Storia secondaria del patto del diavolo: Alison e Desiree si sposano

965Report
Storia secondaria del patto del diavolo: Alison e Desiree si sposano

Il patto del diavolo
da miopenname3000
a cura del Maestro Ken
Diritto d'autore 2014

Side Story Il patto del diavolo: Alison e Desiree si sposano

Nota: questo avviene tra i capitoli 32 e 33.

Venerdì 12 luglio 2013 – Alison Hertz – Il matrimonio

Il giorno del mio matrimonio con la mia bellezza latina, Desiree, era finalmente arrivato.

Dopo oggi, sarei Alison de la Fuente. Dopo aver annullato il suo matrimonio con Brandon, Desiree è tornata al suo nome da nubile. Era un nome molto più carino di Fitzsimmons. Desiree e io abbiamo passato diverse notti a letto a parlare del nostro nuovo cognome. Uno di noi dovrebbe prendere il cognome dell'altro, come una coppia eterosessuale? O dovremmo sillabare. E come hai sillabato de le Fuente con Hertz? De le Fuente-Hertz o Hertz-de le Fuente? Entrambi sembravano ridicoli. Alla fine, ho deciso di prendere il cognome di Desiree. De le Fuente era un nome così bello, molto più di Hertz. Inoltre, Desiree ha fatto la proposta, quindi mi piaceva scherzare sul fatto che l'avesse resa l'uomo della nostra relazione

Le farfalle mi svolazzavano nello stomaco mentre scendevo le scale, portando i miei abiti da sposa in una borsa. I dubbi mi annebbiavano la mente. Non dovresti sposarla, sussurrò il mio subconscio. Dovresti dedicarti al Maestro al cento per cento. Lei è solo una distrazione. Sapevo che era solo nervosismo, ma questi pensieri mi tormentavano da quando Desiree mi aveva proposto.

Amavo Desiree e ignoravo i miei dubbi. Era la donna più grande del mondo. Amavo Master e Mistress, ma impallidiva rispetto alla forza di ciò che provavo con Desiree. Quando eravamo separati, mi mancava, la desideravo ardentemente.

Xiu stava aspettando in fondo alle scale, un sorriso felice sul suo bel viso cinese. Era vestita come me, con una vestaglia di spugna, i vestiti in un fagotto appeso al braccio. Xiu era la mia damigella d'onore. Desiree aveva scelto Korina come sua damigella d'onore, o la "migliore ragazza" di Desiree, come la chiamavo scherzosamente.

Ero felice che Xiu avesse scelto di restare con Padrone e Padrona. Quando il Maestro l'ha guarita dopo l'attacco, non ha esitato a dichiarare la sua intenzione di rimanere come loro schiava. Il potere del Maestro ha funzionato così bene che ha persino guarito il suo grembo. Quando Xiu è stata uccisa, hanno dovuto asportarle l'utero, ei medici sono rimasti sbalorditi quando hanno scoperto che era ricresciuto. Solo un altro miracolo da aggiungere a tutti gli altri che Master e Mistress stavano compiendo.

Mi mancavano Noel, Fiona e Thamina, ma se non volevano essere sgualdrine come tutti noi, quella era la loro perdita. Mi mancava anche Willow, e persino Sam, anche se si sono appena trasferiti in fondo alla strada. Anche se nessuna di noi era più una troia speciale, servivano ancora Padrone e Padrona a modo loro. Ed è stato davvero folle lasciare che Sam ti scopasse con quel cazzo che poteva evocare. Ma quello che mi mancava davvero era Chasity. La casa sembrava un po' più vuota senza il suo entusiasmo.

Ho sentito una lacrima appannarmi l'occhio e l'ho asciugata. Chasity è morta proteggendo Mistress, mentre io mi sono rannicchiata in casa con le altre puttane, troppo spaventata per fare qualsiasi cosa. Ma non Chasity, era una donna guerriera, una valchiria. Il ricordo di lei in piedi, con i capelli biondi che le svolazzavano dietro, mentre faceva l'ultimo, disperato tentativo di salvare la Padrona, mi perseguitava ancora. Mi piaceva pensare che Chasity fosse là fuori, a vegliare su di noi nell'aldilà, aspettando solo di apparire e salvare la giornata in un momento cruciale, come quel vecchio film con Arnold Schwarzenegger. Quello barbaro. A papà è sempre piaciuto guardarlo e, alla fine, la ragazza di Arnold, morta all'inizio del film, appare in un'armatura d'argento che brilla di luce propria e lo salva.

Xiu ha agganciato il suo braccio attorno al mio. "Ohh, sono così eccitata", disse, rimbalzando sulle punte dei piedi. Il che faceva tremare i suoi grandi seni sotto la veste. I suoi seni erano grandi quanto la mia Desiree, ma sulla corporatura minuta di Xiu sembravano enormi. Era difficile sentirsi tristi di fronte a meloni così enormi e ondeggianti.

A braccetto, camminammo allegramente sul retro della casa e uscimmo nel cortile sul retro. Sam era lì con alcune delle guardie del corpo. Sobbalzai mentre la bionda fragola sparava a un manichino. Il manichino era tutto bianco e non indossava vestiti tranne una collana di metallo intorno al collo. Il colpo di 29 colpì il manichino che si rovesciò in uno spruzzo di plastica.

"Dannazione", mormorò Sam. "Pensavo che avrebbe funzionato."

"Forse i metalli non vanno bene?" suggerì Candy. Quando Sam si offrì di essere il Visir del Maestro e di consigliarlo sulla magia, il prezzo di Sam fu Candy: una bellissima, giovane donna che si tingeva i capelli per metà di rosa gomma da masticare, proprio come me, e per l'altra metà di blu zucchero filato. Era distesa nuda su una chaise longue, abbronzandosi. Era bassa, ma aveva delle belle curve che ho molto apprezzato.

"Cosa stai facendo?" ho chiesto a Sam.

Il suo viso tondo e olivastro era solcato dai pensieri. "Un incantesimo di protezione", rispose Sam. “Ci sono alcuni vaghi accenni nel Libro su amuleti e amuleti incantati; Ho sperimentato. Se riesco a farlo funzionare, una semplice collana potrebbe darti la stessa protezione di un giubbotto antiproiettile.

