La prima notte in cui ha provato l'anale

213Report
La prima notte in cui ha provato l'anale

Ti sei fatto entrare con il mazzo di chiavi che ti ho dato un paio di mesi fa. Li butti sul tavolo, insieme alla tua borsa, cercando di stare zitto. Non sei sicuro se sto dormendo o meno. Lasci tutti i tuoi vestiti sporchi vicino alla lavatrice e sfrecci oltre la camera da letto, nudo, in bagno. Ti ammiri allo specchio pensando anche se coperto dalla sporcizia della giornata, i tuoi capelli sono in disordine, ti senti sexy. I tuoi seni sono vivaci, con adorabili capezzoli nella posizione giusta che darebbero a un coniglietto di playboy una corsa per i loro soldi.

Sotto la doccia ti strofini furiosamente per toglierti di dosso l'odore della giornata, lavi i lunghi capelli ed esci dall'acqua calda, con riluttanza. Lo sprint di venti secondi dal bagno alla camera da letto per mettersi sotto le coperte è sempre terribile in questo periodo dell'anno. Nonostante la tua stanchezza salti sul letto per baciarmi. Sono nudo come te, puoi sentire l'odore che mi ero fatto la doccia; il mio bagnodoccia (il tuo profumo preferito al mondo) è ancora fresco sulla mia pelle.

"Com'è andata oggi?" Chiedi mentre ti metti a tuo agio a pancia in giù, mettendo un cuscino sotto i fianchi (l'unico modo in cui puoi dormire) e affrontando la porta.

“Incredibile, te ne parlerò tra poco. Ti stavo aspettando per tornare a casa". Puoi sentire la mia erezione sulla tua pelle. Normalmente saresti disposto a saltarmi le ossa, ma hai avuto una lunga giornata e sei stanco morto.

“Vorrei, ma sono davvero stanco. È molto più eccitante quando ci occupiamo entrambi. Ricordi quando entrambi abbiamo tirato un muscolo provando quella posizione?"

Bacio le parole delicatamente. Ti dico di rilassarti e di sdraiarti lì; Voglio provare qualcosa di nuovo. Impilo altri due cuscini sotto i tuoi fianchi, tiro fuori la tua lozione alla menta piperita preferita e comincio a strofinarti le gambe e la schiena, le mie mani forti che massaggiano i tuoi muscoli doloranti. Non puoi fare a meno di sospirare e gemere dal mio tocco. Ti bacio lungo la schiena, prendendo di mira ogni vertebra.

Allargo le tue chiappe e comincio lentamente a leccare e baciare fino al tuo ano vergine e increspato. Ormai sei bagnato, il che mi sta facendo palpitare, mentre ti metto un dito nella figa e ti sditalo lentamente. Continuo a leccarti mentre i tuoi gemiti diventano più forti e ti rilassi. Non ti farò del male, dico. Afferro la bottiglia di lubrificante che avevo in standby e me ne metto una piccola quantità sul dito. Senti il ​​lubrificante fresco e viscido sulla pelle sensibile del tuo bocciolo di rosa increspato, mentre l'altro dito si strofina contro il tuo clitoride, creando un'anticipazione deliziosa e tabù.

Comincio a premere il dito nel tuo buco, molto delicatamente. Scivola facilmente, circa mezzo pollice prima di incontrare una certa resistenza. So che era il tuo sfintere interiore e ti ho gentilmente sussurrato di rilassarti. Commenti come ci si sente così strano, nuovo e meraviglioso. Ti stai godendo questo esperimento anale molto più di quanto pensassi. Continuo a strofinarti il ​​clitoride e inizi a rilassarti. Tanti pensieri mi passano per la testa, tutti in qualche modo legati al fatto che non riesco a credere che stia succedendo davvero. Quando ci siamo incontrati hai detto che non avresti mai fatto una cosa del genere, e anche se all'epoca l'ho accettato, ho sempre sperato che la tua posizione potesse cambiare. Ho difficoltà a formare pensieri coerenti mentre tutto il sangue scorre nel mio cazzo. Allora mi sorprendi davvero.

"Arriva nel cassetto del comodino e prendi il plug anale nella parte posteriore." Me lo dici con un sorriso alle tue spalle. La mia mente gira e i miei pensieri diventano incoerenti. "Mi sono ricordato di quanto eri affezionato a questo e quindi ho lavorato per essere a mio agio con qualcosa nel mio culo nell'ultimo mese", mi dici con uno sguardo furbo e subdolo. Piccola civetta! Penso a me stesso. Afferro il tappo e lo ricopro di lubrificante, spingendolo delicatamente dentro, continuando per tutto il tempo a stimolare il clitoride.

