La puttana romana parte 1

497Report
La puttana romana parte 1

Quando a Roma

Charlotte stava visitando la città di Roma da sola per il fine settimana, aveva pianificato tutto e si era preparata per mesi in modo da poter vedere tutti i luoghi turistici. La Fontana di Treviea era uno dei siti più affascinanti che Charlotte avesse studiato. C'era una leggenda secondo cui se ti trovavi di fronte alla fontana e lanciavi una moneta sulle tue spalle saresti tornato alla fontana. Charlotte non credeva affatto alla leggenda, anzi pensava che fosse infantile eppure andò a visitare la fontana lo stesso. Charlotte scese dalla metro e stava camminando lungo la strada che da Piazza di Spagna si dirige verso la fontana quando un giovane italiano le si avvicinò. Charlotte osservò l'uomo mentre si avvicinava alla sua pelle olivastra e la linea della mascella cesellata faceva inumidire le mutandine di Charlotte. Quest'uomo italiano era alto con una corporatura muscolosa, i suoi capelli nero corvino si abbinavano perfettamente alla sua pelle. L'uomo allungò una mano a Charlotte, lei la prese e la baciò. L'uomo si presentò a Charlotte come James. James era molto interessato a Charlotte, aveva uno sguardo innocente che gli faceva stringere le palle nei pantaloni, a 5"3 con quello che James immaginò fosse un seno a coppa C e lunghi capelli castani fino alla vita Charlotte era davvero stupenda. James ha dato Charlotte una moneta per la fontana e le disse che era molto fortunata e con quella sarebbe tornata alla fontana ogni anno, tutto quello che doveva fare era esprimere un desiderio. Charlotte lasciò James che ora stava sorridendo enormemente e si avvicinò alla fontana. Prese la moneta e la gettò augurando un amore come nessun altro.
Il tempo rimanente di Charlotte a Roma era proprio come previsto, anche se gli uomini italiani avevano smesso di flirtare con lei, lei aveva comunque apprezzato i suoi viaggi ed era tornata a casa felice.

Una volta a casa, Charlotte iniziò a sentirsi diversa. Si ritrovò a sognare James e la fontana. Era sempre arrapata da morire e spesso si ritrovava la mano sepolta nelle mutandine senza ricordare come fosse arrivata lì. Charlotte non ce la faceva più, aveva bisogno di venire ma non ci riusciva da mesi. Era disperata dal bisogno, ma niente avrebbe funzionato, aveva provato tutti i giocattoli sessuali venduti da Ann Summers e aveva provato un'ondata di avventure di una notte, niente avrebbe funzionato. Charlotte stava iniziando a perdere il controllo del suo corpo, preso dalla lussuria finché il suo capo non la trovò a masturbarsi nel suo ufficio. Entrò e le disse di non osare muoversi. Charlotte sedeva lì con la mano nelle mutandine mentre Trevor, il suo capo, chiudeva la porta dell'ufficio e si avvicinava a Charlotte mentre si toglieva la cravatta sorridendo enormemente.

Trevor ha tirato con forza la cravatta attorno alla testa di Charlotte e ha creato un bavaglio per attutire qualsiasi suono che avrebbe emesso. Charlotte cercò di dire a Trevor che le dispiaceva e che non avrebbe mai detto a nessuno quello che era appena successo, ma invece rimase lì seduta incapace di parlare. Il suo corpo la mantiene tranquilla, impedendole di esprimere quello che pensa, presa completamente dal bisogno di venire. Trevor fu sorpreso da quanto Charlotte fosse compiacente considerando che stava per violentarla, ma scacciò quel pensiero dalla testa e lasciò cadere i pantaloni sul pavimento. Il suo cazzo da 9 pollici era già duro ed era saltato fuori, era il cazzo più grosso e grosso che Charlotte avesse mai visto e i suoi occhi si spalancarono quando si rese conto di non essere in grado di fermare Trevor.

Trevor tirò fuori la mano di Charlotte dalle sue mutandine e le strappò la gonna, le afferrò le cosce e le allargò le gambe più che poteva. Trevor mise il suo cazzo all'ingresso del buco di Charlotte e la guardò negli occhi. Tutto quello che poteva vedere era la lussuria che il corpo di Charlotte la costringeva a provare e con ciò si spinse dentro Charlotte con tutta la sua lunghezza. Charlotte avrebbe voluto urlare perché il dolore era insopportabile ma invece rimase seduta lì sorridente, incapace di reagire. Trevor iniziò a scopare Charlotte più forte che poteva, il suo orgasmo cresceva ad ogni spinta, si chinò e morse l'orecchio di Charlotte prima di sussurrarle nell'orecchio "se non vieni con me troia, qui hai finito". Charlotte cercò di parlare per provare piacere per la scopata che stava ricevendo ma sapeva che stava per accadere l'inevitabile. Trevor entrò con forza nel suo buco e ancora una volta a Charlotte venne negato l'orgasmo dal suo stesso corpo. Trevor le ha dato uno schiaffo in faccia, le ha tolto il bavaglio e ha detto freddamente "il sesso non è consentito sul posto di lavoro, fare le valigie e tornare a casa", tutto ciò con cui Charlotte ha potuto rispondere è "sì, signore".

