abituerò a te e a questa moto, sono sempre così con qualcuno di nuovo." Lei gli disse.

Mentre guidavano notò che aveva ragione. La sua presa diminuì fino a quando non lo trattenne. Poteva anche sentire il suo corpo rilassarsi contro la sua schiena. Presto sembrò che lo stesse coccolando più che aggrappandosi. Era contento che stesse bene, gli piaceva cavalcare e adorava cavalcare con i suoi schiavi.

Presto andarono in un lago deserto. Michael parcheggiò lungo il bordo e spense il motore. Silk l'ha tenuto stretto finché Michael non le ha detto di scendere. Una volta che se ne fu andata, scivolò indietro e le disse di rimettersi in piedi di fronte a lui.

Silk fece come aveva ordinato. Una volta seduta lo guarda. Michael si chinò e la baciò. Ancora una volta le sue mani trovarono il suo culo e la strinse a sé. Silk gli infilò la mano nella giacca e gli afferrò le spalle. Si scambiarono il collo e si baciarono finché Silk non ansimò.

Michael sentì il cambiamento nella sua risposta. Era felice che lei stesse rispondendo. L'ultimo schiavo che ha portato qui era troppo spaventato dal pensiero di essere beccato per rilassarsi. Silk non ha nemmeno chiesto se potevano essere scoperti, ha solo risposto.

Michael sapeva che era pronta così la spinse un po' indietro e si slacciò i pantaloni. Silk abbassò lo sguardo per vedere cosa stesse facendo, poi tornò su di lui. I suoi occhi erano pieni di lussuria. Una volta che il suo cazzo fu libero, se la tirò in grembo mentre le sollevava la gonna sulle cosce. Silk sollevò naturalmente le gambe sulle sue. Michael allungò la mano dietro di lei e le tirò di lato il perizoma. Sollevandola più in alto entrò in lei, e poi se la lasciò cadere completamente in grembo. Silk gettò indietro la testa e gemette.

Quando Michael ha iniziato ad aprirsi i jeans, Silk sapeva cosa voleva e lei era fin troppo felice di arrendersi. Mentre se la tirava in grembo lei pensò brevemente al suo perizoma, ma poi lo tolse di mezzo ed entrò comunque in lei. Silk non riusciva a pensare mentre la lasciava andare e la impalava profondamente.

Michael li fece dondolare avanti e indietro finché Silk non implorò il rilascio. Non ancora gliel'ha detto. Voleva che diventasse grande. Continuò a dondolarsi ancora per un po' finché non capì che lei lo voleva davvero. Poi l'ha appoggiata sopra il serbatoio, spostando il peso si è alzato in parte.

Silk si sentì come se stesse cadendo, poi sentì il serbatoio della moto alle sue spalle. Lei alzò lo sguardo su di lui.

"Afferra il manubrio", le disse con un ringhio.

Silk afferrò il manubrio mentre cominciava a spingere forte e veloce. La seta non poteva resistere ancora a lungo.

Michael ha sentito il suo bisogno, quindi ha ringhiato: "Vieni ora".

Silk obbedì con abbandono. Ha sconvolto il suo mondo. Mentre scendeva lo vide sorriderle.

Michael le diede un altro orgasmo e poi le ordinò di girarsi. Silk lo trovò strano, ma obbedì. Una volta a faccia in giù attraverso la vasca, Michael la tirò a sé e la penetrò ancora una volta. Notò che aveva afferrato il manubrio senza che lui glielo dicesse.

In questa posizione, Michael è stato in grado di piantarla davvero dentro di lei. Silk ha implorato di venire di nuovo in pochi istanti, ma lui le ha detto di non farlo finché non l'ha fatto. Emise un piagnucolio ma fece come aveva ordinato. Michael l'ha picchiata per circa dieci minuti finché non ha sentito la propria liberazione ribollire dentro di lui.

“Adesso,” ordinò e la sentì esplodere con lui.

Una volta finito, si staccò da lei e si chinò verso il suo orecchio. Spostandole la treccia di lato, le baciò il collo. "Ti è piaciuto quel piccolino?" Chiese.

"Sì Maestro", rispose lei con una voce senza fiato.