All'inizio sembrava ancora difficile perché ha incontrato resistenza, ma c'è da aspettarselo in una situazione come questa. Posso prendermi tutto il tempo che voglio, penso tra me e me. Ho smesso di spingere e ti dico di rilassarti, e lo senti davvero rilassante! Spingo lentamente ma con fermezza, e sento il tuo culo aprirsi e prendere la spina. Era dentro! Ma non era ancora molto lontano, la parte più spessa era passata attraverso la barriera del tuo sfintere, ma quando era a pochi centimetri ho sentito una certa resistenza in più e tu gemi e mi parli di un lieve disagio. Mi sono concessa un minuto e sembri rilassarti di nuovo, quindi l'ho spinto un po' più dentro—probabilmente erano circa 5 pollici quando il resto del dildo è scivolato sul tuo sedere.

Ero super eccitato, ma non volevo rovinare nulla e farti del male proprio mentre stavo avendo successo, quindi l'ho lasciato riposare per un momento, godendomi il pensiero del tuo stretto buco del culo allungato attorno al plug stretto nel tuo retto . La tua figa si contorceva e pulsava di piacere. Sarei venuto così in fretta se mi fossi toccato, ma volevo... non ce n'era bisogno, avere il piacere di prenderti nel culo. Ho fatto sogni vividi su questo. L'ultima cosa che vorrei fare è farti del male, ma so che se lo faccio bene lo adorerai.

Guairai mentre tolgo la spina dalla tua stretta porta sul retro e allineo il mio cazzo palpitante con la stella increspata del tuo buco del culo. Mentre premo contro la sua tenuta, ti sei ricordato della paura. Il mio cazzo è MOLTO più spesso della spina che stavi usando, ma ti fidi di me, perché senti il ​​​​tuo buco del culo allungarsi più ampio di quanto non avesse mai fatto prima. Un grido cade dalle tue labbra mentre inarca la schiena, il tuo buco del culo si stringe forte sulla mia testa. Gemo mentre sento i tuoi muscoli incresparsi sopra la testa del mio uccello, costringendoti di un altro centimetro nel culo mentre piagnucoli, cercando coraggiosamente di spingermi fuori.

"Possiamo aspettare solo un secondo, va bene, fa un po' male." Pensi a te stesso che ha fatto male, in un modo strano che non saresti mai in grado di descrivere... quasi crampi, una specie di ferita viscida... la sensazione che si stesse facendo qualcosa che NON DOVREBBE essere fatto. il respiro si blocca nel tuo petto mentre il mio cazzo segue il tuo movimento in avanti e un altro pollice è stato forzato nel tuo corpo.

Gemi, piegando la testa in avanti per riposare tra le mani, ansimando mentre cerchi di adattarti alla strana sensazione. Sembrava sbagliato... sporco... scomodo. Ed erotico per tutto questo, ma hai ancora paura... paura che ti sbatto il cazzo fino in fondo, paura che qualcosa si strappi, paura che questo sia più doloroso di quanto tu possa sopportare. E se ti piacesse il sesso un po 'ruvido, questo era un mondo completamente nuovo per te e non sei sicuro di cosa farne.

Stringo una delle tue chiappe, tenendo sotto controllo i miei desideri mentre guardo il mio cazzo che ti spacca il culo. Potrei dire che non ti stavi godendo completamente questo mentre combatti la tua battaglia mentale tra dolore e piacere, e una parte malata di me è stata eccitata da questo. Quella parte di me voleva solo sbatterti nel culo, fottertelo forte e sentirti contorcere fino a quando non hai iniziato a godertelo... ma ti ho detto di fidarti di me, e la parte premurosa di me non ti avrebbe mai fatto del male. Forse, come ti sei adattato, sarei diventato più ruvido...

