Il risveglio sessuale di Jennifer - Ch5 - Prendere il sole "privato".

1.3KReport
Il risveglio sessuale di Jennifer - Ch5 - Prendere il sole

1 suggerimento
"Jennifer, ti ricordi che ho menzionato un bel posto appartato dove possiamo andare a prendere il sole in pace?"
'Sì.'
"Vorresti andarci domani?"
'Oh si.'
"È un po' fuori dai sentieri battuti, quindi che ne dici di noleggiare un paio di biciclette per arrivarci?"
"Ok, ma non ci renderà un po' accaldati e sudati quando arriviamo?"
«Oh, sì, decisamente, ma questo è il punto. Ne varrà la pena, vedrai.'
2 Prepararsi
Cosa dovrei indossare? si chiese Jennifer, guardando attraverso il suo guardaroba e sistemandosi su un crop top scollato con una minigonna avvolgente. Decise che avrebbe indossato anche il suo bikini perizoma riparato e sorrise a se stessa mentre ricordava per un momento il motivo per cui David non l'aveva visto prima.
Dopo essersi vestita, ha dato un'occhiata alla sua piccola collezione di giocattoli, chiedendosi se portarne con sé o meno, e ha deciso di provare le sfere vibranti di Ben Wa. Li ha accesi con una svolta ed era appena riuscita a inserirli nella sua figa prima che arrivasse David.
Scesero le scale, caricarono le biciclette e si avviarono con David al comando. Il basso ronzio delle sfere vibranti di Ben Wa la faceva sentire sempre più eccitata mentre pedalavano.
David ha acceso uno spinello quando si sono fermati a un semaforo e hanno pedalato fianco a fianco per un po', suonandolo e superandolo avanti e indietro.
Quando si fermarono a qualche altro semaforo, David lanciò un'occhiata e non poteva mancare di vedere i suoi capezzoli che si vedevano attraverso il suo top sudato. Alzò gli occhi sul suo viso, sorrise, strizzò l'occhio e abbassò di nuovo gli occhi per indicare di cosa stava sorridendo.
Jennifer ricambiò il sorriso, mandò un bacio a David e si avviò mentre le luci diventavano verdi.
Dato che ora era dietro Jennifer, ha improvvisamente notato la magnifica "vista" che aveva ottenuto dal crop top che indossava e dalla sua posizione di guida piegata a causa del manubrio ribassato della bici.
Jennifer si voltò a guardarlo, vide la direzione dei suoi occhi e in realtà si chinò più in basso sul manubrio per dargli una visuale migliore. Quando si fermarono alla successiva serie di luci, guardò attraverso e vide i suoi capezzoli ancora più grandi. Jennifer si voltò verso di lui e lui vide un chiaro rossore sulla parte superiore del suo petto.
Poi Jennifer strinse le cosce e strinse il manubrio così forte che le sue nocche divennero bianche.
David gli chiese se c'era qualcosa che non andava e Jennifer lo guardò con occhi pieni di lussuria, pronunciò le parole "Sto venendo", chiuse gli occhi e lasciò che l'estasi la inondasse.
Lasciarono le strade principali e si fermarono a un incrocio dove, dato che ora si trovavano su strade di campagna e non vedevano nessuno da circa un miglio, Jennifer gli chiese se pensava che probabilmente avrebbero visto qualcun altro.
'No. Non credo.'
'In tal caso...' e afferrò il bordo inferiore del top corto e se lo tolse sopra la testa.
David è stato momentaneamente colto alla sprovvista dalla vista sbalorditiva del bikini perizoma che indossava. Ha fatto una doppia ripresa quando ha visto che una delle minuscole "tazze" si era spostata da parte, esponendo un capezzolo.
'Da che parte, adesso?' chiese mentre infilava di nuovo il capezzolo.
Dovette raccogliere i suoi pensieri mentre il senso della domanda penetrava lentamente nella sua coscienza.
"Oh, ehm, a sinistra", ha risposto, "non è lontano adesso", e poi ha dovuto pedalare forte per raggiungerlo dopo che Jennifer lo ha lasciato in piedi.
Quando si fermarono all'incrocio successivo, lei si tolse il bikini e glielo mise tra le mani prima di allontanarsi.
Un po' più in là e notò Jennifer che muoveva la gonna in modo che lo spacco fosse di lato, mostrando tutta la gamba fino alla vita e il nodo degli slip del bikini era visibile.
La volta successiva che guardò, il cordone e il nodo degli slip del suo bikini erano scomparsi.
Jennifer ha quindi spostato la gonna in modo che lo spacco fosse dall'altra parte.
'Svolta a destra al prossimo incrocio, circa mezzo miglio più avanti e siamo arrivati.'