"Oh!" Xiu tubò.

“Proviamo il bronzo B8, Candy,” ordinò Sam mentre 29 andava ad alzare il manichino.

Tirai il braccio di Xiu. "Dai, dobbiamo prepararci."

“Scusa,” Xiu sorrise scusandosi mentre la accompagnavo al cancello sul retro.

L'ho aperto e ho fatto un cenno al 19 e al 20 che stavano a guardia del cancello posteriore. Era un'aggiunta recente. Dopo l'attacco e il Miracolo, la Chiesa degli Dei viventi - come si chiamavano gli adoratori del Maestro e della Signora - aveva allestito una grande tenda sul terreno vuoto dove i nostri Maestri stanno costruendo la loro dimora. Quindi aveva senso costruire il cancello. La maggior parte di noi troie andava ai servizi di culto notturni. Erano così divertenti! Tutti gli adoratori ci vedevano come discepoli dei loro dei e ci trattavano come se fossimo dei reali.

Inoltre le orge di adorazione erano un vero spasso!

Desiree ed io abbiamo deciso di sposarci alla Living Church. Daisy Cunningham stava per eseguire il servizio. Daisy e sua sorella gemella Rose, nonostante avessero sedici anni, erano diventate in qualche modo i capi della chiesa. Avevano predicato il messaggio del Maestro sull'amore libero a voce più alta, immagino. La tenda era sul bordo del lotto vuoto, vicino a Shaw Road. In fondo al lotto si stavano scavando le fondamenta della villa. Molti dei fedeli si sono offerti volontari per costruire la villa, mentre altri hanno donato denaro o materiali.

Superammo i Miraclisti, uno dei nomi dei membri del movimento, che si inchinarono davanti a noi. La maggior parte indossava girocolli, di acciaio inossidabile, di plastica o di pelle, e alcuni li avevano fatti d'oro o d'argento. I girocolli avevano frasi come: "Fedele" o "L'amore è la via" o "I miei dei vivono" e un altro mezzo centinaio di frasi. Si sono incontrati quasi tutte le sere della settimana, con il maggior numero di partecipanti al servizio serale del mercoledì.

Mi è piaciuto di più l'adorazione del venerdì sera; era un gruppo più piccolo. Più intimo. Tutti sono venuti per mercoledì, ovviamente; quello era il giorno del Miracolo, dopo tutto. E il giovedì, il Maestro e la Padrona guarivano i malati all'ospedale Good Sam, e la congregazione si riuniva fuori per pregare. Ma venerdì, la gente aveva dei programmi – scuse per non presentarsi – e dato che era l'inizio del fine settimana, l'orgia spesso durava fino a tarda notte.

Superammo sempre più miraclisti mentre ci avvicinavamo alla grande tenda rossa. Era come un tendone da circo, che si elevava in alto. Beth Philips stava salutando i fedeli mentre entravano. Doveva esserci un breve servizio, poi il mio matrimonio. Tutti hanno toccato la pancia di Beth quando sono entrati. Ha affermato di portare in grembo il figlio del Maestro. Forse lo era; Ricordo il giorno in cui il Maestro l'ha scopata nel bagno di quel concessionario di automobili. Avrei dovuto distrarre suo marito, ma non sembrava molto interessato a me. Girava voce che Beth lo avesse lasciato perché non poteva soddisfarla dopo che il Maestro l'aveva scopata.

Beth si inchinò davanti a noi, mormorando: "Santi puttane".

«Beata Madre», mormorai di rimando.

Era incredibile come, nel giro di poche settimane, gli orpelli della religione stessero rapidamente spuntando. "Beata Madre" era il titolo di ogni donna incinta del figlio del Maestro. Oltre a Beth, c'era Vivian Anders e Anastasia Milburn era una forse. Era una delle sgualdrine di Mark, ma suo figlio poteva anche essere di suo marito. E, naturalmente, Korina, Violet e April stavano tutte portando in grembo il figlio del Maestro, ma erano 'sante troie'. Forse dovrebbero essere 'Blessed Holy Mother Sluts'. Xiu mi guardò mentre ridacchiavo. Sembrava più una parolaccia che un titolo.

"Beata santa madre puttane!" Ho riso e lo sguardo di Xiu è diventato più confuso.

All'interno della tenda avevano ricavato un vestibolo con tende appese a tubi di PVC. C'erano un paio di anticamere fuori dal vestibolo, a destra ea sinistra, mentre andando dritto si entrava nel padiglione principale del culto. Xiu ed io siamo andati nella stanza a destra per cambiarci e per aspettare l'inizio della cerimonia. Desiree e Korina dovrebbero essere già nella stanza a sinistra.

Violet li stava aspettando nella stanza e strillò: "Sono così felice!" La ragazza eccitata mi ha gettato le braccia intorno al viso e mi ha baciato sonoramente sulle labbra. Mi sono goduto le labbra di mia sorella troia per un minuto, prima di interrompere il bacio. Non ci farebbe prendere la mano.

Le nostre vesti di spugna si sono staccate e io e Xiu eravamo entrambi nudi, tranne che per i nostri girocolli. Ammirai le curve del corpo minuto di Xiu: seni grandi e capezzoli scuri che erano trafitti da una sbarra d'argento da cui penzolavano farfalle rosa su catene d'argento. Sapevo per esperienza quanto amasse che qualcuno tirasse forte quei piercing. È praticamente venuta quando li ha fatti rifare il piercing. Mark l'aveva curata un po' troppo bene dopo che le avevano sparato durante l'attacco della SWAT.

Ho aperto la mia borsa e ho tirato fuori il mio abito da sposa, una vedova allegra bianca, una specie di corsetto, che copriva di pizzo i miei seni rotondi. Il corsetto era scollato, lasciando i miei capezzoli duri - trafitti da bilancieri d'argento - esposti. Arrotolai delicatamente un paio di calze a rete bianche e agganciai le giarrettiere della vedova allegra ai bordi delle calze. Poi sono arrivate le guarigioni bianche a stiletto. Non indossavo mutandine – era contro gli editti della Chiesa – e potevi vedere la mia fica rasata e il mio tatuaggio con la scritta “Sborra dentro” sopra una freccia che puntava verso il basso sulla mia figa.