Ti afferro i fianchi e spingo altri due pollici del mio cazzo nel tuo culo mentre gemi. Se non sto attento verrò presto, perché questa sensazione è indescrivibile. Mi allungo intorno al tuo corpo e faccio scivolare le mani sotto il tuo petto e ti stringo i seni, sentendo il tuo buco del culo stringersi sul mio cazzo mentre ti sfioro i capezzoli. Ti mordi il labbro mentre il piacere scorre dal tuo seno al tuo inguine confuso, il tuo culo che si stringe a disagio rendendoti molto consapevole di dove si trova il mio cazzo, ma anche sentendoti bene. Ti ascolto e ti sento, ma non iniziare a fotterti forte come avrei voluto... Rimango completamente immerso nella tua tensione, sentendo i tuoi muscoli incresparsi sul mio cazzo, mentre aspetto che il tuo corpo si adatti un po' Di Più.

Scivolo per tutto il resto e poi comincio a uscire. Sentirmi muovermi nel tuo culo è qualcosa a cui non sei abituato. Mordi il cuscino mentre il tuo culo si increspa, cercando di capire cosa stesse succedendo al suo interno, il tuo corpo si contrae mentre comincio a scivolare lentamente di nuovo nel tuo corpo. Dentro e fuori, con molta attenzione e delicatezza, anche se dalla tua reazione uno spettatore potrebbe pensare che fosse tutt'altro che... hai tremato e dimenato mentre ti aprivo il culo, ansimando mentre il mio cazzo annusa profondamente nel tuo corpo, dimenticandoti di quanto sei stanco erano solo mezz'ora fa.

Le mie mani hanno iniziato a correre su di te, i tuoi fianchi, la schiena, la vita, i fianchi e il culo... scivolando lungo la parte posteriore delle tue cosce... e poi girando intorno per iniziare a giocare con la tua figa. Strofino le tue labbra bagnate della figa con le mie dita, solleticando delicatamente il tuo clitoride, mentre senti il ​​fuoco formicolio che inizia, aiutando ad alleviare alcune delle strane sensazioni che il mio cazzo stava creando. Riesco a percepire un cambiamento in te, mentre finalmente esci dalla tua testa e inizi a goderti le molteplici sensazioni che stai vivendo. Il dolore iniziale dell'inserimento è scomparso, sostituito solo dall'effetto amplificante che il sesso anale ha sul resto del tuo corpo. Ogni tocco sembra più vibrante, ogni spinta esplora una nuova area. Ti rendi conto che non solo non ti fa sentire a disagio, ma ti fa sentire bene e capisci perché le persone dicono che migliorerà.

Ora cominci a tremare per un motivo diverso, il tuo culo si muove contro di me con entusiasmo, ingoiando il mio cazzo e stringendolo ogni volta che te lo seppellisco nel culo. Facendo leva sugli avambracci, inizi a scopare ancora più forte, godendoti il ​​modo in cui il mio cazzo ti pugnala nel culo. Gemo e prendo questo come spunto per scatenarmi davvero; le mie dita esplorano più in profondità nella tua figa mentre inizio a spingerti forte nel culo, facendoti piangere con dolore e piacere misti.

"Dannazione hai il culo stretto..." ti sussurro. Rispondi semplicemente sbattendo il culo contro di me più forte. Stai davvero iniziando ad entrare nel culo, volendo sentire più di me in te, volendo sentirti allungare per ricevermi. Era così deliziosamente cattivo per te, e il dolore si era ridotto a un leggero disagio che faceva sembrare il piacere nella tua figa esponenzialmente più forte.

La tua testa poggia sulle mani, anche se i tuoi avambracci sono ancora in equilibrio sul letto per tenere il culo alto in aria. Gemi forte mentre saccheggio il tuo buco deflorato, mentre ti concentri sul fuoco che bruciava dentro il tuo inguine. Le mie dita si contraggono e si sfregano, premendo forte contro il tuo clitoride e tu muovi leggermente i fianchi per sfregare contro la pressione, le tue gambe tremano mentre si avvicina l'orgasmo. Ad oggi devi ancora raggiungere l'orgasmo, che è un'area costante di dubbio personale nella mia mente. Non sono abbastanza bravo da farti superare il limite. Oggi, invece, con questa nuova sensazione che amplifica tutto ciò che la circonda, ti chiedi se non sia possibile.

Quando inizi a sborrare, tutto il tuo corpo trema, il tuo culo si stringe sul mio cazzo che spinge e si increspa di piacere. Ansimando, forzo il mio cazzo dentro e fuori dalla tua stretta, aumentando il tuo piacere mentre sbatto in profondità nel tuo corpo. Allungando una mano per afferrarti i capelli, li tiro indietro, costringendoti ad inarcare la schiena mentre ti tiravo saldamente contro di me. Gridi di piacere, le tue mani che graffiano il letto mentre ti tiravo indietro i capelli, i seni si alzavano in aria.

