Babysitter con Tara pt.1

1.6KReport
Babysitter con Tara pt.1

Se mi avessi detto 3 mesi fa che sarei stato a casa della mia migliore amica, sdraiato nudo a letto con lei dopo una notte intera di sesso, probabilmente ti avrei preso a pugni in faccia e mi sarei assicurato che non avessi mai il naso dritto ancora. Eppure, è lì che mi sono ritrovato circa una settimana fa, tenendo il suo corpo caldo tra le mie braccia mentre si addormentava lentamente, i nostri corpi intrecciati. Ma sto andando avanti a me stesso.

Tutto è iniziato circa 2 settimane fa. La mia amica Tara e io facevamo da babysitter, un'attività normale per noi la domenica, visto che entrambi i suoi genitori lavoravano di notte e lei aveva due fratelli più piccoli. Era un po' tardi, verso mezzanotte, ma eravamo entrambi seduti sul divano a sparare un po' di merda, aspettando che i suoi genitori tornassero a casa. Cose normali, come l'insegnante che odiavamo di più, come pensiamo di aver fatto il test di biologia. Normale, stronzata da 16 anni. La conversazione ha iniziato a diventare un po' noiosa, e mentre lottavamo per le cose da dire, Tara finalmente ha avuto una piccola scintilla nei suoi occhi che sapevo significava che stava succedendo qualcosa. “Ehi, vuoi interpretare un po' di verità o di osare? Aiuta il tempo a passare?" Obbligo o verità, il gioco che può causare i disastri più orrendi agli adolescenti conosciuti dall'uomo. Ovviamente volevo giocare. Ancora una volta, abbiamo iniziato con cose normali. Ma, gradualmente, come tutti i giochi vanno, ha iniziato a essere pervertito. Dopo circa un'ora di gioco, eravamo entrambi in mutande. Non era successo niente di peggio a parte spogliarmi, ma vederla con indosso un paio di mutandine viola abbinate e un reggiseno stava facendo crescere la mia eccitazione, così come il mio cazzo. Lo sapeva anche lei, perché sorrideva e si mordeva il labbro. “Ok, ora tocca a te. Obbligo o verità?" "Verità, immagino..." "Ok, è grazie a me?" chiese, sorridendo e sporgendosi, posando una mano sulla mia erezione semidura. Sussultai leggermente, arrossendo. “Uh…uh huh…” riuscii, tremando leggermente. Cosa stava succedendo, qui? Ridacchiò. "Vuoi sapere un segreto?" sussurrò, un leggero rossore si insinuò anche nelle sue guance. Mi ha preso la mano senza aspettare una risposta, infilandola nelle sue mutandine. Ho sentito la sua figa, liscia e rasata, oltre che gocciolante. "Questo è da te..." sussurrò. Si staccò, sorridendo e vestendosi, lasciandomi a fissarla. "Farai meglio a vestirti prima che i miei genitori tornino a casa." lei ha preso in giro. L'ho fatto, e siamo rimasti seduti lì in silenzio fino all'arrivo dei suoi genitori e sono tornato a casa, pensando a quello che era successo.

La settimana successiva è trascorsa più o meno come al solito, anche se ho trovato Tara un po' più civettuola del normale. Se fossimo in fila, starebbe un po' più vicino del normale, il suo culo contro il mio inguine. Oppure, quando ha indossato la sua minigonna, ha lasciato cadere un libro e si è chinata davanti a me per prenderlo, dandomi una buona visione delle sue mutandine. Mi stava facendo impazzire. Mi sono masturbato di più durante quella settimana di quanto non abbia mai fatto in vita mia. Alla fine, sabato, mi ha chiamato, chiedendomi se volevo fare da babysitter domenica. Accettai, chiedendomi cosa sarebbe successo questa volta.