Charlotte lasciò l'edificio con le lacrime agli occhi quando il suo telefono squillò era un numero sconosciuto stava per ignorare la chiamata ma notò che il prefisso era italiano, Roma per la precisione rispose alla chiamata, alzò il telefono al all'orecchio e ascoltò la persona che chiamava mentre diceva "ciao Charlotte, mia dolce piccola troia". Ti sono mancato, lo ha deriso Trevor al telefono. Il respiro di Charlotte quasi si fermò; i suoi occhi si illuminarono di incredulità e shock, le sue mutandine si inumidirono alla parola troia, non poteva credere che James fosse riuscito a ottenere il suo numero o che avesse avuto l'audacia di chiamarla con nomi così inappropriati. Charlotte poteva sentire James ridere al telefono prima che tutto diventasse silenzioso. James fece una pausa per un secondo prima di spiegare a Charlotte la maledizione della moneta, visto che non era una leggenda, in realtà era una terribile maledizione per coloro che erano stati scelti dai figli della gente del posto. Viaggiatori insospettabili che guarda caso erano attraenti James rise dell'ultima frase, una risata malvagia che fece innervosire la pelle di Charlotte.

James fece un'altra pausa, disse a Charlotte di camminare lentamente verso la sua macchina per sedersi al posto di guida e di aprire lentamente il vano portaoggetti rimuovendo lentamente la busta nascosta. Charlotte fece come aveva detto James e aprì lentamente la busta per trovare due biglietti per Roma. Charlotte era confusa ma per la prima volta dopo mesi si sentiva come se potesse finalmente venire. La mano di Charlotte abbassò nuovamente i pantaloni, le sue dita si allungarono per trovare e accarezzare il suo clitoride per aiutarla a trovare quel punto speciale, le sue dita danzarono ed esplorarono lentamente, accarezzando ogni ultimo punto della vagina di Charlotte. Il suo piacere aumentava lentamente tanto da arrivare così vicino al limite che il suo respiro ora era appassionato, disperato e le sue dita si muovevano più freneticamente ora di quanto avessero fatto in tutto l'anno. L'orgasmo di Charlotte iniziò a crescere prima che all'improvviso si sentisse di nuovo la voce di James. fermare. Stop fu tutto ciò che James ebbe da dire prima che l'intero orgasmo di Charlotte svanisse come un lontano ricordo, solo per essere sostituito dal ricordo della fontana. Charlotte diede un'occhiata più da vicino ai biglietti che aveva in mano e andò direttamente all'aeroporto.

Continua.

Storie simili

Brandi e Jessica finale di Halloween

Brandi è la mia escort, la pago per fare sesso con me. C'è molto di più però, lei è come la mia ragazza. Da quando ho iniziato a usarla si è limitata a un altro cliente, ne vedeva circa cinque. Onestamente potrei sposarla e salvarla da quella vita. Facciamo molto di più che semplicemente fare sesso. La porto ad appuntamenti, al cinema, in vacanza, resta a dormire e molto altro ancora. È una delle donne più belle che abbia mai visto. Non è troppo alta, circa 5'6. I suoi occhi sono così blu che penseresti che brillerebbero al buio. Ha denti...

610 I più visti

Likes 0

I sogni diventano realtà_(0)

Stavo facendo le valigie per prepararmi a dormire a casa del mio amico. Il suo nome era Lyall. Era un ragazzo della mia classe. Avevamo entrambi 14 anni. La cosa è; Ero innamorato di lui dalla prima media. Ho capito molto presto di essere gay, anche se l'ho nascosto bene. Non ha aiutato molto il fatto che fosse estremamente caldo e molto ansioso di mostrarlo. Spesso si toglieva la maglietta quando giocavamo o indossava pantaloncini che rivelavano le gambe e le cosce. Se anche lui fosse gay o meno, non lo sapevo. Commentava sempre le ragazze sexy e aveva avuto delle...

1.4K I più visti

Likes 0

Il compagno di un demone Parte 1: Il mio inizio

NOTA: NON c'è sesso in QUESTA PARTE della storia. Prometto che nei capitoli a venire ci sarà un sacco di sesso caldo e lussurioso. Questa è solo l'introduzione. Ero semplicemente seduto sul divano, a guardare un documentario su The Dark Ages. Era interessante. Quindi vedi praticamente il mondo intero andare all'inferno. All'improvviso, il mio telefono stava facendo rumore. Era il mio ragazzo. Beh, era una specie di mio ragazzo. Non ci eravamo mai incontrati nella vita reale. Ci siamo conosciuti tramite un sito web di amici di penna. E da allora avevamo sviluppato una vera relazione. Ha vissuto in Gran Bretagna...

