Un vigoroso insegnante 2

851Report
Un vigoroso insegnante 2

Erano passati 2 giorni dal mio piccolo incontro con la signora Peters, il suo ragazzo è andato a prenderla dopo che la sua giornata è finita ma lo ha fatto solo negli ultimi giorni, penso che potrebbe essere su di noi.

Oggi sono passato davanti alla signora Peters un paio di volte e ho capito che mi voleva tanto quanto io volevo lei. Di solito pranza in mensa, quindi sono andato a sedermi accanto a lei ma sono stato allontanato dai miei compagni a cui piace anche la signora Peters, se solo lo sapessero. Dopo che i miei amici si sono fatti strada, sono stato costretto a sedermi di fronte a lei, cosa che non mi dispiaceva perché potevo fissarla negli occhi. Non appena mi sono seduto ho sentito un piede strofinarmi la gamba, naturalmente pensando che fosse Katy (la signora Peters) mi sono seduto lì e ho cercato di godermelo. Dopo un po' il suo piede si è infilato nei miei pantaloni e mi stava accarezzando il cazzo, non ce la facevo più e sono corso al bagno dei ragazzi per masturbarmi. Circa a metà della masturbazione al pensiero della signora Peters, ho sentito la porta aprirsi e chiudersi di nuovo e il suono distinto dei tacchi alti che venivano verso di me, la porta si è aperta e con mia sorpresa la signora Peters era in piedi
lì nei bagni dei ragazzi a guardarmi strofinarne uno. L'edificio aveva ancora dei lavori da fare, quindi i bagni erano vietati agli studenti, tuttavia uno dei costruttori era un amico di famiglia, quindi sono entrato senza problemi

Stavo per venire ma lei mi ha allontanato le mani e le ha tenute contro il muro, stavo cercando di venire ma non me lo ha permesso! Mi ha appena baciato su e giù per il mio corpo (anche il mio culo) ma non il mio cazzo o le palle, questo mi stava facendo impazzire ma non volevo costringerla a fare nulla fino a quando non ce la facevo più mentre afferravo il parte posteriore della sua testa e l'ha forzata sul mio cazzo, si è spalancata e mi ha preso in bocca.

Volevo venire proprio lì e poi, ma non volendo perdere la sensazione che ho resistito ancora per un po 'fino a quando la campanella della scuola ha suonato facendola saltare in piedi e ricomporsi lasciandomi lì senza parole e desiderando di più si è allontanata girandosi e dandomi un occhiolino.

"Stallone della sfortuna". disse scusandosi ma con uno sguardo seducente.

Dopo avevo Storia ed era la mia ultima lezione, quindi ho pensato che sarei arrivata tardi sperando che la signora Peters mi desse una dentatura per poterla rivedere stasera, ma quando sono arrivata in classe mi ha guardato e ha scosso la testa, io sapeva che questo significava che il suo ragazzo sarebbe andato a prenderla.

Dopo aver assistito a una noiosa lezione di storia solo cercando di immaginare Katy nuda, mi ha detto di restare indietro e così ho fatto. Pensando che ne avrei preso un po', mi sono tolto la maglietta e mi sono avvicinato rubandole un bacio, lei mi ha baciato sulle labbra quando ho sentito la sua lingua trovarsi la strada nella mia bocca. sganciare il reggiseno poi ho sentito bussare alla porta. A mio avviso era il suo ragazzo. Ha aperto velocemente l'armadio e mi ha detto di entrare mentre mi lanciava la camicia, ha chiuso la porta e ha detto.

"Entra tesoro."