Mi sono seduto su una sedia e ho lasciato che Violet mi truccasse mentre Xiu indossava una vedova allegra simile, anche se la sua era blu notte. Fuori, potevo sentire una delle gemelle Cunningham iniziare il sermone notturno, la sua voce da soprano che risuonava attraverso la tenda. Dopo che il mio trucco è stato fatto, ho applicato un delizioso profumo che Mistress mi ha dato; un tocco sui polsi, dietro le mie orecchie, e un tocco proprio sopra il mio clitoride, ed ero a posto.

Violet teneva uno specchio e io sorrisi. Sembravo sexy. I miei capelli rosa gomma da masticare ricadevano in riccioli sciolti sulle mie spalle, incorniciando il mio viso da adolescente dall'aria innocente. E il trucco mi ha dato un aspetto affamato che contrastava piacevolmente con i miei lineamenti innocenti. Sembravo una vergine troia, in particolare nella vedova allegra bianca che era allo stesso tempo verginale e puttana.

"Sei bellissima", disse il Maestro mentre entrava.

Arrossii: "Grazie, Maestro".

Indossava una semplice camicia bianca con righe blu gessate e un paio di pantaloni neri. Nelle sue mani c'era un mazzo di fiori rossi e blu scuro. Me li porse e io sorrisi. Mi stava accompagnando lungo il corridoio. Mio padre era qui stasera, ma ha capito che una schiava del sesso dovrebbe essere data via dal suo padrone. O la sua Padrona, nel caso di Desiree.

«È ora», disse Violet, rientrando.

Xiu mi sorrise mentre uscivamo nel vestibolo. Dall'altra parte della stanza, Desiree seguì Korina fuori dall'altra anticamera e rimasi senza fiato. La mia bellezza latina sembrava da morire nella sua allegra vedova bianca. I suoi seni grandi e morbidi cullavano così perfettamente tra il pizzo del suo corpetto, i suoi capezzoli scuri eretti e puntati proprio su di me. Ho scoperto che i miei occhi scivolavano lungo la sua pelle nocciola fino alle sue splendide gambe avvolte in calze bianche e la sua figa rasata tra le cosce lisce. Accanto a lei, la Padrona indossava un vestito blu scuro, scollato per mostrare i suoi seni lentigginosi, e con una gonna corta in modo che le sue cosce cremose e deliziose fossero esposte.

Xiu e Korina unirono le braccia e marciarono lentamente lungo il corridoio, godendosi gli sguardi che la loro carne esposta portava dalla congregazione. Ho visto mio padre voltarsi indietro e gli ho sorriso timidamente. Il Maestro aveva convinto facilmente mio padre a lasciarmi essere una schiava del sesso, e da allora papà mi ha sempre sostenuto. Ho ricordato con affetto la notte di poche settimane fa in cui papà ha incontrato Desiree per la prima volta. Padrone e Padrona erano a New York per la loro intervista al Today Show, e siamo andati a cena da papà.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

domenica 30 giugno 2013

"Questa è Desiree", ho salutato papà quando ha aperto la porta. "Ci sposiamo."

Papà la guardò dall'alto in basso, poi sorrise e l'abbracciò calorosamente. "Che meraviglia!" esclamò, e abbracciò forte Desiree una seconda volta. "Adesso avrò due figlie!"

Mio padre mi ha sempre sostenuto molto nonostante tutti i guai in cui mi sarei cacciato. Ho avuto un ID molto attivo. C'è un ragazzo carino, il mio subconscio sussurrava, perché non vai a succhiargli il cazzo. Scommetto che il suo sperma sarebbe delizioso! Ho sempre ascoltato la voce; è così che ho incontrato il Maestro.

Si scopa quella ragazza dietro il bancone, mi aveva sussurrato la voce del mio subconscio il giorno in cui avevo incontrato il Maestro. Mi ero bagnato all'istante, guardando il mio futuro Padrone scopare discretamente Lillian al registratore di cassa. È stato così audace farlo proprio nel bel mezzo di Hot Topic. Non sarebbe divertente farsi scopare così, davanti a tutta questa gente? Sarebbe! Il mio subconscio non mi aveva mai guidato in modo sbagliato, quindi avevo chiesto anch'io di essere "addestrato". La migliore decisione che abbia mai preso!

Allora perché la mia carta d'identità ha avuto problemi con me che sposavo Desiree? Non è che non avrei scopato con altre persone. Era un simbolo del mio amore. Desiree era la persona più importante per me. Insieme serviremmo Padrone e Padrona e condivideremmo la dissolutezza.

Dovresti amare solo il Maestro, rispose il mio subconscio. Ho attribuito i miei dubbi alla paura. Sposare Desiree è stata una cosa molto adulta da fare. Beh, non avrei permesso alla paura di impedirmi di avere la mia felicità, quindi ho ignorato la mia identità.

“Sono molto contenta di conoscerla, signore,” ridacchiò Desiree, strappandomi dai miei pensieri, e abbracciò mio padre. Era un bell'uomo, più anziano, con distinte ali di capelli grigi sulle tempie. La coppia sembrava così sexy insieme. "Tua figlia è molto importante per me."

"Non avrei mai pensato che Alison si sarebbe calmata", sorrise papà. «È una selvaggia. Non credo che abbia mai avuto un ragazzo o una ragazza. Solo "amici" con cui usciva. Non pensavo che papà sapesse la verità sui miei "amici". Ne ho avuti molti. Da quando ho perso la verginità a sedici anni, sono stata la più grande sgualdrina.

Papà e Desiree andavano molto d'accordo, chiacchierando per tutta la cena. Mio padre non era un cattivo cuoco, ma non era Desiree; ha fatto una pasta con questo sugo di aglio e parmigiano. Dopo cena ci ritirammo in soggiorno; Desiree si rannicchiò su un lato di papà e io presi l'altro.

