Fratello, sorella, amico e io.

127Report
Fratello, sorella, amico e io.

Stavo trascorrendo il fine settimana a casa dei miei migliori amici. Pete e io torniamo all'asilo. Adesso a 15 anni andiamo ancora nella stessa scuola e giochiamo per la stessa squadra di calcio. I suoi genitori hanno una grande proprietà ai margini di Sydney dove andiamo in bici da cross tutte le volte che possiamo e questo fine settimana abbiamo potuto, così abbiamo fatto. Il giorno prima aveva piovuto, riempiendo i torrenti e rendendo le piste fangose, perfette condizioni di guida. I ragazzi saranno ragazzi, quindi abbiamo attraversato ogni pozzanghera a una velocità vertiginosa finché, stanchi, sporchi e bagnati, ci siamo fermati fuori dal capannone adiacente alla casa principale. Pete ha tolto il tubo dalla bobina e abbiamo lavato le biciclette e ci siamo asciugati a vicenda, le tute erano impermeabili, quindi questo era il modo più semplice per pulire. Siamo entrati e li abbiamo appesi. C'è un'unità autonoma nel capannone, era per il custode del terreno e il bagno aveva una porta interna ed esterna, quindi se uno aveva bisogno di fare pipì, non doveva camminare per il soggiorno. "È ora di fare la doccia, Pete". e mi sono tolto la maglietta e le mutande. Ora Pete e io ci eravamo visti spesso nudi. Facevamo la doccia insieme al resto della squadra dopo le partite, ma negli ultimi mesi tornava a casa a fare la doccia e io attribuivo la cosa alla timidezza quando la pubertà iniziò. Pete aveva anche uno dei peni più piccoli della squadra e immagino che lo metteva anche in imbarazzo. "tu vai primo ufficiale." disse e rimase a guardarmi con una specie di sorriso supplichevole. "Dai amico, non c'è tempo per essere timidi, non sprecare acqua, fai la doccia con un amico e tutta quella merda, ora vieni qui Pete."
“guarda Mikey, ho questo tipo di problema. Ogni volta che guardo un ragazzo nudo io...beh comincio a barricarmi e devo prendere un asciugamano e coprirmi. Penso di essere un fottuto amico gay.
"Ti piacciono ancora le ragazze, Pete?"
“Sì..ma a loro non piaccio. Ho solo 15 cm e vengo non appena entro. Oh... non riesco ad alzarmi per almeno un'ora. Che cazzo devo fare. Ai ragazzi con cui sono stato non frega niente quanto velocemente vengo o quanto è grosso il mio cazzo. Quindi puoi vedere dove sta andando ... sono più felice con i ragazzi.
“e cosa sono Pete. Il tuo migliore amico. Non mi importa se sei gay o piccolo o veloce. Per l'amor del cazzo amico, sono bisessuale e...”
“sei bisessuale? Stronzate Mikey... tu sei lo stallone della scuola.
“yeh, beh sia come sia, sono anche altre cose e una di quelle cose è che sono qui per te ok.? E se rompi un grasso sotto la doccia, me ne sbarazzerò per te, quindi abbassati i pantaloni e porta il culo qui dentro. e lo ha fatto. Gli ho lavato la schiena e le gambe. Mi sono insaponato le mani e ho fatto scorrere le dita tra le natiche di Pete. Quando gli ho spinto la punta del dito nel bordo del sedere, ha sobbalzato ma non ha detto nulla, quindi ho detto "non puoi avere un culo pulito senza un po 'di disagio". Peter ridacchiò. L'ho girato e gli ho lavato il petto e le cosce. Pete era mezzo duro e quando le mie mani raggiunsero le sue palle fu duro in un secondo. "scusa amico... ti avevo avvertito." Il suo cazzo era probabilmente più vicino a 6 "ma era ancora quel pene sottile da "ragazzino". «e ti ho detto che me ne occuperò io.» Mi insaponai di nuovo le mani e avvolsi le dita intorno alla sua asta. Era davvero duro e caldo e ho cominciato ad accarezzarlo. Pete si irrigidì e mi mise un braccio intorno alle spalle per tenersi in equilibrio. Inarcò la schiena e cominciò a tremare. Un sottile rivolo di sostanza appiccicosa bianca schizzò fuori dal suo occhio di cazzo quasi raggiungendo lo schermo della doccia e, a parte un paio di piccoli globi che trasudavano, era così. Stavo ancora accarezzando il cazzo di Pete e lui stava roteando i fianchi, sborrando a secco finché non è diventato troppo intenso e mi ha allontanato la mano. Il suo pene divenne immediatamente morbido e floscio. L'intero episodio non durò più di un minuto. "cazzo è stato fantastico amico." e ho sorriso nel modo più gentile che conoscevo. Pete aveva un problema serio. Quando è sceso dall'alto, si è messo di fronte a me e ha guardato il mio grosso e lungo pene. "Posso Mikey?" e io ho solo annuito, quindi con un sorriso, ha messo la mano sotto il mio cazzo e l'ha sollevato sentendone il peso. “lo sai che ci sono un centinaio di ragazze a scuola e un bel po' di ragazzi ucciderebbero per giocare con questo cazzo ed eccomi qui a tenerlo. Wow amico, è pesante. Pete sembrava affascinato dal mio pene, si chinò per guardarlo meglio e lo sentì dappertutto. Ha iniziato a irrigidirsi e ora ha giocato con le mie palle grandi come un limone e il pene eretto, ero completamente su e pulsavo. “Santo cielo amico, è enorme. Non riesco a metterci le dita intorno. Non ho visto una manopola così larga nemmeno nei porno. Ero lungo circa 8 pollici ma tre volte più spesso del suo cazzo e questo lo ha solo spronato. Aveva entrambe le mani attorno alla mia asta e ha tirato l'intera lunghezza verso di lui e poi di nuovo verso le mie palle. Si è mosso in avanti e ha spinto la testa del mio cazzo nel suo ombelico e si è girato da un lato all'altro mentre mi accarezzava più velocemente e più forte. Pete stava tirando così forte che mi stava spingendo avanti e indietro e avevo bisogno di mettergli le mani sulle spalle per tenermi in equilibrio così ci siamo mossi all'unisono. “Sborrami addosso amico, fammi vedere la leggendaria alluvione di cui parlano le ragazze. Dimmi quando sei vicino, voglio guardare. Non ero davvero eccitato prima, voglio dire che una sega è una sega, un rilascio fisico, ma ora dovevo difendere la mia reputazione. Ho immaginato la mamma di Pete dopo che avevamo scopato, lei era distesa sul letto e perdeva lunghi rivoli della mia crema da ragazzo dalla sua fica gonfia e ho sentito immediatamente l'inizio del mio orgasmo. Pete poteva percepire il cambiamento in me e l'aumento della velocità. Ho immaginato il suo buco del culo spalancato quando l'ho