Quando sono arrivato il giorno dopo, ho trovato la casa insolitamente vuota. Nessun suono di bambini che giocano, TV a tutto volume o altro. "C'è qualcuno in casa?" Ho chiamato, facendo capolino nell'ingresso e guardando. "Nella mia stanza!" ha chiamato Tara. Fui sollevato di sentire qualcuno e tornai nella sua stanza, aprendo la porta. "Ehi, dove sono tutti el-" ho iniziato, fermandomi quando l'ho vista. Era sdraiata a letto con solo un paio di mutandine gialle addosso, una mano su uno dei suoi seni. L'altra mano copre il contorno della sua figa attraverso le mutandine. "Mi piace?" chiese, ridacchiando. "Cosa stai facendo?" balbettai. "Dai, Jason, devo spiegarlo per te?" chiese, suonando esasperata. "Ti amo e voglio fotterti senza cervello." Rimasi seduto lì, a fissarla un po' più a lungo. Sospirò e tirò di lato le mutandine. "Forse questo ti aiuterà ad andare avanti." la prese in giro, iniziando a strofinarsi lentamente la fessura. L'ho guardata mentre si stuzzicava con le dita, portandole di tanto in tanto alla bocca e succhiandole i propri succhi. Dopo un po', si è seduta e si è avvicinata a me. Io, ancora in piedi sulla soglia come un deficiente, non mi sono mosso, permettendole di slacciarmi i pantaloni e tirarli giù, così come i miei boxer. A questo punto ero completamente eretto e il mio membro è balzato sull'attenti una volta rilasciato dai boxer, dondolando leggermente. “Mmm, che ragazzo grande sei…” disse, leccandosi le labbra prima di farle scivolare lentamente sul mio cazzo. La sensazione era incredibile. Ho inalato bruscamente quando ha iniziato a dondolare su e giù sul mio pene duro, fermandosi di tanto in tanto per leccare o succhiare la punta o leccare la lunghezza dell'asta. In poco tempo, ero al mio punto di rottura. "Oh cazzo..." gemetti, sentendo le mie palle stringersi mentre un carico di sperma usciva dal mio cazzo, schizzando sulle sue labbra. Ha iniziato a pompare il mio cazzo con le mani, provocando un flusso dopo l'altro di sperma nella sua bocca. Dopo che sono stato pompato a secco, si è seduta sullo schienale, leccandosi le labbra e ingoiando il caldo succo d'amore prima di sorridere e dire "Tocca a me".



~Fine della parte 1. Parte 2 in arrivo se lo vuoi!~

Storie simili

Salvataggio di Daisy

John era un imprenditore sui trent'anni; costruzione generale, sposato giovane e divorziato entro un paio d'anni. Ora era uno scapolo felice e se la cavava bene da solo abbattendo ben 6 cifre, vivendo in una delle sue case specifiche e facendo ciò che aveva sempre desiderato. Non usciva molto perché tutto ciò che significava per lui era un'altra seccatura come prima e aveva abbastanza seccature da durargli una vita. Si era guadagnato una certa reputazione in giro per la città per essere un costruttore dannatamente bravo ed era ben meritato. Aveva sempre avuto questo talento per sapere cosa sembra buono e...

1.3K I più visti

Likes 0

The Forgotten Heroes Capitolo 3

Tu ed Eve andate nella foresta in fuga dai Cavalieri del Quinto Drago. Per uccidere il silenzio chiedi a Eve qualcosa su di lei. Allora come sei finito nell'Isola del Nord? Eve la afferrò per le braccia e sul suo viso si spostò un'espressione di profondo pensiero. Ero giovane a soli 23 anni, ancora un bambino da elfi, ma la mia tribù è stata assassinata e quasi spazzata via da una banda di coloni umani. Sono stato risparmiato a causa della mia bellezza naturale e venduto come schiavo anni dopo sono finito nel mezzo dove un ricco uomo della tribù dell'Orintash...

1.6K I più visti

Likes 0

Quando non si proietta ombra

Quando un uomo che non proietta ombra è di questo mondo ed etereo. Attento all'amore fatale che porta perché è la tua anima che viene a rubare Nessuno camminerà davanti a lui né calcherà le sue orme. Perché dimora tra i vivi, ……… così come tra i morti. -Michael Fletcher Il Prologo. Torbridge, Devon. 1973 . Quando Elaine Hamilton trova un neonato abbandonato sulla soglia della chiesa tre giorni dopo il funerale di suo padre, il reverendo David Hamilton, lo vede come un segno di Dio. Avvolto solo in una coperta sottile e nudo come vuole la natura, il bambino era...

712 I più visti

Likes 0

Brandi e Jessica finale di Halloween

Brandi è la mia escort, la pago per fare sesso con me. C'è molto di più però, lei è come la mia ragazza. Da quando ho iniziato a usarla si è limitata a un altro cliente, ne vedeva circa cinque. Onestamente potrei sposarla e salvarla da quella vita. Facciamo molto di più che semplicemente fare sesso. La porto ad appuntamenti, al cinema, in vacanza, resta a dormire e molto altro ancora. È una delle donne più belle che abbia mai visto. Non è troppo alta, circa 5'6. I suoi occhi sono così blu che penseresti che brillerebbero al buio. Ha denti...