"Allora... ehm... come va con il tuo Maestro?" chiese papà, un po' agitato mentre Desiree premeva i suoi grossi seni contro il suo braccio. Indossava una camicetta scollata e vidi che gli occhi di papà continuavano a scivolarle sul davanti. Non potevo biasimarlo; aveva un magnifico rack.

"Le cose vanno alla grande, papà", ho fatto le fusa. "Desiree e io adoriamo essere le loro troie."

"Umm, è così divertente", tubava Desiree con il suo sexy accento spagnolo.

“È davvero 'speciale'. Sai, come dicono le persone?

"Sì", risposi, accarezzando dolcemente la coscia di mio padre. “Ecco perché siamo le sue schiave del sesso. Ecco perché non hai avuto problemi con tua figlia adolescente che si sottometteva alla lussuria di uno strano uomo. Ha dei poteri, papà. Lo fanno entrambi.

Aggrottò la fronte: "Immagino che tu abbia ragione". Ha sobbalzato quando la mia mano ha iniziato a strofinare il suo cazzo. "Cosa stai facendo, zucca?"

«Il comando numero uno di Mark è amarsi l'un l'altro», dissi. "Desiree e io vogliamo mostrarti il ​​nostro amore, papà." Mi appoggiai allo schienale, spingendo in fuori il petto, la maglietta che mi stringeva forte le tette. "Cosa c'è scritto sulla mia maglietta?"

"La piccola sgualdrina di papà", lesse. Era la maglietta che indossavo quando ho incontrato il Maestro. È stato fortunato.

"Per stasera, voglio che sia vero."

Fece per protestare, ma Desiree catturò la sua bocca con le labbra, mentre io gli aprivo la cerniera dei pantaloni. Il suo cazzo era duro, nonostante le sue proteste, e io chinai la testa e me lo succhiai in bocca. Feci roteare la mia lingua intorno alla testa sensibile, assicurandomi che il mio perno della lingua sfregasse contro il suo cazzo. Ho assaggiato il suo pre-cum salato e ho sentito il suo cazzo contrarsi mentre si arrendeva al piacere.

Era meravigliosamente duro, mi tremava in bocca. mi crogiolavo nella malvagità; questo era il cazzo di mio padre che ho succhiato. Lo amavo! Lo amavo. Dopo Desiree, Master e Mistress, papà era la persona più importante per me. E ora sono stato in grado di mostrargli quanto lo amavo.

“Quella è la bocca di tua figlia che ti succhia il cazzo,” gli sussurrò Desiree all'orecchio. “Non ha una lingua deliziosa! Adoro sentire la sua lingua che lecca le pieghe della mia figa.

"È così sbagliato", gemette papà, la voce densa di passione.

"Rilassati, papà", tubò. Con la coda dell'occhio potevo vedere che le sue piene tette color nocciola erano state liberate. «Hai fissato i miei meloni tutta la notte. Assaggia."

Ascoltare mio padre succhiare le tette della mia fidanzata mentre gli succhiavo il cazzo mi ha spronato. Gli afferrai le palle, massaggiandole. Volevo così tanto il suo sperma. Ho succhiato più forte, muovendo la testa. Potevo sentire quanto fossero pesanti le sue palle; probabilmente non veniva da giorni. Settimane. Il poveretto. Avevo bisogno di visitarlo molto più spesso.

"Sto per venire, Alison!" ha urlato. "Devi fermarti!"

Fanculo! Ho succhiato più forte. Sbottò, grugnendo mentre uno sperma denso e salato mi inondava la bocca. Ho ingoiato il primo colpo e il secondo, ma ho tenuto in bocca il suo ultimo colpo. Mi alzai e catturai le labbra di Desiree in un bacio. Ho spruzzato lo sperma di papà nella sua bocca; ci fissò con gli occhi spalancati mentre scambiavamo il suo sperma avanti e indietro come le troie giocose che eravamo.

“Grazie, mi Sirenita,” sospirò Desiree. "Ti amo tanto."

La gioia tremava sempre nel mio cuore quando lo diceva. L'ho baciata di nuovo; le sue labbra ancora salate con lo sperma di papà. Poi ho guardato mio padre, il suo viso tutto arrossato e sudato, e c'era uno sguardo stordito nei suoi occhi. “Non è stato fantastico, papà? Ho adorato il tuo sperma!

«Lo era» sussurrò. Allungò una mano e mi toccò il viso. "Sembri così tanto tua madre, zucca."

Ci è voluto molto per farmi arrossire, è bastato.

"Andiamo a letto", dissi; gli abbiamo afferrato le mani e l'abbiamo tirato in piedi.

La sua camera da letto era immacolata. Il resto della casa era un po' un disastro, ma papà per qualche motivo teneva pulita la stanza. Le foto della mamma adornavano la stanza, sorridendo sempre magnificamente. Una foto è stata scattata pochi giorni prima della mia nascita. Sembra radiosa, tiene la sua pancia incinta e sorride alla telecamera. Indossava un camice da ospedale, seduta su una sedia a rotelle.

«Era bellissima», sussurrò Desiree, mettendomi un braccio intorno alle spalle.

«Questa è stata scattata poco prima che morisse», sussurrai di rimando. “C'è stata una complicazione con la sua gravidanza; mi ha quasi perso. Ma ha resistito abbastanza a lungo da farmi nascere.

«Lei ti amava molto», mormorò papà, mettendomi un braccio intorno all'altra spalla, stringendomi tra loro.

Mi sono rivolto a papà. Le lacrime gli sgorgarono dagli occhi. L'ho baciato. All'inizio era confortante. Entrambi sentivamo il dolore per l'assenza della madre. Poi il mio ardore crebbe. Mi girai, premendo il mio corpo contro il suo, agitando la lingua nelle sue labbra. Potevo sentire la sua lussuria crescere forte contro il mio ventre.

«Stanotte ti sconvolgeremo il mondo» gli sussurrai all'orecchio.

Deglutì e annuì.