"Ho avuto una lunga giornata Kate." Disse mentre si chinava per un bacio e le schiaffeggiava il culo. Aveva il culo più bello che avessi mai visto e vedere le sue mani sporche che la toccavano mi fece infuriare di rabbia. Dopo un po' che si accarezzavano a vicenda l'ho vista strizzarmi l'occhio con quell'espressione da 'ti voglio' ma il suo ragazzo l'ha portata fuori per portarla a casa, non so cosa mi abbia spinto a seguirla ma ho dovuto e nel parcheggio li ho sentiti litigare. Mi voltai e lo vidi schiaffeggiarla in faccia, ormai avevo perso la pazienza e ovviamente non c'era alcuna giustificazione per lui per schiaffeggiarla, quindi corsi da lui e l'agganciai proprio sul naso prima di prendere Katy e riprendermela dentro, deve essere stato uno schiaffo piuttosto duro dato che era fuori di testa.

Ora siamo di nuovo nella sua classe e la stendo sul tavolo, chiudo a chiave la porta e chiudo tutte le persiane per sentirla mormorare qualcosa mentre si sveglia.

"Jake che cosa hai fatto?"

"L'ho colpito, non potevo sopportarlo..." provai a rispondere prima che lei mi spingesse la lingua in gola.

"Mi hai fatto così fottutamente eccitato." Disse mentre mi apriva la zip e mi accarezzava il cazzo. Ho deciso di finire quello che avevamo iniziato così le ho sganciato il reggiseno e l'ho lasciato cadere, poi le ho praticamente strappato di dosso i vestiti e ho iniziato a succhiarle i capezzoli, alternando il gioco con uno e il succhiare l'altro. Poi ha preso il mio cazzo in bocca e ha iniziato a farmi un altro pompino mentre ero in posizione 69 sul tavolo, ora avevo pieno accesso alla sua figa e al suo culo mentre scuoteva il suo culo rotondo davanti a me ho iniziato a stuzzicarla baciandole le guance e le cosce del culo, devo averle leccato dappertutto ma la sua figa immagino sia stata una vendetta per quello che ha fatto prima.

Ovviamente non ce la faceva più e si è seduta sulla mia faccia costringendo la mia bocca sulla sua figa umida in attesa, l'ho scopata con la lingua per circa un minuto fino a quando il suo clitoride non si è sfregato contro il mio labbro superiore, questo l'ha fatta contrarre e gemere così ho continuato a succhiare il suo clitoride e morderlo delicatamente. Questo l'ha resa selvaggia e lei è saltata giù e mi ha accarezzato il cazzo prima di montarmi nella posizione da cowgirl.

"OOOHH FUCK.. Sapevo che il tuo cazzo era grosso ma è fantastico" gemette.

Tutto quello che riuscii a fare fu un cenno mentre cercavo disperatamente di non venire in quel momento. Ha continuato a cavalcarmi per circa 2 minuti finché non è scesa da cavallo e mi ha detto di alzarmi. È salita sul tavolo in posizione pecorina e mi ha detto di scoparla, ho felicemente obbligato. Mi sono inginocchiato dietro di lei e ho fatto scorrere il mio cazzo lungo la sua figa finché non è stato all'ingresso.

"Non lì!" Lei gemette. È stato allora che ho capito che voleva che la scopassi nel culo.

"Sei sicuro?" chiesi esitante.

"Sicuro come lo sarò mai." Lei rispose.

Ora stavo lentamente infilando il mio cazzo da 7 pollici nel culo del mio insegnante, dopo ogni centimetro circa lei emetteva un gemito più forte e quando ho tirato fuori il mio cazzo fino a quando solo la punta era dentro, lei ha gridato.

"FUCK ME HARD JAKE!"

Le ho battuto il culo sempre più velocemente facendola respirare pesantemente e il suo culo rimbalzare. Ogni volta che vedevo rimbalzare le sue splendide guance del culo, mi faceva scopare più forte.

"OHHHHH SÌ JAKE SCOPAMI PIÙ FORTE, VENGO JAKE VENGO TUTTO SUL TUO MERAVIGLIOSO CAZZO!" Lei ha urlato. Mentre la sentivo contrarsi, anch'io potevo sentirmi sul punto di esplodere.

"STO PER VENIRE!" gridai dopo aver emesso un forte grugnito.