tirato fuori e mi sono arrampicato ancora più vicino a soffiare il mio carico. Mi chiesi cosa avrebbe fatto se avesse saputo dov'era la mia mente. Cosa avrebbe fatto se avesse saputo che le sue mani erano la sua bocca. Ho immaginato il suo viso coperto di sperma e la sua lingua che le leccava le labbra e mi sono irrigidito, ho inarcato la schiena e ho urlato “adesso Pete. ADESSO." e gli ho fatto esplodere una spessa corda di caldo sperma bianco su tutto il ventre. Colpì con tale forza che schizzò e prima che potesse iniziare a scorrere il secondo ruscello lo colpì e il terzo seguito da un altro. Era coperto dai capezzoli alle ginocchia dalla mia sostanza appiccicosa e gli ho spinto nella pancia sbavando gli ultimi grumi sul suo busto già intriso di sperma. Anche le mani di Pete erano coperte di melma e guardava incredulo. Ho preso una delle sue mani e ho messo la punta delle dita tra il buco del culo e le palle e l'ho tirato verso l'alto. Quando le sue dita hanno toccato il mio sacco, ho messo il pollice e l'indice alla base della mia asta e l'ho tirato fino alla flangia del pomello. Potevo sentire l'ultimo del mio sperma essere spremuto nel mio tubo di sperma e una spessa chiazza bianca trasudava dal mio occhio di cazzo. Pete improvvisamente si chinò ulteriormente in avanti e succhiò l'estremità del mio cazzo nella sua bocca. Quando ha tirato indietro la testa, il mio cazzo era completamente prosciugato. Non ho detto niente. Pete si alzò e disse "non stavano mentendo, sei un secchio di sperma. Guarda questo bel pasticcio e ha un sapore così buono. L'ho visto mentre si prendeva manciate dal petto e deglutiva facendo rumori "gnam". Era il mio migliore amico e avevo bisogno di assicurargli che stavo bene con quello che era appena successo, quindi ho immerso la punta delle dita nel mio stesso sperma e le ho leccate per pulirle. Il sorriso sul volto di Pete mi diceva che andava tutto bene. Ci siamo lavati via la melma da noi stessi e dalle pareti della doccia e ci siamo corsi a vicenda lungo il passaggio coperto nell'area della piscina con solo asciugamani avvolti intorno a noi. Pete ha fatto irruzione attraverso le porte e si è fermato di colpo e io ero proprio dietro così gli ho colpito la schiena facendolo sdraiare sul prato e cadendo accanto a lui, entrambi i nostri asciugamani volavano via in direzioni diverse. Ho pensato che stesse scherzando, quindi sono saltato su e gli ho messo un piede sul sedere, ma lui si è girato e ha indicato. Quattro ragazze adolescenti in bikini sedevano su teli da mare a non più di tre metri di distanza, fissando il trambusto che interrompeva il loro prendere il sole. Pete balzò in piedi e restammo fianco a fianco, completamente nudi mentre quattro paia di occhi correvano su e giù per i nostri corpi, fermandosi tutti sul mio grosso cazzo appeso sopra le mie grosse palle. Adesso c'erano applausi, risatine e sussurri. La sorella sedicenne di Pete, Nikki, si è alzata in piedi, le mani sui fianchi "devi sempre mettermi in imbarazzo davanti ai miei amici Peter Kelly?" e questo lo fece correre via, raccogliendo il suo asciugamano. Nulla mi mette molto in imbarazzo, quindi mi sono inchinato al mio pubblico, mi sono voltato per prendere il mio asciugamano e ho mostrato alle ragazze un grande occhio marrone e una vista posteriore del mio sacco da ballo. Altri applausi e risatine. Mi sono avvolto e mi sono diretto verso le porte. Ho dovuto attraversare proprio di fronte al quartetto sorridente, a portata di tocco quando una delle ragazze ha detto "mostracelo di nuovo, mostracelo di nuovo". E un'altra voce si unì poi a una terza. Ho dato un'occhiata a Nikki che mi ha fatto un sorriso e un "che diamine" si è stretto nelle spalle così ho aperto l'asciugamano e ho allargato le gambe. "oh mio Dio, vuoi guardare quella cosa"
"santa merda ... buonissimo."
"il mio ragazzo è un nano rispetto a quello."
“eewwww, puoi immaginare cosa farebbe alle tue viscere. Brutto ... mettilo via, ti metti in mostra. L'ultimo commento è arrivato da Haley, una vergine di 17 anni confessata che odia gli uomini. Penso che abbia usato quella scusa perché non riusciva a tenersi un ragazzo, bada bene che era solida, la campionessa della squadra di nuoto con i capelli corti e sembrava decisamente mascolina. Una delle ragazze era in ginocchio mentre si muoveva in avanti, ma Nikki saltò tra di noi e indicò. "non toccare ok." Haley intervenne di nuovo "perché vorresti toccare quella lumaca grassa ... disgustosa." e lei si alzò e se ne andò. Le altre ragazze stavano ridendo e Nikki ha detto "basta Mikey, togliti gli stivali". “ok ragazze, la prossima visione solo su appuntamento.” e questo ha portato un coro di "dove e quando". Ora dovevamo essere soli io e Pete, ma era una giornata calda e mentre stavamo picchiando Nikki ha invitato i suoi amici a fare un tuffo. Stava da Haley con gli altri per una festa e doveva restare la notte. Le altre due ragazze sono state prese da uno dei loro fratelli e sono tornate a casa. Haley era scomparsa, quindi abbiamo iniziato a cercare e Pete l'ha trovata distesa nel bar della piscina, con una bottiglia di whisky mezza vuota ancora stretta in mano. Noi tre l'abbiamo portata in una delle stanze degli ospiti, merda era pesante. Il suo bikini era gocciolante, doveva essere appena uscita barcollando dalla piscina così mentre io e Pete la tenevamo su Nikki se lo tolse e la asciugò. L'abbiamo adagiata sul letto e quando Pete si è rialzato aveva un rigonfiamento nei pantaloni. Haley aveva un tumulo molto prominente con peli pubici ricci neri tagliati sulla linea del bikini e stava fissando i lembi della sua fica rugosa che spuntavano fuori. Quindi è questo che ti eccita Petey, ho pensato. Lo sguardo da macellaio! E un piano cominciò a prendere forma nella mia mente. Non era l'unico eccitato da questa Amazzone. Nikki si teneva la mano sulla figa senza rendersene conto, le punte delle dita facevano una piccola danza giocando con la clitoride attraverso il bikini. Mi ha sorpreso a controllarla, ha smesso di diteggiarla, è arrossita di un rosso vivo e se n'è andata. Abbiamo avuto un incontro per decidere che non potevamo mandarla a casa ubriaca, così Nikki ha chiamato e ha convinto la mamma di Haley a lasciarla dormire.