1.5K I più visti

Likes 0

Il lottatore parte 1

Il lottatore prima parte Questa storia parla di un ragazzo timido e di un amico di famiglia che lo ha aiutato a superare le sue ferite e la sua timidezza per raggiungere la vetta. È un po' una lunga storia. Mi sono lasciato trasportare questa volta. Anche in questo caso sto usando una buona dose di correttore ortografico sicuro per la mia dislessia, ma consigli e commenti sono molto graditi. Fatemi sapere se siete arrivati ​​alla fine ragazzi per favore. The Silent Assassin era il suo ring name e non era un caso vero nome Adam, era un prodotto dello sviluppo...

1.2K I più visti

Likes 0

Il sostituto di mamma

Solo nei miei sogni potevo concepire ciò che sta accadendo. Devo stare sognando, questo non può essere reale, vero? Mi sveglio dal sogno di fare sesso con mia moglie. Un sogno che ora realizzo, perché mia moglie era morta due anni fa. Il sogno è di mia moglie più giovane di vent'anni, ma io ho l'età che ho adesso. Sono ancora intontito dal sonno, ma il sogno sembra continuare nella mia mente, poiché provo un intenso piacere all'inguine. Faccio scorrere la mano sotto le coperte volendo accarezzare il mio cazzo. Aspetta, il mio cazzo è duro e qualcosa si sta muovendo...

927 I più visti

Likes 1

Seduzione estiva parte 1

Seduzione estiva parte 1 Era l'estate del 1986 e avevo appena terminato il mio livello O presso il college internazionale inglese di Marbella, in Spagna. La mia famiglia si era trasferita lì 2 anni prima. La maggior parte delle persone a scuola erano amiche e si conoscevano indipendentemente dall'età o dalla classe in cui appartenevano, quindi ovviamente ero amichevole con le amiche delle mie sorelle più giovani, la maggior parte delle quali avevano 14 anni e desideravo l'attenzione dei ragazzi più grandi. Le vacanze scolastiche erano appena iniziate e l'amica di mia sorella, Alesha, stava organizzando una festa in piscina a...

625 I più visti

Likes 0

Non ho scelta

Non ho scelta Di EFon (Questa è una lunga storia e ha qualche costruzione, ma credo che ne valga la pena per impostare davvero la trama.) Cosa farò adesso? Sono bloccato in una situazione senza vittorie e lo stress mi sta uccidendo. Non ho mai voluto una vita complicata, ma ho un tempo che mi piaccia o no. La cosa strana è che mentre so che è sbagliato, non posso fare a meno di amarlo comunque. Ora ho passato dei momenti selvaggi al college, ma mentre ero ancora giovane, mi sono innamorato e ho sposato la mia fidanzata del college Rachel...

1.5K I più visti

Likes 0

Jake, Robby e una sorpresa

Scriverò di più se ti piace. Inviami un'e-mail con commenti/suggerimenti: [email protected] Jake Greenman è seduto nella sua lezione di teoria musicale, annoiato a morte e giocherellando con una chitarra per cercare di compensare l'ansiosa diffusione di giovani ormoni in tutto il suo corpo tonico e caldo. I suoi capelli castani, lisci e magri nella carnagione, gli sfiorano leggermente la fronte e ricadono sul cuoio capelluto, e deve voltarli indietro periodicamente. Il suo modo di suonare la chitarra è un po' sporadico, le sue dita lisce e bianche accarezzano la tastiera e scivolano altezzosamente su e giù per la chitarra sub-par. È...

1.7K I più visti

Likes 0

Verme.

. Smack, Smack due schiaffi affilati sul viso e sulle guance gli fecero aprire gli occhi e vedere la sagoma di sua moglie in piedi sopra di lui. “Ehi verme, vado a lavorare, non stare in quel fottuto letto tutto il giorno; e assicurati che questo posto sia ripulito quando torno”. Il suo risentimento per lui era ai minimi storici ormai da diversi anni. I suoi soldi li tenevano entrambi perché era diventato inutilizzabile da tempo. Era stato tutto paradisiaco quando si erano incontrati per la prima volta; pensava che fosse il signor Meraviglioso. Come la eccitava con tutti i suoi...

1.5K I più visti

Likes 0

Tenero amore II

Introduzione: Per comprendere e apprezzare appieno questa storia, leggere la Parte I di Tender Love. Mi dispiace che ci sia voluto così tanto tempo per la parte 2, mio ​​padre è morto e io ero distratto. La giovane donna latina giaceva sopra la mia forma nuda con il mio cazzo duro come una roccia ancora incastrato tra le labbra della sua figa, come se fossi un dildo umano per il suo piacere. Potevo sentire i suoi caldi succhi d'amore che cominciavano a raffreddarsi mentre gocciolava dai lati delle mie cosce. Si è riposata dal potente climax che aveva appena sperimentato strofinando...

1.6K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.