Violentato da Pep 1-4

808Report
Violentato da Pep 1-4

Ho sentito il dolore prima che potessi protestare contro la circonferenza che sentivo premere contro il mio buco della figa. All'inizio pensavo di sognare. Mi sono sdraiato lì congelato, sullo stomaco mentre sentivo la mia figa allungarsi oltre la sua capacità. Colpi brevi e veloci, ognuno che mi squarcia il buco, ogni volta che la cosa enorme è andata più in profondità. L'ho sentito ristagnare contro la mia cervice, provocando ogni volta un dolore acuto nel profondo dell'intestino. La mia figa gocciola sangue e precum dal martellamento del cazzo mostruoso. Mi dimenai per scappare correndo sul letto. Poi l'ho sentito! Un paio di denti aguzzi affondarono profondamente nella mia schiena tenendomi fermo. L'odore dell'alito di cane permeava l'aria. Sentii la pelliccia strofinarmi contro la schiena mentre lanciavo un urlo gorgogliante. Sono stato violentato. Da un cane. Non potevo crederci.
“ahhhhhh. Pep tacco ragazzo. Sono riuscito a denti stretti. Questo comando sembrava solo eccitarlo. Affondò i denti più a fondo nella mia schiena e batté più forte. Il dolore era insopportabile. Sembrava che l'enorme cazzo mostruoso stesse diventando più grande e la mia schiena era in fiamme. Allungando il mio buco più ampio, strappando l'apertura. La stanza inizia a girare.

“Argggggg. Per favore, calpesta Pep ”ho pianto.

Pep ha pompato più forte che poteva mentre emetteva un ululato penetrante mentre esplodeva nel profondo del mio grembo. Sborra mista a sangue è sgorgata dalla mia figa spingendo fuori il cazzo raggrinzito di Peps. L'oscurità mi ha consumato mentre svenivo!

Cinque ore dopo
"Superfreak, Superfreak superfreaky now", ha cantato di nuovo il mio cellulare per la centesima volta di seguito. La mia figa era in fiamme e le mie lenzuola erano insanguinate. Strappando il telefono dal comodino, lo squillo si fermò.
Bom bum bum bum.

“Dai adesso, prima il telefono ora la porta, non posso. “

"Superfreak, Superfreak, superfreak adesso"

"Sì" sbuffai

“Gianni, dove sei? Ho bussato alla porta negli ultimi 20 minuti. Te l'avevo detto che sarei arrivato entro le 20:00. chiese Mike.

“Mi dispiace, ho avuto una giornata lunga e mi sono addormentato. Mike vengo ad aprire la porta ma non me la sento più di uscire.

“Va bene piccola. Magari possiamo guardare un film e bere qualche bicchiere di vino. Vieni ad aprire la porta.
Scendendo dal letto, Pep si alzò e iniziò a ringhiare. Abbaiava ogni volta che cercavo di farlo passare zoppicando fuori dalla stanza.

“Dai Pep, tacco. Devo aprire la porta. “

Pep si alzò sulle zampe posteriori e provò a saltarmi sulla gamba mentre gli passavo accanto. Potevo sentire il viscido cazzo bagnato scivolare fuori dal suo fodero mentre si masturbava.

"Ragazzo down"

Boom Boom boom. "Sto arrivando" dissi spingendo Pep di lato e accelerando verso la porta d'ingresso. Ho aperto la porta sentendomi un po' spaventata dal comportamento di Peps.

Immagino che tu possa dire che è colpa mia se all'improvviso si comporta come se fossi la sua schiava del sesso. Vedi, mi piace guardare i porno e masturbarmi. Più eccentrico è il porno, meglio è. Alcuni giorni mi masturbo tre o quattro volte al giorno e non sono ancora soddisfatto. Navigo in chat e siti di incontri e partecipo a un sacco di sesso telefonico.

Mike non conosce questo lato di me. Non capirebbe. A volte, se ho bevuto troppo, devo mandare Mike a casa, non posso farglielo scoprire e fare sesso con un me ubriaco rivelerebbe sicuramente più del previsto. Mike pensa che la cosa più selvaggia che ho fatto sessualmente sia stata ricevere sesso orale in macchina. Shiiiiit, questa è probabilmente una delle cose più docili che ho fatto. Gli piace "convincermi" a fare cose come leccargli il culo e succhiargli le palle. Se solo sapesse, potrei insegnargli una cosa o due” pensai

"Ehi piccola, un penny per i tuoi pensieri" disse Mike irrompendo nei miei pensieri.

"Niente ha fatto solo un brutto sogno, tutto qui"

"Di cosa, e perché zoppichi?"

Ho subito tentato di raddrizzare la mia andatura.

"Il mio piede si è addormentato." Ho mentito.

"Ruff, ruff ruff." Pep abbaiò e balzò in piedi, leccando la faccia di Mike.

“Ehi ragazzone. Come sta il mio ragazzone? Stai tenendo la mamma al sicuro come ti ho insegnato? La mamma ti ha dato del burro di arachidi oggi?" chiese Mike accarezzando la testa di Pep.

Vedi, Pep era un regalo di Mike. Il Great Dane mescolato con un Cane Corso. aveva solo pochi mesi ed era alto quanto la mia vita e pesava più di 100 libbre, anche se era alto solo quanto la parte inferiore delle cosce di Mike. Quando Pep si è alzato sulle due zampe posteriori, era più alto di me. Ama il burro di arachidi e di solito è un cucciolo molto giocherellone. Mike lo aveva addestrato a fondo, insegnandogli molti comandi diversi. Di solito obbediva ai miei comandi, ma oggi era diverso. Lui e Mike hanno questo strano tipo di comunicazione. Mike potrebbe annuire con la testa e Pep si muoverà ovunque abbia bisogno di lui. Non funziona per me.

“Sì, gli ho dato il burro di arachidi oggi, perché sei preoccupato? Non è che lo accompagnerai quando è il momento di far uscire quella merda funky. Gli avvolsi le braccia intorno al collo e gli infilai la lingua in bocca.