Quando si sono fermati all'incrocio, Jennifer ha spinto qualcosa nella mano di David prima di pedalare via.
Abbassò lo sguardo per vedere di cosa si trattava e si rese conto che erano gli slip del suo bikini.
Slip bikini molto bagnati.
Notò una strana "scivolabilità" dell'umidità e annusò il panno.
Odorava di Jennifer.
Santo cielo, pensò, dato che poi ha dovuto pedalare forte per raggiungerla di nuovo, è già bella come nuda.
3 “La Valle”
«Quanto c'è ancora?» chiese Jennifer, con una nota di disperazione nella voce.
«Non molto lontano adesso perché siamo qui. Cosa ne pensi?'
Jennifer si guardò intorno in una valle tranquilla e pacifica sotto di loro e scoprì che era difficile credere che una zona così bella potesse esistere così vicino alla città, con tutto il suo trambusto.
Poi Jennifer ha chiesto: "Cos'era questo edificio?" riferendosi alla vecchia struttura di cemento vicino al punto in cui si erano fermati. Era difficile distinguere qualcosa di più di una vaga forma poiché era semisepolto e quasi totalmente oscurato da erbacce e sottobosco.
David rispose: 'Era una batteria antiaerea durante la seconda guerra mondiale. Ci daremo un'occhiata più tardi, se ti va?'
David scese da cavallo, appoggiò la bicicletta contro un muro dell'edificio e stava per iniziare a scaricare l'attrezzatura quando Jennifer gli si avvicinò da dietro, gli tirò i pantaloncini fino alle caviglie e poi si alzò, lo avvolse con le braccia e abbassò una mano per tenerlo il suo cazzo semieretto.
Jennifer ha detto: "Hai detto che questo era appartato, sì?"
'Oh si. Non puoi vedere nessun altro, vero?'
'Bene, perché ho avuto due orgasmi mentre venivo qui e voglio il tuo cazzo. Adesso.'
David aprì la coperta e si tolse i pantaloncini. Poi si voltò e osservò Jennifer indietreggiare di qualche passo e slacciare i bottoni per togliersi la gonna.
Ora nuda, si avvicinò ai gradini di cemento che portavano al lato del fortino, si voltò e si sedette perché sentiva di aver bisogno di una pausa dal giro in bicicletta per quanto fosse eccitata prima dell'energia sessuale che avrebbe presto consumato.
David si è seduto accanto a lei per un po' e le ha chiesto "Hai davvero raggiunto l'orgasmo mentre venivi qui?"
'Due volte. Non potresti dirlo?
"Beh, avevi detto di averlo fatto", ha risposto con un sorriso, "ma non ne ero sicuro perché stavo cercando di andare avanti e affrontare un'erezione allo stesso tempo."
Poi si sono alzati e lui l'ha condotta al centro dell'area illuminata dal sole dove ha detto: "Jennifer, voglio guardarti".
Jennifer rimase immobile, completamente nuda ora e teneva le braccia aperte. Inarcò la schiena e fece una piroetta.
'Beh, cosa ne pensi?'
'Sei bello. Potrei guardarti per sempre.'
Stesero la coperta e Jennifer si sedette, poi si sdraiò con le gambe leggermente divaricate.
'Voglio che mi fotti. ADESSO. Non posso più aspettare.'
Si passò le dita sul clitoride, poi spinse due dita dentro di sé e tirò fuori le palle di Ben Wa. Dopo di ciò allargò le gambe il più possibile e iniziò a masturbarsi con sei dita nella figa.
David guardò questa bellissima ragazza sdraiata lì, che si masturbava apertamente di fronte a lui, e sentì il suo cazzo rispondere ancora di più.
Si sdraiò accanto a Jennifer, si chinò in avanti e le diede un dolce bacio sulle sue labbra.
Anche Jennifer poteva sentire il suo corpo reagire, i suoi capezzoli diventare più duri, i suoi succhi che iniziavano a fuoriuscire e reagiva ricambiando il bacio con una passione che non avrebbe creduto possibile per lei solo due settimane prima.
'Fottimi, per favore. Adesso.'
David mise una mano dietro il collo di Jennifer, tenendole la testa per baciarla. Le accarezzò l'ampio seno per prendere a coppa il capezzolo nel palmo della sua mano, sentendolo diventare più eretto.
'Oh si. È bello", ha detto.
La sua mano continuò il suo viaggio verso il basso, attraverso il ventre piatto fino al tumulo pubico e passò sotto il suo, le sue dita scivolarono dentro accanto alle sue per accarezzare le sue labbra umide.
'Oooohh, sì.'