Abbiamo fatto irruzione nel bar, un ubriaco non bastava. Tutti e tre abbiamo guardato alcuni film e sembrava che Pete andasse spesso in bagno e impiegasse molto tempo. La volta successiva che se ne andò, lo seguii da lontano e lo guardai fermarsi davanti alla porta di Haley e fissarlo, tenendosi il cazzo, non gioco a muovere la mano nel caso si fosse fatto saltare nei pantaloni. Nikki mi ha chiesto "come va". e io ho risposto "il cazzo del tuo fratellino".
"che cosa? Come... voglio dire perché?
“lui pensa di diventare gay, ma penso di aver scoperto la donna perfetta per lui. La prossima volta che va a fare pipì, vieni con me. Quindi ci siamo un po' ubriacati e Pete si alza e se ne va e noi lo seguiamo nascondendoci proprio dietro l'angolo. Nikki si sostiene mettendomi un braccio intorno al collo. Guardiamo dietro l'angolo e abbastanza sicuro Pete è alla porta con in mano il suo cazzo. “e il suo “problema”. Probabilmente esploderà prima di farcela.» mi sussurra all'orecchio. La trascino di nuovo nel salotto. “Sai di quella Nikki? Come?"
"Oh Dio. Ora l'ho fatto. Sono mezzo incazzato. Beh, abbiamo scopato un paio di volte... Voglio dire, abbiamo quasi scopato un paio di volte... Voglio dire, lui ha spinto dentro e ha schizzato ed è scivolato fuori tutto morbido. Era come se fosse finita prima che iniziasse...forse 20 secondi...onesto. Non abbiamo mai provato di nuovo dopo la seconda volta. Non lo dirai a nessuno, Mikey, vero? Per favore, non dire che sarò mandato via. Farò tutto quello che vuoi.
"Niente Nikki?" Mi guardò negli occhi rendendosi conto di ciò che aveva appena promesso. "sì... qualsiasi cosa." Fece scivolare la mano nei miei pantaloncini e afferrò la mia grossa asta e l'ampia flangia. Scosse la testa "Me ne pentirò".
Quando Pete è tornato, Nikki gli ha detto che li conoscevo. Gli disse anche che il loro segreto era al sicuro perché aveva acconsentito a tutto ciò che volevo in cambio del mio silenzio. Era molto calmo su tutta la faccenda, poi è scoppiato a ridere. "Silenzio. Proprio questo pomeriggio io e lui ci siamo fatti delle seghe a vicenda e papà mi ha detto che mamma ritiene che sia la migliore scopata che abbia mai avuto. Chi può ricattare chi qui?
"tua madre ha parlato di me a tuo padre?"
“mamma e papà sono scambisti. Perché pensi che se ne siano andati così spesso. A loro non piace scopare la gente del posto, quindi viaggiano. E si raccontano tutti i dettagli cruenti. Ehi sorellina, ricordi che tempo fa mamma aveva un vero mal di figa. Quella non era una moto, quello era Mikey.
"Oh cielo" ha detto "e ho quasi lasciato che mi scopasse."
“bravo amico. Pulisci il culo. Hai appena distrutto un sogno.
"un sogno. Mikey, parlami perché se mi hai sognato anche io ho sognato te ma ero così spaventato che mi avresti fatto del male e ora so di te e mamma... beh lei ha avuto due figli e guarda cosa tu fatto a lei.
“Nikki tua madre ama il dolore sessuale. Mi ha implorato di farle del male. Mi ha fatto scopare il culo così forte che mi faceva male. Non sei solo bella, ma anche una delle persone più belle che abbia mai incontrato. non ti farei del male. Ho imparato molta pazienza... Non è necessario che accada tutto in una volta". Si avvicinò a me e mi baciò sulle labbra. "In tal caso ci proveremo, ma promettimi che ti fermerai se te lo chiedo." Ho annuito, lei ha sorriso e Pete ha detto "la mia migliore amica e mia sorella ... eccellente".
“ok, ecco il piano. Pete, stasera ti scoperai Haley.»
"che cosa? Sei loco. Mi ucciderebbe... lei odia gli uomini.
"non stasera. È ubriaca come una puzzola e nuda sul letto. Ora ho uno spray magico, l'allenatore anestetico locale usa sul campo di calcio. Dirò a Nikki di farti diventare duro e ti spruzzerò il cazzo. Diventerà completamente insensibile per circa 15 minuti prima che tu ne abbia bisogno di più. Ora immagino che se sei lì accanto a lei nuda quando si sveglia potrebbe pensare che tu l'abbia già fatto e che sia pronta per pochi secondi. Ecco dove vengo in soccorso. Nikki mi segherà in una zuppiera e spalmeremo sperma su Haley, compresi i lembi e l'interno coscia. Questo dovrebbe convincerla che non è più vergine.»
"e cosa ti fa pensare che mi fotterà e non mi ucciderà?"
"Pete..il suo vecchio ragazzo mi ha detto che vuole davvero scopare..lei impazzisce con i preliminari ma non può lasciarsi andare a meno che non sia ubriaca e quando finalmente lui l'ha fatta incazzare lei è svenuta proprio mentre lo stava mettendo dentro .”
Abbiamo cambiato un po' il piano. Sia il fratello che la sorella mi hanno munto in una zuppiera, Pete mi ha preso le palle e Nikki le ha tirate e leccate. Il risultato fu un'incredibile ciotola piena di crema densa e appiccicosa che stupì Nikki e la sua faccia fece ridere Pete come una ragazza. "che cosa? Non ho mai visto così tanto sperma prima. Esploderò se mai verrà dentro di me e non credo che andrà bene comunque. Era la prima volta che mi vedeva eretto "ma ho promesso che ci avremmo provato e ci sarebbe andata bene?" Ora era il turno di Pete. Sia Nikki che io potevamo vedere l'apprensione nei suoi occhi, quindi mi sono messo dietro di lui a giocare con il suo sedere mentre lei si metteva in bocca il suo cazzo sottile. Lui fu immediatamente eretto e lei soffocò quando la punta le toccò la gola. Missione compiuta, ha spostato la testa all'indietro e io l'ho raggiunto e gli ho spruzzato la manopola. Faceva freddo e il suo pene ha cominciato a raggrinzirsi in segno di protesta, così ho spinto un dito oltre il bordo del suo sedere e nel suo culo. Pete era di nuovo duro e io spruzzai il resto del suo cazzo e diedi una seconda mano al pomo. Tutti e tre risalimmo il corridoio ed entrammo nella stanza di Haley. Non si era mossa e penso che tutti abbiamo fissato di nuovo quell'enorme tumulo. Nikki portò la ciotola di sperma e lasciò che Pete si sdraiasse accanto a Haley prima che lei gocciolasse lo sperma caldo sui peli neri e ricci del pube e lungo i lembi e le cosce. Haley iniziò a svegliarsi e i suoi occhi tremolarono. In precedenza