"Interessante" disse Mike dopo avermi succhiato la lingua e fatto roteare la sua lingua intorno ai confini della mia bocca. Era quasi come se stesse assaggiando la mia bocca!

"Cosa stavi mangiando?"

“Eh? Niente. Mi sono appena svegliato, non mi sono ancora lavato i denti, scusa.

"Giusto. Beh, io vado in cucina a prepararci la cena, mentre tu vai a farti una doccia e mettiti comodo” disse Mike con uno strano sorrisetto. "Dai Pep, andiamo a parlare con un uomo mentre la regina si agghinda." Disse portando Pep fino in cucina con lui.

Accidenti.
Corsi in camera mia, ad ogni passo il dolore esplodeva tra le mie gambe. “Pep mi ha davvero fatto impazzire! Non lo farò mai più” mormorai pensando agli eventi che hanno portato Pep a violentarmi.

Prima di oggi
……….Strofinandomi la figa avanti e indietro con tutta la mano, di tanto in tanto intingevo il dito medio nel buco. Ho continuato a guardare la densa bellezza color cioccolato "Raven Samone" aprire le sue grasse labbra nere mirtillo, rivelando l'interno rosa caldo. Allungando le labbra, il piccolo buco scuro si aprì come un bocciolo di rosa in una giornata di sole. Il pastore tedesco è apparso sullo schermo e ha immerso la sua lunga lingua direttamente nel suo tunnel di zucchero filato. Iniziò a far scorrere la lingua dentro e fuori mentre Raven Zamone inarcava la schiena e cavalcava la lingua del cane, strofinando i fianchi contro di essa. Questa merda mi ha lasciato senza fiato! Sembrava sorpresa quanto me dalla decisione del cane di unirsi alla sua sessione di masturbazione.

Il suo viso ha rivelato la sua situazione interiore tra giusto e sbagliato nel momento in cui ha sentito il respiro caldo sulla sua fica. Gettando rapidamente al vento la prudenza, si dimenò contro la lingua del cane finché la sua schiena non si inarcò, gli occhi le rotearono dietro la testa e il suo corpo ebbe uno spasmo, mentre orgasmi multipli le attraversavano il corpo. Il cane ha fatto scivolare la lingua fuori dalla figa della ragazza e ha iniziato a leccare lo sperma che colava dalle sue labbra nere.

"Che cazzo?" Ho spinto due dita più in profondità che potevano mentre guardavo lo schermo del computer. La mia figa era fradicia. Ho piegato le dita in avanti e ho premuto contro il mio punto g.

"Oh merda………………………………….ahh, ahh oh mio dio" ho praticamente urlato mentre spostavo i fianchi in avanti per incontrare il ritmo dell'attacco al mio punto G e indietro per incontrare il pressione del mio pollice sul mio clitoride. Come a un segnale, Pep si alzò da sotto il letto guardandomi incuriosito con le orecchie all'indietro e la coda sollevata.

Schiaffo, schiaffo, schiaffo. Ho schiaffeggiato forte la mia figa bagnata. "Oh merda, ahh, ahh oh merda" gemetti attraverso il respiro affannoso.

Pep si avvicinò e annusò, soffiando il suo respiro caldo sul mio clitoride prima di sedersi e guardare.

"Oh merda Pep, fallo di nuovo" sbuffai, spingendo i fianchi in avanti. La mia figa zampillava. Pep ha continuato a guardare.
Schiaffo schiaffo schiaffo. Ho schiaffeggiato di nuovo forte la mia figa. E di nuovo Pep ha fatto scivolare il naso lungo la mia figa, prima di soffiarci sopra il fiato, poi si è seduto di nuovo. Ho tirato il mio clitoride e l'ho stretto forte. La mia figa ha iniziato a contrarsi contro le dita che attaccavano il mio punto g.

“Fanculo Pep che era sexy! Sto ancora venendo. Ma non è quello che sto cercando Pep. Ho bisogno di quello grande. Quello che inizia dalle mie dita dei piedi. “ Borbottai mentre continuavo a massaggiarmi il clitoride. Pep ha iniziato ad annusare la mia figa. Mi ha annusato il culo.

“ Proviamo qualcosa Pep. Vedi, voglio che la mia figa sia mangiata e dato che ti piace così tanto questo burro di arachidi, mi chiedo se lo strofino sulla mia figa, lo leccheresti via.

Afferrando il barattolo dal tavolino, ho spalmato la pasta densa come burro sulle mie labbra e soprattutto intorno al mio clitoride!

"Qui ragazzo, vuoi una sorpresa" ho fatto le fusa mentre continuavo a spalmare il burro di arachidi.

Inizialmente esitante, Pep si alzò e iniziò ad annusare il burro. Dopo alcuni agonizzanti minuti di annusata, Pep ha tirato fuori la sua lunga lingua e ha iniziato a leccare il mio buco della figa come se conoscesse l'ordine e stesse tenendo il clitoride per ultimo.

La lingua bagnata che mi accarezzava la figa e il flusso apparentemente costante di alito caldo sulla mia clitoride si rivelarono troppo da gestire. La sborra ha iniziato a schizzare sulla faccia di Peps mentre mi leccava fino a farmi raggiungere un grande orgasmo. Ha continuato a leccare la mia figa nonostante gli sporadici schizzi di sperma. Sbattevo selvaggiamente i fianchi a ogni leccata. Ho cercato di indietreggiare, il mio clitoride era estremamente sensibile e avevo bisogno che Pep si fermasse.

"Bravo ragazzo! Heel Pep” Pep ha ignorato il mio comando e ha continuato a leccare la mia figa ormai gocciolante.

"Pep basta così" riuscii. Pep continuava ancora a girare, come un matto. Ho provato a correre, arrampicandomi sul letto, ma Pep è appena salito sul letto con me. Ho fatto scivolare la mia mano laggiù e lui mi ha morso la mano con i denti, ringhiando contro di me.