Ci siamo spogliati; Papà banchettava con i nostri corpi nubili con sguardo lussurioso. Desiree distesa sul letto; le sue gambe si allargarono, mostrando oscenamente la sua figa rasata e succosa. Ho strisciato tra le sue cosce; l'aria densa del suo profumo speziato e pungente. Ho seppellito la faccia nella sua fica e ho banchettato con il mio amore.

"Oh si!" fece le fusa. "Amo la tua lingua!"

Potevo sentire gli occhi di mio padre sul mio sedere, quindi l'ho mosso in modo invitante.

"Non è semplicemente meravigliosa?" Desirée sospirò. “È così eccitata! Ha bisogno di un cazzo in lei quasi ogni ora del giorno!

Ho affondato la mia lingua in profondità nella sua figa, raccogliendo quanti più fluidi gustosi potevo. Poi ho alzato le labbra e ho inghiottito la sua clitoride. Lei ansimò, le cosce si strinsero intorno alla mia testa mentre allattavo la sua perla.

"Fanculo, papà!" ansimò. “Farla venire! Senti l'abbraccio della fica di tua figlia sul tuo cazzo!

Le molle del letto cigolarono quando papà si inginocchiò dietro di me. Mani forti mi afferrarono i fianchi; il cazzo duro mi ha dato una gomitata alle chiappe. Gemevo e tremavo in attesa. Guardare Mistress scopare suo padre mi aveva reso così geloso. Volevo sperimentare quel tipo speciale di amore con mio padre.

Il suo cazzo ha spinto la mia figa. Bruciavo nel sentire questo sesso depravato e tabù. "Questo è sbagliato, zucca", sussurrò mentre il suo cazzo si strofinava su e giù sulle mie labbra scivolose, facendomi impazzire di desiderio. "Sei mia figlia."

«L'incesto non è più sbagliato», risposi. “Il Maestro dice che l'incesto va bene. Non dovremmo essere vincolati dalla morale dei tempi passati. Le persone dovrebbero essere libere di amare chi vogliono. Quindi amami, papà.

La sua volontà si è spezzata. "La mia bella zucca", grugnì, poi mi colpì.

Ho urlato la mia passione nella fica di Desiree mentre lui entrava in me. Mi ha riempito, la mia figa ha avuto le convulsioni su di lui mentre venivo e venivo e venivo.

È stato incredibile come avevo sperato!

«Oh, Alison!» grugnì. "La mia dolce, bellissima zucca!"

Per un momento il suo cazzo è stato sepolto fino in fondo dentro di me, grosso e meraviglioso, e poi mi ha scopato. Difficile. Lo schiaffo di carne riempì la stanza, i suoi colpi mi spinsero nella fica della mia fidanzata. Grugnì e gemette, picchiandomi come un selvaggio.

"Oh si! La tua figa! Porca merda! Ti senti fantastica, Alison!

Non riuscivo a smettere di venire. Mio padre mi stava scopando! Niente era più tabù di questo! E stavo condividendo questo momento felice con l'amore della mia vita.

"Fanculo!" Desirée gemette. “Fanculo la piccola puttana! Lei è la tua troia per la notte! La piccola troia di papà! Vienile dentro! Voglio mangiare il tuo sperma incestuoso dalla sua fica!

I succhi mi inondavano le labbra; lei è venuta. Mi aggrappai ai suoi fianchi mentre si dimenava e ansimava, le grandi tette si sollevavano in estasi. Poi è crollata, guardandomi attraverso gli occhi chiusi, un sorriso felice sul viso. Leccai dolcemente la sua fica, lasciando che la sua figa si raffreddasse.

"Oh, papà!" sussultai. “Scopami più forte! Ho bisogno del tuo sperma! Inonda la mia figa! Sono la tua troia stasera, papà!

"La mia piccola troia!" gemette. I suoi colpi si fecero più frenetici. "La mia piccola zucca è diventata una troia birichina!"

"Vieni dentro di me!" Rimasi senza fiato, un altro sperma rotolava attraverso il mio corpo.

"Vuoi lo sperma di tuo padre?" chiese.

"Io faccio!"

Mi ha sbattuto addosso ed è esploso. La mia figa, che continua a venire, ha munto fino all'ultima goccia di sperma di mio padre. Le mie ginocchia cedettero quando il mio orgasmo si intensificò e il piacere esplose dentro di me; Crollai sul letto, contorcendomi in estasi.

Papà è crollato accanto a me, prendendomi a cucchiaiate da dietro. "Ti amo, zucca".

L'ho baciato sulle labbra. "Ti amo anch'io, papà."

Desiree si è unita a noi e ha baciato anche me. Non mi sono mai sentito così amato come in questo momento.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Il matrimonio

Papà era stato uno stallone quella notte. Dopo che Desiree è scesa su di me e mi ha ripulito la figa da tutto il suo sperma, ci siamo messi a cavalcioni su di lui. Desiree cavalcava il suo cazzo mentre io cavalcavo la sua bocca. Poi abbiamo dato a papà uno dei magici Viagra di Sam – la prima cosa che l'ermafrodita troia aveva inventato – e ci siamo scopati papà tutta la notte. Abbiamo passato il fine settimana a casa sua, recuperando tutto il tempo perduto.

Ho saltato quando la musica è cambiata; la marcia nuziale suonò, facendomi uscire dal mio sogno ad occhi aperti. La banda della chiesa stava suonando, un'eclettica collezione di bonghi, chitarre e un trombone. Ero arrossata e arrapata, la mia figa umida, come ricordavo quella notte. Desiree e io dovevamo assolutamente andare di nuovo a cena da mio padre.

Korina e Xiu avevano già raggiunto l'altare, ed era il turno di Mistress e Desiree. A braccetto, hanno marciato lentamente mentre l'intera congregazione guardava con soggezione mentre la loro Dea scortava la mia sposa. I miei occhi si alternavano tra il culo grassoccio e nudo di Desiree e il sedere ondeggiante della Padrona sotto la sua gonna attillata. Daisy aspettò all'altare e arrossì quando la Padrona si sporse e catturò le sue belle labbra con un bacio.