avevo detto a Pete di mettere un braccio sulle sue ampie tette sode e di fingere di dormire e quella fu la scena in cui scivolammo nel corridoio e socchiudemmo la porta. Haley aprì completamente gli occhi. Guardò da una parte all'altra. Quando vide Pete sdraiato accanto a lei si girò per affrontarlo e il suo braccio scivolò intorno a lei. La confusione nei suoi occhi si trasformò in shock quando si rese conto che erano entrambi nudi e doveva essere stato in quel momento che sentì la melma bagnata gocciolarle giù per il sedere. Non muoveva il suo corpo solo la sua mano che andava dritta tra le sue gambe. Sentì il pasticcio appiccicoso e caldo che giaceva lì e si portò le dita al viso. Erano ricoperti di filamenti bianchi e appiccicosi di sperma. Sapeva che era sperma perché aveva fatto lavori manuali e questa era la stessa roba che le copriva le mani allora. Nikki e io abbiamo trattenuto il respiro e poi Haley ha sorriso proprio mentre Pete faceva finta di svegliarsi. Abbiamo trattenuto di nuovo il respiro mentre si guardavano l'un l'altro.
“Ciao Haley. Come ti senti?"
"Non ne sono sicuro. Sono ancora mezzo ubriaco. Cosa è successo..voglio dire..oh immagino di sì, sono ricoperta di sperma..sono ancora vergine o mi hai appena soffiato addosso?
“Non ricordi? Hai perso la verginità alle sette e dieci. Hai detto che avresti ricordato l'ora e la data per sempre. Non importa." Nikki e io facevamo fatica a non ridere.
"ti andava bene?"
"Perfetto."
“Sono stato bravo? Non ho mai scopato prima. Ho sempre voluto essere una bella scopata.
“Haley, ti sei seduta sul mio cazzo e mi hai cavalcato finché non siamo crollati entrambi, sei stata fantastica. Ancora di più e mi avresti ucciso. Nikki soffocò una risata e mi sussurrò all'orecchio “è bravo, molto bravo, sta giocando sulla sua prestanza fisica. Ama solo le lodi.
"Peter Kelly, non ricordo, quindi dovremo rifarlo e vedo che sei pronto." Fece oscillare le gambe sopra le sue e sollevò i fianchi, prese il suo cazzo duro in mano e lo guidò nel suo buco. Scivolò giù e si irrigidì, poi si rilassò e cambiò angolazione e iniziò a scopare il mio migliore amico. Questa ragazza può nuotare 30 giri e non ha il fiato pesante. Stava scivolando su e giù così forte che il letto stava saltando. Da dove stavamo spiando potevamo vedere i suoi succhi scorrere lungo l'asta di Pete sul suo piccolo sacco di palle. "Questo è quello che voglio ... così fottutamente buono ... cazzo nella mia fica." e Haley gettò indietro la testa e urlò così forte che sia Nikki che io saltammo. Aveva appena avuto il suo primo orgasmo vaginale e l'ha prosciugata rapidamente. Crollò sul petto di Pete ansimando e facendo rumore "yum" in gola. Per la prima volta nella sua vita sessuale, Pete non aveva fatto esplodere il suo carico all'istante e questo lo aveva portato a nuove vette. Ha spinto Haley sulla schiena e l'ha afferrata dietro le ginocchia spingendole le gambe in alto e divaricate il buco della fica ancora rotondo e aperto. Pete era fuori controllo. La spinse dentro più forte che poteva spingendola su per il letto e facendola urlare ancora e ancora. "fallo.. spingimi su quel cazzo.. fammi venire di nuovo.. oh Dio, sì.. sta succedendo.. sto venendo.. fanculo yyeeesss." Haley si alzò dal letto e si spinse indietro contro Pete spingendolo oltre l'orlo e in quella meravigliosa caverna dell'orgasmo. "oh mio Dio..questo è troppo..fuuucck." I loro orgasmi finirono all'incirca nello stesso momento e un mix di alcol e felicità sessuale riportò Haley a la la land. Pete era completamente inerte sdraiato sopra la sua conquista addormentata, alla fine rotolò via da lei e cadde a terra incapace di reggersi sulle ginocchia molto tremanti. Nikki da una parte e io dall'altra lo abbiamo portato in salotto. Nikki era un po' preoccupata per il suo fratellino, ma il sorriso più grande sul suo viso ci ha presto fatto venire i brividi. Tre adolescenti nudi seduti in salotto, che ridono a crepapelle. Quando alla fine ci siamo sistemati, è stato Pete a parlare per primo. “è stata la sensazione più straordinaria di sempre. Potevo sentire tutto nonostante lo spray ma non riuscivo a venire e poi all'improvviso quando Haley è esplosa mi è sembrato che le mie palle scoppiassero. Grazie Mikey. Nikki sei il migliore ma devo sdraiarmi ragazzi... sono fottuto... letteralmente. Se non vado a letto mi schianterò proprio qui. e Nikki è andata con lui nella sua stanza e gli ha rimboccato le coperte.
Nikki e io siamo andati a letto. Ci siamo sdraiati uno accanto all'altro e abbiamo parlato e accarezzato. Alla fine Nikki ha detto "gioca con la mia fica Mikey ... preparami". Aveva i lembi larghi della mamma e li ho allargati facilmente infilandoci dentro due dita. Improvvisamente mi sono reso conto che non c'era resistenza e ho fatto scivolare dentro un altro dito. Ancora nessuna resistenza. Ora ho mani grandi e dita spesse e tre dita affiancate sono abbastanza vicine alla dimensione del mio albero. “stai bene Nikki?” “sì, va bene. È bello. Tirai fuori le dita e le infilai tutte e quattro nel suo buco e riuscii solo a sentire un po' di tensione. Non avevo mai sentito una fica così sciolta. "Nikki, hai avuto qualcun altro oltre a Pete?"
"questo è imbarazzante..no..è l'unico."
"giochi con te stesso ... come mettere le cose lì dentro?"
“no..io gioco solo con il mio clitoride. L'ultima volta che ci ho messo le dita, tutta la mia mano è scivolata lì dentro... oh, capisco da dove vieni. Mikey, ho una grossa fica?
“grande è bello. Fammi vedere come hai fatto. Non aveva bisogno di lubrificante, si chinò e il suo pugno scomparve dentro di lei. Nikki mosse i fianchi. Non lo faceva da molto tempo e ora sentimenti diversi la pervadevano. Lei sembrò ignorarmi e si concentrò su questa nuova sensazione che si fotteva la fica finché non si rese conto che ero stato trascurato e tenne la mia asta con la mano libera senza mai rallentare il movimento dell'altra. I suoi occhi si aprirono per la sorpresa e disse "stringimi piccola ... sto per esplodere" ed esplose schizzando succo di ragazza su di me, sul letto e su gran parte del pavimento. Ha tirato fuori la mano e io stavo guardando un buco abbastanza grande perché un castoro potesse chiamare casa. Era fradicia e tremava. "perché non mi hai fermato ... posso venire solo una volta e speravo così tanto che sarebbe stato con te." "va bene Nikki...ti farò venire di nuovo."