Ha spostato la mano, bagnata con i suoi stessi succhi, per tenere il cazzo di David, stringendolo e rilasciandolo e cercando di tirarlo verso di sé. David si staccò dalle sue labbra e, con piccoli baci, tracciò il petto di Jennifer verso il suo capezzolo. Le sfiorò il capezzolo con la lingua prima di prenderlo in bocca e succhiarlo molto dolcemente.
'Oh si. Sì.'
Jennifer prese la mano dal cazzo di David, gliela mise sulla spalla e lo spinse indietro in modo che si stese a terra. Lei chinò la testa per prendere la testa del suo cazzo in bocca e succhiò un po', tenendo solo la testa dentro.
'Ah, Jennifer, ahh, wow. Così, ahh, questo è... di più.'
Lei ha risposto alla sua richiesta prendendo un po' più del suo cazzo in bocca, succhiando un po' più forte.
'Sì, ​​ancora.'
Abbassò la testa fino in fondo, prendendo tutto il suo membro in fondo alla gola, sollevò la testa fino a quando non ebbe solo l'estremità nella sua bocca, succhiò forte e poi abbassò di nuovo la testa fino in fondo, e ancora su e giù e ancora.
David tirò il piede verso la sua testa e, ricevendo il messaggio, Jennifer sollevò il ginocchio sopra la sua testa per cavalcarlo con la figa appena sopra la sua bocca. David alzò la testa e tirò fuori la lingua per leccare la fessura di Jennifer, poi chiuse le labbra per prendere il suo clitoride tra loro e lo fece scorrere con la punta della lingua.
Poteva sentire i suoi succhi fluire, fuoriuscire dal suo mento e gocciolare lungo i lati del suo collo. Ha continuato, il suo clitoride diventando davvero eretto.
Jennifer ha improvvisamente sollevato la testa dal suo cazzo, si è girata e ha messo la testa all'ingresso della sua vagina.
Guardò negli occhi di David, "Sì?"
'Sì', rispose, e lei si tuffò per impalare se stessa sul suo membro.
Dopo alcuni colpi su e giù sentì la passione salire, ancora qualche altro e divenne un diluvio. All'improvviso, lei era lì, l'agonia dell'estasi diventava troppa e si sentiva andare oltre il limite, emettendo un urlo così forte che David pensò che dovesse essere stato sentito a un miglio di distanza. I suoi muscoli vaginali pulsarono, attirando il cazzo di David più a fondo dentro di lei, scatenando il suo stesso orgasmo e lui riempì il suo buco volontario con il suo sperma.
Dopo l'intensità del loro orgasmo condiviso, Jennifer si accasciò in avanti sul petto di David, il sudore che le gocciolava dal corpo e il suo cazzo ancora duro dentro di lei.
"È stato incredibile", ha detto.
'E tu, amore mio, migliora sempre di più.'
Non volendo perdere un'occasione, ha iniziato a spremere e rilassare alternativamente i muscoli della figa attorno al suo cazzo.
David li ha fatti rotolare in modo da essere in cima e ha iniziato a pompare il suo cazzo dentro e fuori dalla figa di Jennifer.
Dopo alcuni minuti sentì il pulsare dei muscoli della sua figa che precedette il suo orgasmo e lei gridò: "Sì, David, sì, yeeeeees, fuuuuuck meeee".
Quando finalmente si è ammorbidito in lei, si sono disimpegnati e, dopo qualche minuto di relax uno accanto all'altro al sole, sono andati a disfare le bici e hanno portato tutto nella coperta.
"Penso che farei meglio a mettere un po' di crema solare", ha detto. Ecco la crema Faresti gli onori di casa?'
'Sarei felice di.'
Jennifer si sdraiò sulla schiena e David le versò della crema sullo stomaco, spargendola sui suoi seni e succhiando ogni capezzolo fino a renderlo duro prima di ricoprirlo con la crema dal sapore amaro. Si spostò sulla parte inferiore delle gambe e versò della crema sullo stinco sinistro, spargendola su tutta la carne. Poi fece lo stesso con il suo stinco destro.
Le aprì le gambe e si inginocchiò tra di loro per farle le cosce.
Le versò della crema sulla coscia sinistra, appena sopra il ginocchio e la spalmò sulla sua pelle, lavorando gradualmente verso l'alto verso la zona pubica. Mentre lo faceva, notò che il respiro di Jennifer diventava più pesante e le labbra della sua figa iniziavano a gonfiarsi.
'Oh sì, David.'
I suoi movimenti circolari spargendo la crema sulla pelle di Jennifer si avvicinarono a un palmo della sua fessura quando improvvisamente passò a fare l'altra gamba, appena sopra il ginocchio di nuovo.
Ha iniziato a massaggiare la crema nella sua gamba destra.