Michael si è alzato da lei ed è sceso dalla bici. Entrando in una delle borse, le porse un piccolo asciugamano e l'aiutò ad alzarsi. Prese un secondo asciugamano e si asciugò.

Silk si ripulì anche dopo essersi alzata. Poi ha provato a rimettere a posto il perizoma, ma odiava la sensazione di bagnato sulle sue mutandine così alla fine se le è tolte. Michael le sorrise e le tese la mano. Silk gliele porse e ridacchiò quando se le infilò nella tasca della giacca.

"Che cosa?" Chiese.

"Iniziare una collezione o aggiungerla", ha riso.

"In aggiunta, raccolgo solo quelli che sporco", le disse e lei rise di nuovo.

Michael ha quindi deciso che era ora di andare quando ha visto la pattuglia in lontananza. Salì sulla moto e Silk seguì l'esempio. Avviando la moto la sentì aggrapparsi. Si è tirato fuori e ha lasciato il lago, diretto a casa.

Sulla via del ritorno mangiarono un boccone. Michael pensava che fosse troppo tardi per fare qualcosa in modo che il fast food avrebbe funzionato stasera. Non è che l'abbia mangiato molto.

Storie simili

Vita da college

Vita da college Il mio primo anno di college, sono andato via. A circa un'ora e mezza di auto da casa. Abbastanza lontano perché i miei genitori non venissero a darmi fastidio tutto il tempo, ma abbastanza vicino da poter tornare a casa ogni volta che volevo. Frequentavo le lezioni di base come fanno tutte le matricole. Conoscevo solo una persona prima di andare al college. Rob era il mio migliore amico al liceo e facevamo quasi tutto insieme. Entrambi siamo andati allo stesso college per insegnare. Abbiamo pensato che sarebbe stato facile entrare e divertente scherzare con i bambini a...

524 I più visti

Likes 0

Nuovo coinquilino 5

Sono passate un paio di settimane dall'incidente e i miei lividi sono quasi scomparsi e le mie costole non mi fanno più male, quindi posso tornare al club minx e ricominciare a lavorare. Non vedevo davvero l'ora di lavorare di nuovo, ma i ragazzi l'hanno preso per diventare le mie nuove guardie del corpo e seguirmi ovunque. Davvero Paul, stai controllando se il mio cibo era avvelenato dico alzando gli occhi al cielo per il suo tentativo fallito di salvarmi la vita. Mi preparai una nuova ciotola di cereali e vagai per l'appartamento pensando a qualcosa da fare. Nate entrò in...

470 I più visti

Likes 0

Il voto segreto della cheerleader - #9

Il voto segreto della cheerleader - #9 Zane rifletté sugli eventi accaduti la sera prima. Bella si era finalmente arresa a lui. Aveva pensato che sarebbe stata in grado di fare sesso con lui e ottenere tutto ciò che voleva. Invece, si era arresa a lui totalmente. Ancora più importante, si era arresa a lui registrando tutto, quindi ora era essenzialmente la sua schiava. Il suo animale domestico. Il suo giocattolo, con cui giocare come voleva. Come risultato di quella resa, divenne anche proprietà del resto della squadra. Zane l'aveva portata dagli anziani per convincerli tutti a votare per lei come...

385 I più visti

Likes 0

La mente di Marissa

Marissa ha sempre ottenuto ciò che voleva, in tutto. Scuola, casa, ragazzi, i ragazzi di Melissa... qualunque cosa tu dica, probabilmente ce l'aveva. Le ragazze erano gemelle. Marissa però è nata diversamente. Aveva il potere di controllare le menti e Melissa non lo sapeva. La mamma della ragazza non lo sapeva. Solo Marissa lo sapeva. E ora, dato che entrambe le ragazze erano all'ultimo anno del liceo, Melissa aveva qualcosa che Marissa aveva SEMPRE desiderato, il capitano della squadra di football come suo ragazzo, con tutti gli altri ragazzi che sbavavano dietro di lei. Questa era l'ultima settimana di scuola e...