"Pep, scendi ragazzo". dissi, mentre iniziavo a preoccuparmi di aver perso il controllo della situazione. Pep leccava più velocemente, mordicchiando di tanto in tanto le labbra della mia figa nera con i denti! Mi sono bloccato quando li ho sentiti per la prima volta. Il dolore lancinante mi attraversò il corpo. Non potevo muovermi, né potevo parlare. Il dolore era così intenso. Proprio quando non ce la facevo più, Pep passava a leccare tutta la mia figa con colpi lunghi e forti. Anche se volevo che Pep si fermasse, non posso negare la pressione che cresce dentro di me.

"Abbassati, ORA" ho urlato. Pep sembrava avermi sentito questa volta, ha alzato la testa e si è seduto indietro. Guardandomi come aveva fatto prima, piagnucolò mentre gli passavo accanto esausto, per fare una doccia.

“È stato pazzesco. Ho fatto e pensato ad alcune stronzate selvagge, ma quella le supera tutte. Chi avrebbe mai pensato che il mio Pep potesse essere un amante migliore di Mike? Non credo che ci riproverò presto. Pep si è comportato come se la mia figa appartenesse a lui. Dissi ad alta voce a me stesso mentre trovavo uno specchio per controllare il danno.

“Dannazione Pep, hai rotto la pelle. Perché hai dovuto mordermi così forte? A pensarci bene, non sono mai stato morso laggiù abbastanza forte da causare dolore mai "

Entrando nella doccia, ho aperto le gambe per lasciare che i getti spruzzassero la mia figa dolorante. Aprii delicatamente le labbra gonfie lasciando che lo spray bagnasse la mia apertura. Non ho potuto fare a meno di pensare alla lingua di Peps.

“Che cazzo? Mi sto strofinando la figa pensando al mio cane che mi sta divorando". Ho pensato.

Ho fatto scivolare due dita dentro e fuori dalla mia figa. Ho pompato forte, sbattendo la mano contro la mia fica ad ogni colpo. Ho martellato fino al punto dell'orgasmo, ma mi sono fermato poco prima e ho tolto le dita. Ho succhiato i succhi della mia fica da ogni dito. Ho preso il sapone e mi sono lavato. Dovevo uscire da questa vasca. Dovevo finire il lavoro che avevo iniziato con le mie dita. Prendendomi il mio tempo, uscii dalla vasca, mi asciugai e tornai in camera mia con Pep.

Posai l'asciugamano sul letto e mi ci sedetti sopra. Mi sono sdraiato e ho piegato le ginocchia lasciando che le mie cosce lisce color cioccolato ricadano sul letto, esponendo la mia liscia figa nera. Nel momento in cui ho aperto le gambe, il naso di Pep si è alzato in aria.

"Giù ragazzo, questo è un assolo!" sibilai mentre iniziavo a strofinare lenti circoli deliberati attorno al mio grasso clitoride succoso.

Scivolò facilmente da sotto il cappuccio mentre cominciava a gonfiarsi al mio tocco. Pep chinò la testa e tirò su col naso. Gli spinsi indietro la testa e continuai l'assalto al mio clitoride con le dita ormai bagnate. Non posso mentire, ero combattuta tra il lasciare che Pep mi aiutasse e la paura che mi mordesse di nuovo, solo peggio questa volta. Ho tenuto Peps Head indietro e mi sono strofinato più velocemente e più forte contro il mio clitoride. L'ho sentito alla bocca dello stomaco. Feci scivolare la mano tra le labbra della fica allargandole. Mi sono seduto sui gomiti e mi sono messo a nudo con forza sul bacino. Un caldo flusso dorato di pipì colò sul viso di Peps. Indietreggiò tirò fuori la lingua e si leccò l'urina dal viso. Questo mi ha fatto impazzire. Ho sfregato cerchi duri e veloci nel mio clitoride finché non sono esploso. Le mie gambe si bloccarono e il mio corpo ebbe uno spasmo. Sono ricaduto sul letto e ho iniziato ad addormentarmi.

Minuti o forse ore nel mio sonno, ho sentito Pep leccare la mia figa pulita. Ringhiò mentre infilava rudemente il naso nella mia figa. Ero troppo esausto per muovermi di un centimetro. Sono svenuto.

Mi sono svegliato ore dopo al buio. Il sole era tramontato. Sono inciampato in cucina, ho preso un Gatorade e un cetriolo per reintegrare il mio corpo. Mentre tornavo nella mia stanza, non potevo fare a meno di pensare a quanto sarebbe stato adatto questo cetriolo duro. Mi sono seduto sul letto e ho messo il cetriolo freddo contro la mia figa calda e mi sono sciolto. Di nuovo nel momento in cui ho aperto le gambe, il naso di Peps è volato in aria. Ho fatto scivolare lentamente il cetriolo nella mia figa.

La verdura fredda che allungava la mia figa calda e stretta provocò un rilascio immediato. Mi sono sdraiato sullo stomaco per fare un pisolino ancora per qualche minuto quando ho sentito la lingua di Peps sferzare la mia figa. Emettendo un ringhio dal suo intestino, saltò sul letto e premette il suo viscido pene enorme contro il mio buco della figa. Pep ha continuato a martellarmi la figa mentre mi mordeva profondamente la schiena per un'ora.

Prima che venisse, si è gonfiato molto dentro di me. Mi sentivo come se mi stesse strappando da dentro. Ho urlato a squarciagola ma Pep ha pompato più forte. Strappare la mia figa con ogni breve colpo. Il sangue scorreva lungo la mia schiena e tra le mie cosce………


Pep gemette e ululò mentre veniva accarezzato. Mike mi spinse la testa in avanti finché le mie labbra non furono direttamente davanti al cazzo di Pep. Billy tirò fuori la lingua leccando prima Pep poi le mie labbra. Un breve colpo alla nuca mi ha fatto spalancare. Mentre facevo il bagno, mi sono seduto con uno specchio per ispezionare il danno alla mia fica.