Jennifer sentì che non poteva più sopportarlo e allargò le gambe divaricate, mettendo la propria mano sul monticello, infilando un dito dentro e accarezzandosi rapidamente il clitoride. David le afferrò la mano e la tirò via dal suo tumulo.
'Oh, no, non lo fai,' ha detto.
'Oh per favore.'
'No, aspettalo.'
Sapeva di essere impotente contro di lui e si fermò. Ha continuato i suoi movimenti circolari sulla sua pelle ma questa volta, quando si è avvicinato al suo tumulo, ha spostato una mano sulla zona erogena dell'altra coscia e ha iniziato a solleticare entrambe le aree.
Ora usava solo le unghie, toccandole la pelle e raschiando via dalla sua fessura aperta, che stava perdendo una quantità fenomenale dei suoi succhi.
'Oh, fammi venire, per favore fammi venire?'
'Vuoi davvero?'
'Sì. Sì.'
Toccò i bordi delle sue labbra solo con la punta delle dita, piegò la testa in avanti e soffiò delicatamente.
All'improvviso era lì, e questa volta il suo orgasmo è stato così intenso che è stato accompagnato da un'enorme fontana di fluido, che spruzzava verso l'esterno e verso l'alto dalla sua figa direttamente sul viso di David.
"Wow", ha detto, "non me lo aspettavo".
"Neanch'io, di certo non è mai successo così prima, e non mi hai nemmeno toccato il clitoride."
'In realtà, ti è già successo prima.'
‘Eh, come... come diavolo fai a saperlo? Non è mai successo prima.'
'Esso ha. Ricordi quel giorno sul tetto in cui ci siamo incontrati per la prima volta?
'Ehm, sì.'
'Beh, ti ho guardato attraverso due orgasmi e...'
«Ne avevo tre o quattro», la interruppe.
"Beh, ho visto due orgasmi e il secondo sembrava durare a lungo, sembrava piuttosto intenso e alla fine mi hai spruzzato addosso."
Jennifer ridacchiò, essendosi ripresa dall'imbarazzo che provava quel giorno poiché il risultato finale era la sua attuale felicità.
Finì dicendo: "Potresti aver notato che la mia maglietta era fradicia... eri tu addosso a me", e lei ridacchiò di nuovo.
'Penso che, dopo, faremmo meglio a riposarci. Oh, e um, penso che faresti meglio a metterti gli slip del bikini quando prendi il sole, cosa c'è di loro, perché quella è una pelle piuttosto tenera laggiù.'
Continuò, con un sorriso suggestivo: "E non vogliamo bruciarlo dal sole, vero?"
Poco dopo sono andati a dare un'occhiata alla vecchia postazione delle armi.
Quando entrarono nel fresco all'interno della vecchia struttura, David si avvicinò furtivamente dietro Jennifer, le avvolse le braccia intorno alla vita e la tenne stretta, la sua erezione che si stava rapidamente indurendo nella valle tra le guance del suo sedere.
Gli coprì le mani con le sue, poi allungò una mano fino al nodo sul suo perizoma e lo aprì, lasciandole cadere a terra.
Ora era di nuovo nuda, si diresse verso l'ingresso della struttura e si voltò a guardarlo di nuovo.
Si girò di nuovo, guardando la valle e si chinò, le mani appoggiate sulle ginocchia e spingendo il sedere all'indietro nell'inguine di David, la sua erezione che scivolava lungo le labbra della sua figa.
Le tenne i fianchi, si tirò indietro un po' e fece scivolare la testa del suo cazzo nella sua figa.
'Oh sì, è vero. Ora dammi di più.'
Si spinse un po' più in là e si tirò indietro.
'Sì, ​​fottimelo dentro', ha detto.
Sapeva che Jennifer pensava che l'avrebbe eccitata allo stesso modo della loro prima notte, quindi ha deciso di coglierla alla sprovvista.
Dopo un altro paio di brevi movimenti avanti e indietro nella sua figa, lui l'ha speronata fino in fondo, l'ha tirata fuori e l'ha fottuta di nuovo in profondità.
Jennifer stava aspettando una penetrazione lenta e graduale, quindi l'improvvisa scopata completa non era prevista. I muscoli della sua figa entrarono in spasmi al suo improvviso orgasmo, il pulsare stimolava i sensi di David fino a quando il suo stesso orgasmo arrivò pochi istanti dopo.
Tornarono rapidamente al sole perché era quasi troppo fresco per rimanere dentro a lungo e si sdraiarono di nuovo l'uno accanto all'altro sulla coperta.
La giornata trascorreva e trascorrevano parte del resto del pomeriggio chiacchierando, facevano l'amore altre due volte e alla fine si accorsero che il sole stava calando nel cielo.
"Penso che sia ora di andare, David."
‘Hmm, penso di sì. Vuoi tornare qui domani?'
'Sì, ​​mi piacerebbe venire qui in qualsiasi momento con te.'