305 I più visti

Likes 0

Uno scherzo del destino

Uno scherzo del destino È divertente come, in un istante, l’intera programmazione possa essere spostata. Date le giuste circostanze, tutto ciò in cui hai sempre creduto, tutto ciò per cui hai combattuto, temuto e a cui hai resistito può essere distorto e trasformato nella cosa che desideri di più. Questo è stato il caso di Taja Crawford, che ha intrapreso un viaggio spaventoso che l’avrebbe lasciata senza fiato, soddisfatta in modi che non sapeva esistessero e desiderando molto di più. Tutto è iniziato in modo abbastanza innocente, quando Taja è arrivata a casa tardi una sera dopo aver fatto la spesa...

277 I più visti

Likes 0

La storia di pesche e piselli dolci, parte 5

Neiladri Sinha Jr. :- Erano le 16 quando mi svegliai. La mia Bella Addormentata era così carina che non volevo svegliarlo. Inoltre, avevo dei preparativi da fare e Peaches stava dormendo per sempre. L'ho sollevato delicatamente dal petto e l'ho adagiato su un deewan. Il mantra della mia vita è stato uno: vivi la tua giovane vita al massimo e mi sarei preparato per questo. Ho preso il portafoglio e le chiavi della macchina per andare a fare la spesa per stasera, ma poi mi sono fermata sulla mia strada. L'ombra apparsa nella corsia dell'ospedale. Non potevo lasciare Peaches da sola...

192 I più visti

Likes 0

Mutandine [Capitolo 1]

Questa storia è stata originariamente scritta da scotsmitch2001 per me e ho preso la sua idea di base e l'ho modificata e ampliata in questa storia qui. --------------------------------------------------- --------------------------------------------------- ---------------- le mutandine Capitolo 1: Delimma di Nick (Nick si avventura nella stanza di Jaclyn) Nick si sdraiò sul letto e sospirò. Quando Monica ha detto che avrebbe avuto solo 10 minuti per rinfrescarsi, sapeva che sarebbe stato più lungo. Gli aveva chiesto di venire a prenderla in modo che potessero uscire a pranzo. Certo, non era ancora pronta, doveva rinfrescarsi. Si guardò intorno nella stanza, deliziato da quanto fosse femminile. Da...

1.4K I più visti

Likes 0

Demogirl

La ragazza della dimostrazione Avevo 17 anni, vivevo in un monolocale a Londra. Non è stato così avventuroso: la banca per cui lavoravo ha trovato il monolocale e ha pagato il mio deposito in anticipo. Era un buon stile di vita se eri pronto a sopportare l'alloggio e ad apprezzare la posizione. Vivevo a Bayswater, lavoravo nel West End e giocavo a rugby a RIchmond per il London Welsh ogni fine settimana. Quel sabato particolare io e il mio amico stavamo andando da Richmond a un pub in Grays Inn Road per qualche pinta. Era uno di quei pub intorno al...

1.3K I più visti

Likes 0

La ragazza con il tatuaggio del lupo_(0)

Mi feci rapidamente strada tra la folla di altri studenti mentre mi dirigevo verso il mio armadietto. Questa è stata una delle quattro volte che ho potuto fare nel mio armadietto prima della lezione successiva e non vedevo l'ora di liberarmi del carico di libri che stavo facendo i bagagli nei corridoi. All'improvviso ora è apparsa la folla del mio amico Jeremy, proprio quando ho iniziato a lavorare la serratura a combinazione del mio armadietto. Jeremy ed io eravamo amici dalla quarta elementare. Ci siamo allontanati l'uno dall'altro per un po' alle medie quando Jeremy si è unito alla squadra di...

1.6K I più visti

Likes 0

La ragazza del maestro

Raggiunge il cielo, i polsi abbracciati nella presa di stretti vincoli mentre sta in piedi, i piedi divaricati, ancorata al pavimento da vincoli simili. Intorno al suo collo giace la fascia tesa di un bavaglio che le interrompe la voce e un'altra fascia che tiene una benda sugli occhi dei suoi bellissimi occhi morbidi. È legata a 4 anelli, due avvitati nel pavimento, affondati nelle pesanti assi, mentre l'altra coppia è saldamente avvitata alle pesanti travi del tetto del soffitto. La luce tremolante delle candele la circonda e la dolce aria della notte estiva aleggia sulla sua nudità. Rabbrividisce in attesa...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.