Anche se mi sentivo come se Pep mi avesse strappato un nuovo buco del culo, non era poi così male. Il gonfiore lo faceva sembrare peggiore di quanto non fosse in realtà. Ho raggiunto nel cassetto e ho afferrato il tubetto di China Vaginal Shrinking Cream che ho comprato al mercato nero.

"Non so cosa ci mettono in questa roba, ma funziona a meraviglia." dissi mentre strofinavo la crema sulle labbra enormi.

Ho applicato una grande quantità sulla mia mano e l'ho spalmata come una lozione su tutta la mano, davanti e dietro. Ho fatto scivolare dentro quattro dita contemporaneamente. Girandolo per assicurarmi che la crema fosse distribuita uniformemente, ho fatto scivolare il pollice dopo. Usando la mano per strofinare la crema nel mio tunnel scivoloso, ho chiuso il pugno e l'ho tirato verso l'ingresso. Sembrava INCREDIBILE. Ho abbassato il pugno, per quanto potevo estendere il braccio in questa strana posizione. Mi sentivo come se fossi stato fottuto dall'interno.

"Santo cielo" sbuffai, aprendo la mano e tirando fuori le dita.

"Devo ricordarmi di provare di nuovo quella merda, ma prima devo rafforzare questa delicatezza, perché ho bisogno che Mike mi lecchi le ferite."

Ho aspettato i 15 minuti richiesti per la crema e sono scivolato nel bagnoschiuma caldo. Ho sentito il formicolio e ho resistito al forte bisogno di fare pipì, a causa della crema che faceva la sua magia. Questo è esattamente quello che era, MAGIC. Sono stato fottuto con alcuni giocattoli davvero grandi e Mike sembra non saperlo mai. E Mike è decisamente lo stereotipo del RAGAZZO BIANCO. Probabilmente è di circa cinque pollici. A volte vorrei urlargli di "infilare quel piccolo cazzo nel mio grosso culo nero, a cui appartiene", ma non potrà mai conoscere quel lato di me. Non capirebbe.

Ad ogni modo, la mia figa si rimpicciolisce tornando alle sue dimensioni originali. Quando la voglia di fare pipì è diventata troppo grande, sono rimasta a guardare il mio corpo allo specchio, ho aperto il mio ormai normale (con l'eccezione della piccola impronta di denti su ciascun labbro) e ho iniziato a fare pipì. A metà strada. Ho spremuto il mio muscolo e ho fermato il flusso.

"Non posso credere di essere ancora arrapato dopo tutto questo" dissi riprendendo il flusso.

Ho rilasciato le mie labbra, ho afferrato una bottiglia riutilizzabile per la doccia e ho spruzzato acqua calda nella mia figa. Ho fatto scivolare il mio dito indice per controllare la tenuta, ed è stato un piacere sentire le pareti della mia figa abbracciare il mio dito. Indossai una corta camicia da notte di cotone e un paio di ballerine. Ho deciso di osare con Mike e di saltare la biancheria intima.

"Mi chiedo cosa penserebbe Mike se sapesse cosa Pep Done?" O che forse Pep era un leccafighe migliore di lui stesso? Mi chiedo se mi strofino il burro di arachidi sulla mia figa per Mike, mi scalderebbe fino a quando ogni goccia non se ne sarà andata? “Pensavo mentre lozione il mio corpo.

Sfiorando la mia mano contro la mia figa, non ho potuto resistere ad accarezzarmi il clitoride. Dovevo stare zitta, non volevo che Mike o peggio ancora Pep mi sentissero. Ho calmato il mio respiro mentre strofinavo piccoli cerchi nel mio clitoride. Afferrando il cetriolo di prima, ho fatto scivolare la verdura contro la mia figa, dondolando i fianchi, creando un ritmo e la giusta frizione.

"Fanculo"

“Piccola, vuoi il giardino o il fren…… Che cazzo! Non fermarti, per favore? Mike rimase con gli occhi spalancati, mentre il suo piccolo cazzo cresceva sull'attenti nei suoi pantaloni.

Ruff, ruff, ruff... grrrrrrrrr, ruff. Pep abbaiò e ringhiò saltellando sul letto.

Ho lanciato il cetriolo accanto al letto al posto di Mike e Pep. Imbarazzata, mi affrettai a coprire il mio corpo nudo con il mio asciugamano.

“Mike, perché non hai bussato? Per favore, vattene e aspettami nella stanza di fronte. ho urlato

“Tesoro, va bene, quindi sei umana. Ti masturbi, e allora?

Ruff, Ruff, Ruff. "Down Boy Heel Peep" sbuffai

Ruff, ruff ruff “Heel Pep. Down Boy” disse Mike appena sopra un sussurro.

Pep indietreggiò e si sdraiò accanto al letto. Mike era sulla soglia con lo stesso strano sorrisetto che aveva prima quando parlava con Pep. Mi ha messo a disagio. Mi ha fatto rizzare i capelli sulla nuca.

Che cazzo era quello?

“Mike, per favore, vattene e prendi Pep, mi dispiace che tu l'abbia visto e sì, mi masturbo. Il gatto è fuori dal sacco. Ma ho bisogno di vestirmi e ho bisogno di privacy.

Mike rimase in silenzio ancora per qualche secondo prima di indietreggiare e chiudere la porta. Si stava comportando in modo strano. Sono uscito con lui negli ultimi 11 mesi e non mi sono mai sentito in pericolo. Pensavo che non ne avesse mai abbastanza della mia dolce cioccolata calda.

Mike rimase fuori dalla porta pensando a cosa mi avrebbe fatto. Si accarezzò lentamente i suoi cinque pollici, non voleva ancora venire, aveva una lunga notte in serbo. Mike era imbarazzato per le piccole dimensioni del suo cazzo e pensava che tutti lo prendessero in giro. Questo includeva me.