Storie simili

...

203 I più visti

Likes 0

Pantaloni del pigiama a pois

Ciao! Questa è la mia prima storia, spero vi piaccia e apprezzo sinceramente qualsiasi feedback, commento, domanda, opinione, richiesta, ecc... la mia unica umile richiesta è che lo facciate con rispetto. Posso continuare questa storia se alla gente piace. Grazie per aver letto, divertiti! _____________________________________________________________________________________ Il suo appartamento odorava di ammorbidente, incenso Om Nagchampa e cannabis dolce. Le porte del balcone erano tutte aperte e il calore della sua ansia filtrava costantemente nel freddo tropicale della notte di gennaio. Indossava meno del solito, questa era la prima volta che vedeva le sue gambe lunghe e tornite. I suoi occhi percorsero la...

1K I più visti

Likes 0

Fare da mentore a Brandon Capitolo 12

MENTRE BRANDON Di Bob Capitolo 12: Fantasie finalmente realizzate Mentre scivolavo in un sonno profondo non potevo fare a meno di pensare a ciò di cui io e Bran avevamo parlato. Sapevo di avere più esperienza di Brandon nel campo del sesso, dato che ero la sua prima esperienza sessuale. Potrei anche dire che era piuttosto incuriosito da un'esperienza sessuale multipla. Credevo anche che sarebbe stato molto divertente, ma non volevo spingere troppo perché non volevo perdere l'amore della mia vita. Stavo per addormentarmi quando ho sentito un rumore accanto al letto. Abbiamo davvero dimenticato di chiudere a chiave la porta...

957 I più visti

Likes 0

L'amore di lucas 2_(1)

Così mi sono messo in ginocchio e ho preso il cazzo di Jason in bocca e l'ho succhiato. Era così bello che non volevo che finisse mai, ma circa 15 minuti dopo Jason mi riempì la bocca con il suo sperma e disse Posso succhiarti? Così mi rialzai in piedi e dissi No, non puoi e sono uscito dalla sua stanza e da casa sua e sono tornato a casa mia. Quando sono arrivato ho ricevuto una chiamata da Jason. quando ho risposto ha detto Che cazzo? Jason ti ho già spiegato che non posso amare le persone quindi affrontalo e...