Sentivo che le mie palle stavano per stringersi. Quando l'ho sentita venire sul mio cazzo, sono esplosa nel suo culo mandandole uno spruzzo dopo l'altro fino a quando circa 8 schizzi siamo crollati entrambi sul tavolo scivolando via dal mio cazzo.

"Ho cercato per anni un uomo che potesse darmi un orgasmo anale Jake, finalmente l'ho trovato." Disse prima di baciarmi appassionatamente. Credo che tutto quello che ero per lei fosse un sex toy (non che mi dispiacesse essere il suo sex toy.

Storie simili

Brandi e Jessica finale di Halloween

Brandi è la mia escort, la pago per fare sesso con me. C'è molto di più però, lei è come la mia ragazza. Da quando ho iniziato a usarla si è limitata a un altro cliente, ne vedeva circa cinque. Onestamente potrei sposarla e salvarla da quella vita. Facciamo molto di più che semplicemente fare sesso. La porto ad appuntamenti, al cinema, in vacanza, resta a dormire e molto altro ancora. È una delle donne più belle che abbia mai visto. Non è troppo alta, circa 5'6. I suoi occhi sono così blu che penseresti che brillerebbero al buio. Ha denti...

612 I più visti

Likes 0

I sogni diventano realtà_(0)

Stavo facendo le valigie per prepararmi a dormire a casa del mio amico. Il suo nome era Lyall. Era un ragazzo della mia classe. Avevamo entrambi 14 anni. La cosa è; Ero innamorato di lui dalla prima media. Ho capito molto presto di essere gay, anche se l'ho nascosto bene. Non ha aiutato molto il fatto che fosse estremamente caldo e molto ansioso di mostrarlo. Spesso si toglieva la maglietta quando giocavamo o indossava pantaloncini che rivelavano le gambe e le cosce. Se anche lui fosse gay o meno, non lo sapevo. Commentava sempre le ragazze sexy e aveva avuto delle...

1.4K I più visti

Likes 0

Seduzione estiva parte 1

Seduzione estiva parte 1 Era l'estate del 1986 e avevo appena terminato il mio livello O presso il college internazionale inglese di Marbella, in Spagna. La mia famiglia si era trasferita lì 2 anni prima. La maggior parte delle persone a scuola erano amiche e si conoscevano indipendentemente dall'età o dalla classe in cui appartenevano, quindi ovviamente ero amichevole con le amiche delle mie sorelle più giovani, la maggior parte delle quali avevano 14 anni e desideravo l'attenzione dei ragazzi più grandi. Le vacanze scolastiche erano appena iniziate e l'amica di mia sorella, Alesha, stava organizzando una festa in piscina a...

627 I più visti

Likes 0

Cassie e sua madre_(1)

Jo-27 anni Tracie-30 anni Cassie-9 anni Tutto è iniziato il giorno in cui ho incontrato Tracie. Tracie ha lavorato presso la banca locale dove ho fatto tutte le mie operazioni bancarie. Bene, Tracie e io abbiamo iniziato a parlare e in poco tempo abbiamo iniziato a frequentarci. Dopo alcuni mesi Tracie e sua figlia, Cassie, si sono trasferite da me. Tutto stava andando alla perfezione, la vita non poteva andare meglio, avevo una sorpresa. Era l'estate del 98 e Tracey dovette portare suo padre in ospedale. Cassie è rimasta con me, il che non era insolito che ci fossero state molte...

1.6K I più visti

Likes 0

Piccolo Jazz

Mi chiamo Patrick, ho 21 anni e lavoro in un negozio al dettaglio di materiale elettrico, nel magazzino. Di solito consiste in lunghe giornate difficili in cui si devono ricevere molte scorte pesanti, come frigoriferi e lavatrici, dovendo anche dare ai clienti le loro scorte. Diventa piuttosto stancante, specialmente durante i mesi estivi quando fa caldo. Il magazzino ha un secondo livello, dove solitamente teniamo le unità esterne per i condizionatori. Essendo fuori dalla visuale della telecamera e accessibile solo a coloro che possono guidare il commissionatore (un tipo di carrello elevatore), quello che io e i miei compagni di lavoro...