“Pep, va bene, ne avrai un po' stasera. Prometto. Andiamo ad aspettare questa cagna nera. Giura di essere a posto. Penso di non sapere cosa dice di me. Ma mi prenderò l'ultima risata. Il mio cazzo è troppo piccolo, oh sì Cuccioletto? eh vuoi chiamarmi nomi? Riparerò questo vagabondo nero Pep. Ricordale che tutte le puttane in ingresso sono fatte per essere schiave” sussurrò mentre guardava il suo sacchetto di dolcetti in cui si era intrufolato mentre Janie faceva il bagno.

"Pensa di essere troppo buona per me?" Non voglio mai fare sesso o anche solo farmi un pompino. Mi succhia il cazzo come se fosse un pezzo di carne disgustoso, glielo mostrerò ”Mike si rialzò la cerniera dei pantaloni.

“Mike, penso di aver finito per stasera. Voglio andare a letto e voglio che tu vada a casa.

"Peccato, puttana, rimango, quindi vieni a sederti così possiamo iniziare questa festa." disse Mike a bassa voce.

Mi diressi verso la porta per far uscire Mike.

"Pep" gridò Mike. Pep è entrato in modalità attacco, avvicinandosi a me

"Heel Pep"

Grrrrrrr grrrrrr Bau bau bau bau grrrrrrr

Non potevo crederci. Pep si è rivolto a me
.
«Janie, vieni a sederti. Togliti quell'abito per la tua strada"

“Mike, di cosa si tratta? Mi hai fregato Pep? Come puoi aspettarti che continuiamo dopo questo? chiesi sentendomi tradito.

“Risparmia le lacrime Janie, so che sei una puttana. So che fingi di essere più santo di te perché non sei attratto da me. So che ti prendi gioco delle dimensioni del mio cazzo, e oggi pagherai, scimmia stronza. Ti piace essere una brutta puttana nera, ti dico che sei spazzatura, poi lascia il tuo corpo lì nella spazzatura”.

Corpo? Che cazzo? Non conosco quest'uomo.
“Prenderti in giro? Che si vergogna? Di cosa diavolo stai parlando Mike, ti amo. La tua taglia non significa niente.

Umm, uhm. Con la velocità del fulmine Mike mi ha schiaffeggiato due volte, rompendomi le labbra. Afferrò la mia lunga coda di cavallo, tirandomi la testa sulla sua coscia e mi colpì ripetutamente in faccia. Il dolore è esploso al centro della mia faccia e si è diffuso ai bordi. Ho sentito il mio naso rompersi al contatto mentre il sangue gocciolava fuori. Mike mi ha tirato dritto e mi ha buttato sul divano.

"Ho detto, togliti questo fottuto abito, sporca cagna nera" disse strappandomi l'abito dal corpo.

Mi sono sdraiato congelato sul posto, non credendo del tutto che il mio gentile pushover Mike mi stesse facendo questo ..
"Mike per favore"

“Puttana, non chiamare più quel nome, tieni la bocca chiusa e rendilo facile. “

Ding Dong.Ding Dong Boob boom boom.

“Mike c'è qualcuno alla porta, per favore basta. " Ho pianto

Mike si sporse e leccò il sangue che mi colava dal naso. Afferrò lo strofinaccio sporco e bagnato dal tavolo e me lo infilò in bocca. Tirandomi per i capelli, si avvicinò alla porta e controllò lo spioncino.

“Come va Billy, felice che tu possa farcela. L'hai portato?» Mike ha chiesto allo sconosciuto che ora era in piedi nel mio soggiorno. Sembrava indifferente alla vista di una nuda casa di mattoni neri davanti a lui.
I miei 38D normalmente vivaci oscillavano liberamente dal mio corpo a ogni scatto causato da Mike. La mia piccola vita sembrava solo peggiorare la situazione perché il mio grosso culo color cioccolato sembrava solo più grande.

“Sì, l'ho comprato. È in macchina. Ora Mike, so che hai detto che questo qui era personale, ma quella è una bella cagna nera che hai lì, e dopo che l'avrò accoppiata con King, voglio un piccolo assaggio, se per te va bene. Disse il grosso uomo bianco dall'aspetto rozzo, mentre strofinava la sua mano ruvida e callosa sulla mia coscia.

Ruff, ruff ruff, grrrrrrrrrrr ruff. Pep balzò in aria addentando la mano indugiante dell'omone.

"Va bene Pep, tu e avete condiviso prima, vero?"

Condiviso prima? Di che cazzo sta parlando?

Mike strappò il cavo del telefono dal muro. Ha usato le forbici per tagliarlo a metà. Ogni pezzo è stato utilizzato per fissare le mie braccia al radiatore accanto allo sgabello. Sono stato messo a pancia in giù con il culo in aria attraverso lo sgabello. Le mie ginocchia piegate sul pavimento, erano assicurate al ginocchio, attorno allo sgabello. Quindi, anche se tentassi di alzarmi e portare con me lo sgabello, non andrei lontano. I cavi mi costringerebbero a tornare indietro.

Mike andò in cucina e tornò con una Budweiser. Premette la bevanda fredda con il tappo attaccato, contro il mio buco della fica.

“Arrrrgggggggggg Arrrrrrgggggg…..” Ho provato a supplicare Mike di smetterla ora, non l'avrei detto a nessuno, ma con lo straccio infilato in bocca non potevo dire niente.

“Ho sempre voluto una puttana negra nera che mi succhiasse piscio e sperma dal mio cazzo. Toglierò lo straccio e lo sostituirò con questo grasso montanaro bianco, stai molto attento con quei denti se li vuoi, capito? Disse il grosso Billy bianco con gli occhi lussuriosi.