834 I più visti

Likes 0

Giada Parte 1 - Il bordo dell'acqua

Tutto quello a cui riuscivo a pensare era quanto faceva caldo oggi e quanto faceva freddo ieri; i forti venti che avevano spinto la mia borsa Walmart attraverso il parcheggio mentre i miei amici ridacchiavano al mio inseguimento si erano trasformati in raggi intensi che colpivano il mio corpo da sedicenne. Sarò onesto, era un corpo che la maggior parte dei miei amici, anche quelli più grandi, invidiavano ed era in parte a causa del mio corpo che le ragazze più grandi uscivano comunque con me. Il mio viso innocente e i lunghi capelli biondi si abbinavano al mio petto da...

540 I più visti

Likes 0

Lussuria nello spazio S1E4: Derivium ritrovato

Maurine era emozionata. Aveva scoperto che non solo la nave aveva già scansionato il Derivium di cui avevano bisogno per alimentare i motori, ma c'era anche un'unità di estrazione modulare dispiegabile (MDE) nella stiva. Tutto quello che doveva fare era cercare nei registri i dati di scansione e sarebbe stata a posto. Si sentiva un po' in colpa per il fatto che il compito dei ragazzi e di Judy fosse così difficile. ********************** Wow, Don. È così difficile. Judy pompò le mani lungo la sua asta prima di infilargli la testa in bocca e farla roteare attorno con la lingua. Cazzo...

505 I più visti

Likes 0

Uno scherzo del destino

Uno scherzo del destino È divertente come, in un istante, l’intera programmazione possa essere spostata. Date le giuste circostanze, tutto ciò in cui hai sempre creduto, tutto ciò per cui hai combattuto, temuto e a cui hai resistito può essere distorto e trasformato nella cosa che desideri di più. Questo è stato il caso di Taja Crawford, che ha intrapreso un viaggio spaventoso che l’avrebbe lasciata senza fiato, soddisfatta in modi che non sapeva esistessero e desiderando molto di più. Tutto è iniziato in modo abbastanza innocente, quando Taja è arrivata a casa tardi una sera dopo aver fatto la spesa...

457 I più visti

Likes 0

Il giocattolo del sesso dell'ermafrodita - Capitolo 1

Era mezzanotte e non avevo ancora trovato la preda per la notte. Ringhiai mentre le mie lunghe unghie rosso sangue affondavano nel volante del minivan nero su cui sedevo al momento, mentre la frustrazione ribolliva dentro di me implorando solo di essere rilasciata su qualche innocente spettatore. Proprio mentre stavo per abbandonare la mia caccia, un lampo di biondo mi ha ostruito la vista, facendomi girare la testa di lato per vedere una bellezza bionda con una struttura un po' minuta e tette generose che camminava da sola, guardando il suo telefono con lei auricolari. Potevo quasi ridere e scuotere la...

489 I più visti

Likes 0

ISTRUZIONE UNIVERSITARIA

Ho appena trovato questo sito l'altro giorno e finora lo adoro. Vorrei raccontarti della mia prima volta con un uomo sul sesso tra uomini, ma prima voglio parlarti di me e di come sono arrivata al punto di fare sesso con un uomo. Sono un uomo di 53 anni divorziato da 30 anni. Vivo in una città che ha un'università statale e possiedo un'azienda di autotrasporti. ma è successo tutto quando avevo 30 anni. Ero a Los Angeles per scaricare il mio camion e mentre lo scaricavano stavo pranzando dal carro del pranzo, dopo aver mangiato stavo frugando nella spazzatura e...

207 I più visti

Likes 0

Stasera stasera

Qualcuno nuovo. Trent'anni ma sembrava avere la mia stessa età e aveva qualcosa di timido e da scolaretto che mi attraeva verso questo sconosciuto sexy dai gusti costosi. Aveva un sacco di entrate disponibili e sembrava felice di spenderle per me attraverso fiori, cene, bevande e il taxi per casa sua. Mi sentivo come se avesse un mondo di esperienza al suo attivo... e anche sotto i suoi boxer, eppure sembrava riservato mentre teneva aperta la porta di casa sua. Mi sono diretto verso la cucina a vista e lui mi ha offerto da bere, e ho accettato volentieri acqua e...

197 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.