L'ho lasciata sdraiata sulla schiena e mi sono sdraiato accanto a lei su un fianco. Le ho fatto alzare le ginocchia e le ho spinto contro le guance del sedere. Così ci potevamo baciare e io potevo giocare con le sue tette, la sua pancia, il suo clitoride e il suo buco del culo mentre la scopavo. La testa del mio cazzo era appoggiata contro i lembi della sua fica e lei si abbassò e quasi lo tirò dentro di sé. La mia protuberanza a fungo allungò leggermente il suo buco e scivolò dentro. Nikki ansimò quando sentì il mio fondoschiena in tutta la sua lunghezza sulla sua cervice. Questa è stata la prima donna che ho penetrato senza alcuno sforzo o dolore e le sue viscere sembravano una spessa gelatina calda. La sua fica si è chiusa attorno alla mia asta quasi cercando di sputarmi fuori e poi si è aperta e mi ha fatto scivolare quasi completamente dentro di nuovo. Ho allungato la mano e ho messo le punte delle dita sulla sua clitoride in modo che ogni volta che spingevo si spostasse tra di loro, ma Nikki era alla disperata ricerca di un altro orgasmo e ha iniziato a sollevare i fianchi a tempo con le mie spinte e così la sua clitoride si è strofinata più forte sulle mie dita. Non era mai venuta due volte di seguito prima e potevo dire dalla sua urgenza che sarebbe stato estremo. Nikki mi ha guardato e ci siamo avvicinati l'uno all'altra e ci siamo baciati. Stava respirando così velocemente che fu un bacio veloce ma la passione trasudava da lei e lei stava sgroppando così forte che il mio cazzo le scivolò fuori con un forte sorso. L'ho tirata in ginocchio e mi sono messo dietro di lei. Aveva già la mano tra le gambe e ha afferrato la mia carne e ha spinto indietro con forza. Sono scivolato di nuovo nella sua caverna e abbiamo iniziato a picchiarci freneticamente, le mie palle schiaffeggiavano la sua clitoride con un forte rumore di applausi. La sua faccia era tra i cuscini a smorzare le grida di estasi e ora potevo sentire il calore della sua fica salire e tutto il suo corpo tremava finché, senza ulteriori avvertimenti, iniziò a colpire il letto con i pugni chiusi e un getto di sperma femminile coprì il mio cazzo e le mie palle e spruzzato nel mio grembo e corse giù per le gambe. Nikki stava singhiozzando mentre l'intensità del suo orgasmo la attraversava. Era così esausta che ho dovuto tenerla su per i fianchi mentre sentivo arrivare il mio momento. Ho guidato dentro di lei e il mio sperma è corso su per il tubo dell'asta e ha innaffiato le pareti della sua fica con una crema da ragazzo bianca calda e appiccicosa, ma la sensazione è diventata così intensa che ho dovuto tirarmi fuori e finire di sparare sulle guance del culo di Nikki. È crollata sulla pancia sdraiata ancora tenendo entrambe le mani sul suo buco e non arginando il flusso dei nostri succhi attraverso le dita sulle lenzuola. Mi sono sdraiato accanto a lei e mi sono infilato dentro di lei. Eravamo entrambi coperti di sperma e il letto era fradicio ma eravamo troppo stanchi per muoverci così lasciammo che il bagliore dell'orgasmo ci portasse via nella terra di Nod e cademmo in un sonno profondo.
Qualche ora dopo mi svegliò il rumore di vetri infranti. Nikki si è schiantato accanto a me russando dolcemente. Non era una grande bevitrice fino a ieri sera, quindi ho pensato che sarebbe rimasta fuori per un po'. Pete non sarebbe mai ricomparso fino a metà mattina e dopo l'allenamento che aveva fatto forse anche più tardi. Strisciai fuori dal letto e scesi al piano di sotto da dove proveniva il suono. Le luci erano accese e in piedi al bar, una bottiglia in una mano e un bicchiere rotto ai suoi piedi, c'era Haley. Aveva uno sguardo distante nei suoi occhi, un segno rivelatore che ne aveva avuti alcuni e ondeggiava leggermente tenendosi su per un gomito. “scusa Mikey..scusa se ti ho svegliato. Lo pulirò.
“stai fermo. Non calpestare il vetro. Resta lì.» Ero preoccupato che si sarebbe mossa e si sarebbe tagliata i piedi in brandelli, quindi ho raccolto un cuscino dal divano e l'ho allontanato da lei in un colpo solo. "che cazzo stai facendo ragazza?"
“Sto festeggiando e annegando i miei dolori. Vuoi unirti a me?" farfugliò. Versai da bere a entrambi e l'accompagnai in salotto. "qual'è l'occasione?"
"Non sono più vergine." Ho finto di essere scioccato, sorpreso e felice tutto in una sola espressione.
"allora di cosa c'è da essere tristi?"
“Non ricordo che sia successo. La seconda volta è andata bene, ma ho sempre voluto ricordare la sensazione del mio primo cazzo che mi saliva. E non ne ho mai abbastanza.
"Vuoi dire che è venuto troppo presto?"
“no, non quello ma non abbastanza perché era abbastanza lungo ma per niente grosso e anche se sono venuto un paio di volte, semplicemente non era quello che avevo sognato. Mi sono immaginato con i lembi della fica gonfi e camminare con le gambe storte e dire ahi quando mi sono seduto, ma non riesco a sentire niente di diverso laggiù. Non mi ha stirato un po'. È normale Mikey..dovresti saperlo..voglio dire che il tuo cazzo è davvero grosso.
"Sì, ma questo arvo che hai detto è una disgustosa lumaca grassa."