Ha tolto lo straccio. Mettendo il suo grosso cazzo sulle mie labbra, mi sono rifiutato di aprire la bocca. Billy si è allontanato e mi ha dato un pugno in faccia così forte che ho sputato fuori il mio primo (di tanti) denti della giornata Billy ha sbattuto il suo cazzo nel piccolo spazio in fondo alla mia gola. Ho contrastato le restrizioni, ma niente aveva importanza. non riuscivo a respirare. Billy mi stava soffocando.

“Cosa, non riesci a respirare cagna? Eh? “ chiese facendo scivolare la punta del suo cazzo lungo la mia lingua. Poi BAM. Ha sbattuto di nuovo il suo cazzo in profondità nella mia gola. Mi strinse le narici e continuò a spingere forte contro la mia gola. Tirando fuori dalla mia bocca ansimai per l'aria.


“Hahahahaha, ora voglio che tu faccia qualcosa per me. Porterò qui il vecchio Pep e anche tu gli succhierai il cazzo. Attento ai denti.» disse Mike

"Dai Billy, è pronto per te"

Billy ha messo Pep sulle zampe posteriori con gli altri due sopra di me come una specie di 69. Quello che ho dopo mi ha lasciato senza fiato. Billy si abbassò e iniziò ad accarezzare la guaina che ospitava Peps Dick. L'enorme mostro rosa scivolò fuori come un serpente. Ha continuato a diventare più denso mentre si gonfiava di sangue. Lo accarezzò ancora un paio di volte, prima di abbassare la testa per incontrare Peps Penis. Mike ingoiò rapidamente la grossa cosa in bocca e la rilasciò altrettanto velocemente

"Tocca a te Janie" disse Mike mentre appariva nudo e Pep impazziva...



Con il pene scivoloso del cane contro le mie labbra, ho spalancato. Ha iniziato a martellarmi in fondo alla gola. I colpi di Peps erano brevi e pieni di potenza. Ad ogni colpo ho imbavagliato. Ho sentito le mie chiappe divaricate.

«No, per favore, Mike. Smettila ora. Non lo dirò, lo prometto 'borbottai intorno al cazzo di Peps.

Ho sentito il piccolo Babydick di Mike scivolare nel mio culo. Ho stretto il mio corpo per fermare l'invasore, ma il suo cazzo era così piccolo che è semplicemente scivolato dentro. Mike si schiarì la gola ed evocò una bocca piena di saliva. Con forza, mi ha sputato tra i capelli schizzandomi su un lato della faccia.

Si sporse in avanti in modo da sdraiarsi sulla mia schiena e iniziò ad accarezzare Peps Dick mentre succhiavo. Beh, mentre lui mi ha fottuto in faccia. Pep mi aveva sbattuto così tanto in gola che avevo il vomito che mi colava lungo il mento. Anche l'enorme cazzo mostruoso rosa era viscido di vomito.

“Ehi puttana, ti presento King. «Apparve Billy.

Aveva un enorme pastore tedesco al guinzaglio. Il cane deve fare sesso regolarmente perché ha avuto un'erezione istantanea e non ha mai abbaiato. Il suo cazzo sembrava di circa 10 pollici una volta fuori dalla guaina
“Lo guarderesti? Un cane nero corvino per scopare una cagna nero corvino. Billy farfugliò

Mike ha sfilato il suo Babydick dal mio culo e ha aiutato il cane di Billy ad alzarsi. Accarezzò con cura il gigantesco cazzo rosa. Mike ha guidato il cazzo del cane nella mia fica e King è andato a lavorare.

Ho sentito il suo enorme cazzo spingere contro la piccola apertura. Con un movimento rapido, il cazzo di Kings ha preso a pugni tra le mie pareti di zucchero sbattendo contro la mia cervice.

"Owwwwwww" ho urlato mordendo Peps Dick.


Pep ringhiò mentre mi toglieva il cazzo dalla bocca. Gemette forte. Questo ha fatto arrabbiare Mike.

"Billy non ti ha detto di stare attento ai tuoi fottuti denti" urlò Mike mentre mi colpiva ripetutamente in faccia.

Mettendomi un cuscino sotto la testa, Mike ha spinto la mia testa nel cuscino finché non sono riuscito a respirare.

King iniziò a gonfiarsi, la stanza girava e Mike continuava a darmi pugni in faccia.
Insanguinato, ho implorato attraverso i denti mancanti e una bocca insanguinata.

“Per favore Mike, ne ho avuto abbastanza. Fallo smettere, per favore” supplicai.

Ho sentito qualcosa di molto duro premuto contro il mio buco del culo. Rivoli di sputo mi coprivano la faccia e il corpo.

“Chi ha un Babydick adesso? Ho sentito Mike dire.

L'oggetto duro premuto contro il mio buco del culo ha iniziato a fare pressione. Mi sono dimenato e ho implorato.

Sbattere. Sbatti sbatti

“Owwwwwww”

L'oggetto lungo e duro mi colpì il culo. Le mie chiappe sussultavano come se applaudissero per l'intruso.

King ha continuato a martellare la mia figa. Potevo sentire la sua spessa bava gocciolare sulla mia schiena. Stava ululando forte come un coyote mentre il suo cazzo si gonfiava aprendomi la figa lungo la strada.

Mentre il sangue e lo sperma sgorgavano, anche il cazzo di Kings scivolava fuori, lasciando l'oggetto duro nel mio culo. Stava andando così in profondità nel mio culo che ho pensato che sarebbe uscito dalla mia bocca. Billy si inginocchiò sulle ginocchia. mi ha afferrato la parte posteriore della testa, ha fatto sedere il suo grosso cazzo sul cuscino. Me lo ha spinto in gola con forza.

Tosse!

Ho soffocato mentre il mio culo veniva speronato. L'oggetto è stato estratto dal mio culo. Mike mi ha puntato una scopa in faccia. Macchie marroni di merda orlavano il manico della scopa.

“Leccalo puttana. Billy mi ha tolto il cazzo dalla gola e Mike ha inserito il manico di scopa. Me lo ha sbattuto in gola facendomi vomitare all'istante.