689 I più visti

Likes 0

Storia secondaria del patto del diavolo: Alison e Desiree si sposano

Il patto del diavolo da miopenname3000 a cura del Maestro Ken Diritto d'autore 2014 Side Story Il patto del diavolo: Alison e Desiree si sposano Nota: questo avviene tra i capitoli 32 e 33. Venerdì 12 luglio 2013 – Alison Hertz – Il matrimonio Il giorno del mio matrimonio con la mia bellezza latina, Desiree, era finalmente arrivato. Dopo oggi, sarei Alison de la Fuente. Dopo aver annullato il suo matrimonio con Brandon, Desiree è tornata al suo nome da nubile. Era un nome molto più carino di Fitzsimmons. Desiree e io abbiamo passato diverse notti a letto a parlare del...

1.1K I più visti

Likes 0

Una serata fuori - Parte 4

Parte 4 Usciamo dal club e risaliamo il vicolo fino alla strada principale. Fermo un taxi nero di passaggio e saliamo sul sedile. Do all'autista il nome di una strada che non conoscete e partiamo. Mi lanci uno sguardo interrogativo, ma io sorrido in cambio, la mia mano si posa sul tuo ginocchio, poi scivola dolcemente su e giù per la tua coscia, ogni colpo si avventura un po' più in alto. Decidi di rilassarti sul sedile e goderti il ​​viaggio. La miscela del vino che hai bevuto e il leggero accarezzamento della tua coscia ti fanno sentire rilassato. Sei riportato...

767 I più visti

Likes 0

Studente schiavo_(0)

Mi chiamo John Smith. Ho 32 anni, capelli castani, alto circa 5 piedi e 8 pollici e ho un cazzo di 15 pollici. Insegno matematica al decimo anno. Amo il mio lavoro per via di tutti gli adolescenti sexy che vedo. Ce n'è una in particolare di nome Katie che si veste sempre come una troia. Camicie attillate senza reggiseni e minigonne. Lei ha 16 anni. Venerdì, dopo un esame di matematica, l'ultima lezione della giornata, si è avvicinata a me dopo che tutti gli studenti erano usciti. Indossava una canotta bianca e una minigonna piuttosto corta. Sig. Smith, ho bisogno...

2K I più visti

Likes 0

SOVRANITÀ 19

Merlin aveva un piano, un piano che gli aveva dato il suo Barlume. Guardando Hopix sapeva che era pericoloso, il temperamento di Hopix era quasi leggendario. Merlin sorrise quando ricordò la prima volta che Glimmer aveva perso la pazienza con lui, dannazione, ma quella non era stata una bella giornata questo era sicuro. Sospirando, prima Alan ha dovuto sconfiggere gli ultimi tre. Merlino sapeva che gli ultimi due semplici maghi non sarebbero stati un problema, ma questo campione era un'altra questione tutti insieme. Doveva esserci qualcosa che poteva fare per aiutare Alan. Schioccando le dita Merlino si concentrò e creò una...

784 I più visti

Likes 0

La data del matrimonio di Jennifer

Non era proprio dell'umore giusto per un matrimonio. Ma Katie era sua amica dai tempi del college, quindi Jennifer sentiva di doversene andare. Inoltre Joe era un bravo ragazzo. Quindi ha frugato nel suo armadio per trovare il vestito giusto. Di recente aveva perso una trentina di chili, quindi era un po' eccitata all'idea di provare uno dei suoi vestiti sexy più vecchi. Ha trovato quello giusto. Era lucido e nero. Non troppo corto ma nemmeno molto lungo. Non molta scollatura ma abbastanza per ottenere una seconda occhiata. Niente calze di nylon, dopotutto era estate. E le sue gambe lisce sembravano...

719 I più visti

Likes 0

Regina Yavara: Capitolo 8

Capitolo otto YAVARA Avevo visto Elena nuda centinaia di volte. Durante la nostra prima adolescenza ero stato terribilmente invidioso della forma della sua donna, e spesso l'ho ammirato. Ricordo come arrossiva quando mi sorprendeva a fissarla, ma non ha mai tentato di nascondersi. Sapevo perché allora, ma non ho mai detto niente. L'omosessualità era disonorata nella società delle Highland, e io temevo per lei. A dire il vero, avevo un po' di paura per me, perché anche all'età di tredici anni, avevo sentito uno strano formicolio quando avevo contemplato la perfezione che era Elena Straltaira. Ora ero cresciuto in un corpo...

767 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.