Con un ultimo tuffo, ho iniziato a sborrare, tenendoti saldamente i capelli mentre ti scarico nel culo. Puoi sentire ogni singolo impulso di sperma che si fa strada oltre il tuo stretto ingresso e nel tuo corpo, spingendo contro l'anello di carne che racchiudeva la base del mio cazzo. Quando finalmente finisco di venire, sussultiamo e collassiamo. Sussulti di nuovo mentre il mio corpo cade sopra il tuo, il mio cazzo si è conficcato nel profondo del tuo culo.

Gemi, dimenandoti un po'. Ora che il piacere è finito potresti sentire quanto sia dolorante il tuo povero buco del culo, a disagio con il cazzo che si rimpicciolisce dentro. Ma mi tengo lì, godendomi il tuo corpo anche se mi rimpicciolisco. Quando finalmente mi sono tirato fuori, il tuo buco è rosa brillante e inizia a fuoriuscire grosse gocce di sperma. Rimasti così, ansimando per un momento o due, mentre penso a quello che è appena successo. Questo non era altro che un sogno irrealizzabile solo un'ora prima, e ora era una realtà. Mi chiedevo se ti è piaciuto, se lo avresti fatto di nuovo.

"Così?" chiedo mentre mi siedo sul letto, accarezzandoti i capelli. Mi hai guardato con quegli occhi vitrei e belli, "mi faceva male", dici, e poi sorridi, "ma è stato anche terribilmente bello..."

Storie simili

La prima scopata di Julia

Questa è la mia prima storia, quindi per favore dimmi cosa ne pensi! Julia era una matricola di quindici anni. Era poco più di 5'2 e aveva una figura ad eliminazione diretta. Era una di quelle ragazze piccole e formose. Aveva tette 32C e una vita minuscola che svaniva in un culo perfettamente rotondo. Aveva un viso spigoloso con labbra carnose e una pelle color avorio cremoso. Lunghi capelli castani le scendevano lungo la schiena. Ma la sua caratteristica più sorprendente erano i suoi occhi. Erano grandi, intelligenti e di un blu brillante, seminascosti sotto un ventaglio di ciglia scure. Ben...

1 I più visti

Likes 0

La giovane Amy combatte i suoi desideri.

Durante il fine settimana, Amy ha pensato che Max l'avesse scopata. Sì, era sicura nella sua mente che fosse quello che era successo venerdì pomeriggio. Max l'aveva scopata. Non era colpa sua. Ma lei continuava a pensarci e a pensarci, ei pensieri continuavano a farle sentire una sensazione di formicolio sessuale nei suoi lombi che le fece scivolare la mano tra le cosce per strofinarsi. Adesso era lunedì pomeriggio e la scuola era finita. Era stato difficile tenere la mano tra le cosce durante le lezioni, ma in qualche modo ci era riuscita. Ora tornando a casa, poteva sentire l'umidità delle...

588 I più visti

Likes 0

Il risveglio sessuale di Jennifer - Ch5 - Prendere il sole

1 suggerimento Jennifer, ti ricordi che ho menzionato un bel posto appartato dove possiamo andare a prendere il sole in pace? 'Sì.' Vorresti andarci domani? 'Oh si.' È un po' fuori dai sentieri battuti, quindi che ne dici di noleggiare un paio di biciclette per arrivarci? Ok, ma non ci renderà un po' accaldati e sudati quando arriviamo? «Oh, sì, decisamente, ma questo è il punto. Ne varrà la pena, vedrai.' 2 Prepararsi Cosa dovrei indossare? si chiese Jennifer, guardando attraverso il suo guardaroba e sistemandosi su un crop top scollato con una minigonna avvolgente. Decise che avrebbe indossato anche il...

386 I più visti

Likes 0

Il viaggio in spiaggia_(3)

Il viaggio in spiaggia Non ho mai pensato a me stesso come uno spettatore. Non direi che sono brutta, ma non ho mai pensato che le ragazze parlassero di me e non fossi molto ricercata. Ero più un amico. Uscivo sempre con le ragazze, ma non pensavo che nessuna di loro fosse interessata a me. Ho 15 anni, circa 5'11, 150 libbre e niente di veramente speciale. Occhi castani, capelli castani, quasi del tutto nella media. Ero abbastanza in forma, grazie al fatto che giocavo a calcio, e avevo molto successo a scuola. Ero andato fino alla terza media senza una...