Pep è salito sulla sedia e ha premuto il suo cazzo nel mio buco ormai sanguinante. Si sporse in avanti e mi morse profondamente la schiena per tenermi fermo.

Mi ha martellato la figa fino a farmi svenire.
Non so per quanto tempo mi abbia fottuto quel grosso cazzo mostruoso, ma quando mi sono svegliato, stava ancora martellando allo stesso ritmo, con la stessa ferocia. La mia schiena era bagnata dal sangue. Mike e Billy non erano nel mio campo visivo, ma ho sentito suoni di risucchio e gemiti. Sono svenuto di nuovo.

Più tardi quella sera

Il forte profumo ha offeso i miei sensi. Ho aperto gli occhi e ho trovato Mike con in mano una bottiglia di giunco, un inalante sessualmente stimolante. Brucia tutto, dal naso al cervello. Dopo l'ustione iniziale, crea una calda sensazione sfocata in tutto il corpo. Le tue terminazioni nervose sono in fiamme, che è esattamente come mi sentivo, finché non ho sentito la puntura della cintura sul mio culo

. Scambia, scambia, scambia

"Aahhhhhhhhhh" ho urlato

Mike costrinse la mia faccia indietro fino al cuscino. Lo tenne lì finché i miei occhi non rotearono nella parte posteriore della mia testa.

Ehhhhuhhhhu. Ho inspirato più aria che potevo.

Mi ha sbattuto la testa contro il cuscino e l'ha tenuta di nuovo.

Huuuhhhhhuuuuuhhhhhh E di nuovo succhio più aria che posso.

La sedia era ora dipinta di rosso dal sangue che colava dalla mia faccia, dalla figa e dal buco del culo. Ho sentito Mike attaccare i morsetti alle mie labbra. Sembravano piccoli denti. Erano pesanti come se qualcosa fosse appeso a loro. Potrei giurare di aver sentito i miei pantaloni neri strapparsi.

Shwapp Shwapp, Shwapp, ho sentito l'aria fresca sfiorare il mio clitoride prima di sentire la terribile puntura.

"Oh mio dio, per favore aiutami" ho pianto

"Nessuno che ti aiuti qui" disse Mike comparendo dalla zona cucina.

Portava una corda per saltare legata molto come un cappio. Me lo infilò in testa e iniziò a tirare. Ha tirato così forte che ho pensato che mi sarebbe saltata la testa. Senza fiato, ho lottato contro le restrizioni. Si alzò e rimosse la corda. Mi schiaffeggiò la corda sulla schiena.

Ding Dong. Ding Dong

Superfreak, superfreak, superfreak ora. Il mio telefono ha cantato.

“Chi cazzo è quella puttana? Aspetti qualcuno?" chiese Billy con il cappio fatto in casa intorno al mio collo.

"Mia sorella! Vuole che faccia da babysitter ai gemelli. Se non rispondo, capirà che qualcosa non va e chiamerà la polizia. Mike Le quattro macchine sono fuori.» Sono riuscito

“Grande figa negra più nera da demolire, lascia che quella puttana nera sia dentro Mike. E i suoi bambini bastardi. disse Billy eccitandosi.

Billy ha sempre voluto abusare di una donna di colore. E la cosa che avrebbe fatto a quei bambini bastardi. Non riusciva a contenere la sua eccitazione.

“Per favore, stai zitto e lasciali andare. Per favore, non far loro del male. Non sono bambini, hanno 7 anni. Mike, dai, lasciali andare” supplicai.

«Billy la sleghi velocemente e vada in camera da letto. Rimani lì anche tu. Mi occuperò di questo qui. Non abbiamo bisogno del dramma, quindi cercherò di sbarazzarmi di lei".

Billy mi liberò mani e piedi e coprì il divano insanguinato con il suo cappotto. Gettandomi sopra la sua spalla, ci ritirammo in camera da letto mentre pregavo silenziosamente per la sicurezza di mia sorella. Ho sentito la porta chiudersi.

"Dov'è zia Janie zio Mike?" chiese Angie la gemella
Il cuore di Billy accelerò. Saltò su di me e si precipitò alla porta, aspettando che la vocina entrasse nella stanza.

La porta si aprì ei gemelli entrarono con un'espressione confusa sul viso mentre osservavano la scena davanti a loro. Ero nudo sdraiato sul letto, insanguinato, a fissarli. L'enorme uomo bianco nell'angolo li fissò come se volesse fare una pentola di stufato con loro. 2 cani enormi con grandi cose rosa che escono dalle loro parti intime. E lo zio Mike. Hanno iniziato a piangere, come se sapessero il tormento che avevo attraversato. O quello che stavano per affrontare.

Storie simili

Vita da college

Vita da college Il mio primo anno di college, sono andato via. A circa un'ora e mezza di auto da casa. Abbastanza lontano perché i miei genitori non venissero a darmi fastidio tutto il tempo, ma abbastanza vicino da poter tornare a casa ogni volta che volevo. Frequentavo le lezioni di base come fanno tutte le matricole. Conoscevo solo una persona prima di andare al college. Rob era il mio migliore amico al liceo e facevamo quasi tutto insieme. Entrambi siamo andati allo stesso college per insegnare. Abbiamo pensato che sarebbe stato facile entrare e divertente scherzare con i bambini a...

524 I più visti

Likes 0

Nuovo coinquilino 5

Sono passate un paio di settimane dall'incidente e i miei lividi sono quasi scomparsi e le mie costole non mi fanno più male, quindi posso tornare al club minx e ricominciare a lavorare. Non vedevo davvero l'ora di lavorare di nuovo, ma i ragazzi l'hanno preso per diventare le mie nuove guardie del corpo e seguirmi ovunque. Davvero Paul, stai controllando se il mio cibo era avvelenato dico alzando gli occhi al cielo per il suo tentativo fallito di salvarmi la vita. Mi preparai una nuova ciotola di cereali e vagai per l'appartamento pensando a qualcosa da fare. Nate entrò in...