Ora toccava a me. Facendo un respiro profondo, ho agganciato il mio braccio attorno a quello del Maestro. ho tremato. Non è troppo tardi, sussurrò il mio subconscio. No. Era troppo tardi. Desiree possedeva il mio cuore. L'ha rubato il giorno in cui ci siamo conosciuti. I miei tremori cessarono e ci avviammo maestosi verso la mia sposa in attesa.

Mentre superavo papà, si allungò e mi afferrò la mano. Sentii i miei occhi annebbiarsi dalla gioia e lo strinse di nuovo. Si sedette accanto a Issy Norup, una delle ex puttane del Maestro che faceva jogging. Ho convinto papà a venire in chiesa dopo quella cena e lui è andato d'accordo con Issy, con una piccola spinta da parte mia. L'adolescente sembrava felice appoggiata a mio padre. Meritava un po' di felicità; aveva passato tutto il suo tempo a cercare di crescere la sua figlia fuori controllo – mia madre era morta dandomi alla luce – che non aveva tempo per trovarsi un'altra donna.

"Sei così bella, mi Sirenita", sussurrò Desiree quando raggiunsi l'altare.

Ho consegnato a Xiu il mio bouquet e ho preso le mani della mia sposa. Mi è piaciuto quando Desiree mi ha chiamato 'Sirenita'. Significava sirenetta in spagnolo. Abbassai lo sguardo sull'anello di fidanzamento che mi aveva regalato Desiree e le due sirene incise sulla fascia, le cui braccia formavano la montatura per il diamante scintillante.

“Sei bellissima,” sorrisi di rimando.

Daisy ha iniziato il suo sermone nuziale, dicendo quanto è stato bello quando due persone hanno deciso di unire le loro vite. esortandoci ad amarci l'un l'altro ea metterci l'un l'altro prima di tutti gli altri; per deliziarsi l'uno del corpo dell'altro e condividere i nostri piaceri più profondi con il nostro partner. "I nostri Dei sono qui, stasera, per benedire questa unione", predicò Daisy.

Ho tremato quando il Maestro mi ha piegato sull'altare. All'improvviso ero così nervoso; Avevo scopato il Maestro un sacco di volte, ma questo era diverso. Questo è stato il giorno del mio matrimonio. Desiree si chinò accanto a me, lanciandomi un sorriso mentre Mistress si infilava abilmente uno strap-on con un dildo rosa shocking attaccato. Rabbrividii di gioia mentre il Maestro mi accarezzava il sedere, e allungai la mano per afferrare la mano di Desiree mentre sentivo il suo cazzo duro che spingeva le labbra della mia figa.

"Alison, sei stata la nostra prima puttana", disse il Maestro. "E sono così felice per te e Desiree."

"Desiree, eri la nostra seconda troia", disse la padrona. "Ho visto come ti rende felice Alison, e hai la mia benedizione per sposarla."

Gemetti mentre il Maestro spingeva il suo cazzo nella mia fica bagnata. La bocca di Desiree si allargò per il piacere mentre Mistress scopava il suo dildo nella figa di Desiree. "Oh, grazie, Maestro!" Rimasi senza fiato mentre picchiava la mia fica da troia. "Umm, mi piace quando il tuo cazzo è dentro di me!"

"Fuck me, mi Reina", ansimò Desiree. "Si si! Oh sì! Ti amo! Adoro quando mi rendi la tua puttana!

Il cazzo del padrone mi ha riempito, allungandomi con la sua circonferenza mentre il suo cazzo mi alesava. Lo amavo! Ogni spinta, ogni carezza della testa del suo cazzo contro le mie profondità umide, costruiva il piacere tra le mie gambe. Fissai gli occhi scuri della mia sposa e vidi il piacere che la Padrona le stava dando, rispecchiando la mia stessa estasi. Le strinsi la mano e le sorrisi. Il Maestro spinse più forte, l'altare tremò sotto di noi. I miei capezzoli si strofinavano contro il panno di seta che drappeggiava l'altare; un'altra deliziosa sensazione che ha alimentato il mio crescente orgasmo.

“Fottimi! Fottimi!" ansimavo. “Umm, il tuo cazzo mi sta facendo impazzire! Più forte! Fanculo la mia fica troia e riempi la figa del tuo schiavo cattivo con il tuo sperma! Lo adoro! Sono la tua sporca, piccola troia!

Ero così vicino all'orgasmo. Le spinte del Maestro stavano diventando più irregolari. Anche lui si stava avvicinando all'eiaculazione. Più vicino a riempire il mio strappare birichino con la sua crema. Oh, non vedevo l'ora. La mia piccola fica birichina è stata creata per essere riempita dagli uomini con il loro sperma, in particolare quest'uomo! Niente mi ha reso più felice! Spinsi indietro i fianchi, stringendo la fica sulla sua asta. Si seppellì dentro di me, le sue mani mi afferrarono forte i fianchi.

"Fanculo!" gemette. "Cazzo, cazzo, cazzo!"

Potevo sentire il suo sperma caldo inondare la mia figa e il mio orgasmo si è schiantato dentro di me. "Sì! Oh, grazie, Maestro! È stato fottutamente fantastico!

Accanto a me, il viso di Desiree si contorse per il piacere, e lei ansimò: "¡Yo estoy correrse!" Ho sorriso; Desiree sembrava sempre così selvaggia e bella quando veniva.

"Fottuta troia!" La padrona ansimava. “Continua a muovere quel culo, puttana! Continuerò a fotterti finché non vengo!

“Oohh, vieni per me, mi Reina! Per favore!"

Il Maestro si staccò da me e io rimasi senza fiato; Potevo sentire il suo seme bagnarmi le cosce. Il mio sguardo cadde sulla padrona. I suoi capelli ramati erano appiccicati al suo viso sudato mentre pompava il suo strap-on dentro e fuori dalla mia sposa. Allungai una mano e accarezzai il viso della Padrona, facendo scorrere le dita lungo il suo collo pallido fino all'inclinazione del seno, fermandomi sulla scollatura del vestito.

«Lascia che ti aiuti, padrona», dissi facendo le fusa, abbassando il tessuto per esporre un capezzolo scuro sulla punta di un seno perfetto.