"Ho cambiato la mia mente. Voglio quella lumaca grassa nella mia fica. Voglio sentirmi allungato e riempito. Voglio un cazzo da uomo, non un cazzo da ragazzo. Quindi portami a letto e fammi, fammi del bene. Era un comando, non una richiesta. Atleta contro atleta, ma lei interpretava il capitano della squadra e io non volevo niente di tutto ciò, quindi l'ho portata nella sua stanza e siamo caduti sul letto. Haley stava già giocando con il mio cazzo e mi sono sbarrato rapidamente per tutta la mia lunghezza e circonferenza. “Merda Mikey, è molto più grande di prima. Mio Dio, prendi quella cosa dentro di me adesso. Un altro comando. Si sdraiò sulla schiena e allargò le gambe esponendo quel grosso tumulo peloso e allungò la mano allargando i lembi della fica con la punta delle dita. Ho spinto la mia grossa testa a forma di fungo nella sua apertura e l'ho guardata allungarsi e allungarsi fino a quando l'ampia flangia non sarebbe andata oltre e lei mi ha spinto via scuotendo la testa. Ho aspettato qualche istante e ho riprovato, ma il mio cazzo era troppo grande e Haley soffriva mentre la sua fica si allungava fino a strapparsi. Lo stesso è successo al nostro terzo tentativo e lei è scoppiata in lacrime. Sono uscito tra le sue cosce e ho lasciato la stanza. Deve aver pensato che stavo tornando nella mia stanza e ha pianto ancora di più, singhiozzando nel cuscino. Ero in cucina e avevo in mano la bottiglia dell'olio da cucina. Dopo il precum, l'olio da cucina è il miglior lubrificante. Essendo così grande avevo provato ogni marca, ma l'olio è molto scivoloso e non si lava via con il succo di fica. Tornai nella sua stanza e mi sedetti sul letto. Haley alzò lo sguardo sorpresa e smise di singhiozzare. Giaceva su un fianco, quindi toccava a me comandare. “sulla tua schiena tu grande bella Amazzone. Allarga quelle gambe e lasciami melma quella figa stretta in modo che il mio grosso cazzo possa entrare. Lei obbedì in un lampo e allargò le gambe così larghe che erano quasi ad angolo retto rispetto al suo corpo. Ho versato dell'olio sul suo monticello e l'ho lasciato colare tra i suoi lembi. Voleva aiutarla e l'ha strofinata dappertutto. Le ho infilato la punta di un dito nel bordo del sedere e lei si è tirata indietro, ma ho spiegato che i buchi del culo asciutti e serrati a volte irritano. Ora ne ho versato un po' sul mio pomello e giù per il pozzo e ho messo la bottiglia sul comò. Mi arrampicai di nuovo tra le sue gambe e mi sporsi in avanti. Questa volta Haley ha guidato il mio cazzo verso la sua apertura e ho spinto la punta della mia testa dentro di lei. Ha fatto un respiro profondo mentre allargavo sempre di più le sue labbra e proprio quando pensavo che non sarebbe successo, la flangia è stata ingoiata, le sue labbra della fica si sono chiuse intorno alla mia asta e sono scivolato dentro di lei. Haley urlò scuotendo la testa da una parte all'altra. I suoi muscoli addominali si incresparono ei suoi fianchi si mossero di lato cercando di buttarmi via e fermare il dolore, ma io l'afferrai per i polsi e le incrociai le braccia sul petto schiacciando quelle tette piene e sode e la tenni ferma. Ho tirato fuori completamente il cazzo e l'ho spinto indietro portando un altro urlo mentre il bordo del mio cazzo la allungava mentre usciva e di nuovo entrava. il cambiamento è arrivato lentamente. A poco a poco la sua apertura si allentò e il dolore si placò. L'olio stava facendo un ottimo lavoro e ora a poco a poco ho sentito il suo succo di ragazza iniziare a unirsi alla melma. Ho smesso di uscire subito e ho iniziato a colpi lunghi e lenti che sembravano calmarla ancora di più e sapevo che stava iniziando a sentire l'intera dimensione della cosa dentro di lei senza dolore. “Mio Dio Mikey, mi ha fatto così male ma è quasi passato. Possiamo fermarci un minuto? Ho spinto fino in fondo dentro di lei e sono rimasto fermo come mi aveva chiesto, il mio cazzo immerso nella sua caverna calda e bagnata e ho lasciato le sue braccia e mi sono sdraiato sopra di lei. Haley mi ha tenuto il viso e ci siamo baciati a lungo e lentamente e lei ha succhiato la mia lingua nella sua bocca e ha morso delicatamente. Ho mosso le mie labbra sulle sue e ho mordicchiato e in poco tempo sembravamo fonderci l'uno nell'altro. Adesso era completamente sobria, non posso spiegarlo ma lo era. Tutti i sentimenti competitivi erano svaniti, non ci sarebbero stati perdenti solo due vincitori e la mia amazzone aggressiva ora era una gattina tra le mie braccia. Le sue mani corsero lungo la mia schiena e si posarono sulle mie natiche e appoggiò i piedi sul letto ai lati dei miei fianchi. Sapevo che era pronta, quindi ci siamo mossi lentamente insieme conoscendo le reciproche esigenze e mentre esploravamo, Haley mormorava "sì, proprio così". ogni volta che raggiungevo un nuovo punto dentro di lei. I don’t know how long we made love for..maybe an hour till finally she gave in to her lust and began to climb toward orgasm. I was almost out of resolve and was finding it hard to hold back myself so I responded by sliding quicker and deeper. Haley pushed back against me meeting thrust with thrust and she began to shake all over. Her finger nails dug into my bum cheeks and she bit my neck making a sort of growling noise. Her body stiffened and she lifted her hips off the bed letting me deeper inside her and I felt the hot explosion around my shaft just as she bit down breaking the skin and drawing blood. The sudden pain shocked me into my own orgasm and hot streams of white boy juice gushed into her. Haley felt the scalding flood that filled her making her insides swell and she jerked my cock out losing a huge stream making room for more and slipped my cock back in without losing any sensation or missing a beat. We were both pounding each other relentlessly till I was drained and she was spent and the intensity was bordering on pain. I collapsed onto her not being able to support my weight on my elbows any longer just as she moved her mouth from my neck. She held me there easily wanting to keep my cock inside her as long as possible and as we kissed I tasted my blood on her lips. Our juices leaked between her cunt wall and my shaft and she giggled saying it tickled as it ran down between her bum cheeks. We stayed like that for awhile, my cock got soft but as we cuddled and kissed it swelled back to full size. Haley looked at me in surprise, she could feel her inside getting filled and stretched again. “Mikey, tell me that’s not happening. How the hell can you be up again. Oh my God, is it bigger this time” and she was right, my cock gets bigger second time around. I eased my cock out of her. Again my flange sort of stuck behind her tight opening and she said ”ouch” as it slipped out. “on your knees lady. I want to watch your bum hole twitch as I fuck you.” She got to her knees and bent forward putting her face into the pillows. I grabbed the oil and relubed us both then pushed into her. As my dick sank into her, I saw her puckered bum hole suck inwards and as I pulled back it popped out again. Haley reached between her legs and cupped my balls as I fucked into her. I was in awe of her solid muscled shoulders, smooth back and tight round bum cheeks. As I watched my cock disappear into her pussy I could see her cunt flaps were an angry red and swollen to twice their size and her insides were almost burning my dick. “You ok Haley?”
“cum quick Mikey, I’m getting sore.”
“ok baby, just a little more.” and I changed from kneeling behind her to standing bent over her, my hands on those strong shoulders and I went animal and drove into her as hard as I could. Haley shivered and squeezed my balls. She was leaking girl juice faster than a holey bucket . “Fuck, I’m gonna cum again Mikey. Cum with me, I can’t take much more of this.” I squatted a bit lower changing my angle getting all the way in and she stiffened. “So close Mikey..so close” so I slipped a finger all the way up that puckering bum hole and she jerked and screamed “I’m there baby..cumming..yyeeesss.” Haley still had hold of my balls and now she squeezed so hard it hurt but couldn’t stop the eruption that spewed my load into her. She was tender inside and my cum was burning her. “Out..get it out..so sore..please Mikey” and she fell forward to lay flat on her tummy my cock getting stuck at the flange on its outward rush and almost ripping out of my crutch. We both said “ouch” together and I finished cumming onto her bum cheeks. I rolled her over and we lay side by side panting, trying to catch our breath. I stared at her amazing body. Haley caught me out and said “it’s yours anytime big boy” She didn’t look one little bit butch right now, all flushed and covered in cum and I swear at this point she was beaming and beautiful. “You better get back to Nikki before you’re missed”
“You knew about her and still had me?”
“Why should she have all the fun? Now go but promise me one thing.”
“Which might be what?”
“Don’t let this be our first and last time.” I kissed her very softly, very gently and she had tears in her eyes. “I promise Haley and next time, just you and me. I’m sorry I stretched you so wide. Sorry I hurt you Haley.”
“You seem to forget I asked you to do exactly that. Silly me, I probably won’t be able to swim for a week. My coach will be totally pissed off.” As we got off the bed she kept saying “ouch” with each step as she walked bowlegged to the shower.
I went back upstairs and climbed into my bed beside Nikki who was still snoring. Next morning she woke me by sucking my sticky cock..if only she knew it wasn’t her juice she was licking off my shaft. My knob was sore from last night but Nikki had a yummy loose pussy tunnel and I slid easily into her hole and brought her to a quick crashing orgasm. My dick had pushed some of last night’s leftovers out of her so it looked like I’d cum when in fact I was, for once in my life, happy to stop without spilling a drop. We changed the cum soaked sheets and jumped into the shower. Nikki started to wash my back and stopped dead. She touched my scratched bum cheeks gently and put a finger tip to the deep bite on my neck. “oh Mikey, look what I’ve done. I didn’t mean to do this to you baby but I guess I got carried away. But what’s a girl to do when she has a monster cock pumping her full to overflowing. I’m sorry, does it hurt?” I stifled a laugh and tried real hard not to smile. “It was worth every drop you animal you. Next time I’ll bite back.”
“I know I’ve got a big pussy but it still throbs for an hour after you pull out. That should make us even.” We went downstairs looking in at Pete as we went. He was still asleep on his back naked, his pubic hair matted with cum. Nikki went in and gave him a shake. “Wakey wakey..oldies due home soon. Rise and shine.” He opened one eye and smiled giving me a wave and rolling out of bed for the bathroom. Fifteen minutes later he came down and joined us in the kitchen where I had bacon and eggs frying and toast. “ Where’s Haley, still sleeping? I must have worn her out last night, right?”
“Guess so Pete, you sure shafted her good. Go wake her mate.”
“Rather not Mikey. I keep thinking she might guess the truth and break me in half.” Nikki was busy with the coffee percolator so I shrugged and headed for her room. The door was closed and I hesitated but turned the handle and peeked in. Haley had changed the sheets last night after I left I guess and lay sleeping in a frilly nighty I recognised as one of Pete’s mum’s. If she looked sexy naked she looked deadly in lace. I bent over her and kissed her lips. Her eyes fluttered open and she smiled. “Help me up Mikey.” She struggled from the bed and stood bowlegged. I saw the oil bottle still beside the dresser and poured some into my hand. “Lift the nighty Haley.”
“Not now Mikey, I’m too sore.” I laughed at her thinking I had come for more sex and told her “lubed flaps don’t chafe” and she smiled lifting the lace and opening her legs wider. As soon as my fingers touched her flaps she bit her lip and whispered “fuckin hell” As my fingers slipped between her swollen flaps our eyes met and I said “I’m sorry” and she answered “it’s ok..really.” I hid the oil bottle and returned to the kitchen. Brother and sister were eating and talking. Pete looked at me with an almost brotherly smile and Nikki turned her eyes away. Just then Haley walked slowly toward us. She stopped half way and pretended to adjust her top. Hellos all round and Nikki served another plate. When Haley sat down she screwed her face and wriggled in her chair. Pete and Nikki exchanged glances. We ate.
An hour later Haley’s dad turned up. Haley walked to the car trying to look normal but the slight bowlegged gait made it obvious that something was not right. Pete and Nikki watched closely but I went back inside a little embarrassed and concerned for her. When they came back in Pete said “what was that about.” And Nikki answered “if I didn’t know better, I swear she’s had something big up her cunt” and the subject was dropped.

Storie simili

L'autostoppista Capitolo 15 - Casa dolce casa

Erano appena passate le 23 quando siamo entrati nel mio garage, ho preso la borsa con le cose che avevo portato e l'ho fatta entrare. Ho detto ad Alexa di accendere le luci del bar quando siamo entrati e May Ann ha detto: Gesù Tony, questo è bellissimo .” Mettiti a casa mentre metto via tutto. Vagò per le scale, andò nella veranda e accese la luce esterna in modo da poter vedere il grande cortile, il ponte e la piscina. Poi tornò dentro, guardò alcune foto e salì al piano di sopra. L'ho trovata seduta sul bordo del mio letto...

799 I più visti

Likes 0

IL NOSTRO BUON TEMPO

Siamo appena tornati a casa dalla nostra serata fuori. Mio marito James ha aperto la porta ed è andato in cucina a prendere qualcosa da bere mentre do il benvenuto ai nostri nuovi amici a casa nostra. Avevamo incontrato Stacy e Brandon al bar ed eravamo diventati amici in pochissimo tempo. Stacy era una bella donna di circa un metro e ottanta con bei capelli rossi fino a lei, ma era una ragazza molto magra. Brandon era un ragazzo dall'aspetto molto in forma, alto, capelli castani e una bella corporatura per se stesso. James è uscito dalla cucina, aveva tirato fuori...

806 I più visti

Likes 0

La moglie di Harvey e i suoi amici

Harvey stava filmando sua moglie, che aveva appena avuto il viso ricoperto di sperma dal cazzo di 11 pollici del suo Master Max. Per ripulirlo, ora Max stava pisciando su tutta la faccia di Ginger. La rossa di 58 anni ha trovato questo rilassante e non fuori dalla norma. Max era un uomo di 20 anni che era la sua costante Maledom, si erano incontrati 1 anno prima in un club di scambisti e ora Max viveva nella Master Suite a casa loro. Ginger avrebbe fatto soldi per il suo padrone andando in webcam, lui si era sistemato nella tana. La...

771 I più visti

Likes 0

Tenero amore II

Introduzione: Per comprendere e apprezzare appieno questa storia, leggere la Parte I di Tender Love. Mi dispiace che ci sia voluto così tanto tempo per la parte 2, mio ​​padre è morto e io ero distratto. La giovane donna latina giaceva sopra la mia forma nuda con il mio cazzo duro come una roccia ancora incastrato tra le labbra della sua figa, come se fossi un dildo umano per il suo piacere. Potevo sentire i suoi caldi succhi d'amore che cominciavano a raffreddarsi mentre gocciolava dai lati delle mie cosce. Si è riposata dal potente climax che aveva appena sperimentato strofinando...

743 I più visti

Likes 0

La ragazza del maestro

Raggiunge il cielo, i polsi abbracciati nella presa di stretti vincoli mentre sta in piedi, i piedi divaricati, ancorata al pavimento da vincoli simili. Intorno al suo collo giace la fascia tesa di un bavaglio che le interrompe la voce e un'altra fascia che tiene una benda sugli occhi dei suoi bellissimi occhi morbidi. È legata a 4 anelli, due avvitati nel pavimento, affondati nelle pesanti assi, mentre l'altra coppia è saldamente avvitata alle pesanti travi del tetto del soffitto. La luce tremolante delle candele la circonda e la dolce aria della notte estiva aleggia sulla sua nudità. Rabbrividisce in attesa...

698 I più visti

Likes 0

Allenare mia figlia 1

Tutto è iniziato un giorno in cui ero ubriaco e incapace di fare nulla da solo. Prima di iniziare, ti fornirò alcune informazioni di base su di me e mia figlia. Avevo 37 anni in ottima forma e un uomo molto bello. Capelli castani e occhi color nocciola. Mi sono rasato regolarmente in modo che il mio corpo fosse sempre liscio. Mia figlia quando è iniziata questa era una giovane e vivace bambina di otto anni che era molto carina e si stava sviluppando prima di tutte le altre ragazze della sua età. Adora e ama totalmente suo padre con ogni...

747 I più visti

Likes 0

Parte 5_(1)

Accendi la fotocamera: Toni è seduta sul bordo del letto con Joe e io in piedi su ogni lato di lei si sta accarezzando un cazzo in ogni mano, a turno succhiandoli e leccandoli a turno, inizia a prendersela davvero mentre fa la gola profonda gemendo e conati di vomito mentre va avanti ci tira su sul letto per i nostri cazzi e ci mettiamo in posizione. Joe si è sdraiato sulla schiena e Toni a cavallo di lui ha guidato il suo grosso casco nella sua figa bagnata, l'ho guardata un po' per poterla vedere una crema bianca densa scivola...

669 I più visti

Likes 0

Sì signore, farò quello che vuole Parte 3 che ho dovuto guardare

Capitolo 4 ; La festa privata di Colin. Ho inventato un milione di scuse con il mio ragazzo negli ultimi tre giorni, e dopo aver avuto paura che fosse in ospedale ho provato a chiamare per spiegare. Non ha risposto. Fanculo. Ho lasciato un messaggio di merda e mi sono precipitato verso l'ingresso inquietante del Trump International. Ho fatto in modo di non essere in ritardo per non volere un altro duro culo dal mio capo. Il mio culo era ancora dolorante. Ogni volta che ci pensavo la mia faccia arrossiva e sentivo caldo dappertutto. Hotel ridicolo. Le camere erano come...

661 I più visti

Likes 0

Il risveglio sessuale di Jennifer - Ch5 - Prendere il sole

1 suggerimento Jennifer, ti ricordi che ho menzionato un bel posto appartato dove possiamo andare a prendere il sole in pace? 'Sì.' Vorresti andarci domani? 'Oh si.' È un po' fuori dai sentieri battuti, quindi che ne dici di noleggiare un paio di biciclette per arrivarci? Ok, ma non ci renderà un po' accaldati e sudati quando arriviamo? «Oh, sì, decisamente, ma questo è il punto. Ne varrà la pena, vedrai.' 2 Prepararsi Cosa dovrei indossare? si chiese Jennifer, guardando attraverso il suo guardaroba e sistemandosi su un crop top scollato con una minigonna avvolgente. Decise che avrebbe indossato anche il...

595 I più visti

Likes 0

Parte 25: Calore corporeo

Episodio II Delle avventure di John e Holly Parte 25: Calore corporeo Sabato mattina ci siamo svegliati e abbiamo scoperto che il caldo era morto. Nessun caldo a novembre significa che fa molto freddo nel nostro appartamento. Stephanie e Sandy non volevano restare, così andarono a casa di un'amica. Non possono essere qui fino a lunedì disse Holly, alzandosi dal telefono e sedendosi accanto a me sul divano. Entrambi indossavamo la tuta. Potremmo approfittare del freddo dissi. Come mi ha chiesto Holly. Calore corporeo ho detto. Pochi minuti dopo eravamo entrambi nudi, con un'enorme coperta avvolta intorno a entrambi, i nostri...

548 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.