470 I più visti

Likes 0

Il voto segreto della cheerleader - #9

Il voto segreto della cheerleader - #9 Zane rifletté sugli eventi accaduti la sera prima. Bella si era finalmente arresa a lui. Aveva pensato che sarebbe stata in grado di fare sesso con lui e ottenere tutto ciò che voleva. Invece, si era arresa a lui totalmente. Ancora più importante, si era arresa a lui registrando tutto, quindi ora era essenzialmente la sua schiava. Il suo animale domestico. Il suo giocattolo, con cui giocare come voleva. Come risultato di quella resa, divenne anche proprietà del resto della squadra. Zane l'aveva portata dagli anziani per convincerli tutti a votare per lei come...

385 I più visti

Likes 0

La mente di Marissa

Marissa ha sempre ottenuto ciò che voleva, in tutto. Scuola, casa, ragazzi, i ragazzi di Melissa... qualunque cosa tu dica, probabilmente ce l'aveva. Le ragazze erano gemelle. Marissa però è nata diversamente. Aveva il potere di controllare le menti e Melissa non lo sapeva. La mamma della ragazza non lo sapeva. Solo Marissa lo sapeva. E ora, dato che entrambe le ragazze erano all'ultimo anno del liceo, Melissa aveva qualcosa che Marissa aveva SEMPRE desiderato, il capitano della squadra di football come suo ragazzo, con tutti gli altri ragazzi che sbavavano dietro di lei. Questa era l'ultima settimana di scuola e...

305 I più visti

Likes 0

Uno scherzo del destino

Uno scherzo del destino È divertente come, in un istante, l’intera programmazione possa essere spostata. Date le giuste circostanze, tutto ciò in cui hai sempre creduto, tutto ciò per cui hai combattuto, temuto e a cui hai resistito può essere distorto e trasformato nella cosa che desideri di più. Questo è stato il caso di Taja Crawford, che ha intrapreso un viaggio spaventoso che l’avrebbe lasciata senza fiato, soddisfatta in modi che non sapeva esistessero e desiderando molto di più. Tutto è iniziato in modo abbastanza innocente, quando Taja è arrivata a casa tardi una sera dopo aver fatto la spesa...

277 I più visti

Likes 0

La storia di pesche e piselli dolci, parte 5

Neiladri Sinha Jr. :- Erano le 16 quando mi svegliai. La mia Bella Addormentata era così carina che non volevo svegliarlo. Inoltre, avevo dei preparativi da fare e Peaches stava dormendo per sempre. L'ho sollevato delicatamente dal petto e l'ho adagiato su un deewan. Il mantra della mia vita è stato uno: vivi la tua giovane vita al massimo e mi sarei preparato per questo. Ho preso il portafoglio e le chiavi della macchina per andare a fare la spesa per stasera, ma poi mi sono fermata sulla mia strada. L'ombra apparsa nella corsia dell'ospedale. Non potevo lasciare Peaches da sola...

192 I più visti

Likes 0

Mutandine [Capitolo 1]

Questa storia è stata originariamente scritta da scotsmitch2001 per me e ho preso la sua idea di base e l'ho modificata e ampliata in questa storia qui. --------------------------------------------------- --------------------------------------------------- ---------------- le mutandine Capitolo 1: Delimma di Nick (Nick si avventura nella stanza di Jaclyn) Nick si sdraiò sul letto e sospirò. Quando Monica ha detto che avrebbe avuto solo 10 minuti per rinfrescarsi, sapeva che sarebbe stato più lungo. Gli aveva chiesto di venire a prenderla in modo che potessero uscire a pranzo. Certo, non era ancora pronta, doveva rinfrescarsi. Si guardò intorno nella stanza, deliziato da quanto fosse femminile. Da...

1.4K I più visti

Likes 0

Demogirl

La ragazza della dimostrazione Avevo 17 anni, vivevo in un monolocale a Londra. Non è stato così avventuroso: la banca per cui lavoravo ha trovato il monolocale e ha pagato il mio deposito in anticipo. Era un buon stile di vita se eri pronto a sopportare l'alloggio e ad apprezzare la posizione. Vivevo a Bayswater, lavoravo nel West End e giocavo a rugby a RIchmond per il London Welsh ogni fine settimana. Quel sabato particolare io e il mio amico stavamo andando da Richmond a un pub in Grays Inn Road per qualche pinta. Era uno di quei pub intorno al...

1.3K I più visti

Likes 0

La ragazza con il tatuaggio del lupo_(0)

Mi feci rapidamente strada tra la folla di altri studenti mentre mi dirigevo verso il mio armadietto. Questa è stata una delle quattro volte che ho potuto fare nel mio armadietto prima della lezione successiva e non vedevo l'ora di liberarmi del carico di libri che stavo facendo i bagagli nei corridoi. All'improvviso ora è apparsa la folla del mio amico Jeremy, proprio quando ho iniziato a lavorare la serratura a combinazione del mio armadietto. Jeremy ed io eravamo amici dalla quarta elementare. Ci siamo allontanati l'uno dall'altro per un po' alle medie quando Jeremy si è unito alla squadra di...

1.6K I più visti

Likes 0

La ragazza del maestro

Raggiunge il cielo, i polsi abbracciati nella presa di stretti vincoli mentre sta in piedi, i piedi divaricati, ancorata al pavimento da vincoli simili. Intorno al suo collo giace la fascia tesa di un bavaglio che le interrompe la voce e un'altra fascia che tiene una benda sugli occhi dei suoi bellissimi occhi morbidi. È legata a 4 anelli, due avvitati nel pavimento, affondati nelle pesanti assi, mentre l'altra coppia è saldamente avvitata alle pesanti travi del tetto del soffitto. La luce tremolante delle candele la circonda e la dolce aria della notte estiva aleggia sulla sua nudità. Rabbrividisce in attesa...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.