891 I più visti

Likes 0

Il sostituto di mamma

Solo nei miei sogni potevo concepire ciò che sta accadendo. Devo stare sognando, questo non può essere reale, vero? Mi sveglio dal sogno di fare sesso con mia moglie. Un sogno che ora realizzo, perché mia moglie era morta due anni fa. Il sogno è di mia moglie più giovane di vent'anni, ma io ho l'età che ho adesso. Sono ancora intontito dal sonno, ma il sogno sembra continuare nella mia mente, poiché provo un intenso piacere all'inguine. Faccio scorrere la mano sotto le coperte volendo accarezzare il mio cazzo. Aspetta, il mio cazzo è duro e qualcosa si sta muovendo...

930 I più visti

Likes 1

Una serata fuori - Parte 4

Parte 4 Usciamo dal club e risaliamo il vicolo fino alla strada principale. Fermo un taxi nero di passaggio e saliamo sul sedile. Do all'autista il nome di una strada che non conoscete e partiamo. Mi lanci uno sguardo interrogativo, ma io sorrido in cambio, la mia mano si posa sul tuo ginocchio, poi scivola dolcemente su e giù per la tua coscia, ogni colpo si avventura un po' più in alto. Decidi di rilassarti sul sedile e goderti il ​​viaggio. La miscela del vino che hai bevuto e il leggero accarezzamento della tua coscia ti fanno sentire rilassato. Sei riportato...

690 I più visti

Likes 0

Pane e burro

Nota dell'autore; Questa storia è una storia d'amore, e il sesso si verifica verso la fine. Ad alcuni potrebbe non piacere per la sua mancanza di luridezza vicaria dall'inizio alla fine. La poesia che John condivide con Rachel; Autumn appartiene a Emily Elizabeth Dickenson, (10 dicembre 1830 - 15 maggio 1886). Era una poetessa americana. L'ho scelta perché è la mia poesia preferita dell'autunno e il mio periodo dell'anno preferito. Pane e burro Beagle9690 Settembre 2019 Ha servito ventisette anni nei Marines, ritirandosi come colonnello a quarantacinque. I Marines hanno temprato John duro e resistente come il ferro forgiato. Era rispettosamente...

1.8K I più visti

Likes 0

Adottato 2

Adottato parte 2 Patty si rifiutò di scopare di nuovo il figlio adottivo quel giorno, tutte le volte che lui l'ha infastidita per un'altra possibilità di far scivolare il suo cazzo apparentemente sempre duro dentro di lei figa. Rifiutarlo non è stato facile. Ha passato la maggior parte della serata a scopare con le dita, chiusa nella sua stanza e sfregandosi febbrilmente la sua figa bagnata, tutto a pensieri di gioia che aveva provato con l'enorme cazzo del figlio adottivo. La mattina dopo, Walter si presentò al tavolo della colazione completamente nudo, con un'enorme palpitante erezione che stava già perdendo sperma...

1.8K I più visti

Likes 0

Mutandine [Capitolo 1]

Questa storia è stata originariamente scritta da scotsmitch2001 per me e ho preso la sua idea di base e l'ho modificata e ampliata in questa storia qui. --------------------------------------------------- --------------------------------------------------- ---------------- le mutandine Capitolo 1: Delimma di Nick (Nick si avventura nella stanza di Jaclyn) Nick si sdraiò sul letto e sospirò. Quando Monica ha detto che avrebbe avuto solo 10 minuti per rinfrescarsi, sapeva che sarebbe stato più lungo. Gli aveva chiesto di venire a prenderla in modo che potessero uscire a pranzo. Certo, non era ancora pronta, doveva rinfrescarsi. Si guardò intorno nella stanza, deliziato da quanto fosse femminile. Da...

1.7K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.