439 I più visti

Likes 0

Parte 5_(1)

Accendi la fotocamera: Toni è seduta sul bordo del letto con Joe e io in piedi su ogni lato di lei si sta accarezzando un cazzo in ogni mano, a turno succhiandoli e leccandoli a turno, inizia a prendersela davvero mentre fa la gola profonda gemendo e conati di vomito mentre va avanti ci tira su sul letto per i nostri cazzi e ci mettiamo in posizione. Joe si è sdraiato sulla schiena e Toni a cavallo di lui ha guidato il suo grosso casco nella sua figa bagnata, l'ho guardata un po' per poterla vedere una crema bianca densa scivola...

439 I più visti

Likes 0

Parte 25: Calore corporeo

Episodio II Delle avventure di John e Holly Parte 25: Calore corporeo Sabato mattina ci siamo svegliati e abbiamo scoperto che il caldo era morto. Nessun caldo a novembre significa che fa molto freddo nel nostro appartamento. Stephanie e Sandy non volevano restare, così andarono a casa di un'amica. Non possono essere qui fino a lunedì disse Holly, alzandosi dal telefono e sedendosi accanto a me sul divano. Entrambi indossavamo la tuta. Potremmo approfittare del freddo dissi. Come mi ha chiesto Holly. Calore corporeo ho detto. Pochi minuti dopo eravamo entrambi nudi, con un'enorme coperta avvolta intorno a entrambi, i nostri...

339 I più visti

Likes 0

Sharon è di proprietà pt 2 , dopo il ballo_(2)

Sharon si stava masturbando Billy mentre parlava con Cindy sul cellulare, era il giorno dopo il ballo di fine anno ed erano le 15. Sharon e Billy avevano passato quasi tutto il tempo a letto. Aveva anche suo padre, George portava loro la colazione a letto mentre lei continuava a dare la testa a Billy. La scorsa notte Billy era tornato a casa super eccitato perché era stato masturbato solo da Cindy nella limousine, nient'altro. Quindi, essendo la brava troia del sesso, Sharon stava aspettando nel letto di Billy indossando il suo reggiseno rosa e slip preferiti. Ha mormorato un rapido...

55 I più visti

Likes 0

Pane e burro

Nota dell'autore; Questa storia è una storia d'amore, e il sesso si verifica verso la fine. Ad alcuni potrebbe non piacere per la sua mancanza di luridezza vicaria dall'inizio alla fine. La poesia che John condivide con Rachel; Autumn appartiene a Emily Elizabeth Dickenson, (10 dicembre 1830 - 15 maggio 1886). Era una poetessa americana. L'ho scelta perché è la mia poesia preferita dell'autunno e il mio periodo dell'anno preferito. Pane e burro Beagle9690 Settembre 2019 Ha servito ventisette anni nei Marines, ritirandosi come colonnello a quarantacinque. I Marines hanno temprato John duro e resistente come il ferro forgiato. Era rispettosamente...

595 I più visti

Likes 0

Adottato 2

Adottato parte 2 Patty si rifiutò di scopare di nuovo il figlio adottivo quel giorno, tutte le volte che lui l'ha infastidita per un'altra possibilità di far scivolare il suo cazzo apparentemente sempre duro dentro di lei figa. Rifiutarlo non è stato facile. Ha passato la maggior parte della serata a scopare con le dita, chiusa nella sua stanza e sfregandosi febbrilmente la sua figa bagnata, tutto a pensieri di gioia che aveva provato con l'enorme cazzo del figlio adottivo. La mattina dopo, Walter si presentò al tavolo della colazione completamente nudo, con un'enorme palpitante erezione che stava già perdendo sperma...

621 I più visti

Likes 0

L'autostoppista Capitolo 15 - Casa dolce casa

Erano appena passate le 23 quando siamo entrati nel mio garage, ho preso la borsa con le cose che avevo portato e l'ho fatta entrare. Ho detto ad Alexa di accendere le luci del bar quando siamo entrati e May Ann ha detto: Gesù Tony, questo è bellissimo .” Mettiti a casa mentre metto via tutto. Vagò per le scale, andò nella veranda e accese la luce esterna in modo da poter vedere il grande cortile, il ponte e la piscina. Poi tornò dentro, guardò alcune foto e salì al piano di sopra. L'ho trovata seduta sul bordo del mio letto...

568 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.