"Deliziosa puttana", tubava la padrona mentre succhiavo quel capezzolo duro tra le labbra. Ho giocato con la protuberanza, facendola rotolare intorno alla lingua mentre allattavo delicatamente. Vidi gli occhi azzurri e il viso di una bambola profilarsi accanto a me mentre Korina iniziava ad allattare l'altro seno della Padrona. "Belle troie!" La padrona gemette. "Si si! Mi fai sentire così felice! Oh, cazzo, sto venendo!

La padrona si tirò indietro, un sorriso felice sul volto. Il Maestro la circondò con le braccia e la baciò sulle labbra; Ho sorriso. Si amavano così tanto ed era sempre bello guardarli insieme. Desiree mi afferrò le mani, mi baciò le nocche e ci voltammo di nuovo verso Daisy. I suoi occhi azzurri brillavano di desiderio e le sue guance erano rosee.

«Tu, Alison Hertz, prendi Desiree de la Fuente come tua legittima sposa? Amarla, amarla e condividerla con i tuoi dèi come tua moglie troia finché vivrete entrambi?

“Lo voglio,” giurai felicemente, i miei occhi appannati dalle lacrime mentre fissavo le bellissime profondità marroni di Desiree; le lacrime brillavano sulle sue ciglia scure. Desiree fece scivolare delicatamente la fede nuziale d'oro sul mio dito, spingendola accanto al mio anello di fidanzamento.

Daisy ha ripetuto i voti. "Io faccio!" Desiree proclamò con sicurezza; Le ho fatto scivolare la fascia d'oro sul dito.

“Allora per i poteri conferitimi dai nostri Dei viventi e dallo Stato di Washington, vi dichiaro mogli puttane! Ora potete baciarvi l'un l'altro.

Desiree mi prese il viso e abbassò le sue labbra sulle mie; ci siamo baciati. Le sue labbra erano meravigliose, morbide e umide, e la sua lingua era gentile mentre scivolava nella mia bocca. Aveva un sapore dolce. Le accarezzai la guancia setosa. La nostra passione è cresciuta mentre ci baciavamo, il sangue mi pulsava nel corpo, soffocando la congregazione esultante. La sua gamba scivolò tra le mie cosce e io rabbrividii mentre si strofinava contro la mia figa gocciolante.

Infilai la gamba tra le cosce di mia moglie e mi deliziai del calore umido della sua figa che premeva su di me. Abbiamo iniziato a strofinarci l'uno contro l'altro mentre ci baciavamo. La mia mano scivolò sul suo seno, stringendo il suo seno morbido e sodo nella mia mano, poi pizzicando il suo capezzolo tra le mie dita. Desiree's hand gripped the back of my head, pulling me into her lips, while the other hand slipped down my back and squeezed my ass. I rubbed my cunt harder on her thigh, my clit delightfully caressing her silken skin.

Her tongue withdrew, and I shoved mine into her mouth. Her hips rotated, rubbing her sticky juices all over my thigh. Her clit pressed hard against my flesh, and I knew Desiree was experiencing as much pleasure as I was. I flexed my ass, sliding my pussy up and down on her silky leg faster and faster. Then I felt something brush my asshole.

The naughty, delightful, wonderful slut!

Her finger circled my asshole, then pushed inside. I groaned into my wife's lips, the intrusion driving my hips to fuck my pussy harder against her thigh. Still gripping her breast with one hand, I took my other and found her ample, Latina ass. I gave the plump cheeks a squeeze, before I dove into her cleft and found her tight asshole. My finger pushed and pushed at the ring, then it gave way before my persistent digit, and I was engulfed by her tight ass.

I felt my wife's hips shove forward as I invaded her ass with first one, then two fingers. Not to be outdone, she slipped a second finger up my ass. I pumped my hips furiously as I rapidly fingered her ass. My pleasure grew and grew and grew, and then it exploded throughout my cunt. My ass squeezed on her fingers, and I trembled with passion in my wife's arms. I felt Desiree go rigid, her juices flooding my thigh.

“I love you,” I whispered as we broke the kiss.

Behind us the congregation was cheering and clapping. Out of the corner of my eye, I saw Dad sitting in the front row. I turned to look at him. He smiled at me, pride shining in his eyes, and a delighted thrill spread through my body.

I turned back to my wife, and her face was flushed, a happy smile gracing her lips. “I love you,” I told her again. “I love you, I love you, I love you!” Every time I said it, my happiness blossomed larger.

Her finger was tender as she stroked my cheek. “I love mi Sirenita, my slut-wife forever.”

I smiled and kissed my wife again. Joy suffused every fiber of my being. Forever with my slut-wife and our Master and Mistress. What more could a slut want?

Storie simili

Legami familiari (2)

Ho sollevato il mio cazzo da Stephanie e mi sono seduto. Stephanie si sedette in ginocchio e mi guardò. L'ho osservata nel bagliore dello schermo del suo computer. Ho guardato in basso il suo corpo nudo fino alla piccola piscina che si stava lentamente svuotando dalla sua figa. Una piccola pozzanghera dei nostri succhi d'amore. Beh... dissi. È meglio che vada a letto. Mi hai sfinito. Sì. Ho quell'effetto sulle persone. Lei disse. Ho allungato la mano e l'ho fatta scorrere lungo il suo braccio. Mi avvicinai e le diedi un bacio. Ci vediamo domattina. Ho detto. Prima cosa. lei rispose...

1.5K I più visti

Likes 0

Dominazione del papà nero

Scott Clair odiava la sua bianchezza. Non era in grado di articolarlo esattamente in quel modo; ha affermato di venire a patti con la sua natura sottomessa e il suo travolgente desiderio di servire la razza nera. Se fosse stato un po' più consapevole di sé, un po' più introspettivo, avrebbe potuto descrivere accuratamente il suo odio per se stesso come derivante dal suo intrinseco bisogno di sentirsi superiore. Il bianco era la sua malattia, amplificata da un complesso napoleonico di enormi proporzioni data la sua altezza di 5'1”. Soffriva di narcisismo straordinario. Nella sua mente delirante, l'universo gli doveva delle...

1.4K I più visti

Likes 0

IL DOLORE: volume 1

Ho lasciato il lavoro tardi e sono tornato a casa e non ho potuto fare a meno di pensare all'uomo che ho beccato a fare il masterbatch nella sua stanza d'albergo mentre per sbaglio l'ho incontrato mentre stavo facendo il mio lavoro. sono entrato pensando che la stanza fosse vuota per vederlo completamente nudo e curvo su una rivista porno sul suo letto che sembrava eiaculare su tutte le lenzuola che avrei dovuto cambiare. aveva circa 28 anni e il suo corpo era sudato e rosso mentre pompava sperma dappertutto con una mano strofinandosi le palle e l'altra mungendo la campana...

1.2K I più visti

Likes 0

Come l'ho sognato Parte 2 Capitolo 15

Kishimoto è un uomo e proprietario della serie Naruto. Ora per favore LEGGI . . . . . . Ecco l'inizio della parte 2 Scritto da Dragon of the Underworld Revisionato da Evildart17/Darkcloud75 xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Come l'ho sognato Parte 2 Capitolo 15 Cinque anni dopo È stato un bel pomeriggio che sembrava che si stesse rapidamente trasformando in un acquazzone; tuttavia alle tre figure nella foresta non importava. Una figura si nascondeva in qualche boscaglia cercando di non essere rilevata mentre spiava silenziosamente le altre due figure, cercava di non muoversi o fare rumore. Non c'era modo che si lasciasse prendere. Una...

1.1K I più visti

Likes 0

Sharon è di proprietà pt 2 , dopo il ballo_(2)

Sharon si stava masturbando Billy mentre parlava con Cindy sul cellulare, era il giorno dopo il ballo di fine anno ed erano le 15. Sharon e Billy avevano passato quasi tutto il tempo a letto. Aveva anche suo padre, George portava loro la colazione a letto mentre lei continuava a dare la testa a Billy. La scorsa notte Billy era tornato a casa super eccitato perché era stato masturbato solo da Cindy nella limousine, nient'altro. Quindi, essendo la brava troia del sesso, Sharon stava aspettando nel letto di Billy indossando il suo reggiseno rosa e slip preferiti. Ha mormorato un rapido...

1K I più visti

Likes 0

Lonely Julie Capitolo 12 Ultimo capitolo

Capitolo 12 Lonely Julie Ultimo capitolo Quando i ragazzi di 11 anni Mandy e Timmy si erano diretti verso la spiaggia, Julie e Sally sono andati con i ragazzi di 14 anni Terry e Hank, che era il fratello di Mandy. Le ragazze si sono sfilate le magliette e i pantaloncini e hanno detto ai ragazzi di togliersi i pantaloncini mentre tutti giravano nudi per la cabina. Terry e Hank avevano entrambi un pene duro prima che i pantaloncini si togliessero – stare con due bellissime donne di 29 anni ed essere nudi era semplicemente un sogno per loro – soprattutto...

1.3K I più visti

Likes 0

La prima scopata di Julia

Questa è la mia prima storia, quindi per favore dimmi cosa ne pensi! Julia era una matricola di quindici anni. Era poco più di 5'2 e aveva una figura ad eliminazione diretta. Era una di quelle ragazze piccole e formose. Aveva tette 32C e una vita minuscola che svaniva in un culo perfettamente rotondo. Aveva un viso spigoloso con labbra carnose e una pelle color avorio cremoso. Lunghi capelli castani le scendevano lungo la schiena. Ma la sua caratteristica più sorprendente erano i suoi occhi. Erano grandi, intelligenti e di un blu brillante, seminascosti sotto un ventaglio di ciglia scure. Ben...

1.2K I più visti

Likes 0

Un giorno con il mio amico

Gemetti piano mentre mi sentivo svegliarmi, sbadigliavo e guardavo l'orologio con i miei occhi velati, dormivo come un compagno inafferrabile eppure altrettanto difficile da eliminare. 9:30, eh? pensai, ovviamente pensando che potevo riposare un po' di più. Tuttavia, quando ho visto la data sullo schermo digitale del mio segnatempo, sabato, sono saltato fuori dal letto e sono corso in bagno. Ho avuto la fortuna di aver trovato un lavoro decente e un appartamento con i comfort di una casa, anche se più piccola. Non direi di essere benestante, ma almeno potevo mantenermi a mio agio. Quando ho raggiunto il bagno mi...

997 I più visti

Likes 0

Legalmente vincolante, cap.4

Ho guardato mentre la sua espressione passava dalla vuota incomprensione allo shock, a una comprensione e accettazione lentamente nascenti, e infine a un profondo senso di liberazione e poi: pura felicità. I suoi occhi traboccarono di nuovo, ma per un motivo diverso. Annuì vigorosamente, incapace di parlare, e mi gettò di nuovo le braccia al collo come se stesse accettando una proposta di matrimonio. E 'questo quello che vuoi? dissi piano nel suo orecchio. Sì. Ohhhh... sì! Mi ha baciato la guancia, la mascella, il collo e mi ha stretto ancora di più. Ho aspettato che il suo primo entusiasmo si...

1K I più visti

Likes 0

Nuovi inizi - Parte 2 Cap 1

«Fuoco tutt'intorno! Sto bruciando!' “Lisa? Dove sei? Bela? Per favore! Rispondetemi! 'Non posso restare qui - morirò qui! 'Così caldo!' Tabatha strillò mentre si svegliava, sedendosi dritta sul suo letto malato. Anche gli oltre venti pazienti che condividevano l'angusto reparto sobbalzarono, molti gridando e lamentandosi del proprio dolore e della propria infelicità. In un istante, Tanya fu accanto a lei. “Va tutto bene, piccola – starai bene! Prometto! Mamma? Tabatha sussultò. Cosa è successo? Siete tutti bruciati. Va tutto bene, tesoro, ripeté Tanya con ansia. Andrà tutto bene! “Mamma… Tanya…” Tabatha sbatté le palpebre e sollevò le mani per tenere